Basket

AURORA BASKET / LA TERMOFORGIA FIRMA MATTEO PICCOLI

JESI, 23 giugno 2017 – Matteo Piccoli, classe 1995, guardia ala di 195 cm giocherà la prossima stagione con l’Aurora basket con la maglia numero 14.

Piccoli, contratto biennale, varesino, viene definito come un guerriero indomabile, ha giocato nelle ultime due stagioni a Chieti con coach Galli e nel suo curriculum vanta la vittoria nel 2014 del campionato italiano di 1 vs 1, partecipando anche alla finale mondiale di Taiwan. Nell’ultimo campionato a Chieti in 17,4 min medi di utilizzo 4.6 pt a gara con il 42% da due ed il 35% da tre e 2.9 assist.

Nel progetto tecnico aurorino Matteo Piccoli agirà come alternativa ai piccoli in quintetto e saprà garantire le due qualità, entusiasmo ed energia, che ne rappresentano il marchio di fabbrica.

“Sono veramente contento – le prime parole di Matteo Piccoli – di poter combattere per una società storica come Jesi. L’interesse nutrito nei miei confronti sin dal primo giorno di mercato ha fatto la differenza e sentirmi parte di un progetto che ha come capo allenatore Damiano Cagnazzo mi rende orgoglioso. Porterò la mia energia ed il mio entusiasmo al servizio di tutti. Chiedo ai tifosi, che so essere molto calorosi, di starci vicini per raggiungere insieme gli obiettivi comuni. Non vedo l’ora di iniziare e alla vigilia di questa nuova avventura approfitto per ringraziare con affetto la città di Chieti per come mi ha accolto negli ultimi due anni”.

 

“Matteo è un giocatore in crescita – il commento di Federico Ligi – con ampi margini di miglioramento che nei due anni a Chieti ha dimostrato di possedere tutte le caratteristiche e le qualità che cercavamo , funzionali al nostro progetto tecnico. Per questo sono molto soddisfatto di questo ulteriore tassello nella nostra campagna acquisti”.

 

 

(evasio.santoni@qdmnotizie.it)

 

AURORA BASKET / FIRMATO FRANCESCO IHEDIOHA ALA GRANDE DI ORIGINE NIGERIANA

 JESI, 21 giugno 2017 – Contratto biennale tra Francesco Ikechukwu Ihedioha e l’Aurora basket. Ala grande di formazione italiana ed origini nigeriane di 197 cm per 95 kg proveniente dalla TWS Legnano. Nato a Massa il 4 Dicembre 1986, “Ike” è ormai un rinomato conoscitore della Serie A2, considerando che il prossimo sarà il suo sesto anno nella seconda lega nazionale, ed è noto per la sua grinta, la sua energia ed il suo fisico roccioso. Francesco ha iniziato la sua carriera cestistica nella città di Cremona, per poi trasferirsi a Soresina nel 2005/2006 da giovanissimo ed esordire in Serie B. Poi le stagioni in C1 a Piacenza ed in B2 a Trento, annata particolarmente buona che gli garantisce la chiamata della Nazionale Under 22 LNP, mentre nel campionato 2008/09, con la maglia della Miro Radici Vigevano, vince la DNA Dilettanti e conquista la promozione nell’allora LegaDue.

Negli anni seguenti sceglie di rimanere ancora in A Dilettanti, prima a Castelletto Ticino, poi a Ruvo di Puglia e nel campionato 2011/12 a Ferentino, con cui conquista un’altra promozione in A2, la seconda in 4 anni. Dopo l’ultima parentesi a Castelletto Ticino nel 2012/13, giusto in tempo per portare a casa anche la Coppa Italia di lega, sbarca in A2 Silver con la maglia della Remer Treviglio, dove in 28 gare di campionato segna 9.5 punti con il 45% da 2, il 35% da 3 ed il 63% ai liberi a cui aggiunge 7.3 rimbalzi (di cui 2.1 offensivi). La stagione successiva la gioca ancora in A2 Silver ma con la maglia della Benaquista Latina dove si conferma un gregario di lusso: 9.9 punti e 4.3 rimbalzi con il 53% da 2, il 32% da 3 ed un buon 75% ai liberi.

Nel campionato 2015/16 rimane ancora a Latina nella nuova Serie A2 unificata, con cui partecipa al girone Ovest e segna 10.4 punti con 3.5 rimbalzi in 26.1 minuti di media, numeri che gli valgono la chiamata della TWS Legnano, ancora in A2 Ovest, con cui quest’anno ha raggiunto il primo turno di playoff dopo una stagione da 8.7 punti, 4.6 rimbalzi ed il 50% da 2 punti.

La firma di Ihedioha, che quest’anno avrà più responsabilità in un ruolo più centrale all’interno della squadra, si va ad aggiungere a quelle di Rinaldi e Marini, e tutti e 3 i nuovi giocatori del quintetto a disposizione di coach Cagnazzo sono reduci da un’esperienza negli scorsi playoff di Serie A2, a conferma della volontà della società arancioblu di consolidare il risultato raggiunto lo scorso anno e cercare di migliorarsi.

“Sono contento di iniziare questa avventura con l’Aurora Basket Jesi – afferma la nuova ala arancioblu -, spero di trovare tanto entusiasmo da parte del pubblico, della città e di togliermi tante soddisfazioni sul campo! A Jesi inoltre ritrovo Pierpaolo Marini che conosco personalmente, e sarà bello giocare insieme”.

Francesco Ihedioha vestirà la maglia della Termoforgia Jesi numero 51.

 

AURORA BASKET / PRESENTATO PIERPAOLO MARINI

JESI, 20 giugno 2017Pierpaolo Marini, ala, ex Roseto e Treviglio, le ultime due stagioni sempre ai play off ed eliminato al primo turno in gara5, è stato presentato dall’Aurora basket.

Prima di lui il club dell’amministratore unico Altero Lardinelli aveva già presentato Tommaso Rinaldi.

Una squadra in costruzione, praticamente tutta nuova, considerato che oltre ai due americani Davis e Bowers, anche Maganza, Janelidze e Benevelli, sono già ufficialmente out. Benevelli nelle ultime ore si è accasato a Udine mentre Maganza è sul punto di firmare a Verona. Per ciò che riguarda Janelidze l’Aurora ha esercitato il diritto di recesso e dunque si accaserà altrove.

“Ringrazio società e allenatore – le prime parole di Marini – che hanno permesso che oggi sia qui. Sono onorato di indossare questa maglia e sono pronto a ripagare la fiducia concessami. L’ultima stagione a Treviglio abbiamo fatto bene e siamo usciti al primo turno play off contro Trieste. Annata positiva ma molto dura. In campo cerco di dare sempre il mille per cento, non mi risparmio cercando di dare il massimo del contributo”.

Qualcuno ha chiesto a Marini il perché della maglia numero 13: “Ho sempre avuto questo numero magari in onore di Mario Boni. Quando ho iniziato a giocare a basket lui a Roseto era una sorta di Dio…”.

Sul neo aurorino il parere del direttore sportivo Federico Ligi: “Il motivo che Marini è qui è semplice: per noi è un giocatore forte. Credo che sia un giocatore in crescita, giovane, sulla rampa di lancio e secondo me per lui questa deve essere la stagione del definitivo salto di qualità avendo margine di poter far meglio di quello fatto fino ad oggi e ci aspettiamo che lo faccia qui a Jesi con noi”.

 

(evasio.santoni@qdmnotizie.it)

AURORA BASKET / UN POOL DI INDUSTRIALI PER RENDERE PIU’ AMBIZIOSO IL PROGETTO

JESI, 17 giugno 2017 – Dopo la Termoforgia, title sponsor, l’Aurora basket ha presentato un gruppo di industriale che hanno deciso di affiancare la società  per consentire di guardare avanti con quel pizzico di sana ambizione che proprio è necessaria per programmare una stagione alla ricerca, finalmente, di un qualcosa di concreto sul piano sportivo. Va bene la passione, la tenacia, l’impegno. Vanno bene i ritrovati valori di entusiasmo e coinvolgimento che la squadra nell’ultima stagione è riuscita a trasmettere a tutti ma è giunta l’ora di guardare avanti e porsi come obiettivo che il campo dia un ritorno di risultati superiori al recente passato. “La presenza di industriali – ha sottolineato il responsabile alla comunicazione del club aurorino Paolo Rosati – garantisce risorse superiori rispetto all’anno precedente. Non è garanzia di risultati ma sicuramente un punto di partenza interessante”.

Chi sono questi personaggi? Pierluigi Bocchini (Clabo spa), Andrea Branella (Allianz assicurazioni), Graziano Falzetti (società di autotrasporti), Massimo Mariani (Emmetre), Gianluca Ristè (autocarrozzeria Ristè), Massimo Stronati (Csg Facility), Maurizio Coltorti (Coltorti boutique online Alta Moda). Alla conferenza stampa di presentazione era presente anche Mirko Talacchia (Termoforgia) e Valentino Valentini.

 

Pierluigi Bocchini

“Contenti di essere qua – ha detto Pierluigi Bocchini – per dare una mano al territorio ed allo sport in generale. Perché la pallacanestro? Perché è rimasta l’unica realtà sportiva di un certo livello e si cerca di aiutare le Eccellenze, quelle squadre che possono portare Jesi in un palcoscenico di visibilità nazionale. Come azienda non abbiamo un ritorno commerciale ma lo facciamo per star vicino all’Aurora”.

 

 

“Dopo un periodo in stand by siamo ritornati – sono le parole di Massimo Mariani -. Ci fa piacere, la nostra attività è su Jesi e un po’ di valenza dal punto di vista commerciale c’è.

Massimo Mariani

Siamo ritornati perché nel campionato ultimo dal punto di vista emozionale siamo stati tutti coinvolti. Vedere giocatori andare in campo con spirito e grinta giusta è una delle cose più importanti. Altro motivo è la presenza e il ritorno di altri sponsor che già in passato erano qui. Il fatto che Mirko Talacchia e la Termoforgia sponsorizzi per primo ci ha dato motivazioni in più per ritornare. Terzo aspetto la passione e la voglia di rivedere i fasti di una volta se non altro a fare i play off che alla città di Jesi compete. L’ambizione è sempre importante e non guasta mai”.

Gianluca Ristè

“Confermiamo anche noi – ha detto Gianluca Ristè – e tutto dipende da come vanno le nostre aziende. Siamo sponsor da una vita. Piacerebbe riportare l’entusiasmo tra di noi per fini sportivi importanti. Con il pubblico già la società ha lavorato benissimo riuscendo a riportarlo al palazzetto, se tutti noi ci facciamo coinvolgere sarebbe un gran bel traguardo. Insomma una certa spinta è stata data adesso si spera che a questo carro ci si possa attaccare tanta altra gente”.

 

 

Le conclusioni all’amministratore unico della società Altero Lardinelli: “Tutto è nato da una famosa cena ad inizio di maggio che ha fatto scattare la scintilla in questi industriali  e ha fatto partire la spinta giusta per continuare a trovare motivo di entusiasmo nella pallacanestro ponendosi anche obiettivi concreti di dare una mano alla società. E’ stata una spinta incredibile come un effetto traino che ha coinvolto già altri e che continuerà a farlo. Creare entusiasmo tra imprenditori crea sicuramente una scia positiva per tutti. I presupposti per migliorare il risultato sulle tavole da gioco ci sono. Adesso speriamo che la squadra venga costruita per ottenere i risultati che tutti auspichiamo”.

(evasio.santoni@qdmnotizie.it)

 

 

JESI / AURORA BASKET, PRESENTATO IL PIVOT TOMMASO RINALDI

JESI, 14 giugno 2017 – Nella sede dell’Aurora basket è stato presentato Tommaso Rinaldi il primo acquisto della nuova squadra per il prossimo campionato.

Ligi, Rinaldi, Lardinelli, Rosati

“Sono felice di essere venuto a Jesi – ha dichiarato Rinaldi – e se sono qui è stato grazie alla caparbietà di Ligi e Lardinelli che mi sono stati sotto per molto tempo”.

“Gli ho proposto la nostra volontà – ha invece sostenuto Ligi – ed il progetto tecnico di quest’anno. Lui ha capito che era la nostra prima scelta e quando un giocatore si sente apprezzato, voluto e magari ha anche capito che il suo ruolo quest’anno sarà completamente diverso da quello degli ultimi anni a Treviso. In sostanza ritornerà a fare l’assoluto protagonista nel ruolo di centro titolare con maggiori responsabilità difensive ed offensive con molti più minuti”.

 

Infine l’amministratore unico Altero Lardinelli: “Sono contento che Rinaldi ha scelto noi. E’ sempre venuto a Jesi facendo bene e uscendo dal campo lasciando un buon ricordo. Noi già nel 2009/2010, quando poi lui scelse Venezia, eravamo stati molto vicino a tesserarlo. Sono convinto che nei prossimi due anni a Jesi saprà dimostrare tutto il suo valore”.

 

(evasio.santoni@qdmnotizie.it)

 

AURORA BASKET / LA GUARDIA PIERPAOLO MARINI ALLA CORTE DI CAGNAZZO

JESI, 14 giugno 2017 – L’Aurora Basket Jesi ha firmato Pierpaolo Marini, guardia/ala classe 1993.
Esterno di 193 cm per 87 kg, Marini nasce ad Atri l’8/10/1993 ed inizia la trafila giovanile nella sua città natale con la maglia della Virtus Roseto.

Nella stagione 2010/2011 passa ai Roseto Sharks e l’anno successivo è a Teramo in Serie A.

Lo scorso campionato era a Treviglio  in A2 Ovest dove ha fatto registrare 9.2 punti e 3.6 rimbalzi in regular season, che diventano poi 10.6 e 3.4 in 5 partite di playoff.

Giocatore di grande energia e personalità e dotato di ottimo tiro da 3 punti.

“Sono molto contento di aver scelto Jesi – afferma il nuovo volto arancioblu -, società di grande storia e tradizione. Ringrazio la società, il DS Ligi e coach Cagnazzo per avermi concesso la fiducia che io sarò prontissimo a ripagare. Non vedo l’ora di iniziare questa nuova esperienza con la maglia della Termoforgia”.

Marini vestirà la maglia della Termoforgia Jesi numero 13.

(evasio.santoni@qdmnotizie.it)

BASKET / L’ARBITRO FABRIANESE DIONISI DESIGNATO PER GARA1 DI FINALE PLAY OFF VIRTUS BOLOGNA – TRIESTE

FABRIANO, 13 giugno 2017 – Nei momenti importanti di questa stagione sia che abbiano riguardato il campionato, sia la Coppa Italia, sia, come in questa occasione, la finale per la

Alessio Dionisi in allenamento al Palatriccoli Jesi

promozione in serie A, Alessio Dionisi è presente.

Segno di un riconoscimento che premia non solo il suo impegno ma evidentemente anche la bravura.

Dionisi, arbitro di basket, 31 anni da due campionati promosso in categoria, è di Fabriano e dirigerà questa sera alle ore 20,30  (diretta televisiva su Sky Sport 1) gara1 di finale play off promozione tra la Virtus Bologna e Trieste al PalaDozza.

In stagione ha arbitrato gare di Legadue per una trentina di volte.

 

A febbraio era al PalaMalaguti, a Bologna, in occasione delle finali di Coppa Italia serie A2 e di serie B di basket ed è entrato sul parquet per  Virtus Bologna – Agrigento nel terzetto composto anche da Galasso di Siena e Solustri di Roma.

Bologna e Trieste, in campionato, facevano parte dello stesso girone Est dell’Aurora Jesi e probabilmente è la finale più giusta per quanto si è visto da inizio stagione.

Dionisi questa volta sarà sulle tavole da gioco insieme a Stefano Ursi di Livorno e Andrea Bongorni di Pisa.

 

(evasio.santoni@qdmnotizie.it)

AURORA BASKET JESI / FIRMATO TOMMASO RINALDI

JESI, 12 giugno 2017 – Il primo colpo di mercato dell’Aurora basket si chiama Tommaso Rinaldi le ultime due stagioni a Treviso. Rinaldi, 32 anni, romagnolo per 204 cm,  ha firmato un accordo biennale.

Tommaso Rinaldi

Cresciuto  nelle giovanili del Basket Rimini ha debuttato in Legadue con i Crabs nella stagione 2001/2002, inaugurando una carriera di tutto rispetto trascorsa indossando le canotte di Ozzano, Venezia, Udine, Ostuni, Veroli e Brescia.

Ha indossato anche la maglia azzurra e nell’ultimo campionato ha totalizzato i seguenti numeri:  6.9 pt di media, 4,4 rimbalzi in 22.9 min di utilizzo, con il 42% da 2, il 25% da 3 ed il 76% ai liberi.

“Iniziamo la nostra campagna acquisti con un colpo di grande valore – commenta Altero Lardinelli – e sono molto felice che un centro del calibro di Tommaso Rinaldi abbia scelto Jesi per le prossime due stagioni. Ringrazio lo staff tecnico ed il direttore sportivo Federico Ligi per questa prima, brillante operazione di mercato”.

“Sono stato attirato da questa offerta di Jesi – le parole di Tommaso Rinaldi – che mi concede tanto spazio ed altrettanta responsabilità. Mi ha convinto la determinazione di Federico Ligi nel volermi a tutti i costi a Jesi, una piazza che conosco per averci giocato tantissime volte, ed ho già parlato con il coach con il quale avremo occasione di confrontarci a breve. Sono molto motivato e carico per questa avventura e felice di poter vestire la maglia dell’Aurora Basket”.

(evasio.santoni@qdmnotizie.it)

AURORA BASKET JESI / TERMOFORGIA PRIMO SPONSOR: FONDAMENTALE IL SUPPORTO DEL TERRITORIO

JESI, 10 giugno 2017 – La Termoforgia raddoppia. Anche per il prossimo campionato sarà title sponsor dell’Aurora basket.

Quello che lascia oltremodo soddisfatti è che oltre all’azienda delle famiglie Talacchia, Anacleti e Gara anche altri imprenditori, tutti presente nella sede del club alla ufficializzazione della Termoforgia, hanno deciso di aumentare il proprio contributo al club aurorino e addirittura si registra anche il ritorno di sponsor che negli anni trascorsi, sicuramente a causa della crisi, erano stati costretti a defilarsi.

Insomma la forza dell’Aurora è il supporto del territorio con la speranza che giunga quella spinta necessaria e sufficiente per ottenere dei traguardi sportivi che da anni non sono stati più centrati.

Il rapporto tra l’Aurora e la Termoforgia è nato una vita fa e all’inizio dello scorso anno si era registrato il passo in avanti fondamentale per un impegno consistente.

Ora questo impegno è stato rinforzato ed è un punto di partenza importante e fondamentale per fare sempre meglio. “Il basket per la famiglia Talacchia è una cosa importante – ha esordito Mirko Talacchia – e questa opportunità che Lardinelli ci ha dato lo scorso anno l’ho trasmessa ai soci e coinvolti in questo progetto che ci ha divertito molto ma l’obiettivo era un po’ più ambizioso magari centrando i play off. Abbiamo festeggiato con la salvezza ma l’asticella da raggiungere era più alta. Va benissimo così. Aggiungo che la cosa bella è stato vedere la squadra lottare fino alla fine, e questo ci è piaciuto: era divertente venire al palasport. Speriamo di divertirci anche il prossimo anno ed ottenere qualcosa di più”.

L’amministratore unico della società Altero Lardinelli ha dichiarato: “Ringrazio la Termoforgia che continua a stare al nostro fianco ma voglio rimarcare l’entusiasmo con cui partecipa oltre ad essere riuscita a coinvolgere altre realtà del territorio. Questa loro forza di attrarre altri ci costringe a migliorare e magari a puntare a quel traguardo che Talacchia nomina ma io non posso perché mi è stato vietato. Va da se  che la forza di questa società è il territorio. Un supporto che sta crescendo e che ci fa pensare ad un futuro migliore. Da non dimenticare che sulle nostre maglie c’è anche un’altra realtà locale lo Iom, il nostro sponsor etico, e voglio anche menzionare Livio Grilli un’altra forza di questo club il quale nei momenti di difficoltà ci da man forte e la spalla su cui poggiare per andare avanti.”

Tra i presenti oltre a Verusca Anacleti anche Livio Grilli, Pierluigi Bocchini, Massimo Mariani, Maria Luisa Quaglieri ed altri.

(evasio.santoni@qdmnotizie.it)

 

AURORA BASKET JESI / AL VIA LA CAMPAGNA ABBONAMENTI NEL SEGNO DELL’IMPERATORE FEDERICO II

JESI, 5 giugno 2017 – E’ partita la stagione del basket. Nel classico ritrovo dell’Ubi Banca per l’ennesima volta l’Aurora basket ha presentato la campagna abbonamenti.

Rosati, Fenucci, Lardinelli, Gabrielli, Ippoliti

Una stagione imperiale come recita lo slogan: “Secondo Federico, Aurora basket prima“.

L’Aurora basket dunque camminerà a braccetto con la storia cercando di tenere sempre acceso l’entusiasmo che ha contraddistinto la stagione sportiva appena conclusa.

L’amministratore unico del club aurorino Altero Lardinelli, il responsabile coordinamento commerciale Centro Sub del Gruppo Ubi Banca Roberto Gabrielli, la responsabile marketing dell’Aurora Tiziana Fenucci, il responsabile della comunicazione dell’Aurora Paolo Rosati hanno illustrato l’iniziativa.

Gabrielli ha sottolineato come “la Banca da 21 anni è sempre presente. Una banca che punta sui valori etici e quelli sociali ed è convinta che sulle ali dell’entusiasmo l’Aurora basket saprà esprimersi al meglio mettendo in campo esperienza e professionalità e saprà essere tenace, coraggiosa, forte come proprio le doti dell’Imperatore impongono”.

Lardinelli ha invece spiegato il perché di così tanto anticipo rispetto al passato: “Vogliamo cavalcare l’entusiasmo  creatosi intorno alla società ed alla squadra e per chi si abbonerà subito non ci saranno aumenti. Per chi invece lo farà in seguito ci sarà un leggero aumento che allineerà i costi a quelli egli altri Palasport. Chi ci darà fiducia subito avrà 7 delle 15 partite in programma gratis”.

Tutti i numeri della campagna abbonamenti sono dettagliati nel sito dell’Aurora basket www.aurorabasket.it

Alla presentazione era presente anche Massimo Ippoliti, scultore di Jesi. Nella campagna abbonamenti è stato inserito Federico II, presentato con un video, e l’artista jesino nel 1995 aveva contribuito alla realizzazione del monumento bronzeo collocato a Jesi zona Montirozzo dell’Imperatore su progetto dello scultore Robazzi.

Sul fronte squadra nessuna novità. Alle conferme del direttore sportivo Federico Ligi e di tutto lo staff tecnico con a capo coach Damiano Cagnazzo ancora non è stato dato alcun seguito per ciò che riguardano i giocatori. Lardinelli ha parlato che si sta lavorando per individuare tre giocatori italiani da quintetto e poi si punterà sugli americani.

Questo vuol dire che con ogni probabilità, a parte i giovani, di conferme ce ne saranno davvero poche. Forse una: Andrea Benevelli.

(evasio.santoni@qdmnotizie.it)