Archivi giornalieri: 7 ottobre 2017

FABRIANO / PERDE CONTROLLO DELLA MINICAR, ANZIANA MUORE SUL COLPO

FABRIANO, 7 ottobre 2017 – Perde il controllo della sua minicar e muore sul colpo. una 82enne residente a Fabriano è deceduta nella serata di oggi (7 ottobre ore 20.30 circa).

Le cause sono ancora in fase di chiarimento. Il fatto è avvenuto nei pressi della frazione di Rochetta. Secondo le prime ricostruzioni la donna sarebbe precipitata da una altezza di 30 metri.

Sul posto sono intervenuti 118, Polizia, Carabinieri e vigili del fuoco.

-immagine di repertorio-

FABRIANO / A SCUOLA DI TEATRO CON PAPAVERI E PAPERE

FABRIANO,  7 ottobre 2017 – Dall’alto di un palco spesso non si vede la platea, le luci accecano attori ed aspiranti e non c’è una visione completa delle reazioni del pubblico presente a teatro. Ma la “visione” presentata nel tardo pomeriggio di oggi da Papaveri e Papere è stata netta: proseguire l’opera di “educazione teatrale” della cittadinanza.

Un percorso aperto a tutte le età, dai 6 ai 99 anni diviso ovviamente per fasce d’eta.  Questo perché con il teatro si può migliorare attenzione, concentrazione. E’ un investimento emotivo e la coscienza dello stato di sviluppo dei propri strumenti tecnici. Fare teatro è migliorare ogni giorno, coltivando la propria passione. Obbiettivo dichiarato? Dare un palco alla passione dei nuovi corsisti un’ottica privilegiata verso la platea del teatro Gentile. Dalla parte degli attori questa volta con debutto degli allievi previsto il prossimo 21 aprile. 

La “stagione” di lezioni godrà del patrocinio del comune di Fabriano. Iscrizioni aperte dal 2 ottobre con inizio di corso previsto tra il 10 ed 11 ottobre ospitati nei locali della scuola media Marco Polo. Ci sarà ovviamente ancora tempo per potersi iscrivere: da lunedì a venerdì dalle 18:30 alle 19:30 presso la sala prove della compagnia in via Martiri della Libertà 52M.

Nessun limite (o quasi) d’età, con corsi organizzati in fasce ben precise ed in grado di poter sviluppare il linguaggio teatrale secondo le capacità degli aspiranti attori: dai 6 ai 9 anni, da 10 ai 13, dai 14 ai 19 e dai 20 fino ai 99 anni.  Per dettagli più precisi il sito di riferimento della compagnia è ottimo per ritrovare tutte le info necessarie. http://www.papaveriepapere.org .

Ma la proposta della compagnia non terminerà certo qua, perché è stato anticipato che il 2018 accoglierà un artista di grande fama e talento. Ricordiamo a febbraio la positiva eperienza, con allievi arrivati da ogni parte d’Italia, per il workshop con Lino Guanciale.

RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

JESI / ARRIVA LA RETE ELETTRICA AL BELVEDERE DI RIPA BIANCA

JESI, 7 ottobre 2017 – Domani, dalle 10.30 fino al tardo pomeriggio, il Belvedere “Ripa Bianca” di via Mazzangrugno, nell’ambito degli eventi organizzati per il ventennale dell’Oasi Ripa Bianca, ospiterà l’evento di inaugurazione dell’arrivo dell’energia elettrica, un concerto musicale di improvvisazione con strumenti riciclati, un pic-nic condiviso e giochi dimenticati per famiglie.

“Dai diamanti non nasce niente dal letami nascono di fiori”.  Questo famoso verso di una canzone di Fabrizio De André si addice perfettamente alla storia del Belvedere “Ripa Bianca”, negli anni ’80 discarica comunale e oggi parco pubblico all’interno della Riserva Naturale Ripa Bianca di Jesi.

L’8 ottobre l’area Belvedere raggiungerà la sua completa riqualificazione con l’allaccio alla rete elettrica, realizzato grazie ad un contributo del Lions Club Jesi e del Comune di Jesi, che consentirà di aumentare le tipologie di eventi che si potranno realizzare nell’area quali ad esempio eventi musicali e l’apertura di un chiosco bar con l’illuminazione per scongiurare eventi di vandalismo.

La mattinata proseguirà alle ore 11.00 con un progetto di integrazione sociale tramite la realizzazione di un concerto di improvvisazione musicale di percussioni, realizzate con strumenti riciclati prodotti e suonati da ragazzi beneficiari del progetto “Prima Accoglienza” del GUS (Gruppo Umana Solidarietà ) di Jesi.

La giornata proseguirà con un pic-nic condiviso, in collaborazione con l’associazione “La Strada di Sergio” che con i suoi volontari collabora alla manutenzione del Belvedere.

Per chiudere la giornata in bellezza, nel primo pomeriggio Il CEA “Sergio Romagnoli” realizzerà un laboratorio ludico di “Giochi dimenticati” aperto a tutte le età dove i partecipanti potranno partecipare alla “corsa con i sacchi”, giocare “al fazzoletto”, al “tiro alla fune” e molti altri giochi divertenti.

JESI / IL PROSSIMO 6 GENNAIO GIORNATA DELLA PACE NEL RICORDO DI GIULIO REGENI

JESI, 7 ottobre 2017 – Anche quest’anno uno dei palloncini liberati dai bambini nel giorno dell’Epifania ha fatto un lungo viaggio che lo ha portato nientemeno che in Sicilia, a Modica, una delle cittadine più a sud dell’isola.

Come già avvenuto in passato tra i responsabili della Consulta della Pace di Jesi e chi ha raccolto il e corrisposto al messaggio legato al palloncino si è allacciato un rapporto che porterà ad un incontro tra i due giovanissimi protagonisti, i loro familiari, i rappresentanti istituzionali delle due entità municipali e le relative sezioni Avis.

Ma andiamo con ordine iniziando dai contenuto dell’incontro della stampo con il vice Sindaco, Luca Butini, Bruno Dottori, presidente dell’Avis, e Paolo Gubbi, vice presidente della stessa associazione, nonché presidente della Consulta per la Pace di Jesi.

Butini ha esordito anticipando che il prossimo 6 gennaio, giornata della pace e del lancio dei palloncini, sarà a sostegno della causa di Giulio Regeni, il dottorando italiano dell’Università di Cambridge rapito in Egitto il 25 gennaio dello scorso anni e ucciso tra gennaio e febbraio dello stesso anno.

Per tale commemorazione sono stati invitati i familiari del giovane che però, stando a quanto detto da Gubbi,  non hanno ancora dato una risposta definitiva. Sempre nello stesso giorno ci sarà una visita di una delegazione dell’Avis di Modica. Nel suo intervento il vice Sindaco ha evidenziato le ristrettezze economiche in cui “naviga” la Consulta della Pace alla quale, presto, lo stesso Comune dirotterà fondi già destinati ad altra iniziativa.

Sulla questione gli ha fatto eco Paolo Gubbi che ha messo in evidenza come la Consulta sia operativa 365 giorni l’anno. Sul caso Regeni è stato fatto notare come già nei mesi scorsi sia stato oggetto di interventi.

“Il sangue non si versa, si dona”, ha esordito Dottori riferendosi sia al caso dello studente ucciso in Egitto, così come al contributo di sangue donato dall’Avis jesina a quella di Sicilia.

Ecco allora che domenica 15 ottobre, sfruttando il ritrovamento del palloncino con messaggio lanciato da Jesi il 6 gennaio scorso, si ritroveranno a Jesi il giovanissimo Andrea Pisana coi genitori, il presidente Avis di Modica, Franco Tano, ed il vice sindaco della località siciliana, Giorgio Linguanti.

Questo il programma del soggiorno jesino della delegazione siciliana. L’arrivo all’aeroporto di falconara è previsto nelle prime ore del pomeriggio di venerdì 13 ottobre, dopo il trasferimento a Jesi e la sistemazione in albergo gli ospiti saranno accompagnati in una visita guidata alla Pinacoteca civica di Palazzo Pianetti. La giornata di sabato, 14 ottobre, inizierà alla 9,30 con una visita guidata alle mura cittadine, al Torrione di Mezzogiorno e al giro di ronda, accompagnati e guidati dai volontari dell’Archeoclub; dopo il pranzo ed un breve riposo gli ospiti partiranno alla volta delle Grotte di Frasassi per poi, in serata, fare rientro in albergo. Anche nella mattinata di domenica, 15 ottobre, è prevista una interessante visita, questa volta la meta è chiesa di San Marco e non solo. Già perché terminata la splendida avventura religiosa il gruppo visiterà il Museo “Federico II Stupor Mundi”. Nel pomeriggio gli ospiti parteciperanno alle varie fasi della “Giornata del Donatore” che si svolgerà all’interno del Teatro Pergolesi.

L’incontro tra il giovane siciliano Andrea Pisana e la giovanissima Alice Pasquinelli , che nel giorno dell’Epifania di quest’anno ha lanciato il palloncino, avverrà ufficialmente nella mattinata di lunedì 16 ottobre nella scuola jesina “Federico Conti” presenti tutti i giovanissimi scolari e i loro insegnanti. Dopo il pranzo la delegazione siciliana farà rientro a Modica con l’aereo in partenza alle ore 15,10.

s.b.

JESI / TAMPONAMENTO IN VIA ROMA TRA UN MOTORINO ED UN’AUTO, SOLO DANNI AI MEZZI

JESI, 7 ottobre 2017 – Questo pomeriggio alle 16,30 circa lungo via Roma, direzione Arco Clementino. un motorino ha tamponato un auto che si é fermata improvvisamente per far passare un pedone.

Il motorino ha tentato la frenata repentina ma nulla ha evitato  l’ impatto.

Solo escoriazioni  per il giovane ed un lieve danno all’ auto.

Intervenuta sul posto una pattuglia dei vigili urbani.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

JESI / A LEZIONE DA PAOLO GROSSI: IN PLATEA AL TEATRO PERGOLESI ATTENZIONE E PARTECIPAZIONE

JESI, 7 ottobre 2017 – Premio Calamandrei, consegnato stamattina al presidente della Corte Costituzionale Paolo Grossi.

Bacci, Grossi, Berti

piazza della repubblica, studenti

Una lectio magistralis estremamente piacevole quella che oggi sabato 7  ottobre ha tenuto il presidente della corte costituzionale Paolo Grossi al teatro Pergolesi alla presenza di tantissimi ragazzi delle scuole superiori.

Una lezione sulla Costituzione, sulla sua importanza e la sua contemporaneità, un linguaggio semplice ed un saluto affettuoso che ha da subito conquistato la giovane platea.

Dopo il saluto del sindaco Massimo Bacci che ha  ricordato ” a molti di questi giovani il due giugno ho consegnato una copia della Costituzione ed ora faccio a loro un grande in bocca al lupo per l’ anno scolastico appena iniziato” sono seguiti i ringraziamenti di Grossi: “Ringrazio il Comune di Jesi , la fondazione Pergolesi Spontini ed in primis  il centro studi Calamandrei per questo attestato di stima”.

Al  presidente é stata poi consegnata una pergamena con una frase che racchiude il pensiero del Calamandrei sulla Costituzione. “La nostra Costituzione è in parte una realtà, ma soltanto in parte è una realtà. In parte è ancora un programma, un ideale, una speranza, un impegno, un lavoro da compiere.”

” Troppo poco nelle scuole italiane si studia la costituzione, il diritto  – ha esordito il Presidente– e  molti di voi lo vedono come un obbligo, una serie di leggi da seguire altrimenti si verrebbe multati, in realtà la costituzione é un  breviario del cittadino qualcosa di cui non si può fare a meno perché sancisce i nostri diritti e non solo i nostri doveri, fatevi furbi ragazzi ,  leggete la nostra carta costituzionale, fatene vostro il messaggio  perché é importante,  rappresenta una guida essenziale per l’ esistenza della persona” .

A seguire un excursus storico  dai padri costituenti ad oggi ed infine un abbraccio affettuoso a tutti gli studenti presenti che hanno risposto con un lungo applauso e molte strette di mano.

Cristina Amici degli Elci

FABRIANO / “VI PRESENTO IL MIO AMICO”, IL CONCORSO DEGLI ANIMALISTI PER IL CALENDARIO 2018

FABRIANO, 7 ottobre 2017 – C’è calendario e calendario. C’è “IL” calendario, ovvero quello storico ed ormai ultra-patinato della Pirelli e ci sono calendari che nascono con scopi nobili e di “comunità”. Gli Animalisti Italiani del gruppo di Fabriano hanno lanciato tramite i social network il concorso fotografico “Vi Presento Il Mio Amico!”.

Obbiettivo? Raccogliere le 12 migliori foto  spedite per compilare il nuovissimo calendario 2018 dedicato a tutti gli amanti degli amici “pelosi”.

Ma ora le regole: le fotografie dovranno essere in formato orizzontale (non come il gatto qua a sinistra, ma come quello comodamente sistemato nella fioriera nell’immagine di copertina Nda.), con una dimensione minima di 3000×4000 pixel, nitide e di alta qualità. Necessario anche scrivere un pugno di righe per presentare l’amico ritratto in foto.

Saranno due al massimo le foto da mandare all’indirizzo di posta elettronica vallozzina@gmail.com . Termine ultimo il prossimo 15 ottobre.

Dal 16 ottobre inizierà poi la selezione (e la pubblicazione delle foto sui canali social degli Animalisti di Fabriano) che sarà fatta da 6 giudici che dovranno scegliere i 12 migliori scatti per il 2018. Ecco la commissione: il fotografo professionista Adriano Maffei, l’esperta di immagine Serena Moretti, la rappresentate dell’associazione “Musi Pelosi” Anna Frasconi, la psicologa Valeria Catufi e 2 appassionati di animali ancora da svelare.

I 12 scatti premiati con la pubblicazione riceveranno anche prodotti per i loro amici a quattro zampe, così come le 3 migliori foto premiate dai “like” sui social network degli Animalisti Italiani di Fabriano.

RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

LETTERE&OPINIONI / “UN FALLIMENTO IL PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL QUARTIERE SAN GIUSEPPE”

JESI, 7 ottobre 2017 – Nei giorni scorsi abbiamo appreso che la Stu Campo Boario Spa cederà due immobili in zona parco alla Jesiservizi che, nell’ottica di implementare l’attività di trasporto scolastico e della gestione degli scuolabus, verranno utilizzati come base logistica.

Contemporaneamente, anche tramite le parole del sindaco Bacci, veniamo a conoscenza del fatto che la liquidazione della suddetta Stu è congelata ed impossibilitata ad una chiusura dato che è in piedi un contenzioso tra quest’ultima e il fisco. Tale contenzioso nasce dal fatto che il fisco avrebbe provveduto ad una tassazione agevolata sui beni in virtù del piano di recupero che però non si realizzò mai. Quindi il fisco richiede ora la differenza tra quanto versato e la tassazione ordinaria prevista.

Occorre ricordare che questo ultimo capitolo s’inserisce nella constatazione che di questo progetto che nel 2011 venne presentato dall’allora assessore ai progetti speciali Daniele Olivi come “un intervento di riqualificazione senza precedenti nella storia della nostra città e che potrà davvero cambiare il volto ad una zona dove sono presenti criticità ma anche straordinarie opportunità” e abbiamo visto com’è finita, finita anche peggio di quanto previsto perché di questa faccenda sul groppone dei residenti di un quartiere così difficile come San Giuseppe rimane l’ingombrante prossima realizzazione della Torre Erap. E ci preme ricordare al sindaco che più di una volta ha accusato i cittadini di “essersi svegliati tardi”  che sulla Torre Erap – come già sottolineato durante la campagna per le amministrative –  già nel 2005 alcuni residenti del quartiere avevano proposto un’osservazione sul piano di recupero per scongiurare la costruzione della torre e di altri immobili e di una strada nell’area parco e (tale osservazione fu accolta ma non per la torre).

Rimane l’amaro della costatazione del fallimento totale di una possibile riqualificazione di S. Giuseppe e che la Torre Erap, così voluta da chi non risiede nel quartiere, non può essere più presentata come opera strategica di un progetto, dato che di tale progetto ormai non resta che aspettare la fine di un contenzioso fiscale.

Viste anche le ultime vicissitudini nell’ultimo Consiglio, dove l’ordine del giorno che riguardava la petizione dei cittadini sulla questione, è stato trattato in tardissima serata, ci duole constatare ancora una volta che su tale complessa questione, i cittadini sono stati ancora una volta bistrattati ma ci hanno visto lungo su quella “straordinaria opportunità” e sulla fine del tutto.

Il Coordinamento cittadino

   Laboratorio Sinistra

JESI / “MUSICA PRÆCENTIO”, CINQUE CONCERTI IN PROGRAMMA

JESI, 7 ottobre 2017 – La seconda parte della Rassegna “Musica Præcentio”, Musica a sostegno della Liturgia, offerta dal M° Martelli Mariella e dal Coro “Cardinal Petrucci” di Jesi, prende l’avvio col primo dei cinque concerti in programma fino alla Solennità dell’Epifania 2018.

L’appuntamento di oggi pomeriggio, alle ore 18, presso la Chiesa jesina di San Giovanni Battista (San Filippo) è anche dedicato alla memoria del M° Luigi Ferdinando Tagliavini, recentemente scomparso.

Musicista, musicologo e docente universitario, grazie alla sua ricerca musicologica, al suo sapiente recupero e alla valorizzazione degli organi storici italiani, Tagliavini ha contribuito a riportare l’Italia all’antico splendore, che un tempo le era universalmente riconosciuto, di magistra Europæ et mundi. È stato anche docente del M° Martelli col quale ella ha partecipato ai seminari tenuti presso le più prestigiose Sedi concertistiche ed Accademie in Italia e all’estero.

Il Concerto è dedicato anche alla Festa della Beata Vergine del Rosario, in cui saranno proposti Autori europei dal XIII all’inizio XX sec.: un ideale viaggio spazio-temporale in cui la Musica è stata, de facto, elemento unificante e dono ecumenico di Bene comune, unicum con le facce della tradizione e dell’innovazione.

FABRIANO / SERGIO SOLARI NUOVO PRESIDENTE DELL’ENTE PALIO DI SAN GIOVANNI

FABRIANO, 7 ottobre 2017 – Dopo Paolo Mearelli Sergio Solari. Il voto delle quattro porte del Palio di San Giovanni Battista ha scelto l’ex consigliere comunale come nuovo presidente dell’Ente che controlla la rievocazione storica della città della carta.

Lascia un Ente sano, ha osservato l’ex Presidente Paolo Mearelli, sottolineando l’impegno messo in campo nel corso degli ultimi 3 anni. “Ad oggi andiamo avanti con le nostre forze. Negli ultimi tre anni abbiamo sviluppato un percorso di condivisione. Merito di tutti i portaioli e di tutte le associazioni che abbiamo mobilitato. Voglio ringraziare chi mi ha sostenuto in questi 3 anni, e citando Steve Jobs, credo ci sia bisogno di una follia positiva e fattiva. Stay Hungry, Stay Foolish. Grazie a tutti e in bocca al lupo al mio successore”. Presente il Vescovo della Diocesi di Fabriano Matelica Stefano Russo, che ha ricordato la passione di una città nel voler celebrare il proprio patrono.

Ecco ecco arrivare poi arrivare la conferma ufficiale; Sergio Solari candidato unico.“Prima di incominciare il percorso ho parlato con i priori ed ho raccontato la mia passione per il Palio come semplice cittadino. Magari non ho fatto mai la vita da portaiolo, ma so che con la mia squadra riusciremo a migliorare la vita del Palio. Giovani, social network e condivisione di intenti: queste le mie priorità. Non dimentichiamo l’appartenenza, vivere il palio ogni giorno, affinché possiamo trasmettere quello che noi proviamo per Fabriano: amore. E poi un mio personalissimo invito ai Priori: lavoriamo insieme”.

Votazione a maggioranza. 1 voto contrario ed un solo 1 astenuto. 46 i sì. Nuovo ente approvato dall’assemblea presente all’interno dell’Oratorio della Carità.

Questo il team che affiancherà Solari. Vicepresidente Massimiliano Ferretti, Lilia Malefora responsabile dei costumi, Giovanni Luzi responsabile addobbi e Don Umberto Rotili consigliere relazioni con la Chiesa e responsabile dello spettacolo inaugurale.

Consiglieri supplenti: Riccardo Raggi, Giorgio Vergnetta, Emiliano Scattolini, Giampaolo Ballelli. Consiglieri cooptati: Federica Capriotti, Stefano Rossi, Ombretta Belardinelli, Stefano Cofani, Sergio Morri e Tiziano Marino.

Subito il commento del Sindaco Santarelli appena confermato l’esito della votazione: “Affronteremo una grande scommesa. Il palio sarà uno dei nostri esempi di creatività anche in vista del meeting 2019 Unesco. Noi saremo propositivi come voi e come tante altre realtà che si sono avvicinate alla nostra amministrazione. Il mio apprezzamento al nuovo presidente per la capacità che saprà mettere nell’avvicinare i giovani. Il palio è l’esempio della Fabriano che ci piace e sappiamo l’impegno profuso. Buon lavoro al nuovo ente. Da parte nostra, veniteci a rompere le scatole ogni volta che ritenete opportuno”. Ultime parole al neo presidente: “Ora lavoriamo insieme per il prossimo palio. Facciamo bene per Fabriano e per il Palio. E grazie al consiglio appena uscito di scena”.

(s.s.)

RIPRODUZIONE RISERVATA