Archivi giornalieri: 18 giugno 2017

JESI / PROCESSIONE DEL CORPUS DOMINI

JESI, 18 giugno 2017 – Come tradizione si è tenuta la processione del Corpus Domini.

Il lungo corteo è partito dalla Cattedrale per salire in via Pergolesi, Pizza della Repubblica, Corso Matteotti, fino al Santuario della Madonna delle Grazie.

Ad officiare il vescovo di Jesi Gerardo Rocconi e con lui tutti i sacerdoti della diocesi.

A seguire il corteo circa 500 persone.

 

 

(evasio.santoni@qdmnotizie.it)

JESI / TANTI VISITATORI PER LA STORIA ED I SEGRETI DEL TEATRO PERGOLESI

JESI, 18 giugno 2017 – Ancora numerosa la partecipazione, condita a tanta curiosità, per vivere la storia e scoprire i segreti del teatro Pergolesi di Jesi per quello che è stato un pomeriggio di visite guidate per famiglie con la presenza di oltre 40 persone, numero massimo di partecipanti.

“Chi è di scena: storie e segreti del Teatro Pergolesi” è stato il secondo appuntamento dopo quello del 23 maggio quando la visita era stata programmata per le classi delle scuole elementari.

Il percorso ha toccato sei tappe dei luoghi più significativi all’interno del teatro:  foyer, sala, ridotto, sartoria, camerini e palcoscenico il tutto condito da interventi recitativi che hanno trasmesso ai partecipanti, adulti e ragazzi, interesse.

Alla fine tutti hanno manifestato soddisfazione e prodotto applausi alle brave Giulia Quadrelli nei panni di Serpina, il personaggio protagonista de La Serva padrona di Pergolesi e Sara Agostinelli.

Un modo del tutto nuovo per conoscere il celebre compositore jesino da cui il teatro prende nome, le caratteristiche del teatro all’italiana, e i segreti dietro le quinte….

(evasio.santoni@qdmnotizie.it)

 

FABRIANO / INCIDENTE SULLA 76, CARAMBOLA DI 3 AUTO IN GALLERIA SASSI ROSSI

FABRIANO, 18 giugno 2017 – Scontro in galleria  Sassi Rossi poco dopo le 18. 3 le auto coinvolte in un tamponamento (direzione Ancona) che ha fatto scattare immediatamente i Vigili del Fuoco di Fabriano e Jesi, i sanitari del 118 e la Polizia Stradale.

Nessun ferito, fortunamente, solo pesantissimi disagi per una strada rimasta per lungo tempo congestionata dalle operazioni di recupero delle 3 auto incidentate e dal conseguente ripristino della sede stradale.

(s.s.)
© RIPRODUZIONE RISERVATA

FABRIANO / INCIDENTE SULLA 76 IN GALLERIA “SASSI ROSSI”

FABRIANO, 18 giugno 2017 – Scontro in galleria  Sassi Rossi poco dopo le 18.

Sul posto stanno intervenendo i Vigili del Fuoco di Fabriano e Jesi supportati dalla Polizia Stradale e dai sanitari del 118.

Al momento sembrerebbero piuttosto importanti i disagi sulla 76.


IN AGGIORNAMENTO

MAIOLATI / CADONO DALLA MOTO, GITA ROVINATA PER DUE CENTAURI: TRASPORTATI AL PRONTO SOCCORSO

MAIOLATI, 18 giugno 2017 – Finisce al pronto soccorso di Jesi la gita in modo per due centauri. I due stavano guidando – insieme ad altri biker – lungo la provinciale che da Cupra Montana porta a Maiolati zona bivio per Scisciano.

La caduta, avvenuta in una semicurva, è stata causata dalla improvvista perdita di aderenza della gomma che ha quindi fatto finire a terra il primo centauro. Il secondo, che si trovava a poca distanza dal compagno di viaggio, non riusciva ad evitare la moto finendo per centrarla in pieno. Impossibile evitare caduta.

Immediato l’intervento dei sanitari della Croce Verde di Cupra Montana e della Croce Rossa di Castelplanio, che hanno trasportato in codice verde i due biker al pronto soccorso del “Carlo Urbani”.

 

(s.s.)
© RIPRODUZIONE RISERVATA

CUPRA MONTANA / INFIORATA DEL CORPUS DOMINI, DELICATI RICAMI FLOREALI ESALTANO FEDE E TRADIZIONE (FOTOGALLERY )

CUPRA MONTANA, 17 giugno 2017 – Riecco l’Infiorata del Corpus Domini. La fede e la tradizione si fondono ancora una volta insieme tra i colori dei lunghi tappeti di fiori che i volontari residenti delle varie vie del Centro Storico, gli aderenti alle Associazioni e semplici cittadini, la domenica di ogni anno in cui ricorre l’evento religioso, compongono dietro una regia artistica e con la spinta che procura sempre nuove emozioni.

La festa del Corpus Domini ha radici antiche come la chiesa e l’Infiorata esalta il momento di preghiera che oggi, domenica 18 giugno, si è concretizzata con la Santa Messa in Piazza Cavour, dove è già stato allestito un palco sul quale è stato predisposto un piccolo altare e tutt’intorno tappeti di fiori in rappresentanza delle numerose Associazioni. “Una messa all’aperto – diceva un’anziana signora residente in Piazza IV Novembre, proprio di fianco alla chiesa di San Leonardo – arriva prima a nostro Signore così come le preghiere!”

Sarà così? Noi possiamo dire che  il Corpus Domini ogni anno richiama migliaia di cittadini devoti ed altrettanti curiosi che visitano Cupra Montana per ammirare e fotografare i lunghi tappeti floreali che si snodano da via Giacomo Matteotti (126 metri), via Roma (74 metri), via Don Francesco Menicucci (195 metri), via Don Minzoni (96 metri). La tradizione dell’Infiorata, esportata anche nella Città del Vaticano e in altri siti da mastri infioratori, ha superato il mezzo secolo di vita esprimendosi nei colori dei fiori e dei disegni realizzati ma anche in quel senso tacito o sottinteso della fede che ognuno nutre.

(o. g.)

JESI / BERSAGLIERI IN FESTA: PENNE E PIUME NERE AL VENTO, LA CITTA’ SI RIEMPIE DI COLORI

JESI, 18 giugno 2017 – In occasione  dei 90 anni della fondazione della sezione dei Bersaglieri  a Jesi intitolata a Guido Giovagnoli, il più giovane capitano d’Italia morto a 25 anni a Santa Lucia del Carso, i soldati con il vaira, il caratteristico cappello piumato,chiamato così in onore di Luigi Vaira, il primo soldato ad indossarlo, si sono ritrovati a Jesi. La sede dei Bersaglieri di Jesi si trova in piazza Baccio Pontelli.

Grande festa e tanti cittadini che hanno voluto partecipare per festeggiare colorando la città che si è messa l’abito da festa.

Il raduno presso il monumento ai caduti ai giardini pubblici con la Santa Messa.

Poi è stata deposta una corona d’alloro e via alla sfilata lungo Viale Cavallotti, Arco Clementino, Corso Matteotti ed infine manifestazione con il palco allestito in Piazza della Repubblica.

Il tutto accompagnato dai suoni a festa, sempre piacevoli, delle fanfare presenti.

Che erano tre e che hanno animato la manifestazione: Acqualagna, Jesi e Ostra, Scandiano (Re).

Presente anche l0 stendardo pluri medagliato dell’associazione nazionali Bersaglieri della  Regione Marche  oltre ai tanti stendardi delle varie associazioni cittadine della Vallesina e della Regione tutta.

Tra i politici, oltre al Sindaco Bacci, è stata la sua prima uscita con il tricolore dopo la rielezione, anche alcune rappresentanze istituzionale di città vicine a Jesi e della provincia.

Presente il consigliere regionale Giancarli.

Oltre alle autorità militari della città.

Alla fine suggestivo ed applauditissimo l’inno di Mameli suonato in contemporanea dalle tre fanfare presenti.

(evasio.santoni@qdmnotizie.it)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

FABRIANO / CORSA CONTRO IL TEMPO, LE INFIORATE PRENDONO FORMA

FABRIANO, 18 giugno 2017 – Mancano gli ultimi dettagli, gli ultimi fiori da mettere al giusto posto per dare la corretta visione di un’opera più grande e maestosa. Alle 12 precise i lavori verranno bloccati al termine di una fatica artistica lunga quasi 24 ore.

Una nottata intera di passione, con decine di mastri infioratori impegnati in un lavoro certosino e di precisione quasi chirugica. Ogni singolo petalo cercando di dare ogni sfumatura possibile al soggetto assegnato. Appuntamento al foyer del Teatro Gentile per il Borgo, presso la chiesa di San Filippo per la Cervara, per il Piano al Chiostro di San Venanzio e per la Pisana presso la chiesa di Santa Caterina per vedere le opere terminate e brillanti di colori.

 

 

Ma per ogni infioratore ed ogni petalo, c’è chi lavora nell’ombra per preparare l’ideale “tela” dove proprio in questi momenti stanno finendo di “costruire” l’opera. Ed è proprio in questo momento che viene dimostrata l’importanza di tutti i portaioli, collaboratori solo apparentemente nascosti ma che hanno costruito – in questo caso fisicamente – anche loro il successo di ogni infiorata.

Attività collaterale nel pomeriggio, ma sempre legata alle attività del palio, per quanto riguarda la prima edizione della “Corsa nel Medioevo”. Intorno alle ore 18, partendo da piazza del Comune, una folta comunità di runner (più o meno agguerriti) si sfideranno tra vicoli e piazze di Fabriano. 2 i percorsi possibili: un anello di 3,75 km ed uno raddoppiato. L’idea è partita e successivamente sviluppata dall’associazione Podistica Avis Fabriano e dall’Ente Palio San Giovanni Battista, con la collaborazione della sezione Avis di Fabriano e della Festa dello Sport di Fabriano, ed il patrocinio del Comune di Fabriano.

Sempre nel pomeriggio ecco però tornare le attività del Palio con il giusto spazio dedicato alla musica con la banda di Sassuolo prima ed il coro Akademia poi (rispettivamente 17.30 sagrato della cattedrale e loggiato San Francesco alle 19).

E poi la grande attesa per  il grande corteo storico di questa sera (ore 21.30) che chiuderà la domenica del Palio. 300 figuranti per uno degli spettacoli più belli degli ultimi anni.

(saverio.spadavecchia@qdmnotizie.it)
© RIPRODUZIONE RISERVATA

JESI / LA LUNGA NOTTE DELLA CAROVANA DEI PELLEGRINI, STAMANE L’ARRIVO A LORETO

JESI, 18 giugno 2017 – Mancavano pochi minuti alle 21,15 quando la croce sorretta dal Vescovo di Jesi, Monsignor Gerardo Rocconi, è uscita dalla chiesa di Sant’Antonio Abate per iniziare il lungo pellegrinaggio fino alla città Mariana. È cominciata così la 39ma edizione del “Pellegrinaggio a piedi  Jesi – Loreto” che anche quest’anno ha richiamato circa 200 persone, tra pellegrini, accompagnatori, addetti alla sicurezza. Il programma ha ricalcato quelli delle passate edizioni e si può sintetizzare in ….. punti: il ritrovo dei partecipanti, l’ascolto delle testimonianza, la partecipazione alla Santa Messa, il cammino, la preghiera lungo la strada e l’arrivo nella Basilica della Santa Casa attorno alle ore 7,30 di questa mattina, domenica 18 giugno.

Per motivi religiosi il programma stilato ha dovuto subire un cambiamento iniziale; era infatti previsto un intervento della giornalista e poeta siriana Asmae Dachan che però, volendo ottemperare agli obblighi della propria religione, che in questo periodo ricorda il Ramadan, ha rimandato il suo intervento ad un altro momento della notte. Al posto della Dachan e dopo il breve intervento di don Giuliano Fiorentini, Presidente dell’Oikos, alcuni rappresentanti dell’Associazione “Io non crollo” di Camerino hanno portato le loro testimonianze  sui recenti fatti legati al terremoto che ha colpito una larga parte della nostra regione.

Poco prima dell’inizio della S. Messa il coordinatore del pellegrinaggio, P. Giancarlo Quaresima, ha invitato il sindaco, Massimo Bacci, che, dopo aver salutato tutti ha rivolto parole di plauso e di compiacimento a tutti coloro che si sono adoperati per l’organizzazione e a quanti continueranno a farlo per tutta la nottata.

La Messa celebrata dal Vescovo ha ricordato la Festa della Santissima Eucarestia (un tempo nota come Corpus Domini) e dal Vangelo festivo Monsignor Rocconi ha preso ispirazione per esaltare coloro che si accingevano al lungo cammino, confidando sia nell’energia fisica, così come in quella spirituale. Ha poi invitato tutti i pellegrini a pregare per tutte le intenzioni, prima fra tutte la pace. In conclusione il Vescovo ha augurato un “Buon viaggio gioioso”.

Dopo la partenza del corteo, scortato nel tratto jesino dalla Polizia Locale, via Minonna si è colorata di giallo, il caratteristico colore rifrangente per avvertire gli automobilisti della presenza di pedoni lungo la strada.

La prossima edizione del Pellegrinaggio avverrà il 16 giugno 2018 e sarà la numero 40.

(sedulio.brazzini@qdmnotizie.it)

foto Enrico Spinaci

© RIPRODUZIONE RISERVATA

JESI / SCUOLA MUSICALE PERGOLESI: FESTIVAL DI MINI CONCERTI A SAN NICOLO’

JESI, 18 giugno 2107 – “Dal 1976, 40 anni in musica: 26 concerti per programmare il futuro”. E’ con questo titolo che la Scuola Musicale G.B.Pergolesi lancia una nuova iniziativa, abbracciata dalla Festa Europea della Musica e da La città Risuona: un festival di mini concerti alla chiesa di San Nicolò, in piazza Pergolesi, tutti rigorosamente gratuiti. Un dono per la città, un modo per far conoscere i molteplici indirizzi musicali dell’Istituto e un piacevole accompagnamento alla conclusione dell’anno scolastico con il mega concerto del 1 luglio 2017.

La rassegna, al via dal 19 al 25 giugno vedrà gli allievi e i professori esibirsi in due mini concerti al giorno, alle ore 18 e alle 21,15 per un totale di 26 appuntamenti imperdibili.

“Appunto 26 concerti non per tracciare il bilancio di questi primi quarant’anni ma anzi per guardare con ottimismo al futuro della nostra scuola – spiega il direttore della G.B.Pergolesi Sergio Cardinali – per ripartire da quanto è stato fatto, per migliorare e aggiugere novità alla nostra (già ampia e articolata) offerta formativa. Tutti i mini concerti si terranno nella chiesa di San Nicolò e saranno a ingresso libero.

Uno sforzo importante, nonostante le difficoltà organizzative ed economiche, ma siamo ancora qui a riprogrammare il futuro della Scuola e lo facciamo regalando alla città questi 26 mini concerti in due distinti orari pomeridiani, alle 18 e alle 21.