Volley

VOLLEY FEMMINILE B2 / QUINTA VITTORIA CONSECUTIVA PER IL CASTELBELLINO, BATTUTA CORRIDONIA

TERMOFORGIA MOVITER CASTELBELLINO – CORPLAST CORRIDONIA: 3-1   

CASTELBELLINO, 17 dicembre 2017 – Una pioggia battente ha la meglio sulla copertura del Pala Martarelli di Castelbellino che, causa infiltrazione d’acqua dell’ultimo minuto, diventa impraticabile. La Termoforgia Moviter trova quindi una soluzione in extremis nel Palazzetto di Moie e il pericolo della sconfitta a tavolino sfuma all’istante.

Si inizia nonostante tutto in orario, ed è subito chiaro che Castelbellino non ha alcun timore reverenziale nei confronti della corazzata Corridonia. Messa in crisi la ricezione avversaria, si difende ogni pallone e le ospiti faticano a trovare soluzioni in attacco capaci di impensierire le nostre. Il primo set vola via liscio per una Termoforgia praticamente impeccabile.

Secondo parziale che mostra un cambio di marcia della Corplast, che torna a giocare sui suoi livelli e fa scricchiolare un Castelbellino improvvisamente falloso e poco incisivo. Dopo una buona rimonta a metà set, Cerioni e compagne devono arrendersi ad una serie di attacchi di Zamponi e Bianchella cedendo sul finale.

Siamo in parità e la sensazione è che Corridonia abbia preso le misure, ma la grinta delle ragazze di Fusco oggi è inarrivabile, e recuperano un set che era partito veramente malissimo, vincendolo grazie a difesa e muro.

Il quarto set vede la partenza a razzo delle padrone di casa, che arrivano addirittura sull’11-3. Corridonia cambia 2 pedine tentando il tutto per tutto, e lentamente rosicchia terreno fino ad arrivare alla parità. Si gioca punto a punto, ed ormai è una questione di nervi. A chiudere i conti della partita ci pensa, con un attacco da posto 2, una positiva Crescini appena entrata al posto di Casareale.

Arriva dunque la quinta vittoria consecutiva, contro una delle squadre più forti del girone, ed arrivano altri 3 bellissimi punti, ottenuti oggi più che mai da un gioco corale strepitoso.

Ora la lunga pausa natalizia, al termine della quale andremo in trasferta a Firenze contro la TeamVolley.

 

Castelbellino – Cerioni 6, Casareale 11, Vescovi 9, Della Giovampaola 8, Verdacchi 15, Ciccolini 13, Ciancio (L), Crescini 2. N.e. Bassotti, Romagnoli, Carbonaro, Pagliaroli. All. Fusco

Corridonia – Zamponi 8, Agostini 2, Mattioli, Di Romano, Mennecozzi 1, Asquini 3, Orazi, Pierantoni 6, Bianchella 10, Pettinari 1, Spreca 11

Parziali – 25-18,22-25, 25-21, 25-22

VOLLEY FEMMINILE B2 / PIERALISI POCO MOTIVATA PERDE IN CASA DI UNA AVVERSARIA DI MEDIO VALORE

CS SAN MICHELE FIRENZE  – PIERALISI VOLLEY PAN JESI 3-1

 

JESI, 16 dicembre 2017 –  La Pieralisi Volley Pan approccia bene il match, mettendo in difficoltà le avversarie con il servizio (13-16). Il primo set si gioca punto a punto fin quasi al termine (21-20). Le jesine pagano caro alcuni errori nel muro – difesa commessi sul finale, perdendo un parziale in cui anche le statistiche rivelano un grandissimo equilibrio.

Ben altro spettacolo è quello che va in scena nel secondo: Diaz e compagne non entrano praticamente in campo (8-2, 16-6, 21-8), con l’attacco che crolla dal 33 al 19%. Cambio ulteriore di registro nel terzo set, largamente dominato: la Pieralisi Pan ha una grande reazione d’orgoglio (3-8 e 8-16), non concede nulla in attacco, arrivando ad un ottimo 48% di efficienza con le padrone di casa che invece faticano a tenere il ritmo, finendo spesso fuori giri (11-21).

Nel quarto set, le jesine appaiono di nuovo una squadra scollegata, si rivedono errori in battuta ed attacco. Il San Michele si mantiene sempre in testa (8-7, 16-12 e 21-14) e non fatica a conquistare i tre punti.

Alla fine coach Sabbatini l’ha vista così: “Siamo partiti bene, ma poi abbiamo commesso troppi errori nel finale del primo set. Nel secondo siamo stati indecenti come presenza e atteggiamento, ma ci siamo riscattati nel terzo, prima di tornare su livelli troppo bassi. Abbiamo perso contro un avversario di medio valore ma motivato. Noi scollegati, e chi lo scorso anno era un punto di riferimento, ora fa molta fatica”.

CS SAN MICHELE FIRENZE – Mantelassi 16, Poli 15, Dovico n.e., Scarpelli n.e., Balducci 3, Migliorini n.e., Testi n.e., Alari (L), Boglio 1, Prosperi Turri, Zingoni 15, Lepri (L), Toccafondo, Tani 14, Cavalieri 4. All. Raffa

PIERALISI VOLLEY PAN JESI -Diaz 2, Tallevi 19, Cecconi (L), Lombardi 11, Tozzo 5, Paparelli 3, Quintabà, Perelli (L), Pirro, Da Col 19, Carbonari n.e., Duru n.e., Marcelloni n.e. All. Sabbatini

ARBITRI -Bolici e Donati

PARZIALI 25-23, 25-13, 16-25, 25-19.

VOLLEY FEMMINILE B1 / L’ECOENERGY04 MOIE SCONFITTA IN CASA, PARTITA BELLISSIMA

ECOENERGY 04 MOIE – CANOVI COP. SASSUOLO MO     0-3

MOIE, 12 dicembre 2017 –  Sconfitta molto meno netta di quanto il risultato possa far pensare, con la Pallavolo Moie che gioca una buonissima partita e lotta fino all’ultimo punto ogni singolo set.

Grande serata di sport al palas di via Torino a Moie. I fortunati spettatori hanno assistito ad un eccellente spettacolo di pallavolo, non solo perché nelle file della Canovi Sassuolo militava la due volte campionessa olimpica e mondiale Tai Aguero, ma anche e soprattutto perché le “nostre” biancorosse hanno saputo tener testa alle avversarie giocando due set combattutissimi ed incerti fino alla fine.

Peccato, almeno il premio di un set l’Ecoenergy04 lo avrebbe meritato, se non altro per l’impegno e la voglia di combattere messe in campo, questa sera, dalla squadra di mister Lombardi contro la corazzata sassolese. Appagati, comunque, i tifosi biancorossi hanno applaudito a lungo nel finale le atlete del presidentissimo Mazzarini, meno soddisfatto mister Lombardi.

Partono intimorite le biancorosse di Moie, Obossa “indovina” due splendidi lungolinea e le emiliane allungano subito: 1-5. Poi Chiara Baroli si prende il gusto di murare nientemeno che Aguero e le moiarole recuperano fino al 7-9. Le biancorosse provano in tutti i modi ad opporsi alle bocche da fuoco biancoverdi, ma non è cosa semplice e la Canovi allunga di nuovo: 9-14. Si vede una pallavolo di buon livello, con ottimi scambi e con l’Ecoenergy04 che gioca alla pari delle avversarie senza, comunque, riuscire a recuperare il gap iniziale: 15-20. Difficile superare il muro ben organizzato delle ospiti e quando succede, la difesa risucchia buona parte dei tentativi di Roani & C. Il finale un po’ caotico, vede le locali perdere, a tratti, la linearità del proprio gioco, ma continuare, comunque, a combattere e pagare salati i cinque punti iniziali “regalati” alle avversarie. Chiude Tai Aguero con una bordata da posto quattro: 20-25 e 0-1.

Buon inizio di Moie nel secondo parziale che, sul servizio di Cecato, si porta sul 3-0 e poi sul 6-3, costringendo Barbolini al time-out. Le sue urla funzionano perché, con la buona distribuzione di Lancellotti, le ospiti trovano subito il pareggio: 6-6. Si procede a braccetto senza che nessuna delle due squadre ceda il proprio servizio, con ottime azioni da entrambe le parti e con il pubblico che gusta questo spettacolo tifando calorosamente: 10-10. Tai Aguero mette in mostra tutto il suo repertorio e riesce a contenere le scatenate ragazze di Moie: 14-14. Il nastro aiuta le ospiti sul servizio di Crisanti e porta la Canovi in vantaggio, ma la grinta di Cecato e Roani sono encomiabili: controsorpasso immediato e 17-16. Si gioca sul filo dei particolari e ogni errore è severamente vietato, Crisanti prevale a rete su Cerini e prova ad allungare (17-19), ma Baroli lotta come una leonessa e riporta sotto le sue: 21-22. È uno spettacolo di pallavolo ad alto livello che il pubblico di Moie vive con entusiasmo, cercando di spingere le proprie beniamine oltre i propri limiti. Barbolini alza il muro, ma Spicocchi lo costringe a fermare di nuovo il gioco con un’ottima fast: 22-23. Due errori consecutivi delle biancorosse al servizio regalano altrettante palle set alle emiliane, ma un fendente di Roani e un errore di Obossa prolungano il set ai vantaggi. Moie, sulle ali dell’entusiasmo, si procura anche la palla del set (25-24), ma Aguero e un muro di Squarcini decidono il set ancora a favore delle ospiti: 25-27 e 0-2.

Barbolini presenta Baldoni per Obossa nel sestetto di partenza del terzo set, evidentemente per limitare gli errori e il campo gli da ragione: 0-4. Moie deve fare almeno tre attacchi prima di bucare la difesa ospite e adesso tutto è più difficile: 2-7. “Pipp”i è costretto al time-out e comanda il gioco con le centrali, Spicocchi e Cerini eseguono e le moiarole recuperano qualcosa: 5-7. Sassuolo allunga di nuovo (7-12), ma capitan Roani non ha nessuna voglia di mollare e avvia il recupero delle biancorosse: 11-12. Il palasport di Moie si accende di nuovo e il primo errore di Aguero corrisponde al pareggio delle locali: 13-13. Falotico scalda la spalla e con tre punti consecutivi mantiene a galla le sue (17-17), con Giulia Cecato che, con una palla di seconda, le porta in vantaggio: 19-18. Uno spettacolare muro di Sofia Cerini per il doppio vantaggio interno (20-18) scalda il tifo locale che esplode letteralmente sulle successive giocate di una Cecato incontenibile (9 punti totali per la palleggiatrice). Un suo attacco di prima intenzione e un ace portano Moie ad un passo dal set: 23-19. Il successivo errore al servizio e la freddezza di una squadra consapevole della propria forza, conducono all’amaro finale del set e della partita. Sassuolo non sbaglia più e con un filotto di 0-6 recupera una situazione che si era fatta veramente problematica: 23-25 e 0-3.

Bravura e destino si sommano in questo finale di partita che regala alle quotate sassolesi uno 0-3 frutto della loro abilità, ma che penalizza in modo sicuramente eccessivo le ugualmente brave atlete di Moie. Sabato prossimo in Toscana per una pronta riscossa.

ECOENERGY 04 MOIE – Cerini 7, Spicocchi 5, Baroli 8, Roani 9, Falotico 8, Cecato 9, Zannini (L1), Mercanti (L2), Maurizi, Pistocchi, Stronatti, Mattetti. All. Lombardi, 2°All. Giardinieri.

CANOVI COP. SASSUOLO MO –  Crisanti 13, Squarcini 6, Boninsegna 7, Lancellotti 2, Obossa 5, Aguero 19, Baldoni 4, Gjoni, Credi, Falcone, Galletti, Maruotti, Bici (L). All. Barbolini

Parziali – 20-15, 25-27, 23-25

VOLLEY SERIE B / PIERALISI, SFIDA COMBATTUTA E SPETTACOLARE

Pieralisi Volley Pan Jesi – Valdarninsieme:  3-2

PIERALISI VOLLEY PAN JESI: Diaz 12, Tallevi 16, Cecconi (L), Lombardi 7, Tozzo 16, Paparelli 1, Quintabà 1, Perelli (L), Pirro, Da Col 14, Carbonari n.e., Duru n.e., Marcelloni 1. All. Sabbatini

VALDARNINSIEME CASTELFRANCO PIADISCO: Manetti 4, Cappuccioni n.e., Michelini 6, Migliorini 4, Butnaru n.e., Morandini (L), Casimirri 13, Cherici 3, Gosi (L), Callossi 23, Monchi 1, Bechelli 1, Mantelli 14. All. Bianchi

ARBITRI: Mazzocchetti e Bosica

PARZIALI: 22-25, 25-14, 25-15, 25-27, 15-9.

 

JESI, 10 dicembre 2017 – La sfida della “Carbonari” si è subito rivelata combattuta e spettacolare, con gli attacchi di entrambe le formazioni oltre il 40% di efficienza.

Le aretine sono andate avanti (5-8 e 12-16) riuscendo a gestire bene il vantaggio grazie anche agli errori delle padrone di casa, commessi nei vari reparti a cominciare dal servizio (5).

L’assalto alla capolista che arrivava alla “Carbonari” con una sola sconfitta sulle spalle è proseguito con una Pieralisi Volley Pan in netta crescita in battuta, fondamentale che ha spostato gli equilibri del secondo e terzo set dominati nettamente (16-8 e 21-10 in entrambi i parziali), con la ricezione del Valdarninsieme in difficoltà e il gioco più scontato.

Nel quarto, le jesine sono calate in difesa e le ospiti hanno allungato (10-16 e 15-21). Sul 19-24, i giochi sembravano fatti ma Diaz e compagne si sono rese protagoniste di una grande rimonta, conquistando anche il match-ball sul 25-24. Qualche imprecisione negli scambi finali hanno spalancato invece le porte al tie-break.

Un epilogo che poteva fiaccare il morale ed invece la Pieralisi ha reagito subito, alla grande (5-4 e 10-8). Con tenacia ha trovato le forze necessarie a strappare la vittoria alla capolista e girare pagina, dopo gli ultimi due passi falsi.

VOLLEY / TERMOFORGIA, UNA VITTORIA CHE LASCIA L’AMARO IN BOCCA

TermoForgia Sicur Clean Volley Club Jesi – Arnac Mondolfo:  3 – 2

 

TermoForgia Sicur Clean Volley Club Jesi: Baldoni (K), Brunetti, Fagioli, Ferranti, Filipponi, Pirani, Rossi, Sebastianelli, Silvestrini, Spaccia, Valeri, Ambroggio (L). All. Massaccesi.

Arnac Mondolfo:  Barbetti, Belbusti, Cavaletti, Coppari, Galdenzi, Monti, Passerini, Riceci, Rondina, Serrani, Letizi (L).  All. Laurano.

Migliori:  Fagioli, Filipponi, Baldoni, Serrani, Ambroggio, Barbetti.

JESI, 10 dicembre 2017 – Di fronte la terza formazione del girone (Jesi quarta), la Arnac Mondolfo; contro i quali gli jesini hanno ceduto all’andata tutti e 3 i punti.

La voglia di scatto era tanta, soprattutto per aver sofferto così tanto (troppo) in uno dei fondamentali come la ricezione che non rientra frequentemente nei nostri punti deboli. Consapevoli di ciò, di fatto così è stato; abbiamo retto benissimo in ricezione nonostante i buon servizi del Mondolfo (unica formazione del girone con 3 battitori al salto); specie nei primi due set non abbiamo concesso loro praticamente respiro, una volta messo al sicuro il cambiopalla.

Di fatto una vittoria per 3 a 2 che potrebbe lasciare un poco l’amaro in bocca, dopo aver vinto in maniera fluida i primi due set. Ma siccome nel nostro sport oltre le rete ci sono gli avversari, in questo caso molto esperti e con un Serrani in serata di grazia, gli ospiti si son guadagnati con i denti il terzo e quarto set per poi arrendersi al tie break.

Quindi amaro in bocca fino ad un certo punto; 2 punti presi e pazienza per il terzo punto guadagnato con merito dal Mondolfo.

Primo set incamerato sul 25-18. Secondo set sul 25-16. Di fatto il cliches è stato identico. Noi in vantaggio sin da subito; con continuità e con autorevolezza non diamo spazio a nessuna concessione, con una ricezione di ferro ed un cambiopalla sicuro accumuliamo poi punti sul contrattacco. Poche sbavature con un Mondolfo che non tiene il passo.

Terzo set in cui i Leoncelli si spengono; inizio in parità ma poi l’allungo avviene su un servizio, seppur non irresistibile ma efficace, di Coppari che crea lo squarcio decisivo e porta gli ospiti sul 25-19. Come premesso, con la ricezione che viene meno il nostro gioco ne risente.

Quarto set proibito per i malati di cuore. 30-28 per il Mondolfo al termine di 30 minuti di gioco con continui cambi di fronte soprattutto dalla metà del set in avanti, dove ritroviamo noi stessi e la tranquillità dei primi due set. Serrani ci mette una pezza sui punti decisivi e via al tie break.

Un quinto set che si rivela una gara nella gara. Parole già sentite? Può darsi. Di fatto scendiamo bene in campo; punto su punto fino al cambio campo sull’8-7 per noi.  Di lì quei 3 punti in più raggranellati con ottimi servizi e muri-difesa, ci consentono di arrivare fino al 15-12 finale.

Per la cronaca (anche futura); magari citeremo gli infortunati, come l’ennesimo (dopo Gamberini indisponibile ancora senza una data certa di rientro e Silvestrini e Brunetti non al 100%), il nostro universale Giardinieri, ma solo perché va comunque riconosciuto onore a chi purtroppo soffre con la squadra da fuori dal campo. Gli alibi non ci appartengono o almeno è quello che pensiamo.

Ottimo l’arbitraggio della sig.na Sartini Tania.

Parziali:  25-18, 25-16, 19-25, 28-30, 15-12

Arbitro:  Sartini Tania

VOLLEY FEMMINILE B1 / VITTORIA IN RIMONTA PER L’ECOENERGY04 MOIE AD EMPOLI

TIMENET EMPOLI PALL. FI – ECOENERGY 04 MOIE AN    2 – 3

MOIE, 6 dicembre 2017 –  La squadra di “Pippi” Lombardi ha dovuto sudare le proverbiali sette camice per ottenere una vittoria strappata con le unghie in un extra-time da incubo.

Si inizia con tre muri consecutivi delle empolesi che fanno subito sentire alle ospiti l’aria che tira all’interno del pala-Aramini, 4/1. Poi le biancorosse riescono a recuperare approfittando dei tanti errori locali (8/8) e a passare in vantaggio con due centri di Spicocchi, 8/10. Le moiarole trovano le giuste contromisure alle avversarie e prendono il largo, 10/15. Il servizio insidioso di Moie costringe la palleggiatrice toscana ad allargare quasi sempre il gioco in banda, facile preda della difesa biancorossa che può contrattaccare con efficacia, 14/21. Nel finale le giallonere locali limitano gli errori accennando ad un timido recupero ma Lombardi ferma subito il gioco, 19/23 ed è compito di capitan Roani chiudere il primo set con una “piazzata” che lascia di stucco la difesa Timenet, 20/25 e 0 a 1.

Cominciano bene il secondo parziale le biancorosse di Moie 1/3 – 4/6, poi si incartano in un gioco forzato e farraginoso che regala alle locali cinque punti consecutivi che non solo le portano in vantaggio (9/6), ma che soprattutto esaltano la loro autostima e le convince della possibilità di battere le temute avversarie. Si prosegue a strattoni con un break per parte fino al 15/14. Adesso è il momento determinante, chi riuscirà ad allungare per primo avrà in pugno il parziale. A decidere per la Timenet è Eleonora Gili che, sfruttando la sua grande esperienza nel beach volley, usa opportunamente le mani del muro biancorosso e con sagaci mani-fuori regala tre punti alle sue, 18/14. Il servizio di Moie non incide più (tre errori consecutivi nel finale) e le moiarole non riescono a recuperare il gap, concedendo cinque palle set alle avversarie, 24/19. Roani e Cerini ne annullano tre, ma un pallonetto ben calibrato di Torrini porta le due squadre al pareggio, 25/22 e 1 a 1.

L’inizio del terzo parziale è traumatico per l’Ecoenergy. Le ragazze di mister Lombardi sembrano aver perso ogni punto di riferimento sia in difesa che in attacco ed è molto facile per le toscane portarsi subito sul 5 a 0. La Gili e la Poggi, da posto 4 diventano incontenibili e le locali dilagano, 10/4. Roani e compagne si guardano incredule cercando di trovare soluzioni ad una situazione che le vede soccombere ad ogni scambio e commettere errori a ripetizione, 15/8. È il peggior momento per le moiarole, senza un muro che riesca a contener gli attacchi delle ali empolesi, non c’è nessuna logica di posizionamento in una difesa che soffre terribilmente. Manca, soprattutto, continuità al gioco ospite, nonostante la strenua resistenza di una Sofia Cerini semplicemente fantastica (7 punti), 22/15. Chiude il set, come ormai da copione, un mani-fuori di Gili, 25/19 e 2 a 1.

Le ragazze di Moie, punte nell’orgoglio dopo un set da cancellare dai propri annali, partono con un altro cipiglio, 1/4. Nonostante Timenet recuperi subito la parità in campo marchigiano si vede più spirito combattivo, più convinzione, più correlazione tra i reparti, 8/8. È sufficiente un po’ di attenzione in tutti i fondamentali per ottenere un gioco più produttivo e redditizio e soprattutto letale per le avversarie, 10/17. Ormai Moie dilaga e gioca la miglior pallavolo che conosce, difesa e contrattacco-punto, con Baroli e Cerini in evidenza, 11/20.  Chiude Manuela Roani con un pallonetto al centro del campo un set che rincuora, 15/25 e 2 a 2. Pronti via ed è subito 3 a 0 per le locali con due muri della centrale Falsini, ma soprattutto sono i due errori successivi di Moie a spingere le empolesi ad un 6/2 da brividi. Lombardi ferma il gioco ed urla alle sue, ma al rientro in campo un altro errore condanna le moiarole al cambio di campo sotto per 8 a 3. Quando una semplice palla piazzata di Torrini cade a terra nella zona di conflitto tra Roani e Zannini, sembra non esserci più speranze per le biancorosse, 9/4. La pallavolo, però, ci ha abituato a recuperi miracolosi e cambi di situazioni a volte inspiegabili ed è bella proprio per questo.

L’Ecoenergy non sarà nella sua miglior serata, avrà sottovalutato le avversarie ed avrà delle giocatrici acciaccate e altre non in perfetta forma, ma nel suo roster ha delle ragazze con una “tigna” ed una voglia di vincere che nessun altro può vantare.
Nella situazione peggiore possibile, con le avversarie avanti di cinque punti che sentono il profumo della vittoria ed un pubblico locale esaltato e rumorosissimo a spingerle, Roani & C. tirano fuori dal cilindro un finale di tie-break incredibile. Di Cerini e Baroli gli ultimi sei punti moiaroli, ma di tutto il sei + uno biancorosso il merito di aver “voluto” con tutte le forze questo risultato che ad un certo punto della partita sembrava lontanissimo.

In breve: Moie riesce a recuperare tutto lo svantaggio attaccando al massimo della potenza possibile contro il lato debole della difesa toscana, mentre le empolesi mostrano dei limiti di carattere e un po’ della classica “paura di vincere”.

Sofia Cerini per il pareggio a quota 12 e Chiara Baroli per il sorpasso, 12/13. Ancora la bionda fabrianese per la palla della partita, 13/14. La prima non va, ma Chiara da Filottrano se ne procura subito un’altra che poi perfeziona con un servizio velenoso che le empolesi affossano in rete, 14/16 e 2 a 3 finale.

 

Timenet Empoli Pallavolo: Lippi (4), Poggi (12), Torrini (14), Gili (16), Falsini (12), Mancuso (8), Genova (L1), n.e. Sacconi, Veracini, Donati, Guarino, Bicci. Allenatore: Luigi Cantini – 2°Allenatore Fabio Bonistalli

Ecoenergy 04 Moie: Cecato 2, Roani 16, Cerini 22, Baroli 15, Falotico 10, Spicocchi 16, Pistocchi, Zannini (L1), Mercanti (L2), n.e. Stronatti, Mattetti. Allenatore: Pippi Lombardi – 2°Allenatore Paolo Giardinieri

Arbitri: Pulcini Gabriele di Cascina e Bertonelli Marco di Carrara

Parziali: 20/25, 25/22, 25/19, 15/25, 14/16
 

VOLLEY MASCHILE / LA TERMOFORGIA TIENE CONTRO UNA DELLE MIGLIORI FORMAZIONI DEL GIRONE

TermoForgia Sicur Clean Volley Club Jesi    –   Frezzotti Trasporti Belvedere  2-3

 

JESI, 4 dicembre 2017 – La Termoforgia perde al tie break contro Belvedere.

Gara bella ed emozionante. Gli ospiti con i due punti perdono il primo posto in classifica mentre Jesi con un punto conferma il quarto posto.

I leoncelli, dopo 3 vittorie e 9 punti consecutivi, la bella prestazione negli ottavi di Coppa Marche di giovedì scorso, giocano bene a viso aperto dimostrando l’atteggiamento giusto.

Nel primo set la Termoforgia Sicur Clean parte bene e la Frezzotti Trasporti non è da meno. Un set che si gioca punto a punto e solo sul finale gli ospiti mettono la freccia del 25-27.

Nel secondo set i leoncelli partono in quarta. Con pochi giri di servizio sono sul 12-5 per poi amministrare il punteggio.

Terzo e quarto set pari: prima vince Belvedere per 22-25 poi il sestetto di Massaccesi per 25-21.

Al tie break Jesi parte forte ma il ritorno del Belvedere è da grande squadre fino al successo per 10-15.

Giovedì 7 Dicembre appuntamento alla Carbonari, ore 21, contro l’Arnac Mondolfo.

 

TermoForgia Sicur Clean Volley Club Jesi: Baldoni (K), Brunetti, Fagioli, Ferranti, Filipponi, Giardinieri, Pirani, Rossi, Sebastianelli, Silvestrini, Valeri, Ambroggio (L). All. Massaccesi.

Frezzotti Trasporti: Anselmi, Carnali, Casali, Luconi, Merli, Montanari, Polverini, Ramazzotti, Rotoloni, Sopranzetti, Bini (L). All. Badiali

Arbitro: Soverchia Luca

Parziali: 25-27, 25-18, 22-25, 25-21, 10-15

VOLLEY FEMMINILE B2 / CASTELBELLINO VINCE ANCORA, ORAMAI E’ UNA CERTEZZA

TERMOFORGIA MOVITER CASTELBELLINO – MONTESPORT MONTESPERTOLI  3-0 
 

CASTELBELLINO, 3 dicembre 2017 – In un campionato che si fa sempre più enigmatico e in cui tutto sembra poter succedere, la certezza di queste ultime settimane si chiama Castelbellino.
Dopo la vittoria sofferta contro Rinascita Firenze e quella in casa del fanalino di coda Pontassieve, le nostre si impongono nettamente contro Montesport Montespertoli.

Fatta la doverosa osservazione che alle avversarie mancavano pedine importanti in organico, le ragazze di Fusco scendono in campo con una concentrazione palpabile e fin da subito mettono in difficoltà le avversarie con battute efficaci, che non permettono un attacco preoccupante per Ciancio e compagne. Senza grossi spauracchi il primo set va via liscio per le padrone di casa.

Montesport continua ad essere particolarmente fallosa in servizio e ricezione, cosa che Castelbellino è bravissima a sfruttare, portandosi fino ad un parziale di 8-1. Il braccio di Verdacchi e quello di Ciccolini si scaldano, e per le ospiti sono problemi non da poco, ma pian piano Montesport prende fiducia e rosicchia terreno, fino ad avvicinarsi pericolosamente alle nostre. Fusco chiama time out e le cose sembrano risistemarsi per il verso giusto, tanto che con un muro punto e 2 attacchi vincenti, la Termoforgia mette il sigillo sul secondo set.

Il terzo è, inevitabilmente, il set dell’equilibrio.

Monterspertoli no ci sta a perdere, entra in campo con una rotazione diversa e smette di sbagliare, tutti ingredienti che mettono in difficoltà un Castelbellino che sembra in debito d’ossigeno. Raggiunto l’aggancio, però, le ospiti tornano all’errore e trovano un’avversaria che non se lo fa dire 2 volte: si gioca punto a punto. Verdacchi continua a picchiar forte, Casareale e Della Giovampaola sembrano in sintonia con Cerioni, e nonostante un sistema difensivo incredibilmente efficace delle toscane, alla fine il pallone cade quasi sempre sul campo di Montespertoli. Terzo set e incontro finiscono qui.

Una vittoria che non ti aspetti, una vittoria voluta e cercata, una vittoria indispensabile per proseguire un percorso difficilissimo come quello che la Termoforgia sta incontrando e, soprattutto, incontrerà nelle prossime sfide ad alta quota.

Tre punti preziosissimi, anche alla luce dei rocamboleschi risultati dagli altri campi.

Prossimo impegno, insidiosissimo, in trasferta a Pagliare del Tronto.

Castelbellino: Cerioni 2, Casareale 10, Ciccolini 11, Verdacchi 19, Della Giovampaola 5, Vescovi 3, Pagliaroli 1, Ciancio (L), n.e. Bassotti, Carbonaro, Romagnoli, Crescini. All. Fusco

Montespertoli: Pistolesi 12, Bellini 14, Cantini, Mazzini 6, Terlizzi 1, Pierattini 8, Anichini (L), Bernin, Boschi. All. Buoncristiani

Parziali –  25-22, 25-22, 25-21

VOLLEY FEMMINILE B2 / LA PIERALISI JESI, POCO DETERMINATA E CONVINTA, PERDE ANCORA

Fucecchio – Pieralisi Jesi 3 -0


JESI, 3 dicembre 2017 –
La Pieralisi Volley Pan frena ancora e cede ad un Fucecchio più motivato e grintoso.

I parziali parlano chiaro, le jesine hanno giocato a sprazzi, soffrendo in ricezione ed attacco contro un’avversaria che non ha concesso nulla. Le fiorentine hanno iniziato subito bene (8-6 e 16-11) mentre le jesine sono apparse fallose in ricezione ed attacco, fermo al 18% di positività (con 3 errori e 4 muri subiti).

Il servizio non ha giovato alla causa rossoblu e, nel secondo set, è stato ancora meno efficace. Diaz e compagne hanno continuato ad attaccare con basse percentuali e le padrone di casa sono rimaste sempre avanti (8-4 e 16-13). Nel terzo set, la Pieralisi Volley Pan è riuscita finalmente a portarsi in vantaggio (13-16) ma Fucecchio non ha mollato ed anzi è cresciuta a muro (5 i punti), continuando ad attaccare meglio (40% contro il 38% delle jesine) e a non sbagliare praticamente nulla.

A fine gara musi lunghi che evidenziano i problemi del momento.

Coach Sabbatini, in esclusiva per il nostro giornale, ha così commentato: “Abbiamo perso contro una squadra molto compatta e brava in difesa. C’è rammarico perché in certi momenti potevamo prendere in mano le redini el gioco e salire in cattedra ma non siamo stati abbastanza risoluti.  Il momento è di quelli difficili considerato che nelle ultime due gare non abbiamo vinto un set. Dopo la sconfitta di sabato scorso a Jesi nel derby non siamo riusciti a ritrovare le nostre sicurezze. Siamo state poco determinati soprattutto al servizio  e contro una squadra che ha lottato col coltello tra i denti tutto è diventato più difficile”.

PALLAVOLO FUCECCHIO – Bartalini 10, Ciabattini 16, Menicucci, Marchetti, Pellegrini n.e., Meucci 10, Fiaschi, Martini 5, Danti 8, Maggini n.e., Dovichi n.e. All. Barboni

PIERALISI VOLLEY PAN JESI – Diaz 11, Tallevi 10, Cecconi (L), Lombardi 2, Tozzo 8, Paparelli, Quintabà, Perelli (L), Pirro, Da Col 8, Carbonari n.e., Marcelloni n.e. All. Sabbatini

ARBITRO – Guacci e Scialpi

PARZIALI – 25-18, 25-19, 25-20.

VOLLEY FEMMINILE B2 / NIENTE DA FARE PER L’ECOENERGY04 MOIE CONTRO LA PRIMA DELLA CLASSE

Serie B1/ Ecoenergy04  Moie – Coveme San Lazzaro   0 – 3

 

MOIE, 27 novembre 2017 –  L’Ecoenergy04 Moie non riesce a ripetere la bella prestazione di Padova e rimedia il primo 0-3 casalingo della stagione.

Coveme San Lazzaro si conferma squadra ben attrezzata e completa in ogni reparto, meritevole senza alcun dubbio, di essere ancora imbattuta. Dopo un primo set dominato dalle ospiti, Manuela Roani & C. tentano, nel secondo, di contrastare le forti avversarie, ma cedono nel convulso finale. Il terzo è quasi una passerella per le emiliane che alla luce del risultato di Sassuolo, rafforzano ancora di più il loro primato in classifica.

Parte subito aggressiva la Coveme che incamera i primi quattro punti sul servizio di Pinali. Concentrate, attente e precise, le emiliane mettono in evidenza tutte le loro qualità. Moie sembra subire senza reagire questa partenza sprint delle ospiti: 2-8 e, quando mister Lombardi decide di richiamare le sue, siamo già sul 4-10 esterno.
Un’azione prolungata ed entusiasmante, vinta da Moie, dà la sensazione della ritrovata volontà di combattere delle moiarole, ma è solo un attimo. Le sanlazzaresi riprendono subito la loro marcia con una potenza in attacco impressionante: 5-13. Martina Spicocchi e Manuela Roani tentano una timida reazione, ma il muro e il servizio delle bianconere ospiti mettono a tacere ogni tentativo di recupero: 8-18. Segue una breve fase di punto a punto dove le biancorosse riescono a mettere a segno qualche buono scambio, ma Coveme non cede mai il proprio cambio-palla e si avvicina velocemente al traguardo: 12-23. Chiude Rubini da posto quattro un set dominato dalle ospiti che hanno forzato al massimo servizi ed attacchi, sbagliando pochissimo con una impressionante continuità: 14-25 e 0-2.

L’inizio del secondo parziale è molto più combattuto, con le biancorosse decise finalmente a vendere cara la pelle, che lottano su ogni pallone e giocano alla pari delle avversarie: 5-3 poi 7-6.
Mister Casadio, sul punteggio di 10-8, richiama le sue che, incalzate dalle moiarole, non riescono più ad avere la continuità della prima frazione. Le biancorosse continuano a trovare varchi nella difesa ospite che comincia a commettere, anche, qualche errore: 13-10. Greta Pinali, attaccando a tutto braccio anche palle impossibili, trova una serata magica e anche il pareggio per la sua squadra: 13-13.
Nessuna delle due squadre riesce a prendere il sopravvento sull’altra (16-15) fino al turno di servizio della nuova entrata Giulia Grillini che “spacca” il set a favore delle ospiti: 16-19. È la svolta del set, Moie non ha più la forza di contrastare una squadra avversaria che, una volta in vantaggio, difficilmente concede un brake alle rivali: 17-22. Ultimo disperato sforzo di Sofia Cerini e P.I. Falotico (21-23), ma ci si mette, anche, un po’ di sfortuna ed una svista arbitrale a rendere vano ogni tentativo delle biancorosse di rimettere le mani sul set. Chiude la solita Pinali con sicurezza da posto quattro: 21-25 e 0-2.

L’Ecoenergy04 parte bene (2-0), poi, Serena Vece trova una serie di cinque punti consecutivi che condannano le moiarole subito all’inseguimento: 2-5. Le ragazze di Moie ricadono nel gioco abulico del 1° set. Senza un servizio che impensierisca la ricezione avversaria e con una propria ricezione non perfetta, Manuela Roani & C, non riescono a trovare le soluzioni necessarie per mettere in difficoltà una squadra avversaria che invece gioca senza paura e con impressionante continuità: 5-12. Mister Casadio, evidentemente memore del risultato della scorsa stagione, non molla una virgola e chiede subito l’interruzione non appena le locali accennano ad un tiepido recupero: 8-12. Giulia Cecato forza il gioco sulle sue centrali e Martina Spicocchi risponde prontamente avvicinando ancor di più le moiarole: 11-13. Casini rileva una spenta Pinali e sul suo servizio, Coveme riparte per l’allungo finale: 12-20. Di P.I. Falotico e Martina Spicocchi gli ultimi sussulti delle biancorosse su una gara ormai segnata a favore delle bolognesi che assaporano il dolce gusto della vendetta e del primato in classifica: 16-22. Chiude definitivamente Ilaria Casini da posto quattro con l’ennesimo mani-fuori: 20-25 e 0-3.

Serata non del tutto positiva per le ragazze del presidentissimo Aurelio Mazzarini, con un approccio alla partita troppo remissivo che ha dato maggior forza e convinzione ad un sestetto emiliano già di per sé stesso agguerritissimo e pronto ad affrontare una trasferta tra le più temute della stagione. Forse una maggiore aggressività e spregiudicatezza, soprattutto nel primo set, avrebbero tolto alcune delle certezze che sono state il punto di forza della squadra di San Lazzaro di Savena.

Domenica prossima, ad Empoli, occorrerà senz’altro mettere in campo una maggiore convinzione e determinazione.

ECOENERGY 04 MOIE: Cerini 5, Spicocchi 11, Baroli 3, Roani 7, Falotico 8, Cecato 3, Zannini (L1), Mercanti (L2), Maurizi, Pistocchi, Mattetti. All. Lombardi

COVEME VIP: Castellani Tarabini 1, Pinali 11, Lombardi 8, Rubini 13, Vece 15, Focaccia 13, Galetti (lib.), Casini 2, Geminiani , Migliori. Ne Grillini, Spada. All. Casadio.

Arbitri: Tucci e La Torre