CHIARAVALLE / SETTIMANA DELLA DEMOCRAZIA: AL PODESTI SI E’ PARLATO DI VOTO E DI DIRITTI

CHIARAVALLE, 8 marzo 2018 – Prosegue la sinergia e la collaborazione tra il comune di Chiaravalle e l’istituto Podesti- Calzecchi Onesti, unica scuola superiore presente nel territorio comunale.

Si svolge in questi giorni la “Settimana della democrazia” per far prendere coscienza agli studenti delle quarte e quinte classi del loro ruolo attivo nella società.

Questa mattina, dopo il saluto della prof.ssa Roberta Maggiori coordinatrice della sede chiaravallese dell’istituto superiore e l’intervento della prof.ssa Sonia Scipioni, è intervenuto il sindaco Damiano Costantini che ha parlato agli studenti di “Democrazia e Voto”.

Sonia Scipioni ha ricordato nell’introduzione al convegno le parole di Gherardo Colombo. “Imperfetta, esigente, fragile. Eppure irrinunciabile, perché non ha rivali se si tratta di garantire la ricerca della felicità individuale, nel rispetto e nella considerazione degli altri. È la democrazia. La respiriamo ogni giorno”.

Il sindaco Costantini ha esortato i ragazzi a diventare protagonisti del loro futuro e anche della vita politica e non solo spettatori passivi e talvolta annoiati o disinteressati.

“La sovranità appartiene al popolo, recita la Costituzione – ha detto il sindaco – e il popolo siamo noi, siete anche voi giovani che potete dare un contributo significativo alla società”.

Il sindaco si è poi soffermato sulla parità dei diritti tra uomini e donne e ha ricordato come dal 2 giugno 1946 finalmente le donne hanno potuto esprimere col voto le loro preferenze politiche.

“C’è la necessità che anche voi ragazzi vi mettiate in gioco e diventiate protagonisti della vostra vita , facendo un passo avanti e cercando non solo di esprimere col voto le vostre idee ma anche esponendovi in prima persona magari all’interno di liste, movimenti e partiti perché la democrazia è partecipazione: non ci si può lamentare se non si fa qualcosa per cambiare insieme la nostra società e le sue storture. Anche a scuola avete i vostri spazi di democrazia con la rappresentanza nei consigli di classe, di istituto, con le assemblee ed è necessario che utilizziate tutti gli strumenti che avete a disposizione per occuparvi della cosa pubblica e della comunità dove vivete. Diventate protagonisti della vostra vita e non subite solo passivamente e senza informarvi e partecipare”.

 

Gianluca Fenucci

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Annibaldi & Pandolfi Onranze funebri - Casa del Commiato

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.