Genga

GENGA / IN 200 DA FABRIANO InACQUARELLO PER DIPINGERE IL TERRITORIO

GENGA, 9 maggio 2018 – Il territorio e le bellezze del territorio gengarino come ispirazione per circa 200 acquarellisti provenienti da tutto il mondo. Martedì infatti tappa di Fabriano InAcquarello a Genga, per una uscita di pittura live con artisti da ben tre continenti: Asia, Europa e Sud America.

Immancabile, poi, la visita all’interno delle Grotte di Frasassi per circa un centinaio di acquarellisti che ne hanno approfittato per ritrarre i particolari migliori del noto complesso ipogeo. Protagoniste le sale più suggestive: Abisso Ancona e Sala Candeline. Cavalletti posizionati ovunque e tavolozze dei colori in mano, sulle tele hanno subito cominciato a prendere forma le rappresentazioni più variegate. Dalla splendida vista che s’affaccia dal Castello di Genga sulla Gola di Frasassi all’affascinante posizione della Chiesa San Vittore alle Chiuse sovrastata dalle vette alle sue spalle.

Molti i curiosi e i passanti che si sono soffermati ad osservare gli artisti alle prese con i strumenti del mestiere.

Conclusa con una trasferta l’esperienza della nona edizione di Fabriano InAcquarello, che ha visto numeri da record. Più artisti presenti in città, più artisti a catalogo ed un numero di acquarelli che rimarranno in esposizione fino a fine maggio (solo nei week end).

GENGA / PONTE DEL PRIMO MAGGIO: LE GROTTE TOCCANO 8.600 PRESENZE

GENGA, 2 maggio 2018 –  Oltre 8mila presenze. Da sabato 28 aprile a martedì 1 maggio le Grotte di Frasassi raggiungono 8.600 ingressi.

Circa 3.600 in più rispetto all’anno scorso

La performance del lungo ponte di maggio è stata più che buona. Turisti arrivati da tutte le Marche e dal centro Italia. La Gola di Frasassi si conferma quale meta turistica che riesce a coinvolgere più target: dai giovani che amano immergersi nella natura e in lunghe escursioni nei tanti percorsi naturalistici del comprensorio, agli adulti più dediti alla visita nei luoghi d’arte.

Buona performance anche per le strutture ricettive del territorio, trattorie e ristoranti.

Di seguito il dettaglio sui dati di affluenza

Nel giorno del 1 maggio c’è stato un incremento del 16% rispetto al 2017, passando da 2.031 ingressi a 2.361. Sabato sono stati 1.483 i turisti che hanno scelto le Grotte di Frasassi, contro i 791 dell’anno scorso. Praticamente il doppio. Mentre domenica sono stati staccati 2.515 biglietti rispetto ai 1.875 del 2017: +34%.

GENGA / DEMOLITO LO SPERONE DI ROCCIA, CAMBIA IL VOLTO DEL TERRITORIO

GENGA, 22 aprile 2018 – I vigili del fuoco sono intervenuti nella giornata di oggi (22 aprile) nel comune di Genga in località Pontechiaradovo per assistenza e ricognizione con droni alla demolizione di uno sperone di roccia instabile.

Le operazioni di verifica sono iniziate ieri (21 aprile) con il monitoraggio della parete di roccia e dell’area limitrofa con il personale S.A.P.R. (Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto) dei vigili del fuoco che sono servite nella pianificazione e sicurezza dell’intervento.

Le operazioni sono state coordinate dalla Prefettura di Ancona e ha visto partecipe la Regione Marche, Gruppo Ferrovie dello Stato e tutte le forze dell’ordine e di Protezione Civile.

Per la demolizione della roccia sono state usate delle cariche esplosive a cura di una ditta specializzata a cui sono seguite verifiche su tutta l’area sia da terra che dai droni VVF al fine di verificare lo stato dei luoghi e delle infrastrutture presenti a fine operazioni. La linea ferroviaria sottostante della tratta Ancona – Roma è stata chiusa per tutta la durata dell’intervento.

Piccolo inciso: oggi è la Giornata della Terra. Si dovrebbe festeggiare la salvaguardia dell’ambiente.

GENGA / OGGI LA DEMOLIZIONE DELLO SPERONE DI ROCCIA

GENGA, 22 aprile 2018 – Verrà demolito oggi lo sperone roccione lo sperone roccioso tra le frazioni di Palombare e Mogiano. Le operazioni scatteranno a partire dalle ore 10 circa, con termine previsto entro le ore 18. La demolizione avverrà attraverso cariche esplosive.

Le circa 20.000 tonnellate dello sperone del monte San Pietro sono state attenzionate dopo la serie di eventi sismici del 2016. Al termine di una serie di valutazioni ed analisi, la decisione di procedere alla demolizione dello sperone, passo che ha scatenato le ire di alcune associazioni ambientaliste.

La Prefettura di Ancona, che ha coordinato la predisposizione delle misure preliminari, provvederà al coordinamento delle operazioni di messa in sicurezza nell’ambito del Comitato operativo comunale, che si riunirà a Genga.

Per consentire lo svolgimento delle operazioni in condizioni di sicurezza, il Comune di Genga ha adottato una ordinanza a tutela della pubblica incolumità di divieto di accesso di persone non autorizzate e di sgombero delle abitazioni presenti nell’area circostante la massa rocciosa.

Residenti fuori dalle abitazioni

Dalle 6 di questa mattina e fino alle 18, è stata emanate una ordinanza di temporaneo allontanamento degli abitanti delle frazioni comprese nella zona rossa. Un provvedimento messo in atto dal Comune di Genga per consentire lo svolgimento delle operazioni in condizioni di sicurezza. Previste limitazioni a sosta e fermata anche lungo la strada comunale Pontechiaradovo – Falcioni.

Limitazioni e cancellazione dei treni

Dalle 9 di questa mattina, fino al termine delle operazioni, i treni lungo la direttrice Roma – Ancona subiranno ritrardi o cancellazioni nel tratto compreso tra Albacina e Serra San Quirico.

 

GENGA / MARTEDÌ ARRIVANO LE TELECAMERE DI PICCOLA GRANDE ITALIA TV

Un viaggio nel cuore della bellezza

GENGA, 21 aprile 2018 – Un mese fa furono le telecamere della Rai ad entrare dentro le Grotte di Frasassi, per raccontarne la meraviglia grazie alla diretta testimonianza degli speleologi scopritori. Adesso sarà il turno della società di produzione video Piccola Grande Italia Tv, che si occupa di costruire documentari sulle bellezze del nostro Paese.

Alla scoperta del borgo si Genga e Frasassi, passando per le grotte ed i monumenti che punteggiano questo territorio.

Così martedì Frasassi sarà nuovamente un suggestivo scenario naturale per il documentario che ne racconterà la storia e la bellezza. La notizia delle riprese imminenti ha già fatto il giro del borgo, e la cittadinanza sarà pronta ad accogliere la troupe con il consueto entusiasmo e calore.

Il format

Piccola Grande Italia è il format televisivo dedicato ai borghi e alle città che, molto spesso, sfuggono ai grandi flussi turistici ma che fanno del territorio nazionale un posto unico e apprezzato in tutto il mondo. Il telespettatore viaggerà tra i decori delle chiese e dall’ospitalità delle piazze, gli sembrerà di gustare i piatti della tradizione e di sentire il suono delle voci fra i vicoli di sanpietrini.

Tutti i programmi prodotti sono ospitati sui Canali Satellitari della piattaforma SKY – free to air, su Class Horse TV, su RAI International, su TV Sat e sul Digitale Terrestre con una programmazione mirata, negli orari più adatti in modo da agevolare la visione ad un pubblico variegato.

La dimensione europea dei canali free to air fa sì che Piccola Grande Italia Tv abbia un taglio internazionale. I contenuti sono tipici della nostra penisola, ma nel contempo rivolti all’intero palcoscenico europeo con programmi sottotitolati in inglese o con doppio audio.

GENGA / RITROVATA PRIVA DI VITA DONNA DI CAGLI SCOMPARSA

FRONTONE, 20 aprile 2018 – Epilogo drammatico per le ricerche della donna di Cagli, scomparsa nella notte. Le Ricerche si erano concentrate nella zona compresa tra Genga, Arcevia e Frontone (a poche chilometri da Cagli), dove purtroppo è stata ritrovata priva di vita nella tarda mattinata di oggi.

Luogo del ritrovamento una zona impervia

L’allarme è stato lanciato dalla famiglia della donna, poco dopo le una di questa notte dopo l’allontanamento a bordo della sua autovettura. Inutili le molte chiamate della famiglia, tutte senza risposta.

Subito le ricerche, che hanno coinvolto forze dell’ordine e vigili del fuoco. I segnali provenienti dal cellulare della donna l’avevano segnalata (e quindi agganciata) appunto in una zona compresa tra il territorio gengario, Arcevia e la città di origine della donna.

Il ritrovamento è stato fatto poco prima delle 11 da parte dei Carabinieri, che hanno trovato la donna priva di vita all’interno della sua autovettura. Ancora da definire le cause del decesso.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

FABRIANO / DALLA FONDAZIONE MERLONI 25 BORSE DI STUDIO PER GLI STUDENTI DEL “MERLONI-MILIANI”

Le domande entro il 9 maggio

FABRIANO, 16 aprile – La Fondazione Aristide Merloni ha indetto la nuova edizione del Bando di Concorso per l’assegnazione di 25 Borse di Studio riservate agli studenti più meritevoli dell’Istituto Industriale Statale “Merloni-Miliani” di Fabriano, una tradizione che continua da più di trent’anni.

Tra i requisiti principali la media dell’”8”

Il Bando della Fondazione Aristide Merloni premierà gli studenti meritevoli dell’Istituto: per partecipare, è necessario essere iscritti per l’a.s. 2017/2018 all’Istituto e aver ottenuto una media non inferiore agli otto decimi se già iscritti all’IIS “Merloni – Miliani”, o di Ottimo per la licenza media, nel corso dell’a.s. 2016/2017. Le domande di partecipazione vanno redatte in carta semplice e firmate da un genitore o da chi ne fa le veci: per partecipare alla selezione, dovranno pervenire presso la Segreteria dell’Istituto “Merloni-Miliani“, Largo Salvo D’Acquisto, 60044, Fabriano.

Alla domanda dovranno essere allegati: certificato di residenza, stato di famiglia, ISEE relativo alla dichiarazione dei redditi 2016, certificato in carta semplice attestante che il candidato alla borsa di studio è stato promosso con media non inferiore agli 8/10.

Ultimo tassello: una dichiarazione che attesti che il ragazzo in questione non abbia già usufruito di una borsa di studio per l’anno scolastico 2016/2017

La cerimonia di consegna avverrà ad inizio giugno. La cerimonia dello scorso anno è stata l’occasione per approfondire i progetti realizzati dagli studenti dell’Istituto, come la ricerca sui microconnettori da cui è stato realizzato un guanto per controllare a distanza sistemi di sorveglianza.

VALLESINA / SCIAME SISMICO CONTINUA, NUOVA SCOSSA 3,6

VALLESINA, 12 aprile 2018 –  Nuova scossa di terremoto poco fa, attorno alle 15,40  avvertita in diverse parti del bacino della Vallesina.

L’intensità è di 3,6 e l’epicentro è sempre nella zona di Muccia con ipocentro profondo 10 km.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

GENGA / SMALTITI ILLECITAMENTE FUSTI METALLICI CON SOSTANZE PERICOLOSE, INDAGINI DEI CARABINIERI FORESTALI

GENGA, 7 aprile 2018 – Nei giorni scorsi i carabinieri Forestali del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale Agroalimentare e Forestale di Ancona e della Stazione CC Forestale di Genga Frasassi hanno sequestrato un’area di circa 1000 metri quadrati, nella quale durante i lavori di rifacimento del viadotto della Strada Provinciale vecchia, in località Valtreara in Comune di Genga, sono stati rinvenuti 5 fusti metallici contenenti sostanze pericolose, tra cui alta percentuale di Cromo esavalente.

Sono in corso gli accertamenti per verificare i responsabili dello smaltimento illecito, la presenza di ulteriori contenitori interrati. In corso anche i lavori di messa in sicurezza dell’area da parte della ditta Astaldi, con la supervisione dei tecnici del Dipartimento Provinciale dell’ARPAM di Ancona.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LETTERE & OPINIONI / PASQUA DA RECORD PER LE GROTTE DI FRASASSI

Il weekend di Pasqua porta a Frasassi 2mila visitatori in più rispetto l’anno scorso

 

GENGA, 3 Aprile 2018 – Non era scontato migliorare il dato, già buono, raggiunto a Pasqua 2017. Eppure le Grotte di Frasassi non solo confermano l’attrattiva turistica, ma addirittura incrementano considerevolmente il numero di presenze. Infatti dai 5.753 visitatori del 2017 si è passati ai 7.717 di quest’anno. Un risultato importante che pone nuovamente il sito di Frasassi quale volano del turismo regionale.

Affluenza da +34% per il maggior sito turistico delle Marche

Nello specifico si conferma la giornata di Pasquetta quella più gettonata per le escursioni e le visite alle Grotte, con 3.236 presenze registrate quest’anno contro le  2.763 dell’anno scorso (+17,1%). Segue la giornata di Pasqua: 1.675 visitatori quest’anno e 1.509 nel 2017 (+11%). Il forte traino del weekend è stata certamente la giornata di sabato che quest’anno ha addirittura raddoppiato le presenze: 2.064 rispetto i 1.045 dell’anno scorso (+97,5%). Infine il venerdì ha contato 742 biglietti staccati, contro i 436 dell’anno precedente. Inoltre un dato importante lo fa segnare la biglietteria online di Ticketone, che ha venduto ben 400 biglietti, di cui una parte proviene addirittura dalla pagina Facebook ufficiale delle Grotte di Frasassi nella cui home è stato approntato il tasto “Acquista ora” con l’invio diretto al sito di Ticketone.

Il Consorzio Frasassi esprime soddisfazione

Nonostante le numerose presenze, l’organizzazione e l’efficienza del personale impegnato (dalla biglietteria, all’ingresso, fino alle guide per le visite lungo il percorso interno alle Grotte) ha garantito lo scorrimento del flusso in ogni suo snodo principale, senza intoppi e scongiurando le lunghe attese che in questi casi possono essere del tutto fisiologiche.

Dunque un weekend che ha portato sicura soddisfazione al Consorzio Frasassi, e al territorio circostante, che dall’inizio del nuovo anno ha visto incrementare sensibilmente il numero di visitatori. Soddisfazione è stata espressa anche dai ristoratori e dagli esercenti della zona che hanno potuto toccare con mano l’incremento di visitatori, e quindi dell’indotto generato.

E la bella stagione è solo all’inizio. Infatti la primavera a Frasassi vuol dire turismo. E con il primo sole sono tornate anche le scuole, confermando il “claim” che definisce le Grotte di Frasassi la “Capitale del turismo scolastico”.

Consorzio Frasassi