Fabriano

FABRIANO RUGBY / PARLA IL NEO CAPITANO LOMBARDI: “LA FASCIA È UN ONORE”

FABRIANO, 19 ottobre 2017 – Prima settimana di “pausa” per la squadra Senior, e prima occasione per incontrare fuori dal campo il nuovo Capitano del Fabriano Rugby. Alessandro Lombardi da quest’anno ha preso il posto di Roberto Santini, che ha ceduto i gradi ma che è ancora in campo a difendere i colori del Fabriano.

“Responsabilità sì, pressione direi di no – spiega così il neo capitano – quello che dovrò fare come nuovo capitano lo dimostrerò attraverso un esempio positivo. Essere di sostegno al team di tecnici che ci guida e soprattutto essere d’esempio nei confronti dei giovani che dobbiamo tutti aiutare a crescere nella disciplina ovale”.

Crescita mentale, fisica, morale e tattica osserva il Capitano. “E’ importante essere una persona di riferimento in campo e fuori. Sono e sarò sempre a disposizione della squadra”.

Ricorda la prima partita con i gradi di Capitano Lombardi, e riaffiorano alla mente le emozioni vissute in quei momenti. “Eravamo lì, tutta la squadra in cerchio. In casa contro Guarda Martata. Una delle cose che mi ricordo con maggiore precisione è il discorso fatto alla squadra. Fino a pochi istanti dalle prima parole pronunciate, i discorsi pre-partita li ho sempre ascoltati, e trovare le parole giuste per raccontare cosa volevo dire ai ragazzi non è stato semplice. Una esperienza incredibile”.

Prossimo appuntamento per la Senior in trasferta. Città di Castello. 29 ottobre alle ore 14.30 .

(s.s.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

 

 

FABRIANO / REVOCATA L’ORDINANZA, IL BORGO RITROVA L’ACQUA POTABILE

FABRIANO, 19 ottobre 2017 – Rientra l’allarme per la zona del Borgo. L’acqua di FAB28 è stata dichiarata potabile. A soli due giorni dall’ordinanza n° 356, ecco arrivare nel primissimo pomeriggio di oggi la revoca.

A comunicarlo è stato poco fa (14.30 circa) il primo cittadino con un post su facebook. “Gli uffici stanno al momento predisponendo la revoca all’ordinanza di non potabilità”. La pubblicazione dell’atto ufficiale è arrivata intorno le 17 sul sito di riferimento http://www.comune.fabriano.gov.it .

Ancora una volta i parametri “fuori norma” a far scattare lo stop  di martedì sono stati quelli di E.Coli e dei Coliformi. Secondo caso nel giro di tre mesi.

Queste erano le vie coinvolte dall’ordinanza: Località Civita, via Martiri di Kindù, via Fornaci, via Don Pietro Ragni, via R.Sassi, via Otello Biondi, località Cortina San Nicolò, via Martiri delle Foibe istriane, via I.Rizzi, via Brodolini, via Romagnoli, via San Cristoforo, via Caduti di Nassiria, via Merloni, via Pascoli, via Rossi, località Ca’ Maiano, località Trigo, via Martiri della libertà, via Ciampicali, Via Carlo Urbani.

L’approvigionamento per le migliaia di persone coinvolte è stato affrontato con una autobotte posizionata nel parcheggio della palestra nei pressi della scuola “Mazzini” e con due ceste (nei pressi dei campi sportivi del Borgo) che contenevano buste d’acqua.

(s.s.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

GENGA / INCIDENTE SUL LAVORO, OPERAIO IN ELIAMBULANZA A TORRETTE

GENGA, 19 ottobre 2017 – Incidente sul lavoro alle 11 di questa mattina nei pressi di Valtreara (frazione di Genga). Un uomo è rimasto intrappolato all’interno del suo autoarticolato da cava.

Il 58enne, originario di Nocera Umbra, stava scaricando del materiale di scarto, ma per cause ancora da chiarire durante l’operazione si è ribaltato con il suo automezzo.

Sul posto è stato richiesto l’intervento dell’eliambulanza. L’uomo è stato trasportato all’ospedale regionale di Torrette.

 

FABRIANO / I SOGNI NEL ROSSETTO E LA TORTA DI JOE, GLI SPETTACOLI DEL TEATRO SAN GIOVANNI BOSCO

FABRIANO, 19 ottobre 2017 – Fine settimana intenso per il teatro San Giovanni Bosco. Sabato e domenica due spettacoli: il primo una commedia musicale, il secondo una commedia brillante.

Sabato andrà in scena “I sogni nel rossett0” (di Helene O’Connor e Simone Hopkins per la regia di AR-CH-IL-JE), una commedia musicale che parte dalle spazzole per capelli fino ad arrivare ai microfoni. Pièce piacevole e stimolante che racconta la storia di quattro donne molto diverse in un salone di bellezza, tra speranze e sogni, paure e rimpianti, si preparano per un concorso locale. Vincerlo potrebbe salvare dal tracollo il salone Blue Heaven.

Su il sipario alle 21.15 con biglietti (5 euro il prezzo) in cassa disponibili 2 ore prima del debutto fabrianese della compagnia Associazione Teatro Time.

Domenica invece andrà in scena “La torta di Joe”. Commedia brillante scritta da Elisabetta Tulli per la regia Serena Mastrosimone e Gino Matrunola. Dalle fortissime tinte anni  ’80, “La Torta di Joe” racconta la storia delle tre cameriere del Joe’s Cafe, caffè di periferia con una particolarità: la “Joe’s pie” torta dall’ingrediente segreto con cui Joe, al secolo Giovanni, vorrebbe fare fortuna.

C’è Sandra, cantante dal passato sconosciuto, costretta a lavorare da Joe per mettere da parte un po’ di soldi e scappare via, Vanessa, l’attempata cameriera burbera, ma dal cuore tenero, che ce la mette tutta per sembrare più giovane e infine Nicole, timida al limite della patologia che non ne fa mai una giusta. In questo ambiente tra gag e vita vera, tutti aspettano l’arrivo della direttrice della rivista “Buongustaio” che dovrebbe assaggiare la “Joe’s pie” e forse cambiarne la vita …ma arriverà mai? Intanto il pubblico presente in sala sarà invitato ai tavoli del Joe’s Cafè per dire la sua, assaggiare e fare quindi del cibo il vero protagonista della commedia.

Spettacolo pomeridiano (ingresso 13 euro, minori di 10 anni 7 euro), su il sipario alle ore 17.

FABRIANO / MOSTRA MICOLOGICA FABRIANESE, SABATO E DOMENICA NEL CHIOSTRO DI SAN VENANZIO

FABRIANO, 19 ottobre 2017 – Sabato 21 e domenica 22 ottobre 2017 a Fabriano, presso il chiostro di San Venanzio (Cattedrale), si terrà la trentunesima edizione della Mostra Micologica Fabrianese che, storicamente, risulta tra le prime rassegne del genere tenutesi in Italia e, dove sarà possibile ammirare le innumerevoli specie fungine delle nostre montagne.

L’organizzazione sarà curata dal Gruppo Micologico Naturalistico Fabrianese, il quale, lo scorso anno, è riuscito ad esporre più di 250 specie diverse di funghi (di cui alcuni non comuni e per la prima volta trovati nelle nostre zone), con un ampio successo di visitatori e con la partecipazione e il coinvolgimento di alcune scuole locali. Quest’anno, nella mattina di sabato 21, dopo il “taglio del nastro” che avverrà alla presenza delle autorità locali, sarà effettuata un’escursione libera a quanti vorranno prendervi parte insieme agli amici dell’A.Mi. Umbria (coordinamento associazioni micologiche umbre) che aderiranno e saranno ospiti della rassegna fabrianese.

La Mostra sarà ad ingresso libero e rimarrà aperta dalle ore 9:00 alle ore 13:00 e dalle ore 14:00 alle ore 20:00 sia nella giornata di sabato sia in quella di domenica. La manifestazione avrà il patrocinio del Comune di Fabriano, si svolgerà nell’ambito e in collaborazione con le altre contemporanee iniziative de “Lo Spirito e la Terra” e sarà anche arricchita da una speciale esposizione di bonsai allestita e curata dal Dott.  Moreno Severi Bruni. Inoltre, il Parco naturale regionale Gola della Rossa e di Frasassi, in occasione del proprio ventennale, presenterà ai visitatori della mostra le incredibili bellezze del nostro territorio e, infine ma non ultimo, saranno proiettati in continuazione i migliori video naturalistici dell’ente Parco stesso con quelli personalmente realizzati e gentilmente messi a disposizione da Fabrizio Moscè.

“Nella giornata di sabato 21 ottobre 2017 alle ore 17:00 – spiegano più nel dettaglio il programma gli organizzatori – presso il chiostro di San Venanzio il micologo David Monno presenterà il libro “I funghi di Collamato”, mentre, nella giornata di domenica 22 ottobre 2017 a partire dalle ore 17.00, Marco, cuoco del ristorante pizzeria “Da Lara”, per conto della locale Confcommercio, ci farà degustare qualche crostino e alcune prelibatezze da lui cucinate con i ben noti funghi di Trufigno, Rogedano e dei nostri dintorni accompagnati dai vini generosamente offerti dalla cantina “Valdimiro” di Collamato”.

Anche questi appuntamenti saranno ad ingresso libero e tutti, appassionati, curiosi o semplici amanti della natura, sono invitati a partecipare e a portare esemplari fungini.

FABRIANO / BORGO SENZ’ACQUA: MULTISERVIZI CONVOCATA DAL SINDACO

FABRIANO, 18 ottobre 2017 – Secondo giorno senza acqua potabile per migliaia di residenti in zona Borgo. Restano sempre attive le ceste con buste di acqua potabile nei pressi dei campi sportivi del borgo e l’autobotte posizionata nel parcheggio della “Mazzini” per l’approvigionamento dei cittidini. “Stamattina ho convocato la Multiservizi in comune – spiega attraverso un post su Facebook il primo cittadino Gabriele Santarelli –  per avere aggiornamenti circa l’ennesima non potabilità dell’acqua prelevata dall’acquedotto in zona Borgo”.

Una “non-potabilità” segnalata nella tarda mattianta di ieri (martedì 17 ottobre) a seguito del campione prelevato dal FAB28 nella giornata di lunedì (16 ottobre). Ricorda anche i ritardi dello scorso luglio il primo cittadino, ed osserva che quantomeno nella comunicazione c’è stata una tempestività maggiore. Ancora una volta la concentrazione di Escherichia coli e qualla dei coliformi sono fuori da parametri consentiti dalla legge. 

Nei prossimi giorni ci sarà un incontro tra Multiservizi, ASUR e ARPAM per chiarire alcune discrepanze riscontrate nei rispettivi controlli. Stamattina è stato fatto un nuovo prelievo e, nei prossimi giorni, in base al risultato delle analisi, comunicheremo se sarà possibile revocare l’ordinanza. L’azione dell’ente è stata tempestiva. Ora seguiremo l’andamento degli incontri che Multiservizi vorrà organizzare con gli organi di controllo per capire quale tipo di problema verrà riscontrato”.

Queste le vie e le località coinvolte coinvolte dall’ordinanza: Località Civita, via Martiri di Kindù, via Fornaci, via Don Pietro Ragni, via R.Sassi, via Otello Biondi, località Cortina San Nicolò, via Martiri delle Foibe istriane, via I.Rizzi, via Brodolini, via Romagnoli, via San Cristoforo, via Caduti di Nassiria, via Merloni, via Pascoli, via Rossi, località Ca’ Maiano, località Trigo, via Martiri della libertà, via Ciampicali, Via Carlo Urbani.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

FABRIANO / CONTRASTO TRA LEGA NORD E SINDACO: “PAROLE DEL PRIMO CITTADINO OFFENDONO I FABRIANESI CHE NON LO HANNO VOTATO”

FABRIANO, 18 ottobre 2017 – Il duello a distanza tra Gabriele Santarelli e Lega Nord prosegue, e diventa durissimo . Uno scontro partito in silenzio con la raccolta firme del Carroccio locale contro lo Ius Soli, politiche dello Sprar e l’apertura di centri islamici senza – come sostengono gli esponenti Lega –  stringenti controlli. Il secondo round è scattato quando il primo cittadino, dopo aver espresso la solidarità ad una giornalista (Italiana, fabrianese) diventata bersaglio di alcuni utenti facebook dopo un dialogo piuttosto spigoloso per “colpa” del suo cognome d’origine araba, ha invitato la cittadinanza a conoscere le attività del centro culturale islamico “La Misericordia” coordinato da Mekri Abdelkader.

Ma l’esplosione dello stesso è avvenuta dopo la pubblicazione di un paio di articoli (Il Giornale e riscattonazionale.net ) fortemente critici nei confronti del primo cittadino, che secondo la ricostruzione fatta “sarebbe al fianco di chi vuole costruire una nuova moschea”. Articoli ampiamente “condivisi” sui social che sono diventati una bomba politica pronta per esplodere. Immediata infatti la risposta del primo cittadino. “Questo è il modo con cui i partiti appoggiati da certa stampa spazzatura cercano di guadagnarsi spazio e seguaci. Una “politica” fondata sulla menzogna e sull’odio, con un fascismo nemmeno tanto latente e un sentimento di razzismo predominante mirato ad assecondare, strumentalizzare, sfruttare e cavalcare la rabbia e gli istinti più ignobili delle persone. A Fabriano è il neonato gruppo della Lega Nord a promuovere tutto questo”.  Ecco la risposta tramite social , una presa di posizione durissima, che non ha lasciato senza parole la Lega Nord locale.

Ecco infatti che nel pomeriggio di oggi il duello è ripreso, ancora più accesso. Luigi Argalia, coordinatore cittadino del Carroccio che ha voluto far chiarezza sulla vicenda. “Non abbiamo mai detto di essere contrari a priori questi centri perché previsti dalla Costituzione – ha puntualizzato  –  ma abbiamo chiesto garanzie e certezze. Vogliamo dei chiarimenti in merito all’origine dei fondi e maggiori informazini sulle persone che li frequentano.  Domande di opportunità, anche perché sono stati i cittadini fabrianesi a chiedere il nostro sostegno. Ieri insieme a Vincenzo Scattolini abbiamo avuto un colloquio con Mekri Abdelkader, con il quale abbiamo avuto un dialogo ed ottenuto risposte”.

“I nostri dubbi sono collegati al secondo centro islamico che sembra quasi più una moschea – incalza Argalia –  Dal nostro punto di vista la sua nasciata ci è sembrata poco opportuna, dato che la nostra città sta continuando a perdere abitanti per colpa della carenza di lavoro. E molti di questi residenti in meno sono islamici. Inoltre l’ubicazione è un nodo non indifferente, visto che si trova in una zona ad alta densità commerciale. Abdelkader, in qualità di responsabile marchigiano dei centri si è preso l’impegno di chiarire la vicenda. Vogliamo solo sapere se le persone che li frequentano e sono in regola”.

“Non vogliamo incendiare gli animi – ha concluso Argalia – ma le accuse mosse dal primo cittadino sono gratuite ed infondate. Vorrei ricordare che il Sindaco è stato eletto dal 60% del 50% dei votanti di Fabriano. Deve rappresentare tutti e non può permettersi di attaccare una forza politica presente sul territorio. Non ha offeso la Lega Nord, ma ha offeso centinaia di fabrianesi che ci hanno votato e non la pensano come lui”. Durissimo anche il Consigliere (e candidato Sindaco alle ultime elezioni per la coalizione di centro destra) Vincenzo Scattolini. “Io in Consiglio Comunale rappresento anche la Lega Nord, e le parole del Sindaco sono gravissime. Invito un ex comunista a non dire cose di questo tipo. Perché non c’è niente di più antidemocratico di un ex comunista. Da oggi troncherò i rapporti con lui e la mia opposizione sarà durissima. Una persona così non merita di governare Fabriano”.

Luca Paolini, segretario nazionale marchigiano della Lega Nord parte ribadendo la solidarietà alla giornalista fabrianese Leila Ben Salah, ma subito dopo affonda. “Nessuna guerra di religione sia chiaro, ma bisogna capire cosa vuol dire integrazione. Bisogna capire chi frequenta questi centri”.

Ma nella discussione è entrato anche il presidio “Fabriano Inclusiva”, previsto sabato in piazza del Comune. Ma nella discussione è entrato anche il presidio “Fabriano Inclusiva”, previsto sabato in piazza del Comune. “Ci sembra fuori luogo una concomitanza del genere – osserva il Coordinatore Argalia – noi avevamo i permessi per stare in piazza e per evitare che si possano generare tensioni inutili abbiamo deciso che non saremo presenti”. Ancora più duro Paolini, “I grillini non hanno coscienza istituzionale. non vogliamo che ci siano provocazioni. Ritorneremo in piazza il 28 ottobre, ma segnaleremo la cosa al Questore”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

FABRIANO RUGBY / L’OVALE VOLA CON I CAMPIONCINI DELLE UNDER

Fabriano 18 ottobre 2017 – Fine settimana a “tinte ovali” quello appena vissuto dal Fabriano Rugby. Protagonisti di due giorni di sport le varie under, impegnate a Jesi per una serie di sfide all’ultima meta.

Bene l’Under 12 che, nonostante le due sconfitte di misura si è ben comportata dimostrando un gioco promettente. I giovanissimi si sono confrontati con i pari età del Fano e dello Jesi. La prima partita è finita 9 a 4 per i fanesi, mentre contro gli jesini i rossi di Fabriano hanno perso per 13 a 0.

Sempre Rugby Jesi come avversario per l’Under 14, uscita battuta per 7 ad 1.

Aggregati al Rugby Jesi gli under 16 e 18. Ottime le prestazioni, due vittorie nette e 0 punti subiti. L’under 16 ha visto l’ingresso in campo di Simone Sciamanna, Luca Nigro, Nicolò Del Priori, Nicolò Calisti, Giovanni Gabriele, Leonardo Rufini  e Mario Mango. Questi invece i giovani dell’under 18 scesi in campo insieme a Jesi: Lorenzo Romagnoli, Riccardo Mancini, Luca Tortolini e Marcello Armezzani.

(saverio.spadavecchia@qdmnotizie.it)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

FABRIANO / AREA DI CRISI COMPLESSA, GIOMBI: “BENE LE PAROLE DEL SINDACO, PRONTI A COLLABORARE PER IL BENE DELLA CITTÀ”

FABRIANO, 18 ottobre 2017 – Il Consigliere Andrea Giombi commenta positivamente la presa di posizione del primo cittadino, che nei giorni scorsi aveva espresso l’urgenza di inserire Fabriano all’interno dell’Area di Crisi Complessa al termine di un percorso che dovrebbe partire con un ordine del giorno per chiedere la riunione della seconda commissione a Fabriano. O.d.g. che dovrebbe essere presentato giovedì, in consiglio comunale.

“Apprendo con soddisfazione tale avvenimento, infatti  tale argomento è il nostro argomento principe che è presente nel nostro programma elettorale di Fabriano Progressista – ha spiegato il Consigliere di minoranza –  Inoltre, sono mesi che noi, grazie anche all’aiuto della Parlamentare Lara Ricciatti stiamo in molte sedi affermando la necessità di questo riconoscimento per la nostra Città”.

Ritorna a venerdì scorso Giombi, ricordando i temi del convegno organizzato da Art. UNO Mdp venerdì scorso, incentrato proprio sui temi del lavoro. Erano presenti l’On. Arturo Scotto, l’On. Lara Ricciatti, il Consigliere Regionale Gianluca Busilacchi ed il Coordinatore Gianfranco Leonelli.

“Pensiamo con forza che, come per il cratere del sisma, sia doveroso far rientrare Fabriano nel cratere del lavoro, dal momento che questa normativa permetterebbe di affrontare il tema della disoccupazione in modo sistematico, senza una rincorsa ad ogni vertenza che si sussegue e potrebbe, pertanto, cercare di risollevare la crisi del nostro comparto industriale – e poi conclude aprendo ad un percorso di collaborazione fattiva – Per questi motivi, siamo prontissimi a collaborare avendo il bene comune di Fabriano e dei fabrianesi come sola priorità”.

(s.s.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LETTERE&OPINIONI / “FABRIANO INCLUSIVA”, PRESIDIO PUBBLICO CONTRO RAZZISMO E XENOFOBIA

FABRIANO, 18 ottobre 2017 – Il giorno 12 Ottobre presso i locali del Laboratorio Sociale Fabbri si è tenuta un’importante assemblea cittadina sulle tematiche della solidarietà, dell’accoglienza e dei diritti dei migranti. L’assemblea, estremamente partecipata e autogestita, è stata convocata per dare una risposta di civiltà, larga e popolare, alle vergognose e sempre più allarmanti pulsioni xenofobe e razziste che dilagano nel nostro paese. Le notizie di aggressioni neofasciste a danni di migranti si sommano alle pericolose posizioni politiche populiste della Lega Nord e del suo leader Salvini. Anche a Fabriano in questo periodo sta emergendo una non-cultura che predica odio e divisione.

I banchetti fatti dalla Lega Nord contro lo ius soli denotano una inaccettabile speculazione politica sulla vita di tanti migranti che sognano un futuro e una cittadinanza degna per i loro figli, la nascita a Fabriano di un sedicente partito anti islamizzazione oltre a evidenziare una profonda ignoranza culturale dei fondatori serve solo a fomentare un clima di intolleranza in città, le accuse a sfondo razzista fatte su facebook ad una giornalista locale sono un atto che suscita sconforto e vergogna collettiva.

Riteniamo che tali questioni meritino una risposta attraverso la realizzazione di una iniziativa pubblica da svolgersi nella forma di un presidio e che si terrà la mattina di Sabato 21 Ottobre presso la Piazza del Comune. Invitiamo a scendere in Piazza e a partecipare tutta la comunità fabrianese che crede nei valori dell’accoglienza, della solidarietà tra gli esseri umani, che vuole estendere i diritti e non comprimerli, che non vuole dare agibilità e spazi politici a pensieri che, per interesse individuale, promuovono idee di separazione, paura e odio. Invitiamo quella Fabriano accogliente e solidale a riappropriarsi della piazza, portando i suoi valori e i suoi contenuti. Ma anche a riappropriarsi delle piazze immateriali dei social network, nelle quali odio e intolleranza si manifestano sempre più spesso.

Sabato 21 Ottobre dovrà essere un giorno di confronto e di crescita collettiva, una giornata larga e condivisa. Invitiamo chiunque voglia partecipare a portare in piazza un proprio contributo. Perché questa città sa accogliere. Perché prima di essere categorie siamo in primo luogo esseri umani. Perché noi, nonostante tutto, restiamo umani.

Invitiamo tutta la cittadinanza che condivide questi valori a partecipare ad una iniziativa organizzata da una piattaforma allargata di varie realtà politiche e sociali della città.