Archivi giornalieri: 19 novembre 2017

AURORA BASKET / LA TERMOFORGIA ESPUGNA UDINE E SALE AL QUARTO POSTO IN CLASSIFICA GENERALE

Apu Gsa Udine  –  Termoforgia Jesi  68-70

 

Jesi, 19 novembre 2017 –  Grande reazione da parte della Termoforgia che passa a Udine e conquista da sola il quarto posto in classifica generale.

Riscattato insomma il derby contro Montegranaro.

La gara ha visto la squadra di Cagnazzo subire Udine ad inizio gara ma dopo il riposo lungo la Termoforgia ha preso in mano le redini del gioco dimostrando grande personalità e carattere fino alla vittoria finale.

Domenica prossima al Palatriccoli, inizio ore 12 in diretta televisiva l’avversario sarà Mantova.

 

Apu Gsa Udine – Mortellaro 4, Dykes 13, Raspino 10, Diop 10, Benevelli 10, Veideman 9, Pinton 6, Nobile 2, Ferrari 2, Chiti ne, Pellegrino 2. All. Lardo

Termoforgia Jesi – Brown 7, Quarisa 2, Marini 16, Piccoli 2, Rinaldi 14, Valentini ne, Massone 3, Montanari ne, Hasbrouck 16, Mentonelli ne, Ihedioha 9. All. Cagnazzo

Arbitri – Tirozzi, Raimondo, Pazzi

Note – parziali: 25-15, 16-20, 15-19

GENGA / FINISCE FUORI STRADA, ABBANDONA L’AUTO E CERCA DI TORNARE A CASA A PIEDI

GENGA, 19 novembre 2017  – Perde il controllo della macchina, finisce in un campo e sostanzialmente illeso (qualche escoriazione a mani e volto) decide di ritornare a casa distante poco lontano. Il fatto è successo questa notte intorno le ore una, ed ha coinvolto un 37enne del posto.

L’incidente è avvenuto lungo la strada che collega Genga con la frazione di Osteria di Collepon. L’allarme alle forze dell’ordine è stato lanciato da alcuni automobilisti di passaggio che hanno notato il mezzo incidentato a bordo strada. Le Forze dell’ordine, arrivate sul posto, non hanno trovato nessuno nei pressi dell’autovettura, ed è così scattata la ricerca del conducente.

L’uomo è stato poi ritrovato un paio di ore dopo dalle forze dell’ordine, che lo hanno notato camminare a bordo strada mentre stava ancora cercando di raggiungere la propria abitazione.

L’uomo è stato poi curato sul posto dai sanitari del 118. Presente anche una squadra dei Vigili del fuoco di Fabriano.

JESINA CALCIO / VINCE IL FRANCAVILLA, I LEONCELLI AL ‘CAROTTI’ NON SANNO PIU’ VINCERE

Jesina – Francavilla   1-2

 

JESI, 19 novembre 2017 – La Jesina perde in casa contro il Francavilla dopo essere passata ad inizio gara in vantaggio e superato subito dopo un momento di difficoltà con gli ospiti che hanno calciato sul palo un penalty loro concesso.

Primo tempo divertente con le due squadre che si sono affrontate a viso aperto alla ricerca dell’azione vincente.

Pronti via e la Jesina va subito in gol. Azione di Trudo che entra in area e viene atterrato. L’arbitro a due passi non ha alcun dubbio ed indica il dischetto del rigore. Sulla palla Margarita che va in gol.

La Jesina insiste ma il Francavilla  al 10′ va al tiro dal dischetto per fallo di mano di Parasecoli. Dagli undici metri Palumbo che colpisce il palo e poi sul tiro successivo di Yussif viene deviato in angolo da Gremizzi.

Al 14′ azione in contropiede dei leoncelli con Cameruccio che viene atterrato sull’esterno destro della zona d’attacco. Il calcio da fermo successivo non comporta alcun effetto. Il Francavilla prova a sfondare sulla fascia sinistra d’attacco con Palumbo in funzione di regista e le incursioni di Yussif ma la difesa di casa è attenta evitando i pericoli. Al 38′ Margarita ruba palla a centrocampo e serve Trudo. Il capitano di casa avanza e poi mette Cameruccio in condizioni di tirare, la palla è alta sopra la traversa.

Ripresa deludente da parte dei leoncelli che si sono spenti senza un sussulto con il trascorrere dei minuti. Complice l’uno due degli abruzzesi che subito pareggiano e poi vanno in vantaggio. Difesa di casa mal disposta e molto superficiale. Molenda (3′) sul fondo recupera un pallone dato da tutti fuori. Lo mette nel mezzo area per Palumbo che solo soletto con una gran botta la mette alle spalle di Tavoni.

Due minuti dopo Yussif di testa beffa un incerto Tavoni. I difensori della Jesina protestano per una posizione irregolare di Palumbo che potrebbe aver chiuso la visuale al numero uno locale. La squadra di Gianangeli non riesce a reagire e di conseguenza ad imbastire azioni offensive pericolose e concrete per provare la via del pareggio. Gli ospiti controllano bene il campo e la palla senza difficoltà. Al 28′ Mancini viene espulso per doppia ammonizione. La gara cala di tono, gli ospiti incominciano a perdere tempo, ci sta tutto, e la squadra di casa continua con le proprie incertezze e difficoltà a proporsi, senza successo, in avanti. Al 28′ punizione di D’Alessio, calcio d’angolo.

L’undici di Gianangeli prova a finire in attacco ma le giocate sono talmente sterili ed imprevedibili che il pallone non entra mai nell’area di rigore avversaria.

(Evasio Santoni)

evasio.santoni@qdmnotizie.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Jesina– Tavoni, Sassaroli, Gremizzi, Magnanelli, Giorni (Calcina), Anconetani (Silvestri), Trudo, Zannini (Gubinelli), Camweruccio, Margarita (D’Alessio), Parasecoli. All. Gianangeli

Francavilla – Spacca, Sembroni, Amenta, Palumbo, Galli (Zerbo), Molenda (Di Renzo), Yussif (Sanseverino), Di Pietrantonio (Milizia), Silvestri, Banegas (Velardi), Mancini. All. Temelin

Arbitro – Brognati di Ferrara

Reti – 2′ pt Margarita su rigore, 3’st Palumbo, 5′ st Yussif

Note – spettatori 500 circa; espulso: 26′ st Mancini per doppia ammonizione, 32′ st Temelin (allenatore) per proteste; ammoniti: Yussif, Banegas, Margarita, Spacca, Mancini, Giorni, Silvestri; angoli 0-3

JESI / SCHIAMAZZI E STEREO A PALLA AL PARCO DEL VALLATO, I RESIDENTI: “ADESSO BASTA, FAREMO DA SOLI”

JESI, 19 novembre 2017 – Infuriati i residenti che abitano nei pressi del Parco del  Vallato. Schiamazzi notturni fino a mattina presto li tengono svegli. E poi bottiglie di birra, cestini della spazzatura divelti, sporcizia ovunque. Ecco come si presentava stamane il piccolo “polmone verde”, una discarica a cielo aperto specialmente tra il sabato e la domenica.

Ma adesso sembra proprio che si sia passato il limite. Passare una notte completamente svegli non fa certo piacere, specialmente poi se una musica assordante ti entra nel cervello fino a quando non sorge il sole.

La protesta è insomma corale: “Stamattina alle quattro sembrava di stare a Las Vegas – sbotta un residente -. I vigili urbani di notte non lavorano, ed io aggiungerei altro ma non posso. Qui la gente ha paura a passeggiare, a salire verso l’ascensore. Sono sicuro che se qualcuno organizzasse qualcosa tipo ronde notturne, aderirebbero in tanti. Siamo stanchi di questa situazione, è diventata insostenibile…allora, caro Comune di Jesi, vi decidete a fare qualcosa o ci muoviamo noi in assoluta autonomia? E, caro Comune, qui è in gioco la sicurezza di anziani, donne e bambini…è questa la nostra priorità, che vi piaccia o meno….quindi giù dalle brande…perché noi siamo già scesi…”

Un’altra testimonianza: “Sveglia alle 5 tutte le mattine e non mi lamento. L’unico giorno che posso dormire un paio di ore di più è la domenica. E invece no! Stamattina verso le 4 sentivo un tun tun tun ritmico e non capivo da dove veniva. il criceto? no, il forno? no. Perdita d’acqua, cellulare accesi, pc…niente. Alla fine apro la finestra sul parco del Vallato e c’era un gruppo, italiani o stranieri non lo so, reduci da una nottata di bagordi, che tenevano acceso uno stereo! e cosi fino alle 6! Tanto poi vi lasceranno dormire fino alle due del pomeriggio, che magari vi permetteranno di alzarvi a mezzogiorno, pranzare senza neanche aver portato un bicchiere a tavola, e tornare al letto come degli zombi! Ragazzi lo siamo stati tutti ma questo non è un atto di leggerezza, ma proprio di mancanza di rispetto!”

(Cristina Amici degli Elci)

cristina.ade@qdmnotizie.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

FABRIANO / FESTA DELL’ALBERO, 400 NUOVI ALBERI PIANTATI IN VIA URBANI

FABRIANO, 19 novembre 2017 – 400 nuovi alberi piantati in città, 400 nuovi alberi piantati in via Carlo Urbani per rilanciare “l’idea” del verde pubblico e per sensibilizzare la cittadinanza tutta nei confronti dell’ambiente. Una festa vera e propria, che ha visto la partecipazione di un folto gruppo di cittadini che ha collaborato con pale e piantine alla trasformazione di una zona verde di via Urbani in un futuro “bosco urbano”.

Una festa che ha visto la partecipazione di diverse decine di cittadini, muniti di pale, piantine….e carrozzine.

“Tutto è nato dalla partecipazione ad un bando dell’Assam e fine agosto – spiega il Sindaco Gabriele Santarelli – abbiamo coinvolto scuole ed associazioni ambientaliste, allargando la manifestazione a tutta la cittadinanza”.

Spiega poi il “perché” di via Urbani il primo cittadino: “Abbiamo scelto questa zona di Fabriano perché secondo noi questa zona nel tempo è stata poco curato per quanto riguarda il verde pubblico. Ecco l’idea di riqualificare a livello ambientale quest’area e poi collegarla anche a tutti i nati nel 2017 aprendo l’invito a tutte quelle coppie che hanno festeggiato nel 2017 la nascita di un figlio”.

“Una manifestazione che si lega idealmente anche con una a livello nazionale del Movimento 5 Stelle che anche in città dove non amministra, piantando oltre 10.000 piante sul territorio nazionale”.

La festa non si fermerà, perché “Giovedi 23 invece sarà la volta delle scuole che piantumeranno altri 85 alberi presso l’area verde interna alla pista ciclabile nella zona degli impianti sportivi – ha proseguito Santarelli –  anche ad Albacina le scuole piantumeranno 15 alberi in un’area verde che il locale comitato si sta impegnando a manutenere e nel quale verrà a breve realizzata anche una staccionata con materiali forniti dal comune”.

Obbiettivo per i prossimi anni? Cercare di replicare questa manifestazione anche il altre aree della città.

 

(s.s.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

FABRIANO / SABATO DI FUOCO IN VIA CIALDINI, IN FIAMME UNA SECONDA ABITAZIONE


FABRIANO, 19 novembre 2017 – Nuovo allarme incendio nella serata di ieri in via Cialdini. Ancora una volta a bruciare una abitazione posta a pochissimi metri (e numeri civici) di distanza da quella colpita sempre nalla giornata di ieri dalle fiamme scaturite dal probabile malfunzionamento di una lavatrice.

Il secondo allarme è scattato poco prima delle 19, ed ancora una volta pronta è stata la corsa dei Vigili del Fuoco. Arrivati sul posto hanno immediatamente circoscritto le fiamme residue, fino al totale spegnimento del rogo. Le fiamme sono divampate dal locale adibito a sala dell’abitazione. Le cause ancora in fase di accertamento, ma con molta probabilità si è trattato di un problema elettrico.

Al momento del rogo nessuno era presente in casa, nessun danno a persona quindi. Sul posto ancora una volta la Polizia Locale per gestire e regolamentare il traffico verso via Madonna delle Grazie.

Danni alla mobilia, all’impianto elettrico e muri completamente anneriti: condizioni che hanno imposto la dichiarazione di inagibilità. Inagilità temporanea che sarà ritirata una volta ripristinate le condizioni minime di abitabilità e sicurezza.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

FABRIANO CERRETO CALCIO / VINCE IN TRASFERTA LA SQUADRA DI TRILLINI, TRE PUNTI D’ORO

Monticelli  – Fabriano Cerreto  0-1

FABRIANO, 19 novembre 2017 – Vittoria esterna importantissima per la squadra di Trillini. Tre punti d’oro grazie al gol di testa di Cusimano alla fine del primo tempo

 

Monticelli – Marani, Sosi, Terrenzio, Pierantozzi (Ragatzu), Aloisi, Bontà (Iachini, De Vecchis)), Gesuè (Gabrielli), Fazzini, Guerra, Ciabuschi, Guida (Pedalino). All. Stallone

Fabriano Cerreto – Spitoni, Girolamini (Compagnucci), Tafani, Labriola, Balducci, Cusimano (Baldini), Sassaroli, Lapi, Piergallini (Cicino), Bambozzi, Zepponi. All. Trillini

Arbitro – Falasca di Pescara

Reti – 42′ pt Cusimano

SASSOFERRATO / RIGA LA MACCHINA DI UN CONOSCENTE, 81ENNE DENUNCIATO PER DANNEGGIAMENTI

SASSOFERRATO, 19 novembre 2017 – Dopo aver giocato a carte in un bar delle città sentinate, un 81enne del posto ha rigato con una chiave la fiancata di una macchina parcheggiata nei pressi. Denunciato per danneggiamenti.

L’uomo è stato però pizzicato dalle telecamere di sorveglianza che si trovavano nei pressi del luogo del danneggiamento. Il fatto è avvenuto alcuni giorni fa, intorno le ore 23.

I Carabinieri sono riusciti a risalire all’anziano dopo che il proprietario della macchina (una Fiat Grande Punto) aveva presentato denuncia.

L’anziano ha ammesso le proprie responsabilità, conosceva il proprietario della macchina ma con il quale non aveva contrasti e che quella sera si trovava all’interno dello stesso locale, e si è giustificato dicendo di essere stato colto da “raptus”.

I danni ammontano a circa 1.000 euro.

(s.s.)
©RIPRODUZIONE RISERVATA

JESI / SCONTRO TRA AUTO IN VIALE VERDI, TRA I FERITI IL FRATELLO DEL TECNICO DELLA JESINA

JESI, 19 novembre 2017 –  Incidente poco dopo le 9 di stamattina all’incrocio tra via Gramsci, viale Verdi e via Puccini, regolamentato dall’impianto semaforico. Due auto si sono scontrate, su un mezzo viaggiavano quattro giovani mentre nell’altra alla guida si trovava il fratello dell’allenatore della Jesina.

Un paio sarebbero i feriti, trasportati in codice giallo al pronto soccorso del “Carlo Urbani”. Sul posto l’auto medica del 118 e la Polizia Locale per i rilievi di legge.

Mister Franco Gianangeli raggiunto telefonicamente allo stadio ci ha detto: “Da quello che mi hanno raccontato mio fratello saliva con la sua Bmw verso il Murri mentre l’altra auto scendeva e sembra dovesse girare a sinistra verso l’Erbarella, da qui l’impatto. Adesso Settimio (il nome del fratello del mister; ndr) è al Pronto soccorso in attesa di accertamenti. Speriamo non sia nulla di grave”.

 

VOLLEY FEMMINILE / PRIMO SUCCESSO CASALINGO DEL CASTELBELLINO DAVANTI AL PROPRIO PUBBLICO

Termoforgia Moviter Castelbellino – Rinascita Volley Firenze  3-1

 

CASTELBELLINO, 19 novembre 2017 – E vittoria fu! Alla terza partita in casa, la Termoforgia Moviter Castelbellino riesce a regalare al proprio pubblico un importantissimo successo fra le mura amiche del Pala Martarelli. La sfida era di quelle delicate, contro una delle squadre toscane che rappresenta meglio il concetto di “mina vagante” del girone, la Rinascita Firenze. Capace di rimonte impressionanti, estenuanti tie break vincenti e sconfitte a sorpresa, non era facile per le padrone di casa trovare il bandolo della matassa.

Coach Fusco schiera in campo Carbonaro in regia, Casareale opposta, al centro Della Giovampaola e Vescovi, Verdacchi e Ciccolini in banda, Ciancio libero. Dall’altra parte della rete c’è Vannini come coach che mette sul rettangolo di gioco le sue migliori pedine a disposizione. L’avvio è in favore delle ospiti, che punto dopo punto, approfittano delle difficoltà in ricezione della Termoforgia, e aumenta via via un vantaggio che si fa presto apparentemente incolmabile. Quando meno te lo aspetti, la situazione cambia. La squadra di casa trova sicurezza in ricezione, affina le scelte in attacco, trova una buona Crescini al posto di Casareale e piano piano accorcia sempre più le distanze fino a prendere la testa del parziale e vincere di misura.

Nel secondo set è subito Castelbellino a fare la voce grossa, mirando bene in battuta e scardinando quindi il gioco dei centrali avversari. Fra un bombardamento di Verdacchi e l’altro, la squadra di Fusco diventa ormai irraggiungibile per una Rinascita ormai allo sbando e vince a mani basse anche il secondo parziale.

Si teme il calo delle padrone di casa e il risorgere dell’orgoglio delle toscane, ma l’avvio è sempre appannaggio di una Termoforgia sicura dei proprio mezzi, complice una Carbonaro in serata super. Questo dura però solo fino a due terzi del set, quando i meccanismi sembrano scricchiolare e qualche errore di troppo aiuta le avversarie ad avvicinarsi. All’improvviso si materializza l’incubo della rimonta con sorpasso delle ragazze di Vannini, che puntualmente arriva e riapre la partita portando la situazione sul 2-1.

Memori delle precedenti partite delle fiorentine, sul palazzetto cala il gelo per la paura che si verifiche quanto già successo ad altre malcapitate avversarie della Rinascita. Ed invece le Termoforgia c’è e ci crede, lottando su ogni pallone e difendendo a livelli mai visti fino ad ora, grazie anche ad una onnipresente Ciancio ed una agguerrita Della Giovampaola. Le cose si mettono male per le ospiti, che questa volta non riescono nell’impresa del ribaltone, e soccombono sotto i colpi di una ottima Vescovi ed una Ciccolini in gran forma.

La Termoforgia Moviter vince dunque questo importantissimo match e porta in cascina 3 punti pesanti in chiave salvezza, restando ancorata al decimo posto in classifica.

 

Castelbellino: Carbonaro 4, Casareale 2, Verdacchi 22, Ciccolini 16, Della Giovampaola 6, Vescovi 12, Ciancio (L), Crescini 9. N.e. Bassotti, Cerioni, Pagliaroli, Romagnoli. All. Fusco

Rinascita Volley Firenze: Viti 9, Romanelli, Marocchini 8, Romanelli (L), Dos Reis 11, Caroti 6, Ceccatelli 1, Prosperi 9, Mezzedimi 2, Mariotti 4, Coppini, Focardi. All.Vannini

Parziali:  25-23, 25-16, 23-25, 25-15