Bassa Vallesina

CHIARAVALLE / PARTONO I LAVORI DI MANUTENZIONE DELL’OSPEDALE

CHIARAVALLE, 25 maggio 2018 – Lunedì 28 maggio inizieranno i lavori di manutenzione presso la struttura sanitaria di Chiaravalle.

Lo comunica l’assessore regionale Manuela Bora, in stretto contatto con la direzione dell’Area Vasta 2. “Abbiamo avuto certezze che gli interventi partiranno subito per superare le criticità rilevate e offrire ai cittadini una realtà adeguata alle necessità del territorio – afferma l’assessore – La struttura di Chiaravalle deve continuare a garantire servizi appropriati, confermando la propria importanza strategica. Verranno investite le risorse necessarie, sia in termini strutturali che di apporti professionali”.

Gli interventi che inizieranno la settimana prossima riguarderanno il rifacimento del servizio igienico per i disabili nella zona del pronto soccorso, le tinteggiature e la muratura del magazzino esterno. Sono state poi avviate anche le procedure per la riqualificazione e la riorganizzazione dei locali e ambulatori del presidio ospedaliero Montessori di Via Rosselli, per un importo di 300 mila euro destinato a migliorare i servizi offerti (il primo piano, in disuso, verrà adibito ad ambulatori specialistici, verrà riqualificata anche la localizzazione del 118).

Per le attività dei servizi di diagnostica per immagini, si stanno attivando tutte le procedure per la sostituzione di un tecnico da poco in gravidanza e, nel frattempo, il servizio viene garantito, in attesa delle procedure amministrative necessarie, con altro personale tecnico in servizio nella stessa Area Vasta.

Gianluca Fenucci

CHIARAVALLE / GRAZIE ALLE AMMINISTRATIVE IL PRESIDENTE CERISCIOLI SI RICORDA DEL NOSTRO OSPEDALE

CHIARAVALLE, 25 maggio 2018 – “Grazie alle elezioni comunali del 10 giugno prossimo il presidente della regione Marche si ricorda del nostro ospedale”. Così sintetizza la Lista Civica Chiaravalle Domani per la riconferma di Damiano Costantini a Sindaco di Chiaravalle.

Numerosi sono stati gli incontri, in questi anni, effettuati dalla Giunta Costantini con il Direttore di Area Vasta e il Direttore di Distretto territoriale.

Costanti sono stati i confronti con gli operatori della struttura affinché questa venisse tutelata, vedesse ampliati i servizi per il territorio e venissero risolte le criticità. Dopo la chiusura del Punto di Primo Intervento voluto da Enti sovracomunali, grazie al costante lavoro effettuato da questa Amministrazione di concerto con il fondamentale ruolo della dott.ssa Balzani dell’ASUR siamo riusciti ad attivare il PAT (Punto di Assistenza Territoriale) per la gestione delle piccole “emergenze”.

Ma ci sono molte problematiche che l’Asur e la Regione Marche devono risolvere, non solo in termini di servizi per la cittadinanza e di personale, ma anche in termini di manutenzione della struttura.

A seguito dei numerosi sopralluoghi effettuati dall’Amministrazione abbiamo più volte segnalato alle dirigenze gli inconvenienti e da anni attendevamo gli interventi. Parliamo di lavori che garantiranno l’igiene e la sicurezza degli operatori, dei malati e dei familiari. Nella RSA, infatti, non sono funzionanti i relativi servizi igienici e manca addirittura la fornitura dell’acqua. Lo stesso dicasi nel Punto Assistenza Territoriale (ex punto di primo intervento) i cui bagni al pubblico sono oramai da anni chiusi. Alcuni ambulatori recano uno stato di incuria, allo stesso modo un immobile adiacente alla struttura ospedaliera si presenta in pessime condizioni.

Apprendiamo oggi il comunicato dell’Assessore Regionale Bora in cui si annuncia l’inizio dei lavori per risolvere le problematiche sopra indicate.

Sembra, finalmente, che le richieste avanzate dall’Amministrazione Comunale di Chiaravalle siano state ascoltate e i lavori, promessi da anni, verranno finalmente realizzati.
Come dire… meglio tardi che mai! Ben vengano le elezioni comunali per convincere l’ASUR – e quindi di riflesso la Regione Marche – a stanziare i relativi fondi per potenziare e manutenere il nostro ospedale. Speriamo allora che le elezioni regionali arrivino presto. In questo modo il Presidente Ceriscioli si ricorderà di nuovo dell’esistenza dell’ospedale di Chiaravalle. Pensandoci bene c’è poco da gioire. Dopo l’eliminazione di servizi nel nostro ospedale, voluta dalla Giunta Spacca e poi da quella Ceriscioli, rimaniamo perplessi nel sentire le grida di giubilo emesse dalla segreteria locale del PD per una mera manutenzione richiesta oramai da anni ed anni.

Lista Civica Chiaravalle Domani per la riconferma di Damiano Costantini a Sindaco di Chiaravalle

CHIARAVALLE / GLI ALUNNI DIVENTANO ARTISTI DI STRADA, SPLENDIDA OPERA SUL MONDO MONTESSORIANO

CHIARAVALLE, 24 maggio 2018 – A scuola di street art. E’ ciò che hanno fatto una ventina di alunni della quinta elementare e delle tre classi della scuola media che frequentano l’istituto comprensivo Maria Montessori a Chiaravalle, diretto da Alfio Albani.

E i ragazzi si sono scoperti veri artisti, molto bravi e meticolosi, con una sensibilità ed una mano certamente non comuni.

Merito soprattutto del loro insegnante, David Campana, un giovane chiaravallese appassionato di arte di strada e di murales.

L’arte urbana si manifesta con molteplici tecniche, tramite bombolette spray, sculture, adesivi artistici, arte normografica ed uno dei suoi iniziatori è il writer inglese Bansky.

David Campana, che si firma col nome di Panico, è un giovane artista molto conosciuto e tecnicamente molto dotato. Ha al suo attivo tante opere non solo nella provincia di Ancona.

L’attività extrascolastica è stata molto apprezzata dai ragazzi che l’hanno frequentata con assiduità.

David Campana prima ha fatto scegliere loro un nome d’arte, poi ha insegnato loro varie tecniche di scrittura, tra cui il gotico, come una sorta di amanuense e poi ad utilizzare il pennarello a scalpello e la bomboletta spray. Gli alunni hanno realizzato i bozzetti e poi il disegno che ha per tema il mondo montessoriano.

Domani mattina, presso l’istituto Montessori ci sarà la presentazione ufficiale del progetto e dell’opera. “Il corso di street art è iniziato nel dicembre scorso – dice David “Panico” Campana – e nelle varie lezioni, ai ragazzi sono state insegnate le principali tecniche della street art (graffiti, lettering, stencil e un accenno di calligrafia. Prima di tutto però è stata insegnata la storia, il contesto sociale, le motivazioni originali per distinguere e differenziare l’arte di strada dal mero imbrattamento. Hanno partecipato anche ospiti esterni tra cui Riccardo Lucarini e Nicola Canarecci. Per la conclusione del corso i ragazzi hanno dipinto un pannello per classe che come soggetto ha l’universo, lo spazio e, visto che il complesso è montessoriano e siamo di Chiaravalle, era giusto anche rendere un tributo a Maria Montessori”.

I pannelli sono stati dipinti con gli spray usando la tecnica dello stencil.

 

Gianluca Fenucci

 

CHIARAVALLE / CISL: “NON ABBANDONATE L’OSPEDALE”, TANTI DISSERVIZI

CHIARAVALLE, 23 maggio 2018 – “Non abbandonate l’ospedale di Chiaravalle!” E’ il grido d’allarme che lancia la Cisl, attraverso il delegato Alessandro Mancinelli.

“Nonostante le manifestazioni di interesse e di benevolenza verso l’ospedale di comunità di Chiaravalle che recentemente sono giunte anche dalla presidenza della Regione, dobbiamo constatare purtroppo la situazione di degrado in cui versa la struttura. Da molto tempo, e nonostante diverse segnalazioni, nella RSA presente all’interno dell’ospedale – sostiene la Cisl – diversi servizi igienici riservati agli utenti non sono funzionanti e una stanza risulta inutilizzabile per le infiltrazioni d’acqua dello scorso inverno. Anche il bagno riservato agli utenti del Punto di Assistenza Territoriale (ex pronto soccorso) non risulta funzionante, così come da settimane, nonostante le sollecitazioni, non si è riusciti a garantire il taglio dell’erba nelle aree verdi interne alla struttura, portando ad una situazione che rappresenta ormai anche un problema di igiene pubblica”.

Lo stato di incuria riguarda anche alcuni ambulatori come quello di odontoiatria che rischia di fare il  paio anche con una  riduzione dell’efficacia dei servizi erogati.

“Ci chiediamo ad esempio se il Punto di Assistenza Territoriale fornisca vere risposte alla popolazione e temiamo seriamente di no. Se non ci si impegna a dotarlo di professionisti specializzati in questo tipo di attività – dice Mancinelli – questo servizio che un tempo svolgeva anche una importante funzione di filtro per gli ospedali maggiori di Jesi e di Torrette con oltre diecimila interventi annui (soprattutto codici bianchi e verdi), oggi appare sempre meno efficace nella sua funzione mentre le strutture limitrofe scoppiano di degenti e non riescono a garantire i ricoveri. Infine i  servizi di diagnostica, che vanno garantiti nella loro attività anche pomeridiana, provvedendo alla sostituzione del personale, e sono invece messi in discussione periodicamente”.

La Cisl chiede che gli impegni presi in questo “periodo elettorale” non restino lettera morta e che da subito si attivino quei segnali che testimoniano un reale interesse delle istituzioni locali e regionali verso l’ospedale di comunità Montessori di Chiaravalle.

Gianluca Fenucci

CHIARAVALLE / 6 CANDIDATO SINDACO, 96 AL CONSIGLIO: IN PROGRAMMA UN INCONTRO PUBBLICO

CHIARAVALLE, 23 maggio 2018 –  Sulla scheda elettorale che i chiaravallesi riceveranno nei 13 seggio comunali il 10 giugno ci saranno 6 simboli di altrettante liste con 6 candidati a sindaco.

Al primo posto sulla scheda, a sinistra in alto, ci sarà Alessandro Bianchini con Per la Città, coalizione di centrosinistra composta da PD, PSI e PRI, al secondo Claudio Bolletta, candidato della Lega e poi Damiano Costantini, l’attuale primo cittadino, che guida la civica Chiaravalle Domani il cui simbolo chiude la prima colonna di liste.

Sulla destra in alto il simbolo di Rifondazione Comunista con Davide Fiordelmondo, seguito da Fabiola Ceccarelli, unica donna in lizza per diventare sindaco, che è il candidato di Rinnovamento, civica ispirata ai partiti di centrodestra e, a seguire, terzo sulla colonna di destra, il simbolo del Movimento a 5 Stelle che candida Pierpaolo Morosini.

Ben 96 i candidati al consiglio comunale.

I 6 candidati sindaci si troveranno a confronto tra loro e con il pubblico domenica 3 giugno alle ore 18 all’Isola di via Bruno in un incontro dal titolo “Idee e progetti per Chiaravalle” organizzato dall’associazione culturale “Progetto Nuova Repubblica”.

Nel frattempo proseguono le presentazioni di programmi e candidati. Damiano Costantini, che cerca la conferma per il secondo mandato, ha presentato la squadra qualche giorno fa e domenica scorsa ha presenziato all’inaugurazione della sala operativa della Protezione Civile.

“Questa struttura rappresenta la conclusione di un progetto di sviluppo del gruppo di volontari della Protezione Civile – ha detto Costantini – voluto fortemente dall’amministrazione comunale e dall’assessore Eleonora Chiappa. Un altro progetto che siamo riusciti ad attivare dopo aver reperito nuovi volontari e ulteriori attrezzature”.

Davide Fiordelmondo di Rifondazione Comunista, il più giovane tra gli aspiranti sindaci, presenta il suo programma ed i 16 candidati al consiglio comunale questa sera alle 21 nei locali di Spazio Rosso in via Toti. “Crediamo che Rifondazione a Chiaravalle – dice Fiordelmondo – possa rivendicare con buon diritto una costante azione di proposta, stimolo critico e impegno sociale”.

Fabiola Ceccarelli di Rinnovamento e Claudio Bolletta della Lega hanno presentato le loro squadre e i loro programmi in giorni diversi all’Ars Musica. Bolletta aveva la suo fianco il sen. Paolo Arrigoni responsabile della Lega per le Marche.

Fabiola Ceccarelli domani giovedì 24 maggio alle 18 incontrerà al Parco I° Maggio i cittadini del quartiere “che – dice la Ceccarelli – è molto bello ma poco sicuro; il parco è un suadente spazio verde ma mancano illuminazione, telecamere e deve essere maggiormente curato”.

Il medico Pierpaolo Morosini è il candidato del M5S dopo tanti anni di attesa per l’accreditamento da parte della direzione nazionale.

Ha preferito presentare i candidati sul web in perfetto stile grillino. Alessandro Bianchini guida Per la Città ed è forte della sua esperienza di sindaco dal 1994 al 2003. Dopo la presentazione in viale Montessori ha organizzato incontri tematici, prima sull’ospedale e la sanità e poi sulle risorse per la messa in sicurezza degli immobili.

Domenica 27 maggio Per la Città organizza Bicincontriamoci, biciclettata per unire i comuni della Bassa Vallesina.

 

Gianluca Fenucci

CHIARAVALLE / PROTEZIONE CIVILE COMUNALE, INAUGURATA LA SALA OPERATIVA

CHIARAVALLE, 22 maggio 2018 – Domenica sera, nell’ambito dell’iniziativa “Conoscere per proteggersi” e alla presenza di Graziano Candelaresi

i pionieri della protezione civile: il primo a dx è Mario Marcosignori

funzionario della Protezione Civile Regionale, è stata inaugurata la Sala Operativa della Protezione Civile Comunale.

“Una sede – dice il sindaco Damiano Costantini – che permetterà ai volontari di comunicare celermente con la cittadinanza e di gestire la fase dell’emergenza in modo ottimale, anche grazie al supporto tecnologico ed informatico di cui è dotata. Questa struttura rappresenta la conclusione di un progetto di sviluppo del Gruppo di Volontari della Protezione Civile Comunale, voluto fortemente dall’Amministrazione Comunale e dall’Assessore di riferimento Eleonora Chiappa. In questi ultimi anni, infatti, abbiamo reperito nuovi volontari e soprattutto acquistato numerose attrezzature. Altri progetti sono in procinto di essere realizzati per fornire ulteriori servizi ai cittadini, tramite i volontari, in caso di emergenza. Un altro servizio che siamo riusciti ad attivare. La Protezione Civile – conclude Costantini – per oltre un decennio è “sopravvissuta” senza mezzi ed attrezzature, grazie  alla sola passione dei volontari e soprattutto alla perseveranza di due cardini del volontariato locale: Gabriella Pomili e il prof. Mario Marcosignori. A tutti i volontari va il più sentito ringraziamento della cittadinanza”.

Da oggi, infine, è attivo il sito internet della Protezione Civile Comunale, all’indirizzo https://protezionecivile.comune.chiaravalle.an.it.

 

Gianluca Fenucci

LETTERE & OPINIONI / ART.1 CHIARAVALLE SOSTIENE COSTANTINI E ATTACCA IL PD

CHIARAVALLE 21 maggio 2018 – Questa campagna elettorale per il rinnovo del Consiglio Comunale di Chiaravalle si è arricchita di un bizzarro e rancoroso comunicato, come al solito pieno di menzogne, redatto da alcuni pseudo iscritti al movimento “Articolo 1 MDP Chiaravalle”, che non hanno avuto nemmeno il coraggio di scrivere i propri nomi, firmando falsamente l’articolo addirittura a nome dell’intero movimento. Ma conosciamo bene la situazione all’interno del nostro movimento e non facciamo fatica ad attribuire la paternità del comunicato ad alcuni vecchi amministratori che non hanno mai nascosto la loro avversità a Damiano Costantini e al suo gruppo di giovani amministratori, tanto da mettersi palesemente a fare campagna elettorale per il candidato della segreteria del PD, sostenendo la lista Bianchini in cui c’è anche un candidato proveniente dalla Lega e cioè da un partito politico che si ispira al razzismo.

La coerenza non è il forte di questi personaggi che dovrebbero imparare i valori della Costituzione, compreso l’antifascismo, proprio dal Sindaco Costantini.

Il loro vero problema è di natura personale, altro che destra e sinistra, avendo il Sindaco portato alla luce alcune questioni a loro carico (pensiamo all’area ex CRAL e relativo megastore) che costituiscono alcune delle pagine più brutte della storia amministrativa locale.

E’ bene ricordare che il movimento Articolo 1 di Chiaravalle ha deliberato, in una riunione convocata appositamente, l’appoggio alla lista Chiaravalle Domani che si candida per confermare il Sindaco Costantini alla guida di Chiaravalle. Questa scelta è stata fatta all’unanimità con la sola eccezione dell’astensione di due iscritti che è facile immaginare dietro il comunicato appena apparso, per cui non ci sono spazi per parlare di mancanza di democrazia interna.

Tale scelta è stata fatta con la consapevolezza che il progetto della lista civica Chiaravalle Domani nasce per dare continuità a quanto fatto in questi 5 anni dal gruppo Chiaravalle Bene Comune in discontinuità con le precedenti amministrazioni.

Chi appoggia la segreteria del PD, Bianchini, la Sbarbati e il loro candidato leghista al Consiglio Comunale non può far parte del nostro movimento.

Articolo 1 ritiene che la cosa più importante sia proprio quella di non tornare indietro e per raggiungere questo obiettivo è stata espressa la disponibilità a fare un passo indietro ed evitare connotazioni politiche alla lista per dare vita ad un progetto che ponga al centro esclusivamente l’interesse della città e, come valore di riferimento, la Costituzione della Repubblica.

E a contare è solamente il programma presentato dalla lista Chiaravalle Domani, attento alla tutela della fasce deboli, al rilancio culturale della città, ad un gestione oculata dell’urbanistica e agli investimenti sugli edifici scolastici.

 

Articolo 1 MDP Il Coordinatore Provinciale e il Coordinatore di Chiaravalle

 

CHIARAVALLE / PRESENTATI ALL’ENDAS I DUE CANDIDATI DEL PRI CON LA LISTA “PER LA CITTA'”

CHIARAVALLE, 20 maggio 2018 –  Al circolo Endas di Chiaravalle sono stati presentati i due candidati del PRI, Partito Repubblicano Italiano al consiglio comunale che sono inseriti nella lista Per la Città.

Stefano Mosca e Michela Pergolini sono i candidati del PRI e sono stati presentati in una serata organizzata dall’on. Luciana Sbarbati, che ha visto la presenza di oltre cento persone ed al quale ha partecipato il candidato a sindaco della lista Alessandro Bianchini, con altri candidati al consiglio comunale come Simona Sartini.

Stefano Mosca ha 57 anni ed è un ingegnere, dirigente dell’area operativa per un importante gruppo industriale marchigiano. Da consigliere comunale ha contribuito al rifacimento di piazza Garibaldi e alla creazione dell’istituto comprensivo montessoriano.

Michela Pergolini è mamma di due figlie ed è assistente amministrativa negli istituti scolastici. E’ stata impegnata in politica anche con la Lega ma, dopo un periodo di riflessione, ha deciso di approdare al Partito Repubblicano Italiano. “Sono due persone valide – ha detto Alessandro Bianchini, candidato sindaco della lista Per la Città che comprende PD, PRI e PSI – e che hanno a cuore la loro Chiaravalle: daranno certamente un ottimo contributo di idee e proposte”.

Bianchini ha poi ricordato alcune opere realizzate nel corso del suo doppio mandato da sindaco, dal 1994 al 2003. “Ancor oggi Chiaravalle gode di alcune opere che fummo noi a realizzare e questi sono fatti e non vane parole. Con me al timone la città ristrutturò e riaprì il suo teatro, fu realizzata la piscina coperta, fu costruito l’istituto Podesti, fu acquisita la Casa Natale della Montessori, fu istituita la Pro Loco e realizzato il Centro Arcobaleno e il centro L’Incontro, fu progettata la nuova piazza Garibaldi e realizzata la nuova sede della Croce Gialla. Penso che io e tutti i miei collaboratori abbiamo dato esempio di buon governo”.

Gianluca Fenucci

 

AMMINISTRATIVE / ART1MDP SOSTIENE IL SINDACO COSTANTINI E ‘CHIARAVALLE DOMANI’

CHIARAVALLE, 20 maggio 2018  – Andrea Mosconi che in questa fase è il coordinatore di Art.1 MDP di Chiaravalle prende le distanze dai firmatari di un comunicato apparso ieri sul nostro giornale e inoltrato da alcuni iscritti ad Articolo 1 Chiaravalle affermando che nel documento di quegli iscritti si prende una posizione che non appartiene ad Art.1 MDP.
“Il nostro sostegno al Sindaco Costantini e alla lista Chiaravalle Domani è pieno e senza discussioni – scrive Mosconi – per cui ci sorprende che qualcuno abbia voluto scrivere senza averne alcun titolo a nome del movimento stesso. Non essendo la posizione del movimento quella espressa nel comunicato – conclude il coordinatore cittadino di Art.1 MDP – sarebbe lecito conoscere i firmatari della comunicazione che comunque non è condivisa dal nostro movimento”.
Precisiamo che la redazione di Qdm non pubblica lettere anonime e che il comunicato firmato da alcuni iscritti ad Art.1 MDP che hanno chiesto di non apporre le loro firme in calce era regolarmente riconducibile a iscritti al movimento come ci siamo premurati di appurare.
La Redazione

LETTERE & OPINIONI / ‘ART1MDP’ RITIRI L’APPOGGIO A ‘CHIARAVALLE DOMANI’: “TROPPO VICINA ALLA DESTRA RADICALE”

CHIARAVALLE, 19 maggio 2018 – Nel dibattito politico per le Amministrative di Chiaravalle registriamo una situazione che ci sembra inquietante. Magari è solo un grande equivoco che va però chiarito.

Una delle liste in gara, quella che propone la ricandidatura dell’attuale sindaco, è nata da una collaborazione stretta con la destra chiaravallesi che affonda le sue radici nel vecchio MSI. Almeno questo si legge nel blog “Unione Civica Chiaravalle”.

In più occasione l’esponente di maggior spicco della destra locale che ha radici nel vecchio MSI ha sostenuto di aver lavorato alla ricandidatura dell’attuale sindaco, di aver contribuito alla nascita della lista e di adoperarsi perché risulti vincitrice alle prossime elezioni; anzi si è vantato di rappresentare il solo soggetto politicamente attivo a favore della lista Chiaravalle Domani.

In tutto questo non ravvediamo nessun problema; a tutti deve essere consentito di esprimere ogni idea e ogni scelta politica è legittima. In fondo la Guerra di Liberazione ci ha dato questo grande regalo: tutti possono esprimersi liberamente.

La cosa inquietante è l’assoluto silenzio da parte di tutti i candidati della lista in questione a fronte dei ripetuti endorsement ricevuti da questa destra. Non vorremmo che, purché si vinca, tutto vada bene o, peggio ancora, che se tale sostegno rimane “nascosto” è accettabile.

Sembra proprio che questa sia la posizione visto che nel suo ultimo intervento l’avv.Mencarelli dichiara che, a seguito di un qualche fastidio espresso da alcuni candidati della lista per il suo palese sostegno, si asterrà dal pubblicare altro. Chapeau all’avvocato; ha scelto di sacrificare la sua penna pur di raggiungere il suo obiettivo.

Cosa dire però di questi candidati? Si apprestano ad amministrare Chiaravalle con questa modalità? Purché tutto rimanga riservato tutto è lecito? Non ci sembra deponga a favore del buon governo.

Ci siamo iscritti a MdP per contribuire a dare vita ad un soggetto politico di sinistra capace di rappresentare gli interessi di chi ad oggi è poco o niente rappresentato. Non abbiamo condiviso la scelta di MdP di non caratterizzare la lista che ha deciso di sostenere con le qualificazioni “sinistra” e “antifascista”; questa scelta ci è sembrata non conforme agli ideali su cui è nato MdP; ma ora, a fronte del silenzio assoluto rispetto a sostegni politici che non possono/debbono essere accettati, chiediamo che MdP ritiri il suo appoggio alla lista Chiaravalle Domani e che gli iscritti a MdP scelgano tra l’appartenenza ad un movimento chiaramente schierato a sinistra e la candidatura in una lista trasversale che accetta collaborazioni con la destra più radicale.

alcuni iscritti Art1 Mdp chiaravalle