San Paolo di Jesi

SAN PAOLO DI JESI / SERVE L’AUTOGRU’ DEI VIGILI DEL FUOCO, RECUPERATA UNA BETONIERA

SAN PAOLO DI JESI, 2 dicembre 2017 – Nel tardo pomeriggio di ieri verso le ore 19, i vigili del fuoco sono intervenuti a San Paolo di Jesi (AN) in via Follonica per recuperare una betoniera.

Causa il cedimento del terreno, una betoniera si inclinava lateralmente.

I vigili del fuoco, utilizzando l’autogrù, hanno recuperato l’automezzo  rimettendolo in carreggiata.

Non si lamentano danni a persona.

LETTERE&OPINIONI / BARRIERE ARCHITETTONICHE, LUCIA GIATTI VINCE LA SUA BATTAGLIA: COMUNE CONDANNATO

Lucia Giatti

SAN PAOLO DI JESI, 17 novembre 2017Lucia Giatti vince la causa contro il comune di  San Paolo di Jesi perché discriminata in quanto disabile.

La Corte di Appello di Ancona, con sentenza n. 1710 del 14 novembre scorso, ha condannato il comune di San Paolo di Jesi al pagamento di 15.000,00 euro a titolo di risarcimento danni per aver discriminato Lucia Giatti, cittadina disabile nonché ex consigliere comunale dello stesso Comune.

Lucia Giatti, disabile motoria costretta a muoversi sulla sedia a ruote, non poteva accedere alla sala consiliare e agli uffici comunali a causa della presenza di barriere architettoniche e, pertanto, nel 2013 ha deciso di intraprendere – con il sostegno dell’ Associazione Luca Coscioni e con l’assistenza legale dell’Avv. Alessandro Gerardi, Consigliere generale dell’Associazione Luca Coscioni e dell’avv. Francesco Boschi – un’azione legale contro il comune di San Paolo di Jesi,  appellandosi alla legge 67 del 2006 (“Misure per la tutela giudiziaria delle persone con disabilità vittime di discriminazioni”).

L’ingresso del municipio prima dell’intervento

L’ascensore installato all’ingresso del municipio

“Anche se sono passati 4 anni alla fine la giustizia ha fatto il suo corso e ha riconosciuto la discriminazione subita da Lucia Giatti da parte del comune di San Paolo di Jesi“, ha dichiarato Renato Biondini, Segretario della Cellula Coscioni di Ancona, “Oltre al risarcimento dei danni si deve considerare che nel 2014 il Comune di San Paolo di Jesi, grazie alle iniziative intraprese dalla Cellula Coscioni di Ancona e all’azione giudiziaria delle sig.ra Giatti, ha finalmente reso accessibili ai disabili motori gli uffici  comunali grazie all’installazione di un ascensore.”

“Il riconoscimento, da parte della Corte di Appello, della natura discriminatoria della condotta omissiva tenuta in tutti questi anni dal Comune di San Paolo di Jesi, il conseguente risarcimento del danno disposto in favore di Lucia Giatti, l’abbattimento delle barriere architettoniche e, quindi, l’installazione dell’ascensore all’interno dell’edificio comunale, rappresentano l’ennesimo successo raggiunto dall’Associazione Luca Coscioni sul fronte della lotta alle discriminazioni nei confronti delle persone disabili“, continua l’Avv. Alessandro Gerardi, “successo conseguito in primis grazie al coraggio e alla determinazione di Lucia Giatti, il cui comportamento deve essere da esempio per tutte quelle persone con disabilità che ogni giorno in tutta Italia vengono discriminate a causa di una serie di barriere non solo architettoniche e sensoriali ma soprattutto culturali che impediscono loro di svolgere  una vita libera e indipendente”.

I Piani di Eliminazione delle Barriere Architettoniche (PEBA) sono previsti dal 1992: la maggior parte dei Comuni non si è adeguata alla normativa e risulta inaccessibile ai disabili, sia motori che sensoriali.

Gustavo Fraticelli, vice-segretario dell’Associazione Luca Coscioni, dichiara: “Con il progetto Soccorso Civile per l’eliminazione delle barriere architettoniche abbiamo promosso in tutta Italia con altre associazioni l’affermazione dei diritti dei disabili, la condivisione delle azioni e iniziative di ogni livello, fatto conoscere ai cittadini la possibilità di segnalare con una nostra App “NO Barriere” le discriminazioni in atto nel proprio Comune. È solo un primo passo verso la definitiva eliminazione delle barriere architettoniche, ma col nostro aiuto puoi farne uno anche tu potrai scaricare gratuitamente l’app su Google Play e iTunes”.

Facciamo un appello a tutte quelle  persone che sono discriminate a causa della loro disabilità: rivendicate i vostri diritti e appellatevi alla legge 67 del 2006, chiamando a  giudizio chi vi discrimina. Abbiate fiducia, la legge è dalla vostra parte.

Renato Biondini segretario cellula di Ancona associazione Luca Coscioni

PIANELLO VALLESINA / BULLISMO, QUANDO CONOSCERE I FENOMENI È FONDAMENTALE PER POTER INTERVENIRE

PIANELLO VALLESINA, 25 ottobre 2017 – Oggi pomeriggio (25 ottobre) presso la sala polivalente di Pianello Vallesina, alle ore 18.30, con l’incontro fra genitori, docenti, educatori, cittadini e lo scrittore Diego Mecenero prende il via il progetto “Parliamo di Bullismo”.

Quello di oggi è il primo di tre appuntamenti. Gli altri due vedranno l’autore del libro “Lo smontabulli”, Eli- La Spiga Edizioni, a tu per tu con gli alunni delle classi 4^ e 5^ della Scuola primaria dei vari plessi dell’Istituto Comprensivo Statale “B. Gigli” e, a seguire, con quelli delle classi della Scuola Secondaria di 1° grado “G. Pascoli”.

L’iniziativa è nata dalla collaborazione dei Comuni di Monte Roberto, Castelbellino, San Paolo di Jesi con l’Istituto Comprensivo Statale “B. Gigli” ed è sorta dalla consapevolezza di quanto sia doveroso parlare, ai nostri giorni, di bullismo e di cyberbullismo e di quanto la scuola, insieme con la famiglie, siano le maggiori agenzie educative interessate a prevenire questo preoccupante fenomeno dei nostri giorni.

Un fenomeno che si può combattere se lo si conosce, se si è formati per affrontarlo e se si ha l’aiuto della cultura.

“Parliamo di Bullismo” è un progetto che intende, pertanto, promuovere nelle giovani generazioni la cultura del rispetto e della convivenza sociale ed invitare tutti alla riflessione. L’obiettivo è quello di fornire informazioni e conoscenze sia agli alunni che ai genitori ed insegnanti di che cosa sia e come si manifesti il bullismo, con attenzione anche a quello on line al fine di capirne le dinamiche ed i rischi che si corrono in rete.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

SAN PAOLO DI JESI / EDIZIONE DA RECORD, “FESTA DEL VI’ DE VISCIOLA” IN GIOVANE E ALLEGRA COMPAGNIA

SAN PAOLO DI JESI, 19 ottobre 2017 – In archivio l’edizione record della Festa del Vì de Visciola.  Se la Vallesina è ormai riconosciuta da tutti per l’alta qualità di vita dei suoi borghi, la Festa del Vi’ de Visciola di San Paolo di Jesi è un spot che descrive alla perfezione tutti i caratteri peculiari del territorio: la simpatia della gente, la bellezza intatta degli antichi castelli, i panorami meravigliosi e le prelibatezze servite nei piatti e nei bicchieri. Per tre giorni (dal 13 al 15 ottobre) gli abitanti di San Paolo hanno indossato una maglietta gialla e si sono dedicati con grazia e passione ad accogliere ospiti, cucinare, dispensare allegria e vino buono. Migliaia le presenze registrate in questa edizione da record. Piazzette gremite per i concerti del sabato sera e per il dj set di Matrix, autore del tormentone del momento Baila como el Papu. E la domenica risate a volontà per la performance del comico Scintilla. Ma i presenti hanno dimostrato di gradire tutti i concerti e gli spettacoli proposti nel week end.

Letteralmente prese d’assalto le locande che proponevano i menù della cucina tradizionale marchigiana e le osterie che dispensavano il dolce nettare rosso a cui la festa è dedicata. E quando la sete si faceva sentire, ecco in lontananza la sirena dell’AVISciola…nza che annunciava tracannate di buon Verdicchio per tutti. Grande successo hanno riscosso anche i tour gratuiti nelle aziende vinicole della zona, una sorta di “Cantine aperte” dedicata al Vino di Visciole senz’altro da ripetere il prossimo anno.

Stremato, ma felice, il presidente della Pro Loco Marco Tozzi: “Non posso che ringraziare tutte le persone che hanno lavorato per la perfetta riuscita della festa. Un impegno e un attaccamento al nostro paese che ci riempie d’orgoglio. È bello soprattutto vedere così tanti ragazzi che si danno da fare e le giovani mamme che per 3 giorni lasciano i figli piccoli alle nonne per cucinare e servire ai tavoli della festa. Questo clima mi pare una buona notizia per il futuro di San Paolo. Oggi siamo tutti stanchi, ma da domani so che già cominceremo a pensare a cosa inventarci per far divertire la gente l’anno prossimo”.

Per chi si è fatto un selfie sotto l’enorme bottiglia di visciola, appuntamento sulla pagina Facebook della festa per rivedersi e rivivere l’allegria delle tre serate. E per tutti, arrivederci al prossimo anno per un dolce e profumato brindisi col Vi’ de Visciola!

SAN PAOLO DI JESI / AL VIA LA “FESTA DEL VI’ DE VISCIOLA”: TRE GIORNI DI MUSICA, DIVERTIMENTO E DOLCE NETTARE

SAN PAOLO DI JESI, 12 ottobre 2017 – Domani (venerdì 13 ottobre) prende il via a San Paolo di Jesi l’ottava edizione della Festa del Vi’ de Visciola, un intero week end dedicato al divertimento e alla promozione della bevanda che ha nella Vallesina il suo territorio di elezione. Come sempre ricco il cartellone che vedrà alternarsi ben 10 artisti nei due palchi della festa.

Venerdì sera il rock indie demenziale dei CaPaBrò e il folk dei Riserva Moac. Sabato sera le sigle dei cartoni animati più amati suonate dai Bim Bum Bam, il folk ‘n roll dei Contrabband e poi il super gruppo dei Folklub con elementi provenienti da gruppi storici della musica popolare. Emozioni per tutti con la danza aerea del Circo Libelle, in attesa del dj set di Matrix, il produttore della hit del momento Baila como el Papu. Domenica gran finale con i Rio Folk e con lo show di Gianluca “Scintilla” Fubelli, comico tra i più amati del programma televisivo Colorado.

Dopocena gran finale con l’agri rock de Gli amici dello Zio Pecos. Sempre domenica, a partire dalle ore 10 del mattino, tour gratuiti nelle cantine di San Paolo per scoprire i segreti del vero Vino di Visciole prodotto secondo la tradizione (info e prenotazioni: 335 6890387).

Nei tre giorni della Festa saranno in funzione le ormai famose locande di San Paolo con tutte le specialità della cucina tradizionale marchigiana e sfiziose ricette a base di visciola. Domenica locande aperte anche a pranzo. Sabato e domenica servizio di Bus Navetta per raggiungere comodamente il borgo. L’ingresso alla festa e a tutti i concerti è rigorosamente libero.
Ulteriori info su www.festadelvidevisciola.it e su Facebook.com/festadelvidevisciola

 

 

SAN PAOLO DI JESI / FESTA DEL VI’ DE VISCIOLA, MUSICA E DIVERTIMENTO COME TRADIZIONE COMANDA

SAN PAOLO DI JESI, 3 ottobre 2017Dal 13 al 15 ottobre torna a San Paolo di Jesi (AN) la sagra in onore del prezioso nettare tipico della Vallesina. Tre giorni di musica, spettacoli e vino buono. Tra gli ospiti Dj Matrix, produttore del tormentone Baila como el Papu, il comico Scintilla da Colorado, il super gruppo dei Folklub e tanti altri. Domenica 15 ottobre, tour guidati nelle cantine di San Paolo e sfilata delle mitiche “Zitelle”. In tavola, le specialità della cucina marchigiana e le originali ricette a base di Visciola.

L’ottava edizione della Festa del Vi’ de Visciola di San Paolo di Jesi si prospetta come uno degli appuntamenti più interessanti e divertenti dell’autunno in Vallesina. In programma dal 13 al 15 ottobre, la sagra organizzata dalla giovane Pro Loco di San Paolo promuove il Vino di Visciole e le altre specialità del territorio attraverso concerti, dj set, spettacoli e, per la prima volta quest’anno, tour guidati nelle cantine della zona che producono la tipica bevanda.

Più ricco e variegato che mai il cartellone degli spettacoli in programma.

Le “zitelle” impegnate nella gara di pigiatura

Venerdì 13 ottobre, sul palco di San Paolo saranno protagonisti i Riserva Moac, band protagonista in Italia e in Europa della scena Combat Folk e Balcan Beat. Ad aprire la serata saranno invece gli jesini CaPaBrò con il loro indie rock imprevedibile e divertentissimo. La serata sarà chiusa da un dj set che vedrà in consolle alcuni dei dj più in voga della zona.

Sabato 14 ottobre spettacoli davvero per tutti i gusti. Sul palco centrale si esibiranno i Folklub, una super band che raccoglie elementi dei Modena City Rambler e musicisti quotati che hanno suonato con Davide Van De Sfroos ed Enrico Ruggeri. Proporranno in chiave moderna le più celebri canzoni folk italiane e irlandesi. A scaldare il pubblico ci penserà invece il Folk ‘n roll dei Contrabband. Nell’altra piazzetta del paese, spazio alle suggestioni del circo Libelle, uno spettacolo di danza aerea che non mancherà di emozionare. Per grandi e piccini, le sigle dei cartoni animati più amati eseguite dalla Bim Bum Bam Band. A seguire un altro ospite molto atteso: Dj Matrix, produttore del tormentone Baila como el Papu, che impazza sui social anche grazie alla collaborazione del capitano dell’Atalanta Gomez e del gruppo comico degli Autogol.

Il carro dei “viscioli del fuoco”

Domenica 15 ottobre gli spettacoli inizieranno sin dalle primissime ore del pomeriggio. A scaldare l’atmosfera ci penserà la musica popolare dei Rio Folk. Il tutto in attesa di Gianluca “Scintilla” Fubelli, comico tra i volti più noti di Colorado e tra i più apprezzati dai giovani. L’onore di chiudere la festa, dopo cena, toccherà all’irresistibile Country Rock degli Amici dello Zio Pecos. Nel pomeriggio, la festa sarà impreziosita dalla sfilata delle Zitelle, l’altra “tipicità” di San Paolo di Jesi legata ad un lascito testamentario che risale a più di 300 anni fa. Le Zitelle delle passate edizioni sfileranno in abiti d’epoca per le vie di San Paolo e daranno il via all’altrettanto tradizionale Gara di Pigiatura.

Protagonista assoluto della tre giorni di San Paolo sarà naturalmente il Vino di Visciole. Domenica 15 ottobre, sin dalle 10 del mattino, ci saranno dei tour gratuiti nelle aziende vinicole di San Paolo che producono il Vino di Visciole secondo le rigide procedure stabilite dalla Regione a tutela della tradizione e dei consumatori. I partecipanti potranno effettuare degli assaggi guidati e gustare un buon aperitivo in attesa del pranzo. Un’occasione più unica che rara per scoprire tutti i segreti di questa pregiata tipicità del territorio.

Per tutta la durata della manifestazione saranno in funzione le famose Locande di San Paolo, con menù legati alla cucina tradizionale marchigiana e originali ricette a base di Visciola. Domenica le locande saranno aperte anche a pranzo. Sabato e domenica saranno attivi anche dei comodi bus navetta per raggiungere senza affanni il borgo.

La “cavata delle zitelle”

La Festa del Vi’ De Visciola è una festa unica nel suo genere in Italia: tutti gli spettacoli e le iniziative sono gratuiti, così come le ormai celebri “Tracannate” che di tanto in tanto vengono offerte al pubblico durante i concerti. A decretare la particolarità di questa festa è anche l’impegno dei volontari: circa un centinaio, su un totale di residenti che non supera le 900 unità. Sono loro che si impegnano per far funzionare ogni aspetto: dall’organizzazione agli allestimenti, dalla cucina all’accoglienza degli ospiti. Una festa unica, come il meraviglioso nettare che celebra e che si propone di valorizzare. I sanpaolesi vi aspettano in piazza da venerdì 13 a domenica 15 ottobre per una tre giorni di sano divertimento e Vi’ de Visciola!

Info su www.festadelvidevisciola.it e su Facebook.com/festadelvidevisciola

SAN PAOLO DI JESI / UN MINORENNE SI SENTE MALE, PER FORTUNA SOLO TANTA PAURA

SAN PAOLO DI JESI, 24 luglio 2017 – Uno svenimento di un ragazzetto di 14 anni ha messo in allarme la famiglia e buona parte della comunità di San Paolo.

Il fatto è accaduto questa mattina verso le ore 8.30 , quando il ragazzetto ha accusato uno svenimento che lo ha fatto cadere rovinosamente a terra, la madre ha chiamato immediatamente il 118 che ha richiesto l’intervento della Croce verde di Cupra Montana, ma anche “Icaro” è stato fatto intervenire per maggior sicurezza e proprio perché si trattava di un giovanissimo.

I sanitari a bordo dell’eliambulanza, dopo l’atterraggio, hanno subito soccorso il quattordicenne e dopo gli accertamenti di routine lo hanno fatto trasportare dall’ambulanza della Croce Verde presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale “Carlo Urbani” di Jesi in codice verde.

Le condizioni del giovinetto non hanno destato tuttavia preoccupazioni gravi, anche se al momento si trova ancora in osservazione presso il nosocomio jesino.

L’arrivo dell’eliambulanza dà sempre assume un senso di gravità, in questa occasione è stata piuttosto un’avveduta precauzione dei sanitari; nel centro abitato di San Paolo di Jesi gli abitanti, preoccupati, si sono riversati in strada per capire meglio e vedere cosa stava succedendo e ciò ha messo in movimento tantissimi compaesani.

(o.g.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

SAN PAOLO DI JESI / UNA BIMBA DI TRE ANNI ED UNA SIGNORA TRASPORTATE AL ‘CARLO URBANI’ DOPO UN INCIDENTE STRADALE

SAN POLO DI JESI, 15maggio 2017 – Nella tarda mattinata i vigili del fuoco sono intervenuti a San Paolo di Jesi in Sp 35 al Km 6 per un incidente stradale.

Per cause in fase di accertamento due vetture si sono scontrate tra di loro. Ad avere la peggio una signora trentaseienne e una bambina di tre anni le quali dopo aver ricevuto le prime cure sul posto, venivano trasportate dal personale del 118 al pronto soccorso di Jesi per accertamenti.

I vigili del fuoco hanno messo in sicurezza i mezzi coinvolti nell’incidente e per circa un’ora la strada è rimasta chiusa al traffico.

(e.s.)

SAN PAOLO DI JESI / SCONTRO TRA DUE AUTOVETTURE, UNA DONNA ED UNA BAMBINA DI 3 ANNI AL PRONTO SOCCORSO

SAN PAOLO DI JESI, 15 maggio 2017 – Intorno alla 13.40 di oggi i Vigili del fuoco sono intervenuti a San Paolo di Jesi (AN) all’altezza del chilometro 6 della provinciale 35 a seguito di un incidente stradale.

 

Per cause in fase di accertamento due vetture si sono scontrate tra di loro. Le occupanti una di una delle due vetture, una trentaseienne e una bambina di tre anni, dopo aver ricevuto le prime cure sul posto, sono state trasportate dal personale del 118 al pronto soccorso di Jesi per accertamenti.

I vigili del fuoco hanno messo in sicurezza i mezzi coinvolti nell’incidente, per circa sessanta minuti la strada è rimasta chiusa al traffico.

(saverio.spadavecchia@qdmnotizie.it)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

SAN PAOLO DI JESI / GIORNATA DELLA LEGALITÀ: RICORDATO DOMENICO RICCI, TRUCIDATO DALLE BRIGATE ROSSE IN VIA FANI (GUARDA IL VIDEO)

SAN PAOLO DI JESI, 12 maggio 2017 – Il primo appuntamento della sesta edizione della Giornata in memoria di Domenico Ricci si è tenuto oggi pomeriggio, venerdì  12 maggio,  nella sala consiliare del municipio di San Paolo di Jesi dove è stata ricordata la figura di Domenico Ricci,  caposcorta di Aldo Moro, ucciso dalle Brigate Rosse nell’agguato di via Fani in cui furono trucidati anche il maresciallo Oreste Leonardi e tre agenti di Polizia.

Un appuntamento a cui hanno preso parte i sindaci di San Paolo di Jesi, Sandro Barcaglioni, e di Staffolo, Patrizia Rosini, Giovanni Ricci, primogenito di Domenico e fondatore dell’Associazione che porta il nome del padre, e il Comandante Alfa delle unità speciali dei Carabinieri. L’ufficiale dell’Arma ha raccontato nel corso dell’incontro l’addestramento, i compiti e i momenti particolari del suo lavoro condotto sempre sotto la massima copertura. E la sua vita l’ha voluta raccontare attraverso il libro “Io vivo nell’ombra”.

Sono proprio queste persone come il comandante Alfa o il caposcorta Domenico Ricci “che ci hanno permesso di vivere oggi una vita democraticamente più sana” ha detto Giovanni Ricci, primogenito di Domenico Ricci e fondatore dell’Associazione che porta il nome del padre. Queste persone hanno voluto fare della legalità il sogno della propria vita, un sogno che non si è spezzato con la loro morte ma continua ad esistere.