Archivi giornalieri: 3 giugno 2017

CUPRA MONTANA / FURTO AL CIMITERO, LADRO ROMPE IL VETRO DELL’AUTO E SE NE VA COL BORSONE DEL MARE

CUPRA MONTANA, 3 giugno 2017 – Brutta sorpresa per una signora che questa mattina (3 giugno) aveva lasciato l’auto davanti al cimitero. Un ladro ha spaccato il vetro del finestrino e si è portato via un borsone, convinto certamente che all’interno avrebbe trovato oggetti di valore mentre erano custoditi solo articoli da mare. L’amarezza invece è per la proprietaria che si è trovata l’auto danneggiata.

JESI / BERTINI E GIANANGELI RIBATTONO ALLA AGOSTINELLI: “M5S NON HA BISOGNO DI TEATRINI MA DI STARE IN MEZZO ALLA GENTE”

JESI, 3 giugno 2017Massimo Gianangeli e Luca Bertini rispondono alla loro deputata del M5s Donatella Agostinelli che aveva invitato Gianangeli a tenere un comportamento politicamente più opportuno ed il candidato Sindaco Bertini a partecipare agli incontri tra candidati Sindaci per rispetto dell’avversario e degli stessi elettori.

Il consigliere comunale Massimo Gianangeli (M5S)

Massimo Gianangeli sul suo profilo facebook ha scritto: “La miglior risposta a politici che usano il loro tempo per polemiche e teatrini preconfezionati anziché per costruire, è stare in mezzo alla gente, come abbiano sempre fatto, a differenza loro, in questi anni. Con le persone “normali”, quelle che incontri per strada e che non sono interessate alle beghe fra politici, basta un minuto per spiegare come sia più che comprensibile far partecipare ai dibattiti sui vari temi, chi sarà l’assessore competente proprio su quelle materie, se vinciamo le elezioni, o chi del gruppo è più adeguato, secondo noi, a rappresentare al meglio le posizioni del M5S ed approfondire le discussioni su quegli argomenti. Così si evitano sorprese dopo le elezioni e per trasparenza la squadra che chiede il voto ai cittadini viene presentata e fatta conoscere prima. In generale, quando occorre spiegare l’ovvio, c’è stupidità o malafede, politicamente parlando. Oppure, come forse accaduto ultimamente, un po’ di tutt’e due…”.

Luca Bertini dal canto suo ha scritto: “Ci spiace dell’uscita dell’onorevole Agostinelli che prende le difese di tesi sostenute anche degli avversari politici del MoVimento. Forse, non riuscendo a seguire bene da Roma le dinamiche del territorio, non conosce il grande impegno e la correttezza con cui la lista certificata del M5S di Jesi sta lavorando per portare avanti le battaglie del MoVimento e per dare anche agli jesini una Amministrazione a 5 Stelle. siamo certi della sua disponibilità per un incontro chiarificatore al più presto”.

(evasio.santoni@qdmnotizie.it)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

AMMINISTRATIVE JESI 2017 / LUCIA BERGONZONI: “VOTARE LEGA NORD E’ UNA CERTEZZA”

JESI, 3 giugno 2017 – Lucia Bergonzoni a Jesi, assieme al segretario regionale della Lega Nord Paolini, per sostenere la candidata Sindaco Silvia Gregori.

Battuta dall’attuale Sindaco di Bologna Merola al ballottaggio, l’esponente della Lega si era fermata al 45,36% dei consensi, oggi è una delle punte di diamante a disposizione del segretario Matteo Salvini e del partito tutto.

Nella sala del lampadario del Circolo Cittadino di Jesi l’esponente leghista ha parlato di questioni di politica nazionale e soprattutto di immigrazione ed integrazione.

Nel suo saluto di presentazione la Gregori aveva sostenuto: “La presenza di Lucia è testimonianza che anche le donne possono dare un contributo importante nelle realtà delle amministrazioni delle nostre città per portare il vero cambiamento. E’ stata una campagna elettorale piena di ipocrisia perché ancora nessun candidato Sindaco mi ha dato una risposta sul problema dell’immigrazione. Più volte ho sollevato questa questione chiedendo se ci fosse un Sindaco che avrebbe fatto ulteriori accordi con il Prefetto per arrivo di altri pseudo richiedenti asilo. Tutti muti da interpretare come un silenzio assenso: Jesi è entrata nel grande circuito delle città che hanno visto il loro tessuto sociale stravolto con una presenza di immigrazione che non ha portato ricchezza come ci vogliono far credere ma ha allargato le maglie della criminalità, ha portato una povertà sociale, una mancanza di sicurezza: furti, reati, prostituzione. Poi la mancanza del lavoro: Jesi ha purtroppo una disoccupazione alle stelle. Non c’è stata una amministrazione che ha accolto le sfide future o fatto qualcosa per i giovani o con i giovani. Poi lavoreremo a bloccare quello che è un disegno scellerato e cercheremo appunto di bloccare i 25mila metri quadrati che sarà oggetto della Sadam che andrà a far morire tutte le attività del Centro. Siamo l’unica forza che può dare una risposa concreta”.

“Mi piace vedere una donna che corre e vuole bene alla propria città – ha esordito Lucia Bergonzoni – e la miglior soddisfazione per un politico è quella di diventare Sindaco dei propri cittadini, della propria realtà. Votare un esponente della Lega vuol dire votare una certezza. Noi quello che scriviamo nei programmi, lo realizziamo. Un Sindaco può fare tanto anche per ciò che riguarda l’immigrazione che è un problema non solo legato alla sicurezza ma al lavoro e al welfare di tutte le città.  Ci sono diversi tipi di immigrazione: chi è venuto in Italia per lavorare ed hanno portato tanto ai nostri territori; ci sono i migranti economici che non scappano da alcuna ,che foraggiano le cooperative con l’avallo dei politici che alla fine prendono voti. Ed i Comuni oltre alla quota che arriva dallo Stato tira fuori i soldi. Queste persone che fine fanno? O li manteniamo a vita, o finiscono sulle mani della criminalità organizzata, o accettano di fare lavori che gli italiani per quel prezzo e quelle condizioni, giustamente, non vogliono fare. Bisogna ridisegnare tutto, bisogna ridisegnare il welfare sulle nuove povertà pensando agli italiani che non ce la fanno più e a quelli che hanno perso lavoro per la porcata della legge Fornero. Bisogna impedire alla sinistra di fare accordi con i centri sociali che noi a Bologna, come so anche voi qui a Jesi, conosciamo bene tanto. Da me hanno votato Merola perché se la stavano vedendo davvero brutta. Oltre a quanto detto esiste il pericolo dell’Islam radicale. Con i barconi arrivano i terroristi. L’integrazione va fatta non accettando la cultura degli altri vergognandoci della nostra; l’interazione si fa non creando ghetti come ha fatto la sinistra con il fallimento del multiculturalismo”.

 

Domani alle ore 11 la Lega Nord replicherà al palazzo dei Convegni con la presenza del senatore Giacomo Stucchi.

 

(evasio.santoni@qdmnotizie.it)

JESI / DIOCESI, SCUOLA E IMPRESA PER FAR DECOLLARE IL “PROGETTO POLICORO”: PERCORSI FORMATIVI ALLA RICERCA DEL LAVORO

JESI, 3 giugno 2017 – Avviato dalla Diocesi di Jesi il “Progetto Policoro, segnale concreto di rinnovamento e di esperienze che ha per protagonisti i giovani”. I particolari del “Progetto Policoro” sul territorio diocesano sono stati illustrati questa mattina (3 giugno) nei locali dell’ex seminario di via Lotto dal Vescovo, Monsignor Gerardo Rocconi, da Marta Santoni della Commissione Diocesana Sociale  e del Lavoro, nonché tutor referente diocesano del progetto, dalla prima Animatrice di Comunità della Diocesi, Letizia Taccaliti, e dal Direttore della Caritas Diocesana, Marco D’Aurizio.

Si tratta di una iniziativa ecclesiale già diffusamente collaudata nelle regioni del sud (è nata nel 1995 a Policoro, in Basilicata, espandendosi poi in quasi tutte le regioni del Sud e del Centro Italia) e fatta propria dalla Conferenza Episcopale Italiana. Volendo sintetizzare le finalità di questo progetto diremo che “è un modo di stare della Chiesa dentro un territorio, con un progetto di evangelizzazione concreto che non sia pura teoria e soprattutto risponda alle esigenze lavorative dei giovani; attraverso percorsi formativi si accompagnano i giovani nella ricerca attiva del lavoro e, laddove è possibile, nella creazione d’impresa”. Per non illudere i giovani che aderiranno al Progetto Policoro è bene precisare che questa “ricerca attiva del lavoro” non deve essere confusa con un singolare ufficio di collocamento.

Tre i soggetti coinvolti direttamente nel progetto: la Caritas Diocesana, l’ITIS Marconi e l’azienda Paradisi srl; tre realtà ognuna delle quali metterà a disposizione dei giovani le proprie personalità, conoscenze e potenzialità. A  questi si affiancheranno parrocchie, sindacati, patronati ed altri soggetti che hanno a cuore la crescita dei giovani della Vallesina. Un ruolo importante lo avranno le parrocchie che rimarranno “il punto di riferimento per entrare in contatto con il progetto in quanto luogo in cui i giovani trovano chi è disposto ad ascoltarli, accompagnarli ed orientarli”.

Le esperienze vissute dal Progetto nelle altre regioni hanno dimostrato che “Policoro è stato capace di innestare nella vita dei giovani un percorso virtuoso che passa attraverso un impegno di formazione culturale che culmina nella realizzazione di gesti concreti di solidarietà e di rapporto di reciprocità. Esprime impresa si rivela una caratteristica specifica del Progetto”.

(sedulio.brazzini@qdmnotizie.it)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

MOIE / GIORNATA SOCIALE PER LA SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO

MOIE, 3 giugno 2017 – La Società Operaia di Mutuo Soccorso di Moie rinnova l’invito ai soci per la Giornata Sociale che si terrà domenica 4 giugno. La Società si è costituita a Moie il 1° gennaio 1899 e il primo Presidente fu Celestino Brutti. L’unico scopo citato dall’art. 1 dello statuto in merito alla natura della Società era di procurare un sussidio temporaneo a tutti quei soci effettivi che, per malattia e impedimenti al lavoro, per cronicità e vecchiaia si rendevano inabili al lavoro. La mutualità ha ancora un riconosciuto valore nella nostra società dove le politiche e i fondi si riducono sensibilmente. L’obiettivo oggi delle società di Mutuo soccorso è quello di vincere l’individualismo e l’egoismo per mantenere e rinnovare quanto è stato costruito dai fondatori del Mutuo Soccorso di Moie e da altri in tante città e paesi d’Italia. La giornata di domenica inizia alle ore 8,30 con la partecipazione alla Santa Messa presso l’Abbazia di Santa Maria; alle ore 9:30 i soci moiaroli si ritroveranno nel piazzale del cimitero di Moie per una visita alle tombe dei soci e la deposizione di una corona alla lapide del Mutuo Soccorso. Alle ore 12:30 ci sarà l’assemblea sociale presso il ristorante L’Oasi di Angeli di Rosora, la relazione verterà in particolare sulla riforma del terzo settore. Ed infine alle ore 13:00 è previsto il pranzo sociale.

PIANELLO VALLESINA / CERIMONIA DI CHIUSURA DELL’ANNO ACCADEMICO UNIVERSITÀ DEGLI ADULTI

PIANELLO VALLESINA, 3 giugno 2017 – Archiviato anche il dodicesimo anno accademico per l’Università degli adulti della Media Vallesina, l’istituzione voluta dall’Unione dei Comuni e gestita da un’associazione di cui è presidente Riccardo Ceccarelli. Un anno, anche questo, caratterizzato da corsi, approfondimenti con esperti, uscite nella natura e visite a luoghi d’arte, scambi e incontri che hanno arricchito dal punto di vista sia culturale che umano i tanti iscritti e gli oltre settanta docenti volontari.

Per concludere insieme un percorso e fare un bilancio dell’attività, l’Unione dei Comuni e l’associazione che gestisce i corsi organizzano una festa di chiusura dell’anno accademico aperta a tutta la cittadinanza. L’appuntamento è per domenica 4 giugno (ore 17,30) a Villa Salvati di Pianello Vallesina, a Monte Roberto.

Alla manifestazione interverranno, fra gli altri, il presidente dell’Unione dei comuni Umberto Domizioli, l’assessore alla Cultura Tiziano Consoli e il presidente dell’Università degli adulti Riccardo Ceccarelli.

Nell’occasione sarà presentato l’ottavo volume dei Quaderni storici esini. Sarà inoltre presente l’organista e compositore Mauro Ferrante, che parlerà del restauro dell’organo della chiesa di Mergo.

La serata sarà allietata dal complesso “Concertino Burro e Salvia”. Al termine sarà offerto un rinfresco a tutti i partecipanti.

FABRIANO / LA PROPOSTA, SALA GIUNTA INTITOLATA AD ANGELO TINI

FABRIANO, 3 giugno 2017 – “La Sala Giunta del Comune intitolata a Angelo Tini, Vicesindaco e Assessore del Comune di Fabriano”. Questa l’idea lanciata da Pino Pariano.

Angelo Tini, Vicesindaco ed assessore al bilancio del comune di Fabriano scomparso il 2 giugno 2017

“L’atto conclusivo della legislatura”, osserva Pariano, che ha condivso con Tini parte del percoso dell’amministrazione uscente.

E poi prosegue, ricordandone l’impegno e la passione politica che ha attraversato tre decenni ininterrotti di amministrazioni. “Sarebbe un giusto riconoscimento per un politico che, come riconosciuto da più parti, si è sempre speso per la sua gente e il suo territorio”.

 

 

 

(saverio.spadavecchia@qdmnotizie.it)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

CASTELBELLINO / “INCANTO DE’ FIUME” MANTIENE LE PROMESSE, TANTA GENTE AL PARCO FLUVIALE DELLA ‘VIA DEI TESORI’

CASTELBELLINO, 3 giugno 2017Incanto de’ Fiume mantiene le promesse. E per gli appassionati di calcio, alle ore 20.50 di oggi (sabato 3 giugno) sarà possibile vedere la Finale di Champions League Juventus vs Real Madrid con possibilità di cenare in appositi tavoli allestiti davanti al maxischermo. Alle ore 21.30 scatterà l’Esino Music & Beer Festival, con concerti live e birra tutte le sere fino a domenica. Stasera (3 giugno) toccherà ai Raab.

La seconda edizione della festa al parco fluviale di Castelbellino Stazione (lungo la via dei Tesori) organizzata e promossa dalla Pro Loco di Castelbellino in collaborazione con il Comune, sta riscuotendo un ottimo consenso. Oggi, 3 giugno, siamo alla seconda giornata della riscoperta e valorizzazione delle bellezze del territorio attraverso un ricco programma di eventi che abbraccia musica, divertimento e buona cucina.

Domani (4 giugno), a chiudere la maratona musicale dell’Esino, saranno i gruppi Minimed The Medley Band e i Travelin Band che si esibiranno nel corso della serata.

Info e prenotazioni: 377 4585758(Pro Loco Castelbellino). Maggiori informazioni sul programma sono disponibili alla pagina Facebook della Pro Loco di Castelbellino o sul sito del Comune.

foto Sergio Franconi

CHIARAVALLE / ATTENZIONE ALLA SCUOLA E ALLA CULTURA, LUCIANA SBARBATI INSIGNITA DEL TITOLO DI “COMMENDATORE”

CHIARAVALLE, 3 giugno 2017 – C’è anche l’on. Luciana Sbarbati, chiaravallese, tra i 17 cittadini della provincia di Ancona che si sono distinti particolarmente per meriti nell’ambito della cultura, dell’arte, dell’istruzione e del sociale. Il Prefetto Antonio D’Acunto ha insignito del titolo di Commendatore la Sbarbati, dirigente scolastico in pensione, parlamentare europeo per molti anni, eletta per tre legislature alla Camera dei Deputati e poi al Senato della Repubblica dal 2008 al 2013. Per la parlamentare chiaravallese il prefetto D’Acunto ha avuto parole di elogio ed encomio. “Una donna speciale – ha detto il Prefetto – che ha sempre dedicato ed indirizzato la sua attività lavorativa e politica verso l’educazione e l’istruzione dei giovani e dei bambini, ha avuto grande attenzione per la cultura ed il sociale. La sua carriera parlamentare è ricca infatti di importanti iniziative soprattutto nel campo della legislazione scolastica, della cultura e del sociale presentando da parlamentare oltre 100 disegni di legge tra cui quello del 1996, molto significativo, che ha permesso il ripristino della odierna festività nazionale del 2 Giugno”.

La Sbarbati, tra gli altri, ha proposto disegni di legge per la tutela delle città d’arte, per l’Alta formazione artistica e musicale e per la promozione della cultura. “Sono lusingata e felice per aver ottenuto questo importante riconoscimento – ha detto una Sbarbati visibilmente commossa dopo aver ricevuto l’onorificenza dal prefetto D’Acunto – che testimonia il mio impegno sociale, politico e lavorativo che ho sempre portato avanti con passione e attenzione”.

(gianluca.fenucci@qdmnotizie.it)

JESI / I GUARDIANI DELLE POIANE, I VIGILI DEL FUOCO COSTRUISCONO IL NIDO PER I PICCOLI

JESI, 3 giugno 2017 – Vigili del fuoco di Jesi in azione per “soccorrere” 2 piccoli di poiana che non riuscivano a ritornare al nido. Il fatto è accaduto nella tarda mattinata di oggi, 3 giugno, nelle immediate vicinanze di Mazzangrugno.

La chiamata è scattata dopo che, una residente del luogo, aveva notato le due piccole poiane fuori dal nido in una zona dove “animata” anche da volpi.

Arrivati sul posto i pompieri hanno approntato un piccolo nido “d’emergenza”, sempre sulla stessa pianta, in un posizione più comoda da raggiungere per il volo inesperto delle piccole poiane. Una volta completata l’operazione i due  piccoli sono stati riposizionati nella loro nuova casa.

(saverio.spadavecchia@qdmnotizie.it)

© RIPRODUZIONE RISERVATA