Cerreto d’Esi

FABRIANO / INTESA-SANPAOLO: UNA NUOVA IDEA DI BANCA

FABRIANO, 16 maggio 2018 – Da lunedì scorso la “banca di vetro” come unica filiale di Banca Intesa – Sanpaolo operativa in città. Da lunedì infatti attiva solo la sede di via don Riganelli, che ha “inglobato” quelle di piazzale Matteotti, corso della Repubblica, via martiri della libertà. A queste si aggiunga la banda dell’Adriatico (via Dante), parte del gruppo Intesa. Nessun taglio al personale.

Intesa Sanpaolo apre a Fabriano il suo nuovo modello di filiale, tra le maggiori realizzate in Italia, a testimonianza della centralità della città nelle strategie del Gruppo. Con il nuovo layout degli spazi a disposizione della clientela ed il restyling di parte dell’esterno dello stabile di via don Riganelli cambia il modo di vivere la banca, per fare della filiale una piazza dell’economia reale coniugando accoglienza, relazione e digitalizzazione.

“Vogliamo essere la cassaforte delle famiglie italiane e motore per le imprese. Discorso che vale anche per l’acceso al credito delle aziende. Noi non abbiamo mai fatto mancare il supporto e cercheremo di non farlo mai mancare”. Così ha spiegato Tito Nocentini illustrando le nuove funzionalità della sede di intesa-San Paolo di via Don Riganelli.

Quello che è noto ai fabrianesi con l’appellativo di ‘palazzo di vetro’ torna così ad essere un hub per l’economia locale, concentrando le attività di Intesa Sanpaolo presenti nel comune. Una struttura cui afferiscono oltre 14mila clienti, circa mille dei quali costituiti da imprese, e nel quale lavorano circa 120 persone, la maggior parte dedicate ai servizi a persone e imprese, cui si aggiungono uffici afferenti a funzioni centrali del Gruppo.

Presso la struttura di via don Riganelli, da lunedì scorso, operano infatti una filiale Retail, una filiale Personal, un distaccamento Imprese, oltre a diversi strutture che fanno capo agli uffici centrali del gruppo bancario. Il tutto con un nuovo layout nel quale il cambiamento del luogo fisico va di pari passo con quello dell’approccio al cliente.

“Il nuovo modello di filiale realizzato a Fabriano segna un rinnovamento completo e profondo. Intesa Sanpaolo è la banca dell’economia reale e le nuove filiali ne sono le piazze – spiega Tito Nocentini, direttore regionale di Intesa Sanpaolo –. L’originale layout degli ambienti rispecchia l’atteggiamento di accoglienza che vogliamo esprimere con le nostre persone. La nuova filiale favorirà ulteriormente le connessioni con gli attori del territorio, con i clienti e tra i clienti, che qui potranno trovare un punto d’incontro e avere uno scambio di idee e di business. La sfida è rispondere in modo nuovo anche ai bisogni più tradizionali, sviluppando per esempio le enormi opportunità rese possibili dalla rivoluzione digitale.”

Accoglienza e relazione sono gli obiettivi principali del cambiamento e per realizzarli la banca ha realizzato una “rivoluzione” degli spazi abbattendo barriere e confini. Particolare cura è stata posta nella realizzazione dell’ingresso della filiale con una grande area di primo contatto e di orientamento, dove gli operatori, supportati anche dalle nuove tecnologie, aiutano il cliente a indirizzarsi verso i servizi desiderati, dalla consulenza specialistica fino all’uso delle casse self e gestiscono anche l’organizzazione degli appuntamenti.

Il fulcro della filiale è la “piazza”, luogo – non solo metaforico – per lo scambio di idee ed esperienze. Al centro di quest’area condivisa si trova un grande tavolo di legno grezzo, tutto intorno ci sono librerie, divani e poltrone. Sulla piazza affacciano i salottini per gli incontri informali e gli spazi dedicati a quelli riservati e le casse self service assistite. Nella realizzazione sono stati utilizzati materiali semplici, con un’attenzione particolare al loro valore ecologico. Interamente riservato alla clientela il parcheggio (circa 40 posti) di pertinenza dello stabile di via don Riganelli.

La tecnologia è una presenza costante. L’area esterna delle casse self – accessibile 24 ore su 24 – ospita due sportelli automatici ATM e due sportelli automatici evoluti MTA che oltre a prelevamenti e pagamenti consentono anche operazioni di versamento contanti e assegni ed altre operazioni. Mentre all’interno della filiale – dove è presente una connessione wi-fi a disposizione della clientela – vi sono tre casse self assistite (operative dalle 8 alle ore 19) dove i clienti possono effettuare una varia gamma di operazioni in autonomia o con l’assistenza del personale.

Filiale aperta (per consulenza e casse senza operatore) anche il sabato dalle 9 alle 13.

Resteranno inoltre attivi sia lo sportello ATM lungo il centralissimo Corso della Repubblica che quello presso il Centro Commerciale “Il Gentile” e verrà installato a breve, verosimilmente entro il mese di giugno, un nuovo ATM all’interno dell’ospedale cittadino “Engles Profili”.

FABRIANO / IL CALCIO DIVENTA SOLIDALE: IL 20 MAGGIO IN CAMPO LA NAZIONALE ATTORI

FABRIANO, 4 maggio 2018 – In campo per combattere il disagio giovanile. Per celebrare i 10 anni di attività l’Associazione 4 Maggio 2008 ha organizzato una giornata di sport e solidarietà prevista per il prossimo 20 maggio. Associazione nata nata dal dramma del presidente Alvaro Galdelli, che 10 anni fa perse il figlio Danilo (febbraio 2008) a causa di una overdose di stupefacenti. Da quel dramma ecco il primo incontro, proprio il 4 maggio 2018 per cercare di affrontare la problematica legata all’uso ed abuso di sostanze stupefacenti. Associazione che cerca di contrastare il fenomeno alla radice “Contrastare il disagio per evitare i tanti e cosiddetti dopo”, ha spiegato il consigliere dell’associazione di Cerreto d’Esi Valerio Cofani.

Quindi prevenzione, informazione e dialogo con genitori, scuole e ragazzi senza dimenticare corsi per gli insegnanti. Appuntamenti organizzati spesso in collaborazione con la Oikos.

Una giornata di sport che vedrà in campo la Nazionale Attori e la formazione Life Ritorno alla vita Fc. , quest’ultima creata dall’ex calciatore Flavio Falzetti, colpito da mieloma che divenne messaggero di speranza e positività nelle difficoltà fino alla morte sopraggiunta nel 2012.

Entusiasta della giornata l’Assessore allo sport Scaloni, che ha così commentato:  “Ho subito sposato la richiesta dell’Associazione 4 Maggio, osservandone il grande impegno. Ho incontrato situazione critiche di tanti giovani a causa della mia professione di avvocato penalista, e se ci fosse stata una associazione come la 4 Maggio molte situazioni si sarebbero potute evitare. Quindi un plauso, che va esteso all’associazione Life per l’impegno e la mobilitazione nei confronti di una situazione di malattia poi trasformata in occasione di prevenzione e sostegno”.

Tante le attività messe in campo dall’associazione, partendo dai ragazzi delle scuole elementari e medie di Cerreto d’Esi. Nonostante le iniziali difficoltà, diverse sono state diverse le situazioni di possibile disagio intercettate e comunicate ad esperti per affrontare il problema. Allargato anche il discorso agli alunni delle scuole superiori, in questo caso fabrianesi (Morea, Vivarelli e Volterra), con incontri e testimonianze. Un percorso che si è allargato anche a Matelica, sempre seguendo la strada della sensibilizzazione.

Aperto anche un punto d’ascolto, ma le difficoltà sono state tante visto che le telefonate ricevute sono state solamente 2 in circa 18 mesi di attività. “Una che già conosceva come agire per uscire dalle dipendenze patologiche – ha proseguito sempre Cofani – ed una che aveva sbagliato numero. Quindi molta difficoltà, ma questo non ci ferma perché lavoriamo per formare ed informare i giovani attraverso progetti di prevenzione che parlano di benessere e relazioni interpersonali tra i ragazzi. Questo progetto invece è stato in grado di intercettare anomalie ed i professionisti di questa associazione ha lavorato per contrastare il disagio. Un dialogo che parte dai ragazzi della scuola elementari”.

Per festeggiare il traguardo dei 10 anni ecco arrivare la Nazionale Attori, che si “scontrerà” il 20 maggio (ore 16) allo Stadio Aghetoni contro la squadra Life Ritorno alla vita Fc. Squadra nata nel 2010 in Ancona, con partite giocate nei luoghi del cuore di Flavio Falzetti. Nella giornata del 20 maggio saranno con molta probabilità presenti Roberto Bordin, il padre di Roberto Mancini Aldo, e con una la promessa strappata ad Aldo Mancini di una possibile presenza dell’attuale allenatore dello Zenit San Pietroburgo ed in predicato di diventare allenatore della nazionale maggiore.  Un programma che partirà però alle 14 con partite tra i ragazzi delle scuole di Fabriano e Cerreto d’Esi.

Tra gli attori che saranno presenti all’evento ancora tutto (o quasi) segreto. Unica presenza confermata  quella di Francesco Giuffrida che ha così commentato con un audiomessaggio: “Sono contento ed emozionato, non vedo l’ora di essere presente allo Stadio Aghetoni e a breve vi annunceremo la rosa completa. Noi ogni anno facciamo dalle 15 alle 20 partite per sostenere chi ha bisogno del nostro aiuto. Questo è quello che facciamo da più di 40 anni e lo facciamo con passione”.

Ingresso – a scopo benefico – fissato a 5 euro. Saranno inoltre presenti il Coro Akademia e la Banda di Fabriano, gli Sbandieratori e Musici di Fabriano, le atlete della Faber Ginnastica Fabriano e gli operatori de “La Valigia delle Meraviglie”. A condurre il pomeriggio Marco Moscatelli con Micaela Belelli.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

FABRIANO CERRETO CALCIO / CARTAI SCONFITTI IN CASA DEL SAN NICOLO’

San Nicolò  – Fabriano Cerreto 3 -2

FABRIANO, 29 aprile 2018 – A Sant’Egidio alla Vibrata il Fabriano Cerreto perde nettamente contro un avversario ai quali servivano punti per la salvezza.

Le motivazioni, molto importanti, lo spirito e la voglia, determinanti in queste fasi del campionato, hanno fatto la differenza.

Al fischio d’inizio il Fabriano Cerreto è sceso in campo con Rossi, Fumanti (Dauti), Girolamini, Baldini (Ceccarelli), Tafani, Labriola, Rasino (Pistola), Cusimano, Piergallini (Marini), Salciccia, Zepponi.

 

Reti – 15′ e 40′ pt Giampaoli, 5′ st Kala, 20′ st Baldini, 30′ st Labriola

FABRIANO / DALLA FONDAZIONE MERLONI 25 BORSE DI STUDIO PER GLI STUDENTI DEL “MERLONI-MILIANI”

Le domande entro il 9 maggio

FABRIANO, 16 aprile – La Fondazione Aristide Merloni ha indetto la nuova edizione del Bando di Concorso per l’assegnazione di 25 Borse di Studio riservate agli studenti più meritevoli dell’Istituto Industriale Statale “Merloni-Miliani” di Fabriano, una tradizione che continua da più di trent’anni.

Tra i requisiti principali la media dell’”8”

Il Bando della Fondazione Aristide Merloni premierà gli studenti meritevoli dell’Istituto: per partecipare, è necessario essere iscritti per l’a.s. 2017/2018 all’Istituto e aver ottenuto una media non inferiore agli otto decimi se già iscritti all’IIS “Merloni – Miliani”, o di Ottimo per la licenza media, nel corso dell’a.s. 2016/2017. Le domande di partecipazione vanno redatte in carta semplice e firmate da un genitore o da chi ne fa le veci: per partecipare alla selezione, dovranno pervenire presso la Segreteria dell’Istituto “Merloni-Miliani“, Largo Salvo D’Acquisto, 60044, Fabriano.

Alla domanda dovranno essere allegati: certificato di residenza, stato di famiglia, ISEE relativo alla dichiarazione dei redditi 2016, certificato in carta semplice attestante che il candidato alla borsa di studio è stato promosso con media non inferiore agli 8/10.

Ultimo tassello: una dichiarazione che attesti che il ragazzo in questione non abbia già usufruito di una borsa di studio per l’anno scolastico 2016/2017

La cerimonia di consegna avverrà ad inizio giugno. La cerimonia dello scorso anno è stata l’occasione per approfondire i progetti realizzati dagli studenti dell’Istituto, come la ricerca sui microconnettori da cui è stato realizzato un guanto per controllare a distanza sistemi di sorveglianza.

CERRETO D’ESI / BILANCIO: CAMBIAMENTI E PCL ALL’ATTACCO

Opposizioni sul piede di guerra

CERRETO D’ESI, 15 aprile 2018 – Il documento unico di programmazione 2018/2020 ed il bilancio di previsione finanziario spaccano la politica cerretese. Opposizioni sul piede di guerra e profondamente critiche nell’analizzare quanto emerso durante il consiglio comunale di pochi giorni fa, 12 aprile.

Critiche di Cambiamenti

“Il numero che l’ha fatta maggiormente da padrone è stato lo zero. Zero fondi per i le problematiche giovanili, zero fondi per la proloco, zero fondi per il sociale, zero fondi per l’assistenza a domicilio, praticamente zero per il turismo e l’agricoltura”. Dure le critiche di Cambiamenti, che sottolinea il voto negativo espresso durante l’ultimo consiglio, osservando che “Non vi è alcun sentore di programmazione per ricominciare ad investire e credere in Cerreto, certo non per vedere risultati l’anno prossimo o tra due anni, ma per prevedere benefici negli anni a venire, a lungo termine”.

“Cerreto non può perdere altro tempo”. Questo l’appello di Cambiamenti, tracciando le sfide future: pedemontana, sviluppo turistico, riqualificazione centro storico, progettazione e realizzazione del nuovo plesso scolastico, crescita ed innovazione del settore agroalimentare.

Per il PCL “Bilancio privo di prospettive”

Anche il Partito Comunista dei Lavoratori all’attacco: “Ho posto all’attenzione della maggioranza una miriade di domande in merito alle diverse voci in uscita previste nel bilancio ma le risposte politiche del Sindaco e dei suoi assessori ancora le sto attendendo – Spiega il consigliere Zamparini, che prosegue nell’attacco – In questo bilancio non è previsto nessun contributo alla proloco, un investimento per il turismo di soli e ridicoli 2000€ e zero per l’ambiente e per l’agricoltura.

“Non sono previste spese future per assistenza ai minori e per i soggetti a rischio di esclusione sociale – prosegue Zamparini – Zero per  l’assistenza domiciliare, nulla  per il sostegno alle famiglie per l’assistenza e cura dei coniugi bisognosi. Hanno anche confermato che il Cag rimarrà chiuso, dato che i giovani che frequentavano erano pochissimi. Come dicevo sopra ho chiesto ripetutamente il perché di tali tagli, ma la risposta è stata drammaticamente picche. Oltre a questo ho fatto anche notare che una voce in bilancio non era corretta e veritiera, visto che erano stati previsti e poi tolti, 744.000€ per l’adeguamento sismico della scuola media Melchiorri, senza uno straccio di progetto passato e presente che giustificasse tale spesa. I fondi sopra citati che attendiamo dalla Regione, sono per la primaria Lippera sulla base della vulnerabilità sismica (LC1) effettuata nel 2015 dall’ingegnere Crescentini e comandata dall’allora commissario prefettizio”.

“Nemmeno conoscono nel dettaglio i fondi destinati alle nostre scuole,pensate in che mani siamo messi quando arriveranno i 6 milioni di euro per il nuovo polo. Il Sindaco ha ribadito per l’ennesima volta che non investirà un quattrino per la struttura comunale che ospitava l’asilo nido dato che la metterà in vendita. Non oso immaginare quello che ci si prospetta per la scuola Melchiorri, la materna e per la Lippera, certo che se le premesse sono queste io sono seriamente preoccupato – conclude Zamparini – considerata la devastante crisi industriale locale, io credo che una maggioranza che non investe sul turismo,ambiente,agricoltura che sono i volani per il rilancio economico e sociale del nostro territorio, ci stia portando pian  piano sull’orlo del baratro”

CERRETO D’ESI / VIDEO DI DECAPITAZIONI, BOMBE “FAI DA TE” E SERMONI PRO ISIS: MAROCCHINO ESPULSO

CERRETO D’ESI, 13 aprile 2018 – Marocchino, 34enne e residente negli ultimi due anni a Cerreto d’Esi dove aveva raggiunto alcuni parenti (al momento estranei ai fatti), bloccato dai carabinieri dopo che all’interno del cellulare dell’uomo  sono stati ritrovati materiali riconducibili al materiale di propaganda del “sedicente stato islamico”.

Tutto è partito nel 2016, quando venne sequestrato un cellulare dell’uomo che risultava essere stato rubato nella provincia di Macerata.

Soufiane Rabhi, questo il nome dell’uomo che però viveva da solo e del suo lavoro fino alla sua perdita, è stato bloccato dai Carabinieri del Ros del comando provinciale di Ancona. Nel pomeriggio di oggi (13 aprile) sarà sul volo che lo riporterà da Bologna a Casablanca. Espulso quindi con decreto del Ministro Minniti per motivi di sicurezza nazionale.

Nel telefono infatti sono stati ritrovati un video con una decapitazione di un uomo in Siria, ed una sorta di guida per la fabbricazione di bombe fatte in casa a base di triperossido di triacetone (perossido organico e un potente esplosivo primario, decisamente instabile). Quest’ultimo video però risultava essere stato cancellato ma nonostante il tentative le tracce emergevano ancora dalla memoria del cellulare. Altro video quello di un sermone di propaganda pro-Isis.

Commento deciso di Mekri Abdelker, responsabile del centro islamico La Misericordia di Fabriano, che ha ancora una volta ribadito la necessità del rispetto delle regole del paese in cui si viene a vivere ed ha ancora una volta condannato con fermezza i fatti che hanno portato all’espulsione del 34enne.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

VALLESINA / SCIAME SISMICO CONTINUA, NUOVA SCOSSA 3,6

VALLESINA, 12 aprile 2018 –  Nuova scossa di terremoto poco fa, attorno alle 15,40  avvertita in diverse parti del bacino della Vallesina.

L’intensità è di 3,6 e l’epicentro è sempre nella zona di Muccia con ipocentro profondo 10 km.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

CERRETO D’ESI / DENUNCIATA PER SPACCIO DONNA DI 54 ANNI

Il fatto è accaduto nei giorni scorsi

CERRETO D’ESI, 9 aprile 2018 – I Carabinieri hanno denunciato nei giorni scorsi una donna del posto di 54 anni. La donna avrebbe ceduto delle pastiglie di benzodiazepina (uno psicofarmaco) ad un 18enne sempre del posto.

La ricostruzione dei fatti

I Carabinieri, durante i rafforzati controlli del territorio, hanno fermato un 18enne, e durante la perquisizione ecco spuntare le pastiglie. Da lì poi la confessione del giovane che ha fatto il nome della donna. I Carabinieri sono poi andati presso l’abitazione delle 54enne. All’interno della stessa sono state ritrovate altre pastiglie.

Nonostante la regolare prescrizione medica in possesso della donna (paziente che necessita di un trattamento collegato all’uso delle benzodiazepine) è però scattata la denuncia nei confronti della donna per la probabile cessione delle stesse. Vietato infatto cederle a terzi senza prescrizone medica o patologie accertate.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

CERRETO D’ESI / CON LA DROGA NEI PRESSI DEL LAGHETTO DI PESCA SPORTIVA: SEGNALATO DAI CARABINIERI

Il fatto è avvenuto nei giorni scorsi

CERRETO D’ESI, 7 aprile 2018 – Proseguono intensi  anche a Cerreto d’Esi i controlli atti a contrastare il consumo e lo spaccio di sostanze stupefacenti. Pochi giorni fa i Carabinieri di Fabriano hanno infatti notato un 20enne del posto nei pressi del laghetto di pesca sportiva, appartato e non facilmente visibile ad altri occhi.

Il controllo di sera

Insospettiti dall’atteggiamento del giovane, i Carabinieri si sono avvicinati al 20enne. Proprio il giovane, dopo aver notato l’arrivo dei Carabinieri ha cercato di disfarsi di un piccolo involucro lanciandolo tra la vegetazione.

Notato il gesto del ragazzo è scattata subito la ricerca dell’involucro, che è stato immediatamente ritrovato. All’interno è stato ritrovato 1 grammo di marijuana.

Il ragazzo è stato quindi segnalato come assuntore di sostanze stupefacenti.

CERRETO D’ESI / SCONTRO TRA DUE AUTO, UN FERITO AL PRONTO SOCCORSO

CERRETO D’ESI, 28 marzo 2018 – Scontro tra due auto nel pomeriggio.

E’ stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco attorno alle 17,30 per un incidente stradale e la squadra giunta sul posto ha estratto dalle lamiere dell’auto ribaltata una donna affidandola alle cure dei sanitari subito allertati prima di mettere in sicurezza i veicoli coinvolti.