Archivi giornalieri: 7 giugno 2017

LETTERE&OPINIONI / M5S: ‘SPAZIO LIBERO’ MA SOPRATTUTTO TEMPO LIBERO

JESI, 7 giugno 2017 – Finora non abbiamo mai risposto ai comunicati di Spazio Libero sia perché preferiamo portare l’attenzione sui contenuti piuttosto che sulle polemiche sterili e distruttive e, soprattutto, perché in questo periodo abbiamo una campagna elettorale da condividere con i Cittadini su cui concentrarci.

Verrebbe da dire che, oltre allo Spazio, questi signori del MeetUP di “libero” hanno anche molto Tempo dato che passano intere giornate ad attaccare la nostra lista su Facebook. Su Facebook, si badi bene. Perché poi non c’è mai nessuno di loro che abbia mai il coraggio e l’onestà intellettuale di intervenire con gli stessi argomenti ad esempio ai tanti convegni pubblici che sono stati organizzati durante questa la campagna elettorale.

La spiegazione appare presto detta: questi signori non sono proprio amanti del confronto diretto e preferiscono questa tattica di guerriglia via Facebook (o cercando l’incontro personale stile KGB) perché non vorrebbero mai trovarsi a discutere con le persone che attaccano (perché, evidentemente, temono di uscirne perdenti).

Ma cosa è il “MeetUp Spazio Libero”? Una entità indefinibile nata per volere di una manciata di ex grillini. ad esempio l’ex Consigliera comunale Maria Teresa Mancia, dimessasi nel 2015 per dichiarata incapacità a sostenere il ruolo e ora, per sua stessa ammissione, fuori dal M5S (“Dove mi posiziono io, chiedi insistentemente, in modo maldestro e sgarbato. Non certo nel MoVimento” scriveva poco tempo fa sempre su Facebook).

Anche Sabrina Tavoloni e Ruggero Fittajoli, due “ex attivisti” (difficile stabilire il campo del loro “attivismo”, probabilmente l’attacco personale, continuato e smodato a certe persone) che hanno rifiutato di rappresentare il MoVimento non accettando l’incarico dopo le dimissioni della Mancia perché “non se la sentivano”, tradendo così il mandato affidatogli dagli elettori che li hanno votati nel 2012.

Per non parlare poi di Giovanni Miceli, “famoso” al livello locale per le sue vignette al limite della diffamazione e per i suoi video sapientemente ritagliati (opera degna della peggiore disinformazione), da tempo impegnato a sostenere altri candidati (basta vedere il suo canale YT e la dedizione con cui segue alcuni soggetti antagonisti ed avversari del M5S).

Da quando queste 6/7 persone hanno lasciato il gruppo del M5S mesi fa, possiamo affermare senza ombra di dubbio che, a prescindere dal prossimo risultato elettorale, il MoVimento 5 Stelle a Jesi sia rinato, potendo contare su un nucleo stabile e numeroso che parte dai componenti della lista e ne vede partecipare altri alle riunione. Fatti (e non parole in libertà) che ci hanno permesso di ottenere la certificazione dallo Staff di Beppe Grillo e di avere un candidato Sindaco che la scorsa Domenica si trovava sul palco di Civitanova Marche insieme a Luigi Di Maio.

Spazio Libero non può dire lo stesso: chi osserva da fuori, infatti, si rende conto benissimo se un gruppo di persone è intento a “costruire” o solo a “distruggere“, e chi è spinto solo dalla distruzione non aggrega. Infatti, nonostante l’ovvio fine politico, in più di un anno e mezzo di attività questo MeetUP non è stato in grado di attrarre attorno a sé il numero di persone che gli avrebbe permesso di esercitare un costruttivo confronto politico. Avrebbero tranquillamente potuto presentare un’altra lista ed un altro candidato Sindaco per questa tornata elettorale, sottoporsi al giudizio dello Staff (e dei Cittadini!) e magari partecipare a queste elezioni al posto nostro. Questo è il bello del M5S…Ma non ne sono stati in grado.

E sinceramente, avendo avuto a che fare per anni con queste persone (ahi noi!) , la cosa non ci sorprende affatto.

MoVimento 5 Stelle – Jesi

JESI / LA CHIUSURA DELLA ‘LIBRERIA CATTOLICA’ APRE IL RISIKO DEI LOCALI, GIORNALI E RIVISTE AL POSTO DEI VOLUMI?

Sandro Grilli, titolare della Libreria Cattolica

JESI, 7 giugno 2017 – La notizia è sulla bocca di tutti; quanti anche stamane (7 giugno) si trovavano a passare lungo Corso Matteotti, giunti all’altezza del civico 42/B non hanno potuto fare a meno di gettare lo sguardo verso l’antica vetrina della Libreria Cattolica, una delle poche, in città, che ancora può vantare di avere una insegna pubblicitaria sporgente che testimonia la sua vecchia origine. Dopo circa 80 anni dalla sua apertura chiuderà a settembre la “Libreria Cattolica”, salvo che in queste poche settimane che ancora mancano a quella data non si faccia avanti nessuno per acquistarla e subentrare all’attuale titolare, Sandro Grilli che però non crede nel miracolo. “Sono circa tre anni che ho annunciato l’intenzione di smettere – ci dice Grilli – in più occasione ho fatto annunci anche tramite agenzie, ma non sono serviti a nulla”. All’indomani di questi annunci, a dire il vero, ci sono stati contatti con ipotetici acquirenti, ma alla fine non se n’è fatto nulla e così, nei mesi scorsi, è arrivata la decisione di scrivere la parola fine ad un’avventura iniziata, così come certificato in alcuni documenti, nel lontano 1937, quando gli jesini cominciavano ad avere interesse per la lettura, sia come strumento di svago, così come di crescita culturale e artistica. Un interesse testimoniato dai numerosi incontri con gli autori succedutisi negli anni e ospitati nell’attigua chiesa di San Nicolò, così come al vicino Circolo Cittadino o nella sede dell’Università degli adulti. Col passare degli anni, però, quella spinta ad oltrepassare l’ingresso della Libreria Cattolica ha coinvolto sempre meno persone, molte delle quali hanno scelto la strada del web e del mercato telematico per soddisfare la propria passione per la lettura; oggi in Internet si trova di tutto e, cosa alla quale la maggior parte della gente tiene, a costi inferiori a quelli praticati nei negozi pubblici.

Già da alcuni mesi il titolare ha smesso di ordinare volumi tanto che gli scaffali appaiono parzialmente vuoti; questo non significa che i libri sono terminati, tutt’altro, ce ne sono ancora tantissimi che da lunedì prossimo (12 giugno) saranno posti in vendita a prezzi fortemente scontati; sarà possibile acquistare un volume al prezzo ridotto del 25 e più per cento, fino all’80%. Forse proprio questa spingerà gli jesini a varcare la soglia di Corso Matteotti 42/B per poi uscirne con un bel pacco di volumi.

(sedulio.brazzini@qdmnotizie.it)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

FABRIANO / SANTARELLI PRESENTA LA GIUNTA GRILLINA, CASELLE ANCORA DA RIEMPIRE

FABRIANO, 7 giugno 2017 –  “Ecco la giunta a 5 Stelle”. Con queste semplici parole il candidato sindaco Gabriele Santarelli ha “strappato il velo” che difendeva i nomi della squadra di governo pentastellata. Una giunta che, secondo il Santarelli, sarà guidata da “Competenza, entusiasmo, voglia di fare e familiarità con il funzionamento degli uffici del comune. Ci sono ancora caselle vuote, questo perché abbiamo ricevuto tanti curriculum e stiamo valutando le professionalità da inserire nella squadra. Probabilmente gli assessori diventeranno 7 più ovviamente il sindaco”.

“Come promesso ad inizio campagna elettorale – commenta Santarelli – abbiamo scelto la via della chiamata pubblica degli assessori offrendo a tutti la possibilità di partecipare previa consegna del curriculum, che sono arrivati anche da fuori Fabriano ed in quantità considerevole. Siamo convinti che gli assessori siano dei tecnici, che debbano attuare le decisioni del consiglio comunale che detta la via”. E poi un attacco diretto fatto proprio dal candidato sindaco alle passate gestioni della macchina amministrativa, puntando il dito contro “I dirigenti che dettano le regole”.   E prosegue, promettendo il ribaltamento della situazione attuale: “Non deve essere e non sarà così. E il ruolo degli assessori è proprio quello di essere persone competenti che devono trasferire agli uffici le decisioni del Consiglio e far sì che i dirigenti le eseguano come deciso”. 

E poi ecco a sorpresa il video-messaggio tramite Facebook di Alessandro Di Battista che, impossibilitato a venire per il dibattito attorno la nuova legge elettorale, saluta l’oratorio della carità con poche e semplici parole. “In molti nelle Marche andranno al voto. Ringrazio gli attivisti ed i candidati consiglieri e sindaco. A loro faccio un grande in bocca a lupo. Speriamo di vederci per i ballottaggi”.  Momenti di emozione quando è arrivato all’interno dell’Oratorio Sergio Romagnoli. Accolto da un applauso, ed in ripresa da una malattia, ringraziato i presenti: “Il vostro sostegno in questi sette mesi è stato fondamentale. Grazie di cuore a tutti. Gabriele per me è un fratello e sono orgoglioso di questa squadra e so di aver lasciato in ottime mani il movimento. Gabriele Santarelli è un cittadino forte ed informato”. E poi l’abbraccio caloroso tra i 2.

Non lesina critiche e frecciate Santarelli nei confronti dei vari competitors, dichiarando che “Gli altri non riescono a presentare la giunta perché ancora schiavi della vecchia politica, con assessorati come pedine di scambio in caso di appoggio al ballottaggio”.  Se il comune dovesse cambiare “casacca” e diventare a 5 Stelle, ecco i nomi dei futuri assessori. Deleghe comprese. Restano però alcuni “nodi” da sciogliere: da assegnare l’assessorato ai servizi alla persona, cittadinanza, pari opportunità e politiche dell’abitare.

Questa la squadra presentata pochi minuti fa:

BARBARA PAGNONCELLI, 44 anni, ingegnere:  Lavoro, attività produttive, artigianato, programmazione dello sviluppo territorioale (fondi UE), agricoltura e politiche giovanili.

ILARIA VENANZONI, 39 anni, funzionario archeologo:    Cultura, turismo, istruzione, biblioteca e musei, rapporti istituzionali di rete.

CRISTIANO PASCUCCI, 46 anni, geologo:  Protezione civile, decoro urbano  urbanistica e lavori pubblici, PEBA (Progetto Eliminazione Barriere Architettoniche).

JOSELITO ARCIONI, 53 anni, consulente per la mobilità:  Mobilità, personale e riorganizzazione macchina amministrativa, sicurezza, commercio, trasparenza amministrativa.

FRANCESCO BOLZONETTI, 55 anni, ispettore bancario:  Bilancio e controllo di gestione, Partecipate, ottimizzazione delle risorse.

GABRIELE SANTARELLI, 40 anni, tecnico forestale e collaboratore parlamentare:  Frazioni, sport, associazionismo, decoro Urbano e lavori pubblici (in condivisione con Pascucci), verde pubblico, politiche per la partecipazione.

 

(saverio.spadavecchia@qdmnotizie.it)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

JESINA CALCIO / I CONSULENTI DI MAURO CANTARINI ESPRIMONO PERPLESSITA’ SUI DOCUMENTI CONTROLLATI

JESI, 7 giugno 2017 – Oggi , nel primo pomeriggio , l’avv Enrico Basso ed il Dott. Daniele Basile , su incarico del socio della Jesina Calcio Mauro Cantarini , hanno effettuato un primo accesso presso la sede sociale dove il presidente Marco Polita ha messo a loro disposizione parte dei documenti necessari alla valutazione dello stato di salute della Società leoncella . In serata hanno emesso un comunicato nel quale si evidenzia che “I consulenti , dopo questo primo accesso , già esprimono perplessità e , per questo , intendono chiedere copie degli atti societari , fiscali e bancari . I due professionisti hanno drizzato le orecchie dopo aver scoperto che le assemblee dei Soci convocate per il 26/05 ed il 03/06 ( di cui la stampa ha abbondantemente relazionato nei giorni scorsi visto gli importanti ordini del giorno ) non esistono neppure nei libri della Società. Mauro Cantarini auspica la massima collaborazione da parte degli amministratori , ma se i Suoi consulenti non dovessero rassicurarlo sulla gestione , non esiterà a far corso a ogni azione tesa alla tutela della Jesina Calcio e del suo futuro” .

(evasio.santoni@qdmnotizie.it)

JESI / ‘NESSUNO TOCCHI PERGOLESI’: CONFERENZA STAMPA RINVIATA

 JESI, 7 giugno 2017 – Il Comitato Nessuno Tocchi Pergolesi reputa opportuno rinviare la prevista conferenza stampa di domani giovedi 8 giugno – ore 10 – a dopo la costituzione della nuova giunta. Ciò allo scopo di eliminare ogni possibile strumentalizzazione politica, dopo aver preso atto dei diversi metodi e luoghi  organizzativi della propaganga elettorale di venerdì, ultimo giorno utile prima delle elezioni.Il desiderio di far conoscere ai sei candidati sindaco prima della giornata elettorale gli interessanti aspetti giuridici che potrebbero aiutare l’amministrazione comunale a procedere nella ristrutturazione della piazza Pergolesi senza trasferire il monumento,  crediamo opportuno sacrificarlo perchè la notizia non sia soffocata nelle polemiche legate al momento.

Il Comitato, a breve, farà conoscere la nuova data della conferenza stampa con lo stesso o.d.g. intergrato dallo status dell’iter referendario.

 

                                                                                                                 

JESI / IL VICE MINISTRO AI TRASPORTI NENCINI CON IL SINDACO BACCI AL CIRCOLO PERTINI

JESI, 7 giugno 2017 – Il Circolo Sandro Pertini, in viale delle Nazioni, ospiterà domani alle ore 18 l’onorevole Riccardo Nencini, vice ministro ai Trasporti, Infrastrutture e Relazioni con il Parlamento. Sarà presente anche il candidato Sindaco Massimo Bacci. Nencini sarà a Jesi invitato dal gruppo dei socialisti locali che candidano alle prossime amministrative in appoggio a Bacci Enrico Brazzini, Angeletti Sandro, Battistelli Adelina, Chechile Maria Teresa. Brazzini ha chiarito: “Sono settimane che ci stiamo lavorando e ci siamo riusciti. Nencini sarà prima a Fabriano e poi, dopo Jesi, scenderà in Puglia per sostenere la campagna elettorale. Nei mesi scorsi il Psi ha svolto il proprio congresso nazionale e nel documento finale, votata all’unanimità, ha deciso che il partito sarebbe stato aperto a sostegno di tutti i Sindaci senza bandiera e alle liste civiche”.

(evasio.santoni@qdmnotizie.it)

 

MOIE / PRENDE A CALCI LA VETRINA DI “INFORMAGIOVANI”, IL VICE SINDACO CHIAMA I CARABINIERI

MOIE, 7 giugno 2017 – Momenti di tensione ieri pomeriggio (6 giugno) alla biblioteca comunale “La Fornace”. Un giovane 30enne con problemi psichici si è scagliato contro la vetrina della porta di Informagiovani che si trova appunto all’interno della stessa biblioteca. La forza con cui ha sferrato il colpo ha infranto la vetrina e a quel punto il vicesindaco di Maiolati ha deciso di chiamare i carabinieri di Moie. Sul posto anche un equipaggio della Radiomobile di Jesi.

MOIE / INCIDENTE LUNGO LA 76, VA A SBATTERE CONTRO IL GUARD RAIL, TRAFFICO IN TILT

MOIE, 7 giugno 2017 – Incidente pochi minuti fa (ore 17.15) sulla  ss76 all’altezza dello svincolo per Moie . Per cause ancora da chiarire, un automobilista ha perso il controllo della sua autovettura, ed è andato a sbattere contro il guard rail che divide le due direzioni di marcia.

Sul posto Croce Verde, 118, Polizia Stradale e Vigili del fuoco. Traffico sulla 76 in tilt.

Il personale dei vigili del fuoco sul posto ha collaborato con il personale sanitario e messo in sicurezza la vettura che era alimentata a metano. L’automobilista è stato trasportato al pronto soccorso del Carlo Urbani di Jesi.

(saverio.spadavecchia@qdmnotizie.it)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

CHIARAVALLE / LA RIQUALIFICAZIONE DI PIAZZA MAZZINI E LA ZTL INFIAMMANO IL DIBATTITO CITTADINO

CHIARAVALLE, 7 giugno 2017 – Deve ancora partire eppure la riqualificazione di piazza Mazzini fa già discutere ed infiamma il dibattito tra cittadini, commercianti ed amministratori al pari della zona a traffico limitato, che ogni estate viene alla ribalta, e di altre opere. “Stiamo cercando di rendere Chiaravalle più bella – afferma il sindaco Damiano Costantini – e sono tanti i lavori che abbiamo effettuato e quelli in procinto di partire. La ristrutturazione di piazza Mazzini è un nostro progetto significativo ma dobbiamo procedere per gradi perché ci sono problematiche relative al traffico ed alla viabilità che necessitano di approfondimenti e studi. Intanto provvederemo fin da subito alla pulizia del monumento ai caduti che sorge al centro della piazza, al rifacimento degli asfalti e dei marciapiedi primi tra tutti quelli che sono perimetrali alla biblioteca comunale. Per ora non è prevista alcuna deviazione di traffico né cambiamenti della viabilità anche se in progetto c’è la chiusura della strada davanti alla biblioteca in modo che l’area diventi pedonale in quella zona. Attualmente ci sono due strade di ingresso a piazza Mazzini, via De Amicis e viale Rinascita ma nei nostri intendimenti dovrà restarne solo una”.

L’assessore alla viabilità Riccardo Frullini dice che l’iter è stato portato in discussione in giunta dal sindaco e auspica un coinvolgimento nella discussione di cittadini e delle associazioni di categoria ed una commissione che si occupi direttamente della riqualificazione di piazza Mazzini. Frullini ha un’idea sua anche sulla Z.T.L. “Per ora gli orari della zona a traffico limitato restano quelli ma secondo me così non ha senso perché non è né carne né pesce: la politica non si fa così! Dobbiamo scegliere, i cittadini ci chiedono questo”.

Il sondaggio sulla ZTL promosso dalla pagina facebook “Chiaravalle” ha dato risultati interessanti: la grande maggioranza dei cittadini che hanno partecipato al sondaggio vuole la ZTl solo nei giorni festivi e prefestivi mentre una certa percentuale suggerisce di far partire la ZTL alle 20 e non alle 18,30 nei giorni feriali. Sulla eventuale chiusura di corso Matteotti e sulla ristrutturazione di piazza Mazzini anche i commercianti vogliono dire la loro. “Sono proprietario di una lavanderia automatica e dell’edicola del Corso all’inizio di corso Matteotti – dice Andrea Anselmi – ed ho investito tutti i miei risparmi in queste attività. Non possono certo togliere i parcheggi che ci sono ora e che consentono ai clienti di raggiungere i negozi per mettere due alberi perché significherebbe la nostra morte e quindi spero ardentemente che il sindaco sia sensibile alle nostre esigenze”. Costantini replica dicendo che nessuno verrà penalizzato e che si prevede di recuperare i posti macchina che all’inizio dovevano essere cancellati. “Dobbiamo occuparci di tanti lavori – dice il sindaco – delle scuole, del Campo Boario, del tetto del monastero e del chiostro, degli impianti sportivi, non solo del corso e di piazza Mazzini. Ad esempio ieri abbiamo stanziato 90 mila euro per la ristrutturazione della palestra di via Paganini su istanza dell’assessore Eleonora Chiappa”.

(gianluca.fenucci@qdmnotizie.it)

FABRIANO / “IMPEGNO E MERITO”, LE BORSE DI STUDIO DELLA FONDAZIONE MERLONI

FABRIANO, 7 giugno 2017 – Prosegue il rapporto ci collaborazione e sostegno tra Fondazione Aristide Merloni ed Istituto d’Istruzione Superiore “Merloni-Miliani”, con la consegna anche quest’anno delle borse di studio destinate agli studenti meritevoli.

Appuntamento lungo 30 anni, come ha ricordato il dirigente dell’Istituto “Merloni-Miliani” Marcelli, che ha spiegato l’importanza del rapporto con la fondazione e l’importanza e la centralità dello studio e dell’impegno quotidiano dei ragazzi: “E’ un piacere essere qua con il fior fiore degli studenti di questo Istituto – ha salutato così il Dirigente la platea di ragazzi, senza nascondere un pizzico di emozione – perché queste 25 borse di studio, dal valore di circa 500 euro ciascuna, messe a disposizione della Fondazione Merloni premiato il merito”.

Punti fermi: impegno e merito. Così come ha spiegato Donato Iacobucci,  coordinatore della Fondazione Merloni. “Porto i saluti dell’Ingegner Francesco Merloni, che non può essere qui con voi per motivi di lavoro – ha dichiarato – ma il suo  incoraggiamento è quello di proseguire nello studio ed arrivare ai massimi livelli dell’istruzione. Questo farà la differenza nel futuro”.

Ecco i nomi dei 25 meritevoli: Valerio Donnini, Andrea Bartocci, Davide Cesari, Riccardo Monticelli, Simone Guglielmi, Simone Agostinelli, Lorenzo Cicconi, Christian Cingolani, Michele Kaculi, Angelo Carmine Maglio, Elvis Vezi, Marco Maramonti, Matteo Colonna, Arment Pelivani, Giulia Cenci, Andrea Tarsi, Giacomo Agostinelli, Alessio Cattarulla, Riccardo Mogiani, Nikolas Fimati, Kevin Poclitar, Giuseppe Ippolito, Luigi Lippolis, Mehdi Hasan e Jasin Murati.

 

 

 

(saverio.spadavecchia@qdmnotizie.it)

© RIPRODUZIONE RISERVATA