Moie e Maiolati S.

MAIOLATI / SI TINGE DI ROSA IL NUOVO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI, FASCIA TRICOLORE A UNA GIOVANE

MAIOLATI, 17 dicembre 2017 – Si è insediato ieri mattina (sabato 16 dicembre), con tanto di giuramento del neo-sindaco Greta Tassi, il Consiglio comunale dei ragazzi. Il centro comunale 6001 di Moie è stato, come due anni fa, teatro della cerimonia che rende istituzionale e condiviso un percorso, quello dell’organo rappresentativo degli alunni dell’Istituto comprensivo “Carlo Urbani”, che vanta a Maiolati Spontini una lunga tradizione. La giovane Greta, studentessa della secondaria di primo grado “Gaspare Spontini” di Moie, succede, infatti, ad altri sei alunni chiamati ad indossare la fascia di mini-sindaco. Un diminutivo, in realtà, che mal si coniuga con l’impegno e il senso di responsabilità con cui gli alunni vivono questa esperienza “di grande valore e dall’alto significato civico”, ha detto il vice sindaco Silvia Badiali che ha presenziato all’incontro, visto che il primo cittadino Domizioli era trattenuto da impegni istituzionali. Alla cerimonia erano presenti anche la dirigente dell’Istituto Comprensivo Maria Luisa Cascetti, il consigliere comunale con delega alla Partecipazione Stefania Lucidi e il consigliere ed ex sindaco Giancarlo Carbini, oltre che dei bambini delle classi quarte e quinte della primaria e dei ragazzi della secondaria di primo grado accompagnati dai docenti e dall’insegnante referente del progetto Andreina Carnuccio. Sono intervenuti anche tutti gli ex mini sindaci che si sono alternati in questi quindici anni, tranne uno perché impegnato a scuola, l’ex presidente del Consiglio regionale Raffaele Bucciarelli e l’ex dirigente scolastico dell’Itis “Marconi” di Jesi, Agostino Tassi, nonno della neo mini-sindaco. Insomma, è stata una festa e insieme un momento di riflessione e di partecipazioni attiva, carico di significato e di valori. Oltre al sindaco dei ragazzi si è insediato anche il Consiglio, frutto delle elezioni svoltesi lo scorso 30 novembre, formato da venti studenti-consiglieri di maggioranza e sei di minoranza.

“Dare ai ragazzi la possibilità di vivere un’esperienza di partecipazione – ha osservato la Badiali – contribuisce a renderli più responsabili ma è utile anche a noi amministratori perché significa metterci in condizione di capirli meglio, questi giovani, e magari trarre spunti e idee dalle loro istanze. Siamo orgogliosi del fatto che il nostro Comune abbia istituito, nel lontano 2002, il Consiglio comunale dei ragazzi e riteniamo sia un elemento qualificante anche averlo rinnovato periodicamente fino ad oggi con lo stesso entusiasmo”.

Il vice sindaco ha ringraziato Letizia Troiano, rimasta in carica negli ultimi due anni, facendole dono della preziosa medaglia commemorativa che ricorda il duecentesimo anniversario dalla prima rappresentazione de La Vestale di Spontini. Ha poi augurato buon lavoro a Greta Tassi e a tutti i giovani consiglieri di “affrontare la nuova e importante esperienza con il giusto entusiasmo”.

Ecco i nomi dei consiglieri, a partire dai più votati. Per la scuola secondaria di primo grado sono Mattia Tassi, Vittoria Garbini, Jonathan Barchiesi, Maddalena Magrini, Riccardo Bruno Pigini, Diana Munteanu, Martina Tisba, Chiara Piccioni. Per la scuola primaria sono Matilde Ferazzani, Valentino Donnini, Niangi Jaebets Lutete, Matilde Lorenzetti, Simone Marini e Edoardo Lovascio. Sono stati eletti come consiglieri di minoranza, invece, per la scuola secondaria Melisse Pantaloni, Alessandro Tiberi, Filippo Faini e Edoardo Gambini-Rossano, mentre per la scuola primaria Marika Chiucchi e Tommaso Febo.

La lista che ha espresso come sindaco la giovane Tassi ha vinto con un programma molto ambizioso, che toccava diversi ambiti, dallo sport all’istruzione, dalla cultura all’assistenza ad anziani e persone in difficoltà, dall’intercultura alla politica ambientale. Fra le proposte, l’organizzazione di mini-olimpiadi per fasce d’età, l’utilizzazione degli spazi scolastici nel pomeriggio per fare un “club del libro”, l’organizzazione di classi aperte per attività opzionali come teatro o danza, il coinvolgimento degli anziani in lezioni a scuola e in lavori manuali, la pianificazione di incontri con genitori di alunni di altre culture “per raccontarci le tradizioni dei loro paesi di provenienza”, la creazione di un parco urbano “dove ci siano animali da cortile da accudire”, fino all’ampliamento della pista ciclabile fino a scuola.

In questi anni hanno ricevuto la fascia simbolica di sindaco quattro ragazzi e due ragazze: Luca Marinelli (2002), Sebastiano Mazzarini (2006), Giuseppe Devanna (2009), Michele Meloni (2011), Giulia Nisi (2013) e Letizia Troiano (2015). Hanno partecipato alla vita della comunità maiolatese intervenendo nelle cerimonie pubbliche e nelle ricorrenze più importanti a fianco del sindaco votato dai cittadini. La scuola e l’Amministrazione comunale hanno voluto invitare anche loro alla mattina per ricordare insieme il quindicesimo anno di presenza del Consiglio comunale dei ragazzi nel comune di Maiolati Spontini. E tutti, tranne Michele Meloni, perché impegnato a scuola, hanno risposto all’appello e hanno preso la parola raccontando qualcosa di significativo della loro esperienza.

VALLESINA / RAID NELLA NOTTE, LADRI IN AZIONE IN DIVERSE ABITAZIONI

MOIE DI MAIOLATI, 16 dicembre 2017 – Furti nella notte a Moie di Maiolati e Staffolo.

Ad essere prese alcune agitazioni della Vallesina tra le 4 e le 5 della notte scorsa. Si presume che le incursioni siano opera della stessa banda.

Indagini da parte dei Carabinieri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

MAIOLATI / SI APRE LA STAGIONE DI PROSA CON “IL SECONDO FIGLIO DI DIO”

MAIOLATI, 15 dicembre 2017 – Si apre la Stagione Teatrale al Teatro “Gaspare Spontini”, promossa dalla Fondazione Pergolesi Spontini con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Maiolati Spontini.

Ad inaugurare il cartellone sarà, questa sera (15 dicembre) alle ore 21, Simone Cristicchi in Il secondo figlio di Dio scritto da Manfredi Rutelli e Simone Cristicchi, per la regia di Antonio Calenda; la produzione è di CTB Centro Teatrale Bresciano e Promo Music.

In cima a una montagna, davanti a una folla adorante di 4 mila persone, un uomo si proclama reincarnazione di Gesù Cristo. È il luglio del 1878. L’inizio di una rivoluzione possibile, che avrebbe potuto cambiare il corso della Storia.

Dopo il grande successo di Magazzino 18 (200 repliche e decine di migliaia di spettatori), Simone Cristicchi torna a stupire il pubblico con una storia poco frequentata, ma di grande fascino. Il nuovo spettacolo teatrale è ispirato alla vicenda incredibile, ma realmente accaduta, di David Lazzaretti, detto il “Cristo dell’Amiata”. Ne Il secondo figlio di Dio, si racconta la grande avventura di un mistico, l’utopia di un visionario di fine ottocento, capace di unire fede e comunità, religione e giustizia sociale. Tra canzoni inedite e recitazione, il narratore protagonista ricostruisce la parabola di Lazzaretti, da barrocciaio a profeta, personaggio discusso, citato e studiato da Gramsci, Tolstoj, Pascoli, Lombroso e Padre Balducci; il suo sogno rivoluzionario per i tempi, culminato nella realizzazione della “Società delle Famiglie Cristiane”: una società più giusta, fondata sull’istruzione, la solidarietà e l’uguaglianza, in un proto-socialismo ispirato alle primitive comunità cristiane.

Il cant’attore Cristicchi racconta l’ ultimo ereticoLazzaretti, e quel piccolo lembo di Toscana (Arcidosso e il Monte Amiata) che diventa lo scenario di una storia che mai uguale fu agitata sulla faccia della terra, ponendoci una domanda più grande, universale, che riguarda ognuno di noi: la “divinità” è un’umanità all’ennesima potenza? Con l’ausilio di video-proiezioni e di una scenografia in continua mutazione, quella terra così aspra e bella, quella “terra matrigna e madre” diventa la co-protagonista, nel racconto della straordinaria vicenda di David Lazzaretti, il secondo figlio di Dio. Una storia che se non te la raccontano, non la sai. La storia di un’idea. La storia di un sogno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

MOIE / 60 PERSONE RACCONTANO IL NOVECENTO, UN LIBRO SCRITTO DA TANTE MANI

MOIE, 14 dicembre  2017 –  “Moje si racconta. Memorie e ricordi del Novecento”  è un libro di racconti di oltre 60 persone, in parte raccolti con interviste ed altri con scritti pervenutici da mojaroli.

Il libro contiene una prefazione di Riccardo Ceccarelli. Verrà presentato giovedì 21 dicembre presso i locali sottostanti la Chiesa Cristo Redentore in Piazza don Minzoni alle ore 21.00, a Moie.

Il libro raccoglie racconti che vanno dal periodo fascista fino alla fine degli anni ’80; i narratori sono paesani di Moie che rivivono nel racconto la loro infanzia e la loro giovinezza, parlando delle sofferenze legate alla 2^ guerra mondiale, piuttosto che dei loro lavori per sbarcare il lunario nel secondo dopoguerra .

Un capitolo del libro è dedicato ad alcuni personaggi di Moie, noti a tutti. Poi dei fermenti dei primi anni ’70, nonché degli operosi parroci degli anni ’40. Poi ancora, il libro, a dare continuità al primo volume pubblicato dal gruppo Moje14 : ” Moje, storia di un paese per immagini” , contiene oltre 130 foto inedite e poesie a tema oltre che documenti degli anni ’30 e ’40.

Infine oltre a contenere autobiografie e biografie incentrate sulle peculiarità dei loro caratteri o lavori, nel volume da diversi, viene presa in considerazione l’ipotesi su l’esistenza di gallerie sotterranee che dal’Abbazia Santa Maria del XII secolo,  conducevano verso Nord l’una lunga 350 metri e verso Ovest l’altra lunga 500 metri circa.

LETTERE&OPINIONI / “LE REGOLE DEL GIOCO”

MAIOLATI, 13 dicembre 2017 – In questo periodo la maggioranza PD + Sinistra Unita del Comune di Maiolati è alle prese con il bilancio pluriennale 2018 – 2020.

Tralasciando per il momento i dettagli tecnici del bilancio (che riprenderemo fra alcuni giorni cercando di informarvi su quanto ha deciso la Giunta per il 2018 ed in prospettiva anche per gli anni 2019 e 2020, in relazione ad IMU, TARI, TASI, trasporto e mensa scolastica, tariffe e prezzi in generale), quello che salta subito all’occhio è l’evidente, sofferta e per certi versi paradossale vicenda politica che si sta consumando all’interno della compagine di maggioranza, così come emerge da quanto sta accadendo, ormai ripetutamente, in Giunta. Infatti, nella delibera di Giunta Comunale n. 155 dello scorso 24 novembre, relativa all’approvazione dello schema di bilancio di previsione 2018-2020, si può leggere l’ennesimo scontro politico tra l’assessore Piergigli, esponente del gruppo consiliare Sinistra Unita, e il resto degli assessori della maggioranza PD.
Questo è quanto riportato, in grassetto, nel testo della delibera:
“L’Assessore Piergigli dà lettura della propria dichiarazione che viene di seguito riportata: «Pur condividendo lo spirito e gli obiettivi del Bilancio non posso esprimere un giudizio positivo, con l’unica motivazione che esso contiene un piano triennale delle opere pubbliche che non approvo.
Nel rispetto della mia appartenenza alla Maggioranza, non partecipo al voto e mi riservo di verificare la disponibilità del Sindaco e della componente maggioritaria della Giunta ad accogliere le proposte che sono state a più riprese fatte ed è ovvio che il voto in Consiglio dipenderà da ciò.
Dichiaro sin da ora che, se persiste questo atteggiamento di totale chiusura rispetto alle nostre proposte, la presenza in maggioranza del Gruppo Sinistra Unita non può che apparire superflua ed inutile».

L’assessore Piergigli consegna la dichiarazione che viene conservata agli atti dell’ufficio ed esce dall’aula.”

In un passaggio precedente abbiamo definito paradossale la vicenda politica, ma in realtà i paradossi sono due e sono legati agli “atteggiamenti e comportamenti” politici, sia dell’assessore Piergigli che del sindaco Domizioli.
Infatti, per prima cosa quando un assessore non si riconosce più nelle linee e negli indirizzi politici delineati dal sindaco (e successivamente cambiati), quando le sue proposte sono ignorate e non prese in considerazione, quando soprattutto non condivide il documento principale dell’attività amministrativa dell’ente, cioè il bilancio, le dimissioni dalla carica sono innanzitutto un obbligo morale per rispetto dei suoi elettori e del suo partito.
Poi, l’atteggiamento del sindaco, oltre che paradossale è inspiegabile. Infatti, gli assessori non sono eletti dai cittadini, ma è lui che li nomina sulla base della fiducia che ripone in ognuno di loro, in relazione al suo programma politico che deve essere CONDIVISO IN OGNI PUNTO.
La delega assessorile non è una delega in bianco, ma vale fino a che l’assessore condivide IN TUTTO E PER TUTTO gli indirizzi politico-amministrativi del sindaco. Quando vengono meno queste condizioni, il sindaco NECESSARIAMENTE ED OBBLIGATORIAMENTE deve “dimettere” l’assessore, ritirandogli(le) la delega.
Non può esistere un voto non unanime in giunta! o gli assessori sono in perfetto accordo con il sindaco oppure si dimettono!
E IL SINDACO NON PUO’ STARE IN ATTESA (Di che cosa?! Che l’assessore abiuri se stesso e il suo partito per “amore” della carica e torni sui suoi passi con il capo coperto di cenere?!): DOMIZIOLI HA L’OBBLIGO DI DIMISSIONARE L’ASSESSORE(A) “RIBELLE”!

Questi sono i comportamenti corretti che derivano dalla legge sull’elezione diretta del sindaco, a meno che non sia il solito teatrino a cui siamo abituati da tempo, in cui agli annunci e ai proclami non seguono mai i fatti.

Queste sono le regole del gioco.

M5S Maiolati Spontini

MOIE / MERCATINI DI NATALE IN PIAZZA KENNEDY

MOIE, 13 dicembre 2017 – La Pro loco di Maiolati Spontini, in collaborazione con l’Amministrazione comunale, organizza per domenica 17 dicembre, in piazza Kennedy a Moie, i “Mercatini di Natale”. Dalle 10 fino alle 20, nella piazza al centro della cittadina saranno allestiti stand coperti dove associazioni e realtà locali metteranno in vendita prodotti artigianali e articoli vari, da regalarsi o regalare per il tradizionale scambio di doni natalizio.

Ci saranno anche le bancarelle con oggetti-dono realizzati dai bambini della scuola dell’infanzia e di quella primaria. Sarà una festa, insomma, per grandi e piccoli, con animazione per bambini, castagne, vin brulè e ciambelle di mosto col cioccolato.

Ai mercatini partecipa anche la sezione di Moie dell’Anpi, l’associazione nazionale partigiani d’Italia, con l’iniziativa “Candela della solidarietà”. I contributi raccolti saranno devoluti per la causa della lotta al femminicidio e contro la violenza sulle donne.

VOLLEY FEMMINILE B1 / L’ECOENERGY04 MOIE SCONFITTA IN CASA, PARTITA BELLISSIMA

ECOENERGY 04 MOIE – CANOVI COP. SASSUOLO MO     0-3

MOIE, 12 dicembre 2017 –  Sconfitta molto meno netta di quanto il risultato possa far pensare, con la Pallavolo Moie che gioca una buonissima partita e lotta fino all’ultimo punto ogni singolo set.

Grande serata di sport al palas di via Torino a Moie. I fortunati spettatori hanno assistito ad un eccellente spettacolo di pallavolo, non solo perché nelle file della Canovi Sassuolo militava la due volte campionessa olimpica e mondiale Tai Aguero, ma anche e soprattutto perché le “nostre” biancorosse hanno saputo tener testa alle avversarie giocando due set combattutissimi ed incerti fino alla fine.

Peccato, almeno il premio di un set l’Ecoenergy04 lo avrebbe meritato, se non altro per l’impegno e la voglia di combattere messe in campo, questa sera, dalla squadra di mister Lombardi contro la corazzata sassolese. Appagati, comunque, i tifosi biancorossi hanno applaudito a lungo nel finale le atlete del presidentissimo Mazzarini, meno soddisfatto mister Lombardi.

Partono intimorite le biancorosse di Moie, Obossa “indovina” due splendidi lungolinea e le emiliane allungano subito: 1-5. Poi Chiara Baroli si prende il gusto di murare nientemeno che Aguero e le moiarole recuperano fino al 7-9. Le biancorosse provano in tutti i modi ad opporsi alle bocche da fuoco biancoverdi, ma non è cosa semplice e la Canovi allunga di nuovo: 9-14. Si vede una pallavolo di buon livello, con ottimi scambi e con l’Ecoenergy04 che gioca alla pari delle avversarie senza, comunque, riuscire a recuperare il gap iniziale: 15-20. Difficile superare il muro ben organizzato delle ospiti e quando succede, la difesa risucchia buona parte dei tentativi di Roani & C. Il finale un po’ caotico, vede le locali perdere, a tratti, la linearità del proprio gioco, ma continuare, comunque, a combattere e pagare salati i cinque punti iniziali “regalati” alle avversarie. Chiude Tai Aguero con una bordata da posto quattro: 20-25 e 0-1.

Buon inizio di Moie nel secondo parziale che, sul servizio di Cecato, si porta sul 3-0 e poi sul 6-3, costringendo Barbolini al time-out. Le sue urla funzionano perché, con la buona distribuzione di Lancellotti, le ospiti trovano subito il pareggio: 6-6. Si procede a braccetto senza che nessuna delle due squadre ceda il proprio servizio, con ottime azioni da entrambe le parti e con il pubblico che gusta questo spettacolo tifando calorosamente: 10-10. Tai Aguero mette in mostra tutto il suo repertorio e riesce a contenere le scatenate ragazze di Moie: 14-14. Il nastro aiuta le ospiti sul servizio di Crisanti e porta la Canovi in vantaggio, ma la grinta di Cecato e Roani sono encomiabili: controsorpasso immediato e 17-16. Si gioca sul filo dei particolari e ogni errore è severamente vietato, Crisanti prevale a rete su Cerini e prova ad allungare (17-19), ma Baroli lotta come una leonessa e riporta sotto le sue: 21-22. È uno spettacolo di pallavolo ad alto livello che il pubblico di Moie vive con entusiasmo, cercando di spingere le proprie beniamine oltre i propri limiti. Barbolini alza il muro, ma Spicocchi lo costringe a fermare di nuovo il gioco con un’ottima fast: 22-23. Due errori consecutivi delle biancorosse al servizio regalano altrettante palle set alle emiliane, ma un fendente di Roani e un errore di Obossa prolungano il set ai vantaggi. Moie, sulle ali dell’entusiasmo, si procura anche la palla del set (25-24), ma Aguero e un muro di Squarcini decidono il set ancora a favore delle ospiti: 25-27 e 0-2.

Barbolini presenta Baldoni per Obossa nel sestetto di partenza del terzo set, evidentemente per limitare gli errori e il campo gli da ragione: 0-4. Moie deve fare almeno tre attacchi prima di bucare la difesa ospite e adesso tutto è più difficile: 2-7. “Pipp”i è costretto al time-out e comanda il gioco con le centrali, Spicocchi e Cerini eseguono e le moiarole recuperano qualcosa: 5-7. Sassuolo allunga di nuovo (7-12), ma capitan Roani non ha nessuna voglia di mollare e avvia il recupero delle biancorosse: 11-12. Il palasport di Moie si accende di nuovo e il primo errore di Aguero corrisponde al pareggio delle locali: 13-13. Falotico scalda la spalla e con tre punti consecutivi mantiene a galla le sue (17-17), con Giulia Cecato che, con una palla di seconda, le porta in vantaggio: 19-18. Uno spettacolare muro di Sofia Cerini per il doppio vantaggio interno (20-18) scalda il tifo locale che esplode letteralmente sulle successive giocate di una Cecato incontenibile (9 punti totali per la palleggiatrice). Un suo attacco di prima intenzione e un ace portano Moie ad un passo dal set: 23-19. Il successivo errore al servizio e la freddezza di una squadra consapevole della propria forza, conducono all’amaro finale del set e della partita. Sassuolo non sbaglia più e con un filotto di 0-6 recupera una situazione che si era fatta veramente problematica: 23-25 e 0-3.

Bravura e destino si sommano in questo finale di partita che regala alle quotate sassolesi uno 0-3 frutto della loro abilità, ma che penalizza in modo sicuramente eccessivo le ugualmente brave atlete di Moie. Sabato prossimo in Toscana per una pronta riscossa.

ECOENERGY 04 MOIE – Cerini 7, Spicocchi 5, Baroli 8, Roani 9, Falotico 8, Cecato 9, Zannini (L1), Mercanti (L2), Maurizi, Pistocchi, Stronatti, Mattetti. All. Lombardi, 2°All. Giardinieri.

CANOVI COP. SASSUOLO MO –  Crisanti 13, Squarcini 6, Boninsegna 7, Lancellotti 2, Obossa 5, Aguero 19, Baldoni 4, Gjoni, Credi, Falcone, Galletti, Maruotti, Bici (L). All. Barbolini

Parziali – 20-15, 25-27, 23-25

MOIE / TAMPONAMENTO A CATENA CON FERITI TRASPORTATI AL PRONTO SOCCORSO

MOIE, 11 dicembre 2017 – Tamponamento a catena poco prima delle 18,30 di oggi (11 dicembre) sulla vecchia statale 76 che porta a Moie, esattamente poco prima della rotatoria alle porte di Stazione di Castelbellino, in località Scorcelletti. Coinvolte tre autovetture. Due le persone trasportate con le ambulanze, con molta probabilità diretta al pronto soccorso del “Carlo Urbani” di Jesi.

Sul posto Polizia municipale di Maiolati Spontini e secondo le prime informazioni dal posto la Croce Verde di Jesi e di Cupramontana.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

CALCIO PROMOZIONE / SOLO UN PAREGGIO PER IL MOIE VALLESINA: CONTINUA LA SERIE POSITIVA

Moie Vallesina – Passatempese   2 – 2

MOIE, 11 dicembre 2017 –  Giusto pareggio tra Moie Vallesina e Passatempese con la squadra di casa che, pur priva quasi totalmente del suo reparto d’attacco, trova il pareggio a pochi minuti dalla fine e continua la serie di risultati utili.

Quella tra il Moie Vallesina e la Passatempese è una partita dai due volti. Nel primo tempo la partita è molto equilibrata, ma le squadre non riescono a creare azioni da gol e i due portieri rimangono inoperosi.

Il secondo tempo invece è pieno di emozioni, gol e colpi di scena. A inizio ripresa, dopo due buone occasioni per il Moie Vallesina capitate sulla testa e sui piedi di Simon Wu, è la Passatempese a portarsi in vantaggio: la squadra di casa perde un brutto pallone nei pressi della propria area di rigore, sugli sviluppi il numero 8 Borgognoni lascia partire un tiro preciso che non lascia scampo a Cerioni. 0-1. Gol che viene proprio nel miglior momento della compagine di casa.

Veemente la reazione dei moiaroli che al 68′ riescono a riequilibrare il risultato: sul corner di Matteo Mastri è il neo acquisto Postacchini a segnare il gol dell’1-1.

Neanche il tempo di festeggiare che la Passatempese ritorna in vantaggio: dagli 11 metri Staffolani sigla la rete del 1-2.

La squadra di casa non ci sta e a pochi minuti dal termine agguanta il meritato pareggio: ancora Mastri nelle vesti di assist-man, la palla giunge a Nacciarriti che festeggia il suo ritorno in maglia rossoblù con il gol del definitivo 2-2. Un plauso ai nuovi innesti (Postacchini e Nacciarriti) che arrivati questa settimana ad allenarsi con la squadra hanno dato subito il loro prezioso contributo.

Grazie a questo pareggio continua la serie di risultati utili consecutivi: dopo le vittorie con il Real Metauro e con il Portorecanati, un buon punto conquistato contro una diretta rivale per la salvezza.

Sabato 16 Dicembre  si va a Mondolfo secondo in classifica a solo una lunghezza dalla prima posizione occupata dalla Filottranese.

Moie Vallesina: Cerioni Spinelli Postacchini Serafini (al 80′ Magini) Simonetti (al 60′ Cerusico) Morazzioni Mosca (al 90′ Carloni) Pierleoni (al 75′ Tittarelli) Borocci Mastri Wu (al 75′ Nacciarriti). All. Busilacchi

Passatempese: Moscoloni Zoli Graciotti Iannacci Mandolini Mezzanotte Nemo Borgognoni Staffolani Pericolo (al 70′ Magi) Madonna (al 65′ Filipponi). All. Strappini

Arbitro: D’Ascanio di Ancona.

Reti: al 55′ Borgognoni, al 68’Postacchini, al 71′ Staffolani (rig.), al 85′ Nacciarriti

MOIE / TWIRLING, TANTI PRIMI POSTI PER LE ATLETE DELLA LG2 VALLESINA

MOIE, 10 dicembre 2017 – Nei mesi scorsi nove atlete della LG2 Vallesina Twirling hanno partecipato alle gare Interregionali ( Marche – Lazio – Toscana) classificandosi tutte ai primi posti e ottenendo il titolo di campionesse interregionali e regionali.

Sabato 2 e domenica 3 dicembre hanno partecipato per la prima volta alla selezione per la partecipazione all’European Cup che si svolgerà a Dublino dal 3 all’ 8 luglio e al campionato nazionale specialità tecniche della federazione italiana Twirling FITW a Castelletto Ticino in provincia di Novara.

La LG2 ha ottenuto cinque titoli nazionali e un secondo posto:

1° posto per Arianna Conti (Solo 1 bastone Junior Serie A),

1° posto con Federica Caprini (2 bastoni Junior Serie A),

1° posto per Giulia Capitani (solo 1 bastone Junior Serie B),

1° posto per Silvia Gasparrini (Solo 1 bastone Cadetti serie B)

1° posto con Ludovica Menghi e Serena Fiorentini ( Artistic Pair Junior B) e 2° posto con Sofia Caprini e Nadine Cesaroni ( Artistic Pair cadetti B).

Federica Caprini e Arianna Conti, inoltre hanno ottenuto non solo il titolo di campionesse italiane, ma sono anche state promosse dalla serie A alla categoria Elite (categoria più alta nelle specialità del settore)e quindi parteciperanno alla COPPA EUROPA che si svolgerà a Dublino dal 4 all’ 8 luglio 2018.

Grande è stata la soddisfazione di tutto lo staff tecnico che ha accompagnato e preparato le atlete: per la parte tecnica twirling: Alice Ceccacci, Loredana Guerro, Satia Ceccacci, Michela Molinari, Giulia Pasquini, Marta Brega; per la parte ginnastica ritmica-artistica e danza: Mirna Baldoni e Silvia Domizioli, Valentina Saturni.

La passione e la professionalità hanno fatto sì che tutte le ragazze fossero in forma, pronte atleticamente e tecnicamente preparate per la competizione. «I risultati si ottengono con sacrificio, responsabilità, umiltà e passione – dichiara il presidente Emanuele Ceccacci – senza questi elementi tutto questo non si sarebbe potuto realizzare. Siamo felici e orgogliosi delle nostre piccole grandi donne che stanno crescendo con tenacia e responsabilità. Grazie alle famiglie che ci supportano sempre con tanto amore, un gruppo coeso e sempre pronto ad aiutarsi nell’organizzazione di ogni evento. Grazie a tutti e FORZA, ci aspettano nuove gare per il prossimo 2018. A gennaio nuove prove gratuite per tutte coloro che vorranno entrare a far parte della famiglia LG2 Vallesina Twirling. Un augurio di cuore a tutti di Buone Feste e di giorni felici e sereni».

Appuntamento al palasport di Moie domenica 17 dicembre ore 18.00 per il saggio di Natale, dove ci sarà tutta la squadra LG2 Vallesina Twirling.