La borsa della spesa

RUBRICA “LA BORSA DELLA SPESA” / IMPIANTO FOTOVOLTAICO, PARLIAMO DELL’EFFICIENZA

voltaicoTutti ormai conoscono la conformazione tipica di un pannello fotovoltaico, grazie alla presenza sui nostri tetti di impianti di dimensione variabile a seconda dello spazio a disposizione offerto dalle falde. Grazie ai mezzi di informazioni, siamo diventati ormai esperti per quanto riguarda l’esposizione ideale che deve avere un pannello per ottenere il massimo rendimento energetico: il più possibile orientato verso Sud, inclinazione di circa 30° e superficie libera da ombre e da sporcizia che ostacolino l’assorbimento fotonico. In pratica siamo stati sempre abituati a considerare il pannello come costituito da silicio-cristallino per antonomasia, senza magari renderci conto di essere circondati anche da altri tipi di pannelli in CIS, (acronimo che sta per Copper=Rame, Indio e Selenio), esteticamente più validi, più eleganti e incredibilmente più performanti in situazioni estreme.

Mentre infatti il pannello in cristallino è legato solo all’assorbimento fotonico, il pannello in CIS è caratterizzato da un coefficiente di temperatura molto più favorevole, che sfrutta la radiazione diffusa anche in condizioni di scarso irraggiamento ed ha persino una minore diminuzione di rendimento con temperature più elevate come in estate. E’ proprio la particolare disposizione delle celle, lunghe e molto sottili, che garantisce una resa costante anche in presenza di ostacoli alla luce del sole, come camini, alberi, foglie, sporcizia o neve.

Uno straordinario esempio della differenza di rendimento tra un comune modulo in silicio-cristallino e un pannello in CIS è dato da un video pubblicato su Youtube denominato “Solar Frontier CIS Shading Demo”. Nel video 2 piccoli moduli, rispettivamente in comune silicio-cristallino e in CIS, vengono collegati alternativamente ad una ventola: mentre in caso di copertura parziale il pannello in silicio-cristallino non produce più energia, il pannello in CIS garantisce invece un rendimento costante, con la piccola ventola che continua a girare anche in caso di copertura di 4/5 della propria superficie!

I moduli in CIS inoltre sono privi di saldature e le celle sono collegate tra loro in un blocco monolitico. Rispetto ai pannelli in silicio-cristallino, i pannelli in CIS hanno un costo inferiore dovuto a minor costo di produzione. Proprio per il loro aspetto elegante, valorizzano esteticamente la facciata o il tetto offrendo anche la possibilità di soluzioni integrate.
(Daniele Fasciani)

RUBRICA “LA BORSA DELLA SPESA” / LE BOLLETTE LUCE E GAS AUMENTANO DAL 1 OTTOBRE AL 31 DICEMBRE 2015

slide slide1Dal 1 ottobre al 31 dicembre 2015 le bollette del gas e della luce aumentano rispettivamente del 2,4% e del 3,4%. Considerati i ribassi relativi ai primi 9 mesi dell’anno, una famiglia-tipo per quest’anno avrà comunque risparmiato rispetto allo scorso anno 11 euro per spese di elettricità e 50 euro per il gas.
Come chiarito dal comunicato dell'”Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico”, l’aumento della bolletta per l’energia elettrica è dovuto ai costi sostenuti per “l’approvvigionamento della materia energia” sul mercato all’ingrosso di luglio (+39% rispetto a giugno e +46% rispetto a luglio 2014).
L’aumento dei costi rispetto a giugno 2015 e a luglio 2014 è stato determinato dall’incremento dei consumi dovuti al caldo record e al ricorso a impianti termoelettrici per sopperire allo scarso apporto della produzione elettrica ed eolica per siccità e limitata ventosità.
A tale aumento si somma la percentuale per il fabbisogno degli oneri di sistema, +1,6% della spesa per cliente-tipo, all’interno della quale incidono la componente incentivi alle fonti rinnovabili (+0,8% per costi connessi alla fine del sistema dei certificati verdi) e quella relativa alla promozione dell’efficienza energetica per gli usi finali (rimanente +0,8%).
Per quanto riguarda il gas naturale, a fronte di una leggera diminuzione per l’approvigionamento della materia prima (-0,6% sulla variazione complessiva della spesa per cliente-tipo) che riflette le attese al ribasso del mercato, si registra un aumento dei costi di trasporto e della componente per la gradualità nell’applicazione della riforma gas dell’Autorità, che di fatto determina l’aumento sulla bolletta del cliente-tipo del +2,4% finale.
Da Ottobre 2015, il prezzo di riferimento del gas per il cliente-tipo sarà di 79,59 centesimi di euro per metro cubo, tasse incluse.
(Daniele Fasciani)