Serra San Quirico

SERRA SAN QUIRICO / GOLA DELLA ROSSA, VIDEO ED IMMAGINI DELL’INCENDIO AL PARCO REGIONALE

SERRA SAN QUIRICO, 17 giugno 2017 – Ecco le foto ed il video dei Vigili del Fuoco mentre stanno spegnendo un incendio di vaste proporzioni che si è sviluppato all’interno del territorio del comune di Serra San Quirico.

La zona è parte del parco regionale naturale della Gola della Rossa e Frasassi.

Sul posto sono entrate in azione squadre di vigili provenienti da Jesi, Fabriano ed Arcevia supportate da 2 mezzi del distaccamento di Vigili del Fuoco volontari di Apiro per un totale di 20 uomini e 5 automezzi antincendio. Sul posto anche un elicottore del reparto volo di Pescara. Mobilitata anche la protezione civile di Fabriano.

Dopo alcune ora di intervento, l’incendio è stato domato anche grazie al supporto aereo dell’elicottero, che ha effettuato 10 lanci. Operazioni rese complicate dalla zona impervia.

Circa 4 gli ettari bruciati nel rogo.

SERRA SAN QUIRICO / A FUOCO IL BOSCO, SQUADRE DI POMPIERI A LAVORO

SERRA SAN QUIRICO, 17 giugno 2017 – E’ scoppiato – nelle prime ore del pomeriggio – un incendio di proporzioni considerevoli  in  zona  cava della Gola della Rossa, sul territorio di Serra San Quirico.

La zona è parte del parco regionale naturale della Gola della Rossa e Frasassi.

Sul posto sono in azioni squadre di vigili provenienti da Jesi, Fabriano ed Arcevia supportate da 2 mezzi del distaccamento di Vigili del Fuoco volontari di Apiro per un totale di 20 uomini e 5 automezzi antincendio. Sul posto anche un elicottore del reparto volo di Pescara. Mobilitata anche la protezione civile di Fabriano.

(s.s.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

SERRA SAN QUIRICO / DONNA ATTACCATA DAI CINGHIALI: “LA BUROCRAZIA E’ PIU’ PERICOLOSA DEGLI ANIMALI”

SERRA SAN QUIRICO, 13 giugno 2017 Inseguita dai cinghiali si salva dall’attacco arrampicandosi su un palo. E’ la disavventura vissuta da Patrizia Paccusse, una imprenditrice agricola che nel pomeriggio di ieri (lunedì) era intenta a lavorare nella sua vigna.

Questo il racconto della donna: “Stavo lavorando in vigna quando il cagnolino che avevo con me ha iniziato ad abbaiare; mi sono girata e mi sono trovata davanti una quindicina di cinghiali, con quattro femmine che mi hanno puntata e attaccata. Per fortuna sono riuscita a salire su uno dei pali della vigna e lì ho atteso che se ne andassero”. Ma la disavventura della signora Paccusse non è finita con l’allontanarsi degli animali, è proseguita. Questa volta ha dovuto scontrarsi con la burocrazia (ben più pericolosa dei cinghiali). E’ accaduto nel momento in cui la signora ha provato a denunciare all’accaduto; “dalla Provincia – racconta – mi sono sentita rispondere che, abitando in campagna, è normale che si possano incontrare dei cinghiali”. Sacrosanta verità, visto che la protagonista di questa disavventura “ha perso il conto dei danni che gli animali selvatici le hanno causato in vigna, con una situazione aggravata dal fatto di avere il terreno in area protetta, ormai ridotta a far west”. Sulla questione prende posizione, ancora una volta, Coldiretti Marche che da ormai troppo tempo chiede alle autorità di adottare provvedimenti finalizzati alla riduzione della presenza di un numero eccessivo di cinghiali nelle campagne marchigiane. “Coldiretti – si legge in una nota – chiede la piena applicazione dell’articolo 25 della legge sulla caccia, con l’adozione di un piano di controllo attuabile in ogni periodo dell’anno su tutto il territorio regionale, comprese le aree protette, in piena sinergia e collaborazione tra istituzioni, ATC, Cacciatori, agricoltori e ambientalisti, ma occorre anche dare la possibilità agli agricoltori di difendere le colture minacciate, dando la possibilità a quelli muniti di tesserino di caccia, di abbattere i cinghiali all’interno delle proprie aziende”. In altre parole si potrebbe pensare di allargare ai cinghiali la recente normativa sulla difesa della propria abitazione dall’intrusione di soggetti pericolosi.

Al di la delle battute resta un fatto importante; secondo Coldiretti, infatti, i danni provocati dai cinghiali “agli agricoltori e ai cittadini della regione”  ammonterebbero a “circa 6 milioni di euro, tra danni diretti ed indiretti a cereali, legumi, ortaggi, vigneti, ma anche ad automobili e persone, senza dimenticare i problemi dell’assetto idrogeologico del territorio”.

 

(sedullio.brazzini@qdmnotizie.it)

SERRA SAN QUIRICO / MALALA PERSONAGGIO GUIDA ALLA 36ESIMA EDIZIONE DELLA DI TEATRO DI SCUOLA

SERRA SAN QUIRICO, 15 maggio 2017 – Sarà Malala Yousafza la nuova fonte d’ispirazione per i ragazzi di Serra San San Quirico. L’annunciato è arrivato durante la serata finale di sabato 13 maggio della 36esima edizione della Rassegna Nazione di Teatro della Scuola.

Le prossima edizione sarà quindi dedicata al diritto all’istruzione e ai diritti delle donne, temi carissimi alla giovane pakistana che raggiunse – suo malgrado – la celebrità per aver celebre per consegnato alla Bbc il suo diario dove veniva raccontata la vita sotto i Talebani nella Valle di Swat. E da quel racconto al giorno dell’attentato (9 ottobre 2012) il passo è stato brevissimo con la giovane studentessa ferita al collo e alla testa, mentre tornava da scuola su un bus, da un miliziano dei Talebani che urlando il suo nome la (“Chi è Malala?”) aveva già fatto capire da che intenzioni fosse mosso. Da quel giorno, e dopo una complicata operazione a Birmingham nel Regno Unito, Malala è diventata il simbolo di chi lotta per avere la possibilità di saper leggere e scrivere.

E poi da quel giorno il recupero, l’impegno per i diritti di tutti e la voglia di dimostrare che l’esempio è sempre una forza positiva. Il discorso all’Onu, il premio Sakahrov per la libertà di pensiero ed infine il Nobel per la pace.

Una maestra “rivoluzionaria”, dove con la sua gioventù e la sua voglia di conoscenza è riuscita a fare argine nei confronti di una cultura chiusa nei confronti del diritto all’istruzione e a quelli delle donne.

Non è il primo “personaggio guida” vincitore di un Nobel; nel 2014 a guidare i ragazzi del teatro palestra furono guidati dal Re dei Giullari Dario Fo. Una presenza, quella dell’artista italiano recentemente scomparso, che ha segnato una delle edizioni più intense e seguite dove il suo grammelot è diventata lingua universale e sberleffo verso i potenti.

Tra i momenti più intensi della trentacinquesima edizione l’incontro con il Presidente del Senato Pietro Grasso. Una mattinata dove il tema della legalità e della lotta alle mafie sono state raccontante ad un pubblico rapito dall’intensità dell’esperienza dell’ex magistrato. Storie di “ordinario coraggio”, le complessità di vivere in una famiglia sempre sotto scorta e l’esempio dell’amico Giovanni Falcone fatto saltare in aria dalla mafia a Capaci.

Appuntamento al 2018, con il sogno – neanche troppo nascosto – di vedere Malala sul palco del teatro palestra.

(saverio.spadavecchia@qdmnotizie.it)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

SERRA SAN QUIRICO / GRAN FINALE DELLA 35ESIMA RASSEGNA NAZIONALE DI TEATRO DELLA SCUOLA

SERRA SAN QUIRICO, 13 maggio 2017 – Un giorno di spettacoli ed eventi no-stop conclude la 35^ Rassegna Nazionale del Teatro della Scuola, la più importante kermesse del Teatro Educazione in Italia che dallo scorso 29 aprile per due settimane ha portato a Serra San Quirico studenti da di ogni parte d’Italia e da vari paesi d’Europa, 43 gruppi scolastici e teatrali, circa 40 spettacoli, ed un grande staff composto da 50 operatori. Filo comune di questa edizione, il “Il Giovane Holden” di Salinger, un libro cult perfetto per parlare del rapporto tra i giovani e la “rivoluzione” intesa come desiderio di cambiamento.
Organizzata dall’ATGTP, Associazione Teatro Giovani Teatro Pirata, la rassegna marchigiana è un progetto culturale ricco di spettacoli, incontri, giochi, doni teatrali, laboratori di scenografia e teatro, aperti alle scuole ed al pubblico. Tra gli eventi di questa edizione, il 5 maggio scorso, l’incontro con il Presidente del Senato, Pietro Grasso.
Sabato 13 maggio, ultimo giorno della Rassegna, alle ore 9 vanno in scena i ragazzi dell’Istituto di Istruzione Superiore “Amaldi Sraffa” di Orbassano (Torino) con “Carmen Perpetuum”, uno spettacolo che parla d’amore e di desiderio. Nel pomeriggio ed in serata l’appuntamento è con l’Officina Italia: gli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado di tre città (Montegranaro, Figline Valdarno e Cantù) presentano in palcoscenico gli esiti di alcuni giorni di laboratorio teatrale fatto insieme a Serra San Quirico. Alle ore 21 la Rassegna si chiude con una Festa Teatrale ricca di sorprese tra performance, segnalazioni dei lavori più significativi ospitati nella Rassegna Nazionale, buffet, e il disvelamento del personaggio guida del 2018.

SERRA SAN QUIRICO / RASSEGNA NAZIONALE TEATRO DELLA SCUOLA, UNA GIORNATA DI EVENTI DEDICATI ALL’AMBIENTE

SERRA SAN QUIRICO, 10 maggio 2017 – Domani, giovedì 11 maggio, protagonisti alla Rassegna Teatro della Scuola sono la Natura e la sensibilità ambientale delle giovani generazioni. Si inizia alle ore 9 al Teatro Palestra con gli studenti della Scuola Secondaria di primo grado di Arcevia, in una pièce dal titolo “Pianeta Terra”, e a seguire la performance finale del laboratorio “Naturalmente teatro” della classe 4^ della Scuola Primaria I.C. Don Mauro Costantini di Serra San Quirico. Alle ore 11, sempre ad ingresso libero, si tiene l’incontro con Legambiente Marche e la rivista Andersen per il premio nazionale “Un libro per l’ambiente” di Legambiente che da quasi 20 anni evidenzia i migliori prodotti culturali per ragazzi per la qualità editoriale dei testi e delle immagini sulle tematiche ambientali e scientifiche. Partecipano all’incontro lo scrittore Anselmo Roveda, il direttore di “Andersen” Barbara Schiaffino, il responsabile nazionale premio “Un libro per l’ambienteTito Vezio Viola, Marcella Cuomo del Coordinamento Regionale del Premio, ed inoltre Massimiliano Scotti direttore Parco Naturale Regionale della Gola della Rossa e di Frasassi.

Alle ore 15 i ragazzi dell’I.C. “Assisi 3” della scuola secondaria di primo grado di Assisi sono in scena con lo spettacolo “Il fuoco di Prometeo”; alle ore 21, gli studenti dell’I.C. “Laives 1” della scuola primaria “Collodi” di Pineta di Laives (BZ) portano sul palcoscenico “Bene e male”. Incontri e spettacoli sono tutti ad ingresso gratuito e libero.

SERRA SAN QUIRICO / UNA SCUOLA DI NAPOLI PORTA IN SCENA “LIBERI TUTTI”, TRA IL PUBBLICO IL PRESIDENTE DEL SENATO PIETRO GRASSO (AUTORE DEL LIBRO)

SERRA SAN QUIRICO, 5 maggio 2017 – Applausi convinti quelli che hanno accolto il Presidente Grasso all’interno del Teatro Palestra. Dopo un breve cenno di saluto ecco l’omaggio fatto dalla Secondaria di primo grado di Napoli “A. Ristori” che ha messo in scena “Liberi Tutti”, libro che il Presidente del Senato ha scritto sotto forma di lettera ad un ragazzo che non vuole morire di mafia.  Una performance intensa, dove i ragazzi campani hanno fatto vivere le parole intense di una vita a servizio della legalità, un messaggio di speranza nei confronti di chi non riesce a vedere un futuro fatto di illegalità e di ingiustizia.

Centrale, secondo la seconda carica dello Stato, il rapporto con i più giovani che rappresentano il futuro di una nazione che non si deve arrendere “al cinismo dell’anziano rassegnato allo status quo”. E quindi impegno, dedizione ed il teatro ad insegnare come insegnava nei tempi della Grecia antica.

Da oggi fino all’11 maggio si tengono le giornate europee del progetto “Officina Europa: Building intercultural and inclusive Europe with the Educational Theatre tools”, in cui 30 ragazzi provenienti dalla Lituania, dall’Albania e dall’Italia stessa si incontreranno per condividere una forte esperienza teatrale all’insegna dell’integrazione, della condivisione sociale, del rifiuto di ogni xenofobia paurosa. Un’Officina che nasce, quest’anno, nell’ambito del Progetto Erasmus Plus di cui ATGTP è capofila, il programma dell’Unione Europea dedicato ai giovani che vogliono sperimentare linguaggi teatrali multiculturali.

(saverio.spadavecchia@qdmnotizie.it)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

SERRA SAN QUIRICO / RASSEGNA NAZIONALE DI TEATRO DELLA SCUOLA: DOMANI ARRIVA IL PRESIDENTE DEL SENATO PIETRO GRASSO

SERRA SAN QUIRICO, 4 maggio 2017La legalità protagonista ancora una volta alla Rassegna Nazionale di Teatro della Scuola di Serra San Quirico con l’arrivo domani  (5 maggio) alle ore 10 del Presidente del Senato Pietro Grasso. La presenza della seconda carica dello Stato è inserita all’interno di una delle aree tematiche della rassegna chiamata “Officina Legalità”.

Un tema che è stato già più di una volta toccato dal Rassegna, sviluppato nel corso degli anni e degli incontri che hanno visto anche la presenza di Gherardo Colombo. Al centro dell’incontro di domani mattina “Liberi Tutti”, libro che il Presidente del Senato ha scritto sotto forma di lettera ad un ragazzo che non vuole morire di mafia.

Una storia che viene raccontata partendo dell’esperienza alla procura di Barrafranca ed arrivata fino alla direzione nazionale antimafia. Impegno: questo è quanto chiede ai giovani Grasso, e quell’impegno verrà sviluppato domani da quattro gruppi di adolescenti di una scuola del Nord (Oreno di Vimercate), di una Marchigiana (Jesi) e di due scuole del Sud (Oppido Mamertina e Napoli) che rappresenteranno sul palco del teatro palestra “Liberi Tutti”.

(saverio.spadavecchia@qdmnotizie.it)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

SERRA SAN QUIRICO / SI ALZA IL SIPARIO SULLA 35ESIMA RASSEGNA NAZIONALE DI TEATRO DELLA SCUOLA, DUE SETTIMANE DI EVENTI

SERRA SAN QUIRICO, 27 aprile 2017 – “Il giovane Holden” di Salinger è il personaggio guida della 35^ Rassegna Nazionale di Teatro della Scuola che inaugura sabato 29 aprile e prosegue fino al 13 maggio a Serra San Quirico, in provincia di Ancona: un grande classico della letteratura per raccontare i giovani e la rivoluzione, oggi, e che attraverserà le due settimane di festival. All’edizione n°35 parteciperanno 43 gruppi teatrali, con scuole di ogni ordine e grado di ogni parte d’Italia e da vari paesi d’Europa. Nello staff, oltre 50 educatori, operatori di teatro educazione, volontari, stagisti di scenografia, organizzazione provenienti dalle Università di Milano e Macerata. Oltre 40 gli spettacoli presentati, numerosi gli eventi.

Tra gli eventi, venerdì 5 maggio dalle ore 9 al Teatro Palestra, l’incontro tra le scuole e il presidente del Senato Pietro Grasso, che di fronte ad una vasta platea di studenti affronterà il tema della costruzione di cittadini consapevoli partendo dal racconto della sua pluriennale esperienza di giudice in prima linea contro la criminalità organizzata, raccontata nel suo libro “Liberi Tutti”. Quattro gruppi di adolescenti di una scuola del Nord (Oreno di Vimercate), di una Marchigiana (Jesi) e di due scuole del Sud (Oppido Mamertina e Napoli) faranno dono al Presidente Grasso di una performance teatrale ispirata al libro per testimoniare il loro desiderio di essere “liberi tutti” nella legalità.

Organizzata dall’ATGTP, Associazione Teatro Giovani Teatro Pirata, la rassegna marchigiana è un progetto culturale durante il quale sono presentati gli spettacoli prodotti dalle Scuole di ogni regione d’Italia, e dove si organizzano momenti di confronto e scambio culturale sul Teatro Educazione. Ogni giorno, le attività delle scolaresche presenti e degli ospiti di articolano intorno ad alcuni “verbi” portanti: il “fare” teatro, con rappresentazioni in palcoscenico e nell’ambito di numerose attività laboratoriali, il “vedere” le rappresentazioni delle altre scuole, il “parlare” di teatro della scuola nel salotto teatrale e quindi “riflettere” sul processo educativo e teatrale, il “partecipare” alle attività teatrali (laboratori ed officine).

Dal 1983, ogni anno, le scuole da tutte le regioni d’Italia sbarcano a Serra San Quirico e vi restano per 3 giorni, nei quali incontrano altre scuole, presentano il loro spettacolo teatrale, fanno laboratori con gli OTE (Operatori di Teatro Educazione) provenienti da tutta l’Italia. Centinaia di migliaia di bambini sono cresciuti con questa esperienza nel cuore, preziosissima per esprimersi, stare in relazione, crescere attraverso il teatro.

In calendario, ogni giorno spettacoli da ogni parte d’Italia con i bambini ed i ragazzi delle scuole partecipanti. Tutti gli appuntamenti della rassegna saranno al Teatro Palestra e ad ingresso gratuito.

Si inaugura sabato 29 aprile dalle ore 17 con “Teatringioco”, una no stop di spettacoli con i bambini dai 7 agli 11 che hanno frequentato i laboratori teatrali dell’ATGTP nei comuni di Cupramontana, Fabriano, Moie di Maiolati Spontini.

Martedì 2 maggio, ore 11, tavola rotonda su “L’incanto dell’infanzia”, dedicato alle sperimentazioni e alle nuove prospettive dell’incontro tra l’educazione e l’arte, con le esperienze dei Festival dell’Educazione di Jesi e di Torino, partecipano Rossella Italiano (Responsabile Servizio Territorio Dipendenze Patologiche ASUR Area Vasta 2) e Aldo Garbarini (Direttore della Direzione Cultura, Educazione, Gioventù della città di Torino).

Mercoledì 3 maggio alle ore 16 appuntamento con il Seminario di Formazione su “Il teatro e la diversità: quale integrazione?”, con la presentazione di esperienze guida da varie regioni d’Italia: da Sant’Urbano (Padova) l’Associazione di volontariato “Amici del Sorriso”, da Monjovet (Aosta) il Laboratorio di Teatro Integrato “I Monelli dell’Arte”, da Monza la Cooperativa “Il Lambro”, da Jesi il Laboratorio Teatro Integrazione “Centro Sollievo”, da Ancona il Laboratorio “H-Demia” dei Servizi Sociali del Comune di Ancona.

Dal 5 all’11 maggio si tengono le giornate europee del progetto “Officina Europa: Building intercultural and inclusive Europe with the Educational Theatre tools, in cui 30 ragazzi provenienti dalla Lituania, dall’Albania e dall’Italia stessa si incontreranno per condividere una forte esperienza teatrale all’insegna dell’integrazione, della condivisione sociale, del rifiuto di ogni xenofobia paurosa. Un’Officina che nasce, quest’anno, nell’ambito del Progetto Erasmus Plus di cui ATGTP è capofila, il programma dell’Unione Europea dedicato ai giovani che vogliono sperimentare linguaggi teatrali multiculturali.
In questa cornice, mercoledì 10 maggio dalle ore 9 in poi, ha luogo la giornata speciale dedicata al “Migrarti: Land”, progetto di Teatro di Comunità a Jesi, Arcevia e Senigallia dedicato al tema dell’integrazione culturale e dell’immigrazione, che ha vinto la seconda edizione del bando MigrArti del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo; tale progetto, di cui l’ATGTP è capofila, sta coinvolgendo capillarmente, nei tre comuni, giovani migranti di prima e seconda generazione, 1500 studenti delle scuole secondarie del territorio, associazioni e strutture di accoglienza. Nel corso della giornata, cui prendono parte numerosi migranti, sono presentati i lavori teatrali emersi dall’Officina Europa, e lo spettacolo “Storia di Ena” performance tratta dal romanzo “Nel mare ci sono i coccodrilli” di Fabio Geda, storia vera del viaggio di un giovanissimo ragazzo afghano dalla sua terra d’origine fino alle coste dell’Italia.

Giovedì 11 maggio protagonisti sono la Natura e la sensibilità ambientale delle giovani generazioni, con le performance “Naturalmente teatro”, dalle ore 9; a seguire, alle ore 11, l’incontro con Legambiente Marche e la rivista Andersen per il premio nazionale “Un libro per l’ambiente” di Legambiente che da quasi 20 anni evidenzia i migliori prodotti culturali per ragazzi per la qualità editoriale dei testi e delle immagini sulle tematiche ambientali e scientifiche. Partecipano all’incontro lo scrittore Anselmo Roveda, il direttore di “Andersen” Barbara Schiaffino, il Responsabile nazionale premio “Un libro per l’ambiente” Tito Vezio Viola, Marcella Cuomo del Coordinamento Regionale del Premio, ed inoltre Massimiliano Scotti Direttore Parco Naturale Regionale della Gola della Rossa e di Frasassi.

Venerdì 12 maggio per l’Officina Italia (dalle ore 9), gli studenti di quattro scuole secondarie di primo grado presentano i loro spettacolo dopo aver elaborato per alcuni giorni un progetto di teatro da mettere in scena tutti insieme.

Sabato 13 maggio ore 21 appuntamento con il gran finale: spettacoli, premiazioni e il disvelamento del personaggio guida del 2018.

 

SERRA SAN QUIRICO / SOCCORSO CAPRIOLO CADUTO IN UN CANALE

SERRA SAN QUIRICO, 31 marzo 2017 – Lavoro particolare, nel primo pomeriggio di oggi, 31 marzo, per i vigili del fuoco del distaccamento jesino che sono intervenuti poco prima delle 15.00, a Sant’ Elena di Serra San Quirico per soccorrere un capriolo caduto in un canale.
La squadra impegnata è riuscita, comunque, a recuperare l’animale che era spaventato e che, a un certo punto, è andato anche incontro ai vigili del fuoco calatisi in acqua per prestargli aiuto.
Una volta tratto in salvo, poi, il capriolo è stato consegnato, per le cure necessarie, alla polizia provinciale e al veterinario che erano anche loro sul posto.