Castelplanio

CASTELPLANIO / CIPRESSO SQUARCIATO DA UN FULMINE AL PARCO CITTADINO

CASTELPLANIO, 16 dicembre 2017 – I vigili del fuoco sono intervenuti alle ore 13,30 circa nel parco cittadino di Castelplanio per un cipresso squarciato da un fulmine.
Oltre alla squadra dei vigili del fuoco è arrivata in supporto dalla sede centrale l’autoscala per il taglio delle parti di pianta pericolante.
Non si segnalano persone coinvolte.

INFORMAZIONI COMMERCIALI / FRANTOIO CHIODI, CAPACITÀ PROFESSIONALE ED ELEVATO STANDARD QUALITATIVO

Gianni Chiodi

CASTELPLANIO, 14 dicembre 2017 – Nel lontano 1950 Giovanni Chiodi  rilevò il frantoio da Antonio Cola e l’impianto, che all’epoca si trovava a Scisciano e lì lavorò ininterrottamente fino ai primi anni ’70,  quando l’imprenditore agricolo decise di spostare altrove l’attività che poi è passata al figlio Nicola. Dopo 67 anni il frantoio e la famiglia, vantano una lunga storia che oggi continua nella nuova struttura di Pozzetto di Castelplanio, in via Oberdan, dove con nuovi mezzi e macchinari affrontano le nuove esigenze della clientela e le sempre maggiori richieste di molitura delle olive.  Un frantoio ancora più impegnativo quindi, che guarda alla globalizzazione senza dimenticare i principi di qualità della produzione, quelli che hanno saputo traghettare l’attività fino ai nostri giorni.

Ovviamente una serie di macchinari all’avanguardia e un metodo di lavorazione particolare (le olive sane vengono raccolte a mano e lavorate entro 4 ore. Raggiunto il frantoio le olive vengono defogliate, lavate e frante tramite frangiture a martelli a doppia griglia con velocità di lavoro pari a 1400 giri al minuto. Dopo una breve gramolatura a temperatura controllata, per consentire l’estrazione a freddo, le olive vengono lavorate con centrifuga a due fasi Pieralisi DMF Leopard Prototype 4, per conservare l’elevata carica di polifenoli antiossidanti naturali. Il mosto oleoso viene poi inviato ad un separatore centrifugo per eliminare le ultime impurità e filtrato per mantenere gli aromi ed i sapori invariati nel tempo), uniti alla cortesia sono un bel biglietto di presentazione come la lunghissima esperienza che ha sancito il successo del frantoio Chiodi.

Quella del frantoio è un’impresa commerciale molto difficile da mandare avanti, non solo per i costi di gestione di un impianto quanto per la delicatezza dei procedimenti di estrazione dell’olio di oliva, le stringenti normative vigenti, i diversi intendimenti della clientela, gli orari di lavoro continui durante il periodo specifico, ecc.

Nonostante ciò le Marche vantano lunga tradizione nel settore dei frantoi, moltissimi più tecnologici ed altri ancora tradizionali (i frantoio per le olive come i mulini per il grano e altre granaglie, per secoli sono stati mossi da forza animale e poi da acqua canalizzata sulle grandi ruote che distribuivano forza di rotazione alle pesanti macine di granito); una storia affascinante che i più anziani non dimenticano e i più giovani imparano presto.

Ma un successo così duraturo ha senza dubbio qualche segreto che la famiglia Chiodi ha applicato in questa fiorente attività commerciale; crediamo di aver sentito dire che la gentilezza e il servizio veloce, la qualità del prodotto finito, siano i requisiti principali che la numerosa clientela riconosce al Frantoio Chiodi.

Certamente oggi non si vedono più le lunghe file di contadini che entrano nei frantoi con i sacchi in spalla, i clienti arrivano appena davanti il punto di scarico dove capienti ceste in plastica vengono sollevate da potenti carrelli elevatori che le svuotano nei nastri fino alla frangitura e il gioco è fatto..

Nel frantoio della famiglia Chiodi, come in tanti altri, è consuetudine che durante tutto il periodo di molitura delle olive venga offerto ai clienti pane abbrustolito condito con olio nuovo, sale, e a chi piace anche un po’ d’aglio passato sulla fetta; dietro questo gesto di cortesia c’è sempre l’im-mancabile bicchiere di vino rosso o di ottimo Verdicchio.

Abbiamo aperto una cartolina sul passato perché crediamo sia necessario ai successi del presente, e vorremmo aggiungere che a qualificare un punto commerciale come il Frantoio Chiodi è la qualità dell’olio, alimento così legato alla nostra cucina e così apprezzato dal nostro palato..

In questi giorni di superlavoro abbiamo visitato più volte il frantoio di Gianni Chiodi, nella nuova struttura a Pozzetto di Castelplanio, Via Oberdan (Cell.335.67.71.221)  parlando con i clienti ci siamo sentiti dire che si sono accostati a questa Azienda tanto per l’innata capacità professionale quanto per lo standard qualitativo davvero ottimo del prodotto finale.

(o. g.)

CASTELPLANIO / CANNA FUMARIA PRENDE FUOCO, NESSUN DANNO ALLE PERSONE

CASTELPLANIO, 12 dicembre 2017 – Nel tardo pomeriggio di ieri, alle 19,30 circa, i vigili del fuoco di Jesi sono intervenuti a Castelplanio (AN) in Borgo Loreto per incendio tetto.

Per cause in fase di accertamento infatti è andata a fuoco la copertura di una civile abitazione.

I vigili del fuoco hanno intercettato le fiamme che si stavano propagando attraverso le travi in legno per poi spegnerle definitivamente.

Non si lamentano danni a persona.

INFORMAZIONI COMMERCIALI / CENTRO ESTETICO “OLTRE LA BELLEZZA” DI CASTELPLANIO, QUANDO COCCOLARSI GENERA BENESSERE

CASTELPLANIO, 8 dicembre 2017 – Un centro estetico attrezzato come “Oltre la bellezza” merita l’attenzione della clientela femminile e maschile per la molteplicità di servizi che offre e per la professionalità delle titolari Carmela e Veronica Lauria.  Chi si trovasse a passare in Via del Commercio 3, a Castelplanio, nel complesso l’Oceano, potrà fare visita in questo punto dedicato alla bellezza e rendersi conto di persona quanto offre con competenza e affabilità. Oggi, alla lunghissima esperienza di Carmela Lauria si è aggiunta quella fresca e attuale di Veronica, la figlia, che già così giovane annovera un bagaglio di esperienza notevole maturato attraverso la pratica odierna, gli studi e gli stage in Italia e all’estero.

Una giovanissima estetista specializzata onicotecnica merita davvero di essere annoverata tra le specialiste della bellezza e a Veronica Piccioni Lauria abbiamo posto alcune domande per capire come è iniziato questo lavoro e dove arrivano le sue competenze.

Veronica come ha iniziato questo lavoro di estetista e da quanti anni lo esercita?

E’ stata una scelta naturale, visto che da piccolissima giocavo dentro l’attività di mia madre, poi gradualmente mi sono accostata al lavoro di estetista e sono volati già quattro anni, durante i quali ho lavorato con dedizione mettendo a frutto ogni esperienza.

Quali percorsi tecnico scolastici ha fatto per coronare le sue aspettative in questo mestiere?

Naturalmente nulla si ottiene senza sacrifici. Ho studiato e frequentato la Scuola Superiore di Estetista fino al compimento tra il 2013/2014 ottenendo la qualifica di estetista. Anch’io, seppur giovanissima, per avere una formazione e un curriculum di tutto rispetto ho dovuto impegnarmi a fondo, studiare e lavorare senza voltarmi troppo indietro; insomma, mi sono data da fare per poter avere una posizione lavorativa discreta, per offrire alla nostra clientela tutto ciò che potuto imparare in questi anni di apprendimento, che nel nostro mestiere non finirà mai.

Lei ha partecipato in Corea del Sud al “Global nail cup” guadagnandosi il titolo di Educator. Che esperienza è stata a livello personale e professionale?

Si, ho partecipato al Global nail cup, a convegni e incontri di settore in importanti città europee ed asiatiche. Ho frequentato numerosissimi appuntamenti tecnici e di studio (2012 Ambassador Program, Beginner 1 e 2; 2013 Ambassador Program, Professional 1 e 2; 2013 Ambassador Program Advanced; 2017 Educator Training in Korea; ma ho avuto anche consistenti esperienze professionali (2009, I° Corso nailsword a Montappone e 2013 seminario mixed-nails a Corridonia (Mc) – 2013 lavoro dipendente presso Centro estetico Relax lui&lei a S.S.Quirico- 2014 Corso con Celine Lam a Bologna – 2014 prima pubblicazione sulla rivista Love-nails, Summer grugne – 2014 seconda pubblicazione sulla rivista Love-nails, Istinto animale – 2014 prima partecipazione a Nail Open Rome – 2015 partecipazione al corso con Eve Tran a Corridonia (Mc) – 2015 conferenza con Douglas Schoon a Roma – 2015 partecipazione come Trainer al seminario di Nail Art a Corridonia (Mc) – Ottobvre 2015 inaugurazione  Oltre la bellezza estetica/Veronica Nails a Castelplanio – 2015 partecipazione come Trainer all’evento Make-up & Nails a Mansuè (Tv) – 2016 partecipazione al corso con Eve Tran a Corridonia (Mc) – 2016 partecipazione come Trainer all’evento Total Look a Spresiano (Tv) – 2016 partecipazione alla preparazione delle Nailympics a Corridonia (Mc) – 2016 partecipazione alla preparazione delle Nailympics a Spresiano (Tv) – 2016 partecipazione alla preparazione delle Nailympcs a Corridonia (Mc) – 2016 partecipazione alle Nailympia Competition a Londra; 2016 partecipazione al seminario Flat Artistic Art a Spresiano (Tv) – 2017 partecipazione al Global Nail Cup a Seoul in Korea; Ottobre 2017 partecipazione alle Nailympia Competition di Londra) e tutto ciò con sacrifico e con l’intenzione di perfezionare la mia professione e soddisfare sempre meglio la nostra clientela.

Pensa che le esperienze giornaliere possano garantire un bagaglio professionale o è del parere che all’estero si possono acquisire ulteriori vantaggi in direzione della professione di estetista?

Sono sicura che le esperienze giornaliere sul campo siano utili quanto i corsi di aggiornamento, i seminari ed i convegni di settore. Tutto serve per migliorarsi! Non vi è dubbio che un curriculum importante non lo fai lavorando solo nella tua azienda; per arricchirlo sono necessarie altre e diverse esperienze nel vasto mondo dell’estetica. Basta pensare che una tecnica di intervento usata per decenni può essere soppiantata da un momento all’altro da nuovi e più moderni ritrovati e tecnologie.

Questa formazione tecnica sul campo e gli studi compiuti danno a  Veronica un alto grado di preparazione, capace di intervenire nelle diverse forme di estetica, sempre personalizzate, e che hanno la capacità di far sentire le persone meglio accettate: l’estetica può cambiare il modo di essere di una persona e del suo rapportarsi nella società, tra gli amici e anche in ambiti più ristretti come la propria famiglia.

Per tutto ciò che riguarda contatti e/o appuntamenti con Carmela e Veronica, oltre a recarsi personalmente presso il centro “Oltre la bellezza” di Castelplanio (60030), Via del Commercio 3, si può chiamare al numero 333.20.33.507 negli orari previsti.

CASTELPLANIO / AUTO PERDE IL CONTROLLO E FINISCE CONTRO UN ALBERO, FERITI NON GRAVI

CASTELPLANIO, 28 novembre 2017 – Incidente stradale questa mattina attorno alle 9 a Borgo Loreto vicino la chiesa.

Una Seat di colore nero nel tentativo di imboccare la strada che porta a Castelplanio, una sorta di scorciatoia utilizzata da tanti della zona, a causa del gelo sui vetri della macchina e dunque a causa, sembra, di una scarsa visibilità, è andata a sbattere contro un albero.

All’interno quattro persone. La macchina ha rotto il paraurti anteriore e si è storto un cerchio della ruota anteriore. Si sono attivati automaticamente gli airberg.

Inizialmente le condizioni dei passeggeri sembravano gravi ed è stata allertata l’eliambulanza da Torrette che è atterrata nel vicino campo sportivo.

Le persone ferite sono state assistite immediatamente dalla croce verde giunta sul posto.

Con il trascorrere dei minuti le condizioni dei feriti si sono subito mostrate meno gravi del previsto con l’effetto airbarg che con ogni probabilità ha attutito gran parte dell’impatto specialmente per i due passeggeri seduti nei sedili anteriori della vettura.

(in aggiornamento)

INFORMAZIONI COMMERCIALI / L’OPEN DAY DI “CAPRARI AUTO”, OCCASIONE PER CONOSCERE LE OFFERTE DEL NOLEGGIO

CASTELPLANIO, 28 novembre 2017 – Ad un anno dall’inaugurazione del nuovo Autosalone Caprari, Alessandro e Diego invitano tutti i loro clienti (e non) alla presentazione dell’Alfa Romeo Stelvio. Nelle giornate di venerdì 1 e sabato 2 dicembre potrete visionare l’auto da vicino e conoscere l’offerta e i termini per il noleggio a lungo termine, nonché i vantaggi connessi a tale comodissima soluzione.

Il personale della Concessionaria si metterà a disposizione di coloro che vorranno spiegazioni sulla praticità di questa nuova formula che negli ultimi anni ha registrato notevole crescita tanto tra i privati che tra i possessori di partita iva.

“Oramai al traguardo dei 25 anni di esperienza nel settore dell’Auto che spazia dalla vendita di nuovo e usato e ai relativi servizi connessi quali polizze assicurative e finanziamenti personalizzati, il noleggio a lungo termine si sta sempre di più affermando come alternativa all’acquisto” ci dice con convinzione Alessandro Caprari.

Durante i due giorni dell’Open Day, con la solita cortesia ed ospitalità, i visitatori potranno anche gustare un ottimo aperitivo e domandare eventuali chiarimenti al personale (David Diego Responsabile Noleggio Lungo Termine) dell’Autosalone del quale ricordiamo ragione sociale e indirizzo nonché numeri telefonici:

Caprari Auto – Via degli Artigiani,10 – 60031 Castelplanio (AN) – Cell.3403068457-Tel.0731812231 – info@caprariauto.it

CASTELPLANIO / RENDEZ-VOUS A TAVOLA PER GLI EX DIPENDENTI DELLA FAZI BATTAGLIA

CASTELPLANIO, 11 novembre 2017 – Qualche vecchio numero di telefono che risponde ancora, la voglia di incontrarsi dopo anni, un buon ristorante e il gioco è fatto.

Sabato 4 novembre si sono ritrovati a pranzo gli ex dipendenti della Fazi Battaglia andati in pensione negli anni; tra questi il direttore amministrativo, il primo agronomo, i capo cantinieri, i responsabili della produzione, del personale, che dagli anni 1963 in poi hanno assunto ruoli differenti e di responsabilità all’interno di una grande Azienda.

Per il momento questo rendez-vous è solo l’inizio ma già dal prossimo anno è in programma una altro pranzo allargato a tutto il personale in quiescenza dello stabilimento di Castelplanio.

L’iniziativa di questo incontro conviviale è stata di Roberto Massari, che ha deciso di sedersi a tavola con gli amici piuttosto che dentro un appostamento di caccia a sparare inutilmente ai velocissimi pennuti…

(o. g.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

CASTELPLANIO / TENTATIVI DI FURTI IN SERIE DURANTE L’ORA DEL PRANZO: LADRI FUGGITI A MANI VUOTE ANCHE A MOIE

CASTELPLANIO, 21 ottobre 2017 – Ladri in azione durante l’ora di pranzo, tra le 13 e 14,30, in due negozi a Moie e Castelplanio.

A Castelplanio, la prima ‘visita’, ad essere preso di mira il negozio di ferramenta Sarti mentre a Moie, qualche minuto dopo, quello di abbigliamento NKD all’interno del centro commerciale l’Oceano.

In entrambi i casi i ladri se ne sarebbero andati a mani vuote.

A Castelplanio avevano tentato di impadronirsi del registratore di cassa mentre a Moie della cassaforte a muro in parte scardinata ma non asportata.

A Moie due soggetti sono stati visti scappare a piedi e si sta verificando se le telecamere fisse li hanno ripresi.

In entrambi i casi indagano i carabinieri.

 

CASTELPLANIO / INCIDENTE SULLE 76 TRA MOTO E AUTOVETTURA, CENTAURO SOCCORSO IN ELIAMBULANZA

CASTELPLANIO, 15 ottobre 2017 – Incidente sulla ss76 (direzione Ancona) nei pressi dell’uscita di Castelplanio. Intorno le ore 17 una moto e una Volkswagen si sono scontrate. Le cause sono ancora da chiarire.

Immediato l’intervento dei sanitari del 118 e della Polizia Stradale. Illesi – secondo le prime informazioni – i due occupanti dell’autovettura. Ad avere la peggio nello scontro è stato il centauro che è stato trasportato successivamente  con l’eliambulanza. Da valutare le condizioni dell’uomo.

Rallentamenti nei pressi del luogo dell’incidente, ora però smaltiti .

 

 

CASTELPLANIO / CASO CHIKUNGUNYA, ALTRI 2 NOTTI DI DISINFESTAZIONE SELETTIVA

CASTELPLANIO, 16 settembre 2017 – L’uomo di 65 anni residente a Castelplanio, punto da una Aedes albopictus (ovvero da una zanzare tigre), e che ha contratto la chikungunya sta bene. L’uomo è strato curato presso l’ospedale Profili di Fabriano e le sue condizioni sono state definite “buone”.

Altri dettagli importanti: il paziente è stato dimesso nella giornata di ieri e l’esito della malattia è generalmente favorevole, anche se i dolori articolari in alcuni casi possono perdurare per diverse settimane.

L’uomo durante lo scorso mese di agosto si è trovato ad Anzio, e proprio nella città laziale sono stati segnalati quasi 50 casi. A scopo precauzionale sono state disposte disinfestazioni a Fabriano (zona intorno Ospedale, per altri due giorni dalle 2.30 alle 5).  Già avviata anche nei pressi della residenza dell’uomo di Castelplanio (che vive in campagna) e che durerà per altre due  notti come da protocollo.

Orgogliosa di come è stata gestita la vicenda il Sindaco di Castelplanio Barbara Romualdi.”Abbiamo seguito alla lettera tutti i protocolli e fatto scattare immediatamente la disinfestazione. Poi vorrei anche evidenziare  per i cittadini non c’è stato niente da temere”.

Ma cos’è la chikungunya?

Il virus viene comunemente trasmesso comunemente attraverso le zanzare della specie Aedes albopictus, ovvero le zanzare tigre. Il periodo di incubazione è in genere compreso tra i 2 ed i 12 giorni, quando iniziano a manifestarsi i primi sintomi che sono febbre e dolori alle articolazioni. Il nome “chikungunya” infatti deriva dalla lingua africana swahili che significa “ciò che curva” o  il altre declinazioni “contorce”.  maniera tale da limitare i movimenti delle persone colpite dalla malattia.

Altri sintomi includono dolore muscolare, mal di testa, affaticamento e rash cutaneo. L’esito della malattia è generalmente favorevole anche se i dolori articolari in alcuni casi possono perdurare per diverse settimane.

La prevenzione della malattia consiste innanzitutto dell’impedire o ridurre al minimo le punture delle zanzare. Sarà utile quindi per coloro che intendano recarsi nelle zone in cui è presente il virus seguire le precauzioni generali per difendersi dalle punture delle zanzare, come ad esempio indossare vestiti che non lascino scoperte parti del corpo, utilizzo di repellenti su quelle parti rimaste scoperte.

Importante utilizzare i repellenti sulle parti del corpo che rimangono scoperte, tenendo presente che il sudore però ne riduce l’effetto. Donne incinte e bambini dovrebbero consultare il proprio medico o farmacista prima di utilizzare questi prodotti, mentre particolare attenzione va posta ai bambini di età inferiore ai 3 mesi, per i quali l’utilizzo è invece sconsigliato.

 

(s.s.)

RIPRODUZIONE RISERVATA