Fabriano

FABRIANO / SANTARELLI REPLICA A FORZA ITALIA: “MOLTO DA FARE MA STRADA GIUSTA”

“In anticipo rispetto lo scorso anno”

 

FABRIANO, 20 maggio 2018Non nomina mai Forza Italia il Sindaco Santarelli, ma la replica all’attacco dei forzisti fabrianesi è evidente. Attraverso un post condiviso su Facebook, il primo cittadino replica alle questioni mosse da Forza Italia. Quindi verde pubblico e manutenzione delle fontane.

“Dal mese di aprile l’amministrazione sta intervenendo con la squadra degli operai interna e con mezzi propri nella manutenzione del verde. Siamo a buon punto e addirittura nei grandi parchi siamo al terzo passaggio. Sono iniziati da un paio di settimane anche gli interventi sui polloni alla base degli alberi dei viali grazie alla collaborazione stretta con Anconambiente e nelle ultime ore è stato eseguito lo sfalcio nell’area di sgambatura dei cani e nella pista ciclabile”. Mostra ottimismo il primo cittadino ed afferma: “C’è ancora molto da fare ma la strada è quella giusta”

“Lavori a costo zero”

“Rispetto all’anno scorso siamo in ampio anticipo se si considera che al Parco Regina Margherita l’erba fu tagliata a fine maggio e che i polloni vennero tagliati dopo il nostro insediamento a luglio”. Entra poi nel merito della questione economica, ed affonda nei confronti della passata amministrazione.  “L’anno scorso furono impegnati 70 mila euro per un incarico diretto esterno, quest’anno i lavori vengono eseguiti a costo zero e sostenuti con la forza lavoro interna. Nei prossimi mesi la squadra verrà incrementata con l’innesto di due operai a tempo determinato, nel frattempo gli operai stanno lavorando con doppio turno”.

Sempre attraverso il social network americano l’annuncio che presto ci saranno interventi per le due fontane dei parchi “Soluzioni definitive grazie alla sostituzione delle pompe per il riciclo dell’acqua”.

Questione “Volontari”

Sembrerebbe vicina la svolta per l’impiego di volontari: secondo quanto affermato dal primo cittadino l’Amministrazione avrebbe sistemato la questione della copertura assicurativa. “Presto vi chiederemo la disponibilità a collaborare per rendere la città più accogliente”.

 

FABRIANO RUGBY / DIECI ANNI DI SPORT ED UN CAMPO SPORTIVO PER RICORDARE CRISTIAN ALTERIO

Un campo per Cristian

 

FABRIANO, 20 maggio 2018“La casa” del Fabriano Rugby intitolata a Cristian Alterio. Da ieri sera è ufficiale: il campo del Borgo in via  Romagnoli sarà il Campo Cristian Alterio. Un percorso arrivato a conclusione dopo il via libera del Prefetto di Ancona, che ha accettato la richiesta del Fabriano Rugby di intitolare il campo ad un amico ed uno dei primi a mettersi in gioco con la palla ovale. 10 anni fa.

E proprio ieri con l’intitolazione del campo sono arrivate a conclusione gli eventi dedicati ai primi 10 anni della società del Presidente Pascal Antoine, che ha voluto ricordare l’importanza di un gruppo cresciuto negli anni e che ancora deve crescere per arrivare a conquistare traguardi futuri ed ambiziosi.

Alla intitolazione presenti il Vescovo emerito Monsignor Vecerrica (che già 10 anni fa benedì il primo campo da gioco ed inaugurò la struttura del borgo attualmente utilizzata), il Presidente del Comitato Rugby Marche Maurizio Longhi, l’Ingegner Francesco Merloni ed ovviamente la Famiglia di Cristian Alterio.

“Siate pellegrini e non vagabondi”, ha spiegato Monsignor Vecerrica, parlando della centralità dello sport. Perno della vita anche per l’Ingegner Merloni, che ha parlato con affetto della palla ovale lodando l’impegno messo in campo dal Presidente Antoine. “Sport e rugby come funzione educativa – ha spiegato l’Ingegnere –  avvicina ed accomuna ad una passione e li allontana dalle problematiche sociali e dalla strada”. Ha parlato di “passi nella giusta direzione” il Presidente del Comitato marchigiano Longhi, che ha salutato affermando che “Ci saranno sicuramente altre occasioni per festeggiare traguardi sportivi”. Presenti anche il Sindaco Santarelli e l’Assessore allo sport Francesco Scaloni. Alla festa presente anche il Presidente della consulta dello sport fabrianese Leandro Santini.

Commosso il ricordo dei capitani del Fabriano Rugby che hanno accompagnato in campo la passione di un compagno di squadra che “ha passato la palla troppo presto”. Presente anche il Vespa Club di Fabriano, che ha voluto ricordare un compagno di “scorribande” su due ruote, ricordando anche che quelle iniziali “C.A.” contenute nel logo sono il tributo ad amico ben voluto da tutti.

Commosso il ringraziamento della famiglia di Cristian, con padre, madre e sorella presenti. A parlare il padre, Cosimo, che ha raccontato l’emozione del progetto partito dalla società per intitolare il campo a Cristian. “Un gesto di questo tipo sta a significare che hai lasciato qualcosa a tante persone. Un gesto che ci sta a cuore e non finiremo mai di ringraziare la famiglia del Fabriano Rugby perché potrò vedere il nome di mio figlio tutti i giorni”.

Una festa, una giornata di sole, rugby e passione. Subito il campo con 6 squadre a confrontarsi per conquistare il terzo “Memorial Cristian Alterio”. Fabriano con due squadre, poi Jesi, Macerata, Fano e Gubbio. Due gironi all’italiana e poi le fasi finali con la vittoria finale del Macerata sugli umbri di Gubbio. Terzo e quarto posto conteso tra Fano e Jesi, con quest’ultimi a prevalere. Quinto e sesto posto confronto tra le due squadre fabrianesi. Più che una finale “decisiva” una finale folle dove ci sono stati cambi di maglia, superiorità numeriche e tante stranezze per una festa vera e propria in campo.

Qualche attimo di pausa e poi l’atteso confronto tra la Senior e le Vecchie Glorie. Anche in questo caso partita giocato per il gusto dello spettacolo e con la voglia di ritrovarsi in campo dopo tanto tempo. Ancora una volta insieme. Ancora una volta con la palla ovale a legare tutti.

Poteva mancare il terzo tempo? Assolutamente no, perché la musica è stata assoluta protagonista con i Petty di Pollon ed i Motozappa. Un momento per ricordare anche il legame che Cristian aveva con le sette note, visto che ha prestato la sua passione musicale di bassista con la band di rock agromenziale. Il sogno del Fabriano Rugby di diventare grande continua. Impegno sportivo, costanza e dedizione: questi i cardini della crescista futura, con il desiderio di affermarsi in tutte le categorie e di creare un gruppo ancora più grande.

FABRIANO / UN CONSIGLIO STRAORDINARIO PER LAVORO E SANITÀ

La proposta del consigliere di Fabriano Progressista

 

FABRIANO, 20 maggio 2018 – Lavoro e sanità restano all’ordine del giorno nella città della carta. Ultimo campanello d’allarme la possibilità esuberi all’interno del gruppo Whirpool, che potrebbe coinvolgere però tutti gli stabilimenti del gruppo americano e le criticità di pediatria che porteranno ad un presidio sabato prossimo.

Ecco arrivare la proposta del Consigliere di Fabriano Progressista Andrea Giombi: un consiglio comunale straordinario per cercare di muovere le tessere in direzione del riconoscimento di area ci crisi complessa per quanto riguarda il lavoro e di area vasta montana per quanto riguarda la sanità

“Il diritto al lavoro ed il diritto alla salute rappresentano gli indicatori per stabilire quale è il futuro di un territorio – Spiega così Giombi l’idea, con gettoni di presenza del civico consesso in questione da destinare al sociale– questo anche considerando le dichiarazioni del Sindaco in merito alle difficoltà del riconoscimento del fabrianese come Area Sociale di Crisi Complessa, e considerate le recenti notizie sul futuro di Whirpool, e ritenuta la costante difficoltà di permanenza reale del nostro Ospedale ritengo che sia doveroso indire un Consiglio Comunale straordinario nel quale il Comune”.

Consiglio dove siano all’ordine del giorno la “necessaria rivendicazione” per il territorio del fabrianese dello status di area di crisi complessa e la richiesta di area vasta montana, o alternativamente  una differente regolamentazione delle attuali, per garantire, come previsto dallo statuto regionale, un’equa distribuzione del servizio sanitario in considerazione della morfologia del territorio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

FABRIANO / SPACCANO UNA PORTA FINESTRA, RUBANO GIOIELLI E POI SCAPPANO

FABRIANO, 19 maggio 2018 – Ancora una volta via don Minzoni. Ancora una volta una casa presa di mira, ma questa volta un misero bottino: poche centinaia di euro.
Il colpo all’ora di cena 
Presa di mira una casa al piano terra (proprietari assenti). Ignoti hanno forzato l’accesso e messo a soqquadro per intero l’abitazione, trovando pochi preziosi.
Una ricerca febbrile, che però ha portato ad un magrissimo bottino.
 
Amaro il rientro a casa dei proprietari, che hanno denunciato il fatto alle forze dell’ordine che stanno indagando per risalire agli autori del furto.

FABRIANO / LA NOTTE DEI MUSEI È JAZZ: LA PINACOTECA TRA MUSICA ED OPERE D’ARTE

L'esterno della pinacoteca fabrianeseFABRIANO, 19 maggio 2018 – Torna la notte dei musei. Fabriano e Sassoferrato in prima linea per celebrare la giornata dedicata alla cultura. Per rendere onore questa ricorrenza appuntamento alle ore 17: visita guidata con il professor Giampiero Donnini. Un viaggio nella cultura fabrianese guidati da uno dei più colti ed intensi divulgatori d’arte italiana.

Ore 21,15: Concerto del FabriJazz Quintet. In scena in pinacoteca “scenderanno in campo” Marco Agostinelli al sax, Paolo Del Papa al trombone, Francesco Ascani alla chitarra, Pierpaolo Chiaraluce al contrabbasso e Roberto Bisello alla batteria.

Sempre alle 21.15 esplorazione al buio della Pinacoteca. I bambini dai 4 anni in su infatti potranno visitare la collezione della Pinacoteca.

Prezzi della giornata

Ingresso residenti nel Comune di Fabriano: gratuito. Ingresso non residenti nel Comune di Fabriano: € 5. Visita guidata: € 2. Visita guidata serale per i bambini: € 2. Ingressi a pagamento anche per quanto riguarda le strutture museali sentinati.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

FABRIANO / RUBAVANO PER COMPRARSI LA DROGA: 3 GIOVANI DEL POSTO DENUNCIATI

FABRIANO, 19 maggio 2018 – 3 ragazzi di Fabriano, di 26, 23 e 22 anni denunciati per furto aggravato e continuato.

La denuncia dei Carabinieri

I fatti risalgono al 22 aprile scorso, quando i 3 hanno compiuto un furto presso il supermercato del centro commerciale “Il Gentile”. In pieno giorno è stato rubato un televisore da 32 pollici, riuscendo a farlo passare senza pagarlo attraverso la cassa automatica.

Solo dopo diverse ore la scoperta da parte degli operatori del centro commerciale dell’ammanco e successiva immediata denuncia.

Pochi giorni prima, presso il dopolavoro ferroviario, i giovani si erano introdotti sfondando la porta a vetro dell’ingresso asportando un televisore da 70 pollici. In quell’occasione però erano state recuperate tracce biologiche riconducibili ad uno dei tre, dato che secondo le indagini uno dei tre si sarebbe ferito al momento dell’irruzione.

I giovani poi sono stati pizzicati dalle telecamere del centro commerciale, ed i tre messi alle strette hanno confessato anche il furto presso il dopolavoro ferroviario. Inoltre i tre avrebbero lasciato intendere che il denaro raccolto con la vendita della refurtiva (mai recuperata) sarebbe stato investito per comprare sostanze stupefacenti.

I tre infatti erano già noti alle forze dell’ordine come assuntori – anche di droghe pesanti – di sostanze stupefacenti.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

FABRIANO / CONTRO IL GIOCO D’AZZARDO ARRIVANO GLI SLOT MOB

“Non giocarti anche la vita”

 

FABRIANO, 19 maggio 2018 – Dopo Cerreto d’Esi e Sassoferrato gli Slot Mob arrivano anche nella città della carta. Atto di “rinuncia” alle slot machine legato al progetto di prevenzione del Gioco d’Azzardo Patologico “Tuttingioco”, e che ha visto scendere in campo scuole, associazionismo e la cittadinanza in modo più ampio possibile.

Un progetto nato dall’esigenza di mettere al centro i ragazzi, per istruirli e per renderli consapevoli. Affinché il “marketing dell’azzardo” e la penetrazione del fenomeno possano essere contrastate.

Musica, cartelloni, finti gratta e vinci e messaggi per ricordare che “Più giochi più perdi”.

In città giocati 21.4 milioni d’euro

Una media (considerando i 31.212 abitati al 2016) di 685 euro a persona.  A Sassoferrato, 7.177 abitanti, le giocate ammontano a 4.6 milioni di euro, 641 euro pro capite. A Genga, 1.781 abitanti, le giocate toccano quota 1.36 milioni di euro, 764 euro le giocate pro capite. A Cerreto d’Esi 3.736 abitanti e 1.29 milioni di euro, 344 euro pro capite. Senza dimenticare 291 apparecchi in funzione in bar e tabaccherie.

La mobilitazione per sensibilizzare la cittadinanza ha visto partecipare attivamente circa 1.000 ragazzi delle scuole del comprensorio , e che nella giornata di oggi ha visto la sua concretizzazione. Due i locali coinvolti: il Wooden Bar lungo corso della Repubblica ed il Bistrot l’Angoletto in piazza Quintino Sella.

Un momento di convivialità contro le slot machine, partito intorno le 9 di questa mattina e che ha visto i ragazzi protagonisti con opere collegate al pericolo del gioco d’azzardo. E poi giochi ed animazione per una giornata che ha messo al centro la prevenzione contro una dipendenza trasversale.

Un folto numero di studenti si è dato da fare questa mattina per ricordare i rischi del gioco, che può trasformarsi in patologia in situazioni di marginalità.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

FABRIANO / IL CALCIO È SOLIDALE: DOMENICA IN CAMPO LIFE E NAZIONALE ATTORI

Calcio d’inizio con gli alunni delle medie alle 14

 

FABRIANO, 19 maggio 2018 – Il conto alla rovescia è praticamente finito, ed i cancelli dello stadio “Aghetoni” di Fabriano sono pronati ad accogliere un pomeriggio di solidarietà e sport. Una manifestazione organizzata dall’Associazione 4 maggio 2008, attiva da 10 anni, e che combatte attivamente contro la problematica legata all’uso ed abuso di sostanze stupefacenti. Associazione che cerca di contrastare il fenomeno alla radice.

Una partita – ingresso 5 euro – che vedrà la partecipazione della Nazionale Attorie e della Life Ritorno alla vita, formazione nata dalla determinazione di Flavio Falzetti (ex calciatore e direttore sportivo sconfitto dopo oltre 10 anni di lotta contro il cancro nel 2013) per cercare di sensibilizzare e promuovere gli investimenti sulla prevenzione nello sport, vera arma di lotta contro le malattie. Presente anche Monia Falzetti, sorella di Flavio.

L’intero incasso sarà devoluto all’opera di prevenzione della Associazione 4 maggio 2008.

Life Ritorno alla Vita

Ma prima della grande sfida tra Life e Nazionale Attori, ecco che alle ore 14 scenderanno i ragazzi delle scuole medie di Fabriano e Cerreto per un mini torneo. Solo dopo la loro partita (ore 16 circa) che metterà gli scarpini ai piedi dei tanti protagonisti. Ricca di atleti di livello la squadra allenata da Mancini Senior, Aldo, che scenderà in campo domani. Francesco e Stefano Massi, Roberto Bordin (ex Napoli ed Atalanta e recentissimo ex allenatore dei moldavi dello Sheriff Tiraspol, con i quali ha vinto il campionato), l’ex difensore di Como, Pescara e Sambenedettese Daniele Gregori, Maurizio Coltorti, il vice di Fabio Grosso al Bari Valeriano Recchi e Gianluca Longo ex giocatore del Bari).

Nazionale Attori

Tra i primi a dire di “Sì” dalla nazionale attori Francesco Giuffrida: “Sono contento ed emozionato, non vedo l’ora di essere presente allo Stadio Aghetoni e a breve vi annunceremo la rosa completa. Noi ogni anno facciamo dalle 15 alle 20 partite per sostenere chi ha bisogno del nostro aiuto. Questo è quello che facciamo da più di 40 anni e lo facciamo con passione”. Poi l’ex Gatto del Vicolo dei Miracoli Franco Oppini, che attraverso un video ha fatto sapere la propria gioia nell’essere domani a Fabriano. “Scenderemo in campo per dare un sostegno all’Associazione 4 Maggio 2018. Noi, Nazionale Cantanti, ci saremo”.

Saranno inoltre presenti il Coro Akademia e la Banda di Fabriano, gli Sbandieratori e Musici di Fabriano, le atlete della Faber Ginnastica Fabriano e gli operatori de “La Valigia delle Meraviglie”. A condurre il pomeriggio Marco Moscatelli con Micaela Belelli.

Prevendite ancora aperte in molti esercizi commerciali di Fabriano e Cerreto d’Esi, così come possibile acquistare il biglietto al botteghino dello Stadio “Aghetoni”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA 

FABRIANO / UN PRESIDIO PER DIFENDERE PEDIATRIA

L’iniziativa organizzata da Associazione Fabriano Progressista

 

FABRIANO, 19 maggio 2018 – Il reparto di Pediatria del “Profili” continua ad essere al centro dell’attenzione. Dopo le preoccupazioni del Comitato arrivate dopo l’analisi del primo cittadino, ecco arrivare  la mobilatazione di Associazione Fabriano Progressista: un presidio davanti all’ingresso ospedale per rivendicare il diritto alla salute del comprensorio fabrianese.

26 maggio a partire dalle ore 9.30

Parte subito all’attacco A.F.P. , che punta il dito contro le politiche della Regione. “Politica sanitaria deficitaria, che persevera nel penalizzare gravemente il diritto alla salute del territorio fabrianese. A nulla è servito il grido di allarme lanciato da migliaia di cittadini con la petizione consegnata lo scorso anno al Presidente Ceriscioli. Le sue rassicurazioni pronunciate a Fabriano nella recentissima campagna elettorale sono vuote e lontane dalla realtà dei fatti”. Una critica che prosegue, e che parla di servizi ospedaliari messi in difficoltà dal “Cronico sottodimensionamento degli organici, le ormai strutturali lacune delle sedi di molti reparti e la sottostima dei danni prodotti dalla contingenza sismica”.

Attacco che prosegue, e che racconta anche altre difficoltà. “Gravissimi sono i ritardi relativi alla refertazione delle analisi, spedite per lo più ad altri ospedali, incluse le biopsie fondamentali ai fini di eventuali rapidi interventi chirurgici. In pediatria un solo medico in servizio non può certo garantire nè guardia nè reperibilità, il che inevitabilmente comporterà la chiusura del punto nascita. E si potrebbe continuare con tanti altri esempi di inefficienze e disservizi, come il notevole aumento delle liste d’attesa, ampiamente noti alla cittadinanza che vede quotidianamente insoddisfatte o ritardate aspettative e speranze di tempestivi e adeguati interventi. Chi governa questa città si preoccupa forse delle condizioni in cui versa il diritto alla salute dei cittadini fabrianesi? Chi amministra e gestisce una situazione tanto deficitaria, se non fallimentare, è consapevole di quanto accade nella sanità fabrianese? non dovrebbe trarne le debite conseguenze?”.

Il sostegno del Coordinamento per la salvaguardia del “Profili”

Attenzione che segue quella espressa dal Coordinamento per la salvaguardia dell’Ospedale, e proprio attraverso i canali social il Coordinamento ha confermato di aderire alla manifestazione promossa dall’Associazione Fabriano Progressista in programma sabato 26 maggio. “Ricordiamo che Fabriano rischia concretamente di perdere un reparto fondamentale per la cura dei nostri figli – scrivono – inoltre l’attenzione del coordinamento è alta soprattutto in merito all’imminente futuro  dell’intera struttura”.

Appello alla cittadinanza

“Lanciamo un appello a tutta la cittadinanza e ai medici di base – le ultime parole del Coordinamento – affinchè partecipino numerosi all’iniziativa. Una città senza servizi sanitari, gravissima carenza che si aggiunge alla crisi economica e occupazionale è una città che procede ulteriormente verso il declino. Abbiamo il dovere morale di difendere la nostra struttura”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LETTERE & OPINIONI / FORZA ITALIA: “FABRIANO A 5 STELLE CADENTI”

FABRIANO, 18 MAGGIO 2018 – Abbiamo fatto un giro per la città ed alcune frazioni, su segnalazioni che ci sono giunte da diversi cittadini. Abbiamo scattato flash e istantanee che documentano in maniera inequivocabile il livello di degrado e di incuria in cui versa la nostra povera Fabriano e li vogliamo sottoporre all’attenzione dei lettori, senza bisogno di fare lunghi commenti.

Le immagini si sa, si commentano da sole.

Una cosa però la vogliamo dire: dopo il ventennio sinistroide era difficile immaginare una città migliore, ma la propaganda pentastellata che ormai da un anno “amministra su facebook” le vicende del Comune ci aveva fatto sperare in una svolta stellare.

Noi in realtà ci saremmo accontentati di vedere un po’ di ordinaria amministrazione, una città ordinata e possibilmente pulita, senza invidia per le buche della Capitale.

Peccato che di stelle se ne vedono ben poche! Non ne pretendevamo cinque ma almeno in due o tre ci speravamo. O forse ci siamo sbagliati vocale: di questo passo Fabriano potrà diventare, a pieno diritto, la città a cinque stalle.

 

Coordinamento Forza Italia Fabriano