Archivi giornalieri: 6 novembre 2017

AURORA BASKET / LA SETTIMANA CHE PORTA AL DERBY

JESI, 6 novembre 2017 – Il momento è di quelli che non vorresti finissero mai.

La vittoria contro Bergamo ha detto che la Termoforgia è una squadra che può continuare davvero a competere contro chiunque in campionato.

Il secondo posto in classifica piace e bisogna goderselo. E’ necessario e doveroso tuttavia guardare avanti perché nello sport conta puntare la mira sempre sul prossimo impegno.

Per il quintetto di Cagnazzo il prossimo impegno sarà il derby e l’avversario si chiama Montegranaro – domenica pomeriggio ore 18 Palatriccoli –  che sta viaggiando proprio come capitan Rinaldi e compagni ovvero sono secondi in classifica generale e stanno marciando a gonfie vele con due americani Powell e Corbett in gran spolvero.

Il derby è sempre derby ed anche l’ambiente va preparato perché l’evento sia di quelli da ricordare come una giornata super di sport.

In casa Aurora basket l’organizzazione si è messa in moto e già oggi pomeriggio è iniziata la prevendita. Per chi lo vorrà sarà valida anche per la successiva gara casalinga contro Mantova del 26 novembre quando è prevista la diretta televisiva alle ore 12 sul canale Sportitalia.  Il costo di questo mini abbonamento per due gare è di 50 euro per la tribuna centrale e parterre; 28 euro per la tribuna laterale; 20 euro per la curva.

C’è anche un’altra iniziativa legata al derby che cerca di coinvolgere tutta la famiglia marchigiana della pallacanestro.

Il club dell’amministratore unico Lardinelli infatt,i si legge in un comunicato, “è felice di invitare tutte le società cestistiche di settore giovanile della provincia di Ancona a partecipare al “Derby delle Marche” di domenica prossima, 12 novembre che vedrà affrontarsi Termoforgia Jesi ed XL Extralight Montegranaro. Con l’intento di trasformare il derby in una vera e propria Festa del basket, le società partecipanti avranno l’occasione di sfilare durante l’intervallo lungo della gara sul parquet del palazzetto jesino, ed assistere ad una partita di cartello della Serie A2 tra due quintetti in forma e lanciatissimi”.

Per l’occasione i prezzi riservati alle società sono: bambini fino a 12 anni ingresso gratuito (parterre nord); da 13 a 18 anni €1,00 (parterre nord); 2 accompagnatori per squadra ingresso gratuito (parterre nord).

Per i genitori dei bambini, biglietti ai seguenti prezzi: curva € 6,00; tribuna Laterale € 10,00; parterre: € 15,00.

evasio santoni

 

FABRIANO / TRAGEDIA IN CINA, UNA CITTÀ SGOMENTA PIANGE LA MORTE DI ANNA

La giovane fabrianese Anna Tiberi – foto dal profilo Facebook

FABRIANO, 6 novembre 2017 – Una tragedia enorme, improvvisa. Incapace da immaginare e gestire. Lo sconforto e la disperazione della famiglie e degli amici di Anna Tiberi, morta in Cina a soli 25 anni, sono esplosi anche nella città della carta una volta appresa la notizia.

I social network sono diventati contenitore per esprimere condoglianze, lasciare un ricordo o più semplicemente per sottolineare il dolore causato da questa enorme tragedia. “Mi stringo in preghiera facendo le condoglianze a tutta la famiglia”, “Una sensazione di vuoto ed un gran pugno nello stomaco”: questi alcuni dei primi messaggi che si possono leggere sulle bacheche degli amici di Anna, virtuali e non.

“Mi avvolge un grande dolore. Abbiamo perso un’altra giovane vita. Mi stringo con affetto alla famiglia Tiberi”. Pensiero anche questo condiviso online e che si unisce a quello di molti altri fabrianesi.

Ragazza legata al palio di San Giovanni Battisti, è stat ricordata così da alcuni dei portaioli ancora sconvolti dal dolore: “Era una ragazza dolcissima e gentile, sempre pronta a dare una mano”. “Aveva un sorriso contagioso”.

Anche il primo cittadino Gabriele Santarelli ha voluto così scrivere su Facebook un personale messaggio di vicinanza alla famiglia della ragazza scomparsa. “La città di Fabriano e l’Amministrazione comunale si stringono intorno alla famiglia di Anna colpita da una notizia che mai si vorrebbe ricevere. Un abbraccio particolare e personale a Giacomo e Tommaso. Oggi è stato difficile pensare ad altro e siamo tutti molto scossi. Sono in contatto con la Farnesina alla quale ho chiesto di rimanere aggiornato, ma qualsiasi comunicazione sarà gestita direttamente dagli uffici del Ministero”.

(s.s.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIANELLO VALLESINA / LUNGO LA STRADA ED IN PALESTRA, IN TANTISSIMI PER L’ULTIMO SALUTO A GIOSUÈ

l’interno della palestra comunale

PIANELLO VALLESINA, 6 novembre 2017 – Una comunità che abbraccia per l’ultima volta un giovane di appena 18 anni deceduto in seguito a un incidente stradale.

La palestra comunale di Monte Roberto ‘Franco Contadini’, dove oggi pomeriggio (6 novembre) si è svolta la funzione col rito evangelico cristiano, officiato dal pastore evangelico Mario Bonini giunto appositamente da Roma accompagnato da altri pastori, non è stata in grado di contenere le diverse centinaia di persone, tantissimi giovani, che hanno voluto rendere omaggio a Giosuè Spera.

In tanti sono rimasti ad attendere nei pressi della struttura comunale, volendo in qualche modo dare testimonianza della propria partecipazione e commozione.

I fiori e il casco sul luogo dell’incidente

La vita del giovane si è spezzata la sera di venerdì scorso (3 novembre) alle porte del paese, precisamente in via Madonna del Piano all’altezza dell’incrocio con Contrada Molino dove, a ricordo del dramma, sono stati deposti fiori e il suo casco. Il ragazzo era alla guida di una moto Husqvarna 450 che per cause ancora in corso di accertamento, per capire bene la dinamica, da parte dei carabinieri, si è scontrato con una Citroen Berlingo.

Tra i tanti che si sono stretti intorno ai familiari del 18enne anche i suoi compagni con i quali spendeva la propria vita quotidiana e quelli dell’istituto per l’agricoltura “Salvati”. Lì, davanti a Giosuè, hanno letto i loro pensieri, hanno espresso l’immenso dolore, hanno ricordato un ragazzo che aveva voglia di vivere ma che purtroppo la fatalità ha deciso il contrario.

Il giovane, che aveva altri due fratelli, era molto conosciuto, e dalle parole dei suoi compagni si è intuito che era una sorta di leader del gruppo, a volte un punto di riferimento. Giosuè aveva tanti amici anche a Jesi.

Giosuè Spera

L’Amministrazione comunale di Monte Roberto, presente con rappresentanti istituzionali, attraverso la sua pagina facebook listata a lutto, ha voluto ricordare il giovane: “Il tragico incidente, che interrompe i sogni di vita di Giosuè, ha creato un dolore indicibile nei suoi genitori, fratelli, parenti, amici ed in tutti noi, perché la morte di un giovane di 18 anni colpisce tutta la Comunità.  La stessa Comunità rivolge un pensiero di affetto e vicinanza a chi, tragicamente, risulta coinvolto in quanto avvenuto.  A Giosuè, riposa in pace.”

RUGBY SERIE C / SUCCESSO NETTO DELLA FORMAZIONE JESINA SUL FANO

 RUGBY JESI 1970 – FANO RUGBY 32-3 
JESI, 6 novembre  2017 – Prima di ritorno del campionato di serie C e Jesi batte nettamente Fano.
 
Il commento di Lorenzo Cappuccini, rientrato in squadra dopo una prolungata assenza per infortunio: “Sono molto felice perché tornare a giocare mi mancava davvero tanto, anche se non sono ancora al 100% della forma.. avrei dovuto aspettare ancora qualche settimana ma ho accelerato. Ora ci sarà un mese senza partite e continuerò con il recupero. La partita è andata bene, siamo stati abili nel giocare palla alla mano nonostante fosse scivolosissima per la pioggia. Dobbiamo lavorare molto per evitare i troppi falli che poi ci penalizzano in partita..e queste settimane saranno utilissime”. 
Prossimo impegno  a San Benedetto, il 3 dicembre.
Intanto giovedì 9 novembre saranno presentati presso la club house del rugby Jesi in via Mazzangrugno in una apposita organizzata conferenza stampa Ernesto Ballarini e Marco De Rossi figure tecniche di rilievo internazionali quest’anno a Jesi.
 
 
RUGBYJESI 1970: Feliciani,Ramazzotti, Piccinini, Cappuccini, Marinelli, Pulita, Scalini, Filippini, Loccioni, Sandroni, Compagnucci, Albani, Paparelli, Piergirolami, Bruciaferri E. Pompozzi, Silvi, Bimbo, Fagioli, Frick, Mercuri

MOIE / IL PRIMO PUNTO IN CAMPIONATO CONQUISTATO A MARZOCCA

Olimpia Marzocca – Moie Vallesina  1 -1

MOIE, 6 novembre 2017 – Passi in avanti per il Moie Vallesina che strappa un punto prezioso contro l’Olimpia Marzocca sul terreno del ‘Bianchelli’ di Senigallia.

Andrea Magini

Frena il Marzocca che fallisce la chance di isolarsi per un giorno in testa alla classifica del girone A di Promozione. Rivede, invece, la luce il Moie Vallesina che arpiona il primo punto dopo sei sconfitte.

Il Moie Vallesina parte subito forte nel primo tempo con un inedito 3-4-1-2 con le due new entry Stamate e Bingunia subito in campo (complice anche la squalifica di Spinelli). Già dai primi minuti la squadra rosso-blù parte con un buon possesso senza far vedere la differenza di classifica: al 10′ su punizione laterale di Magini arriva Federici sul primo palo che manda la palla di poco fuori dalla porta protetta da Marin. Ma al 14′ arriva il gol del vantaggio locale: Costantini pesca l’ottimo inserimento di Moschini che da posizione defilata batte Cerioni. Il Moie accusa il colpo e non riesce a tenere il piglio tenuto nei primi minuti di gara. Da segnalare al 35′ una punzione di Magini che dopo vedersi respinta la palla dalla barriera tira al volo, e il portiere preso in contrattempo effettua una bella parata. Negli ultimi minuti della prima frazione di gara provano ad ipotecare la partita Nacciarriti prima e Terrè dopo ma in entrambi i casi trovano davanti un Cerioni in forma.

Nel secondo tempo il Marzocca ha ancora una volta l’occasione per chiudere la partita ma stavolta è la traversa a dire di no al colpo di testa di Moschini su bell’assist di Costantini. Al 15′ del secondo tempo arriva il pari del Moie Vallesina: Magini riceve palla da Gabrielloni in posizione defilata si accentra e tira da fuori area, siglando un gran gol. La squadra ospite subito dopo il gol del pareggio ha subito un’altra grossa occasione questa volta sciupata da Capecci che tira a pochi passi dalla porta avversaria tra le mani di Marin. Risposta del Marzocca che non si fa attendere: palla recuperata da Nacciarriti a centrocampo coglie Mandolini in profondità (in evidente posizione di off-side, non segnalata dal guardalinee), l’attaccante da poco subentrato si fa ipnotizzare da Cerioni, sulla respinta del portiere rosso-blù arriva Nacciarriti che a botta sicura spedisce la palla sul palo. Quando mancano cinque minuti al termine della partita il Moie Vallesina recrimina per un rigore non dato per una trattenuta più che evidente su Gabrielloni non segnalata dall’arbitro.  Pareggio utile ai moiaroli per prendere morale e fiducia nei propri mezzi e con la speranza di poter iniziare il campionato con sei giornate di ritardo!

Olimpia Marzocca: Marin, Asoli, Canapini, Tomba, Montanari, Nacciarriti, Costantini (36’st Pigini), Gresta (28’st Mandolini), Moschini, Pianelli, Terrè. All. Giuliani.

Moie Vallesina: Cerioni, Bingunia, Simonetti, Federici (21’st Mimmotti), Stamate, Morazzini, Carloni (9’st Pierleoni), Mosca, Capecci (33’st Giuliani), Magini (44’st Tittarelli), Gabrielloni. All. Busilacchi.

RETI: 14′ Moschini, 60′ Magini.

JESINA CALCIO / SERVONO SOLO INNESTI E SOPRATTUTTO DI QUALITA’

JESI, 6 novembre 2017 – Urgono rinforzi e soprattutto di qualità. Il resto serve solo a tappare i buchi ma non risolverebbe alcun problema.

Forse qualcuno non si è reso conto qual è il valore dell’attuale formazione, la Jesina, che domenica dopo domenica, turno di campionato dopo turno di campionato, mister Franco Gianangeli manda sul terreno di gioco. Panchina compresa, dunque l’intera rosa a sua disposizione.

Marco Vita

I punti in classifica sono importanti ed in questo momento la zona play out resta alle spalle.

Come sono stati, e sicuramente lo saranno alla fine, quelli conquistati a Matelica, ben tre, frutto del successo per 2-1 con reti di Pierandrei e Sassaroli, dove non tante altre squadre riusciranno ad emulare i leoncelli.

Ci dicono, e ne siamo certi, convinti e consapevoli, che la squadra sta mettendo tutto, e ci mancherebbe che così non fosse, dando il massimo.

Proprio questo è motivo di preoccupazione perché, se questo è il massimo, non si può star certo sereni considerato che gara dopo gara le lacune tecniche e la poca consistenza della squadra emergono sempre di più. Una squadra giovane che deve migliorare ma questi segnali di miglioramento non ci sono.

In questo momento le assenze di Carotti e Trudo pesano ma il loro recupero i problemi saranno alleggeriti non risolti.

Domenica pomeriggio, al termine dell0 0-0 interno nel derby contro Fabriano, sia mister Gianangeli che il presidente Marco Polita hanno parlato di mercato e di rinforzi.

Il nome che subito è balzato nel vociare comune dei tifosi è quello del centrocampista Marco Vita, classe 1994, già lo scorso campionato con la maglia della Jesina con 21 presenze e nessun gol. Ben ritorni Vita!

Non sarà Vita, tuttavia, almeno per quello visto, il giocatore che possa risolvere i problemi di gioco e di realizzazioni dei leoncelli.

Alla Jesina urgono giocatori di qualità al di sopra della media nei ruoli di centrocampo e attacco. Anche e soprattutto perché, purtroppo, Margarita non riesce a dare un’impronta incisiva e la squadra tutta non riesce a costruire gioco per portare qualcuno al tiro. Nelle ultime tre gare casalinghe, bisogna dirlo, di tiri in porta veri neanche l’ombra.

E se non si tira in porta non si fa gol. Se non si fa gol bene che vada più di un punto non si riesce a fare e la classifcia…piange.

Dunque, prima che sia troppo tardi, e prima di investire per poi pentirsene, è necessario individuare giocatori di qualità: assoluta!

Altrimenti sarà molto dura, non lottare per salvarsi, ma salvarsi.

 

evsaio santoni  

 

LETTERE & OPINIONI / AVVIATA IN TUTTA L’AREA VASTA 2 LA CAMPAGNA ANTINFLUENZALE

JESI, 6 novembre 2017 – E’ stata avviata la campagna di vaccinazione antinfluenzale 2017/2018 nell’Area Vasta 2 dell’Asur Marche.

Lo scopo della campagna è raggiungere gli importanti obiettivi posti dal Piano Nazionale della Prevenzione Vaccinale 2017-2019, ovvero il raggiungimento del 75% negli ultrasessantacinquenni e la protezione per tutte le categorie a rischio indicate nei Livelli Essenziali di Assistenza (LEA).

La vaccinazione viene offerta attivamente e gratuitamente, oltre che agli ultrasessantacinquenni, anche a: cardiopatici, diabetici, broncopneumopatici, soggetti affetti da patologie epatiche e renali, tumori, immunodepressi, conviventi di soggetti a rischio, operatori sanitari, ricoverati in strutture a regime di lunga-degenza, soggetti addetti a servizi pubblici di primario interesse collettivo, personale che, per motivi di lavoro, è a contatto con animali che potrebbero costituire fonte di infezione da virus influenzali non umani.

Quest’anno la campagna rivolge particolare attenzione all’importanza della vaccinazione nelle donne che all’inizio della stagione epidemica si trovano nel secondo/terzo trimestre di gravidanza e negli operatori sanitari.

Per quanto riguarda questi ultimi, l’Asur Marche sta attuando un provvedimento senza precedenti in Italia, che prevede l’offerta attiva vaccinale contro le malattie infettive e il conferimento della non-idoneità alla mansione per i lavoratori dei reparti ad elevato rischio biologico in caso di rifiuto da parte del sanitario della vaccinazione stessa.

Come ogni anno, la realizzazione della campagna è affidata anche alla stretta collaborazione tra i Dipartimenti di Prevenzione, nello specifico il Servizio di Igiene e Sanità Pubblica, e i Medici di Medicina Generale e i Pediatri di Libera Scelta.

Collaborazione ribadita quest’anno in occasione del Convegno “Vaccinazione Anti Influenzale ed Anti Pneumococcica: chiamata all’azione per i MMG e PLS” tenutosi in Ancona il 30 settembre scorso, patrocinato, tra gli altri enti, dall’Ordine dei Medici della Provincia di Ancona, dall’Università Politecnica delle Marche, dall’Asur-Dipartimento di Prevenzione e Dipartimento Materno Infantile, Azienda Ospedaliera Ospedali Riuniti di Ancona, INRCA, Società Italiana di Pediatria, Comitato di Partecipazione dei cittadini per la promozione della salute. Nella stessa giornata sono stati distribuiti e messi a disposizione dei professionisti poster divulgativi ideati ad hoc per la campagna antinfluenzale 2017/2018, con particolare attenzione alle donne in gravidanza, e i gadgets da appore sul camice degli operatori sanitari con scritto: “Io sono vaccinato”.

 

Area Vasta 2 ASUR

JESI / ALLERTA MALTEMPO: LIVELLO DI CRITICITA’ ARANCIONE

JESI, 6 novembre 2017 -Maltempo in arrivo.

Il Comune di Jesi tramite i canali di informazione ufficiali ha emesso poco fa un comunicato avvisando la popolazione.

“Il Dipartimento Regionale di Protezione Civile – si legge – ha emesso un avviso di allerta meteo per la zona di Jesi, con livello di criticità arancione, valido dalle ore 21 di stasera alle ore 24 di domani“.

E raccomanda “di prestare attenzione, in particolare nei sottopassi stradali, nei pressi di ponti che attraversano fossi e nelle strade di campagna“.

FABRIANO RUGBY / I DRAGONI SCONFIGGONO I FABBRI

FABRIANO,  6 novembre 2017 – Sotto il diluvio arriva una nuova sconfitta per il Fabriano Rugby. A passare gli ospiti del Terni Rugby 53 a 7. Un duello intenso, con i due quindici a combattere nel fango cercando di afferrare un ovale reso più che viscido dalla pioggia. Una partenza che ha visto le due formazioni combattere ad armi pari per oltre 15 minuti, con un gioco piuttosto falloso (pioggia e fango, ricordiamo) ma sostanzialmente spettacolare. Improvviso arriva il break dei dragoni: 3 mete in poco meno di un quarto d’ora e solco profondo 19 punti.

Reazione d’orgoglio per il Fabriano a marcare i primi punti di giornata con il centro Coscia (alla sua prima meta stagionale) seguita dai due della trasformazione di Pirliteanu. 19 a 7 per gli ospiti. Ma gli ultimi 10 minuti hanno evidenziato la maggiore concretezza dei dragoni ternani, che hanno aggiunto altri 12 punti ad un bottino al termine dei primi 40 minuti recitava 31 a 7 per gli ospiti.

Secondo tempo scattato come il primo, impegnati a superarsi e a difendere in un mare di fango. Anche in questa seconda frazione di gioco equilibrio per circa 20 minuti, con il risultato fisso a quello maturato nel primo tempo. Ma ecco che proprio allo scoccare del ventesimo una nuova meta ospite, che dopo lunghe insistenze spaccava la linea di difesa del Fabriano. Da lì altre mete e trasformazioni che hanno portato al risultato finale di 53 a 7 per la capolista ternana.

Ora un mese di riposo, per ricaricare le batterie e per rilanciare la caccia ai primi punti di un campionato che fino ad ora non sta ripagando i ragazzi fabrianesi.  Prossima partita il 3 dicembre a Foligno.

Così in campo

Fabriano Rugby: Michelangeli, Coniguardi, Coscia, Lombardi, Ramadoro, Pirliteanu, Ragni, Capalti, Cernicchi, Mobbili, Tartarelli, Nigro, Ronchetti, Battistoni, Tola.

A disposizione: Morichelli, Santini, Testa, Maccari, Papi, Ciabocco.

Allenatore: Morichelli.

Terni Rugby: Palmieri, Lidi, Giorgi, Carapis, Pietrelli, Giorgini, Tulli, Novelli, Giovenali, Simeoni, Benedetti, Baiocco, Piergentili, Natalini, Arca.

A disposizione: Isidori, Paragnani, Bocci, Petrucci, Lausi, Vergani.

Allenatore: Pariboni.

 

(saverio.spadavecchia@qdmnotizie.it)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

JESI / VINO E SOLIDARIETÀ, “NAO” PER LA ROBOT THERAPY DEL SALESI

JESI, 6 novembre 2017 – È possibile gustare dell’ottimo vino delle nostre terre e al tempo stesso diventare artefici di un progetto finalizzato a far ritornare il sorriso sulle labbra di tantissimi bambini? Da oggi “SI”, è possibile, grazie ad un progetto elaborato da Michela Gioia, una giovane studentessa jesina. Questa intraprendente 26enne “ha manifestato l’intenzione, insieme al suo compagno, Stefano Baleani, di sviluppare un progetto che coniughi la volontà di aiutare i bisognosi  tramite azioni di beneficenza che si concretizzino attraverso l’acquisto di un prodotto di largo consumo: il vino, senza aumenti del costo d’acquisto da parte del consumatore finale”.

Ci si chiederà, perché proprio il vino? “Perché – leggiamo in una nota quanto affermato anche in conferenza stampa – il vino rappresenta una fetta di mercato interessante attualmente ancora sottostimata sotto il profilo degli acquisti in rete. Le stime relative alla crescita delle vendite on line prevedono per questo segmento di mercato una forte crescita”, questo in coincidenza con l’arrivo del periodo festivo per eccellenza come il Natale.  Il progetto elaborato dai due giovani prevede: di  acquistare il vino tramite la piattaforma partnerwine.it , di dirigere parte del ricavato automaticamente verso un fondo che sarà appositamente creato per aiutare ch ha bisogno ed intestato esclusivamente a quell’iniziativa e non altre. Le donazioni – è stato detto – saranno dirette, senza intermediari verso il beneficiario finale, tramite un contatto diretto.

Come primo traguardo fissato dai due ideatori del progetto c’è quello di aiutare l’Associazione Salesi di Ancona per l’acquisto di un Robot per la Robot Therapy;  Si tratta di un “simpatico” automa dell’altezza di circa 70/80 centimetri  di produzione italiana, già in uso in altre strutture sanitarie della Penisola, in grado di “dialogare” con i bambini del Salesi, molti dei quali in terapia oncologica. “NAO”, questo il nome del robot, costerà circa 8 mila euro, somma che Michela e Stefano pensano di ricavare dalla vendita del pregiato vino prodotto dall’azienda Piersanti di San Paolo di Jesi, con i marchi “Pastrengo” e “Il Teatro del Vino” e quelli della cantina “Boccafosca” di Pianello di Ostra.  Acquistando le confezioni di vino proposte dal progetto l’acquirente donerà automaticamente dal 10 al 15% dell’importo per aiutare l’ospedale Salesi di Ancona nell’acquisto del robottino. E questo senza nessun aumento di spesa per il cliente.

Per ora, come detto, l’attenzione è incentrata sulle aziende vinicole, ma in futuro i due giovani ideatori del progetto contano di rivolgersi anche ad altri settori. Nel frattempo, ed in previsione delle festività natalizie, Michela e Stefano hanno ideato anche una serie di pacchi dono. Il tutto con il marchio creato dall’architetto Francesco Marcelli che ha ideato logo e grafica del progetto.

Chi volesse saperne di più e seguire l’evolversi del progetto ha a disposizione un sito realizzato dagli stessi protagonisti del progetto; basta cliccare su www.partnerwine.it.

(s. b.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA