Cerreto d’Esi

CERRETO D’ESI & GENGA / ARRIVA BURAN, DOMANI SCUOLE CHIUSE

Arriva Buran, scuole chiuse

CERRETO D’ESI & GENGA, 25 febbraio 2018 – Buran non fa paura solo a Fabriano, perché domani anche le scuole di Cerreto e Genga saranno chiuse vista l’allerta meteo lanciata dalla protezione civile.

“A partire dalla prime ore di domenica 25 febbraio, nevicate diffuse inizialmente fino a 300  metri, per abbassarsi fino al livello del mare dal primo pomeriggio. Le cumulate nevose per la giornata di domenica saranno deboli nella fascia moderate oltre i 300 metri sul livello del mare, mentre deboli in quella compresa tra 0 e 300 metri. Lunedì invece deboli o localmente moderata su tutto il territorio”. Questo il testo dell’allerta.

Non solo Fabriano

Ecco quindi la disposizione: domani saranno chiuse tutte le scuole di ogni ordine e grado presenti sul territorio delle due città.  Questo “Al fine di evitare ulteriori disagi sia al personale sia alla popolazione scolastica e rischi in materia di sicurezza” si legge nell’ordinanza del comune di Genga.  A Cerreto D’Esi oltre alle scuole (nido d’infanzia compreso) saranno chiusi anche gli Uffici Amministrativi.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

LETTERE & OPINIONI / TERMINI DI PAGAMENTO SIAE PER LE ZONE TERREMOTATE SPOSTATI AL 31 OTTOBRE

Tariffe agevolate fino al 40% per i soci CNA

FABRIANO, 22 febbraio 2018 – La Cna di Fabriano area vasta annuncia che il termine di pagamento della Siae è stato prorogato a mercoledì 31 ottobre. Non saranno applicate penali. Il provvedimento riguarderà gli imprenditori che rientrano nei comuni del cratere: Fabriano e Cerreto d’Esi.

Il pagamento dovrà avvenire presso l’Ufficio della Siae di Fabriano in via Bellocchi al numero 17.

“In momenti di forte difficoltà economica – ha osservato Andrea Riccardi segretario della Cna locale – ogni possibilità di risparmio è importante per ogni imprenditore ed è per questo che ci siamo attivati per confermare e migliorare le convenzioni a favore dei soci, con una riduzione della tariffa che arriva al 40%”.

CERRETO D’ESI / DOMENICA AL TEATRO CASANOVA “CAPPUCCETTO ROSSO”

Spettacolo per tutta la famiglia del Teatro alla Panna

 

CERRETO D’ESI, 21 febbraio 2018 – Domenica al “Casanova” di Cerreto D’Esi ecco arrivare “Cappuccetto rosso”.

Lo spettacolo è proposto nell’ambito del progetto Double Fa.ce, promosso da MiBACT, Regione Marche, Comune di Cerreto d’Esi in collaborazione con AMAT a sostegno delle aree colpite dal sisma. Grazie al progetto che finanzia l’appuntamento, l’ingresso allo spettacolo è gratuito sia per i giovani spettatori sia per i loro genitori, offrendo l’opportunità di avvicinarsi al magico mondo del teatro. Inizio della rappresentazione alle ore 17.

Dopo più di trent’anni di attività il Teatro alla Panna si misura per la prima volta con un classico per l’infanzia ma i due burattinai non sono riusciti a mettersi d’accordo e quindi ognuno racconta la sua storia, classica o moderna.

Ecco quindi arrivare una versione “doppia” e diversa rispetto alla versione “standard” di Cappuccetto Rosso. Così inizieranno a raccontare ognuno la propria storia senza alcuna volontà di capirsi e mentre uno cercherà di rimanere fedele alla tradizione, l’altro comincerà a fare i dispetti e a cambiare le carte in tavola; ne scaturirà un conflitto creativo con conseguente raddoppio dei personaggi principali, il Lupo e Cappuccetto Rosso, un altro Lupo e un altro Cappuccetto Rosso, a ciascuno il suo, coi due burattinai impegnati in un tiro alla fune per cercare di portare la storia dalla propria parte.

Riusciranno i due ad evitare il caos in agguato e a risolvere la serata davanti al pubblico raccontando comunque una “bella storia”? A sentire la nonna sembrerebbe di si…..

LETTERE & OPINIONI / LODOLINI A CERRETO D’ESI

CERRETO D’ESI, 17 febbraio 2017 – “Nei giorni scorsi Emanuele Lodolini è tornato a Cerreto per incontrare i cittadini in vista delle elezioni politiche del prossimo 4 marzo che lo vede candidato nel nostro collegio uninominale”.

Lodolini ha impostato questa campagna elettorale nel segno dell’apertura e della condivisione: incontrare le persone nei mercati, nelle piazze, visitare aziende dove confrontarsi con i lavoratori e con gli imprenditori.  Un metodo vero per parlare in maniera personale e diretta dei problemi reali con cui tutti i giorni la gente comune deve fare i conti. Un proseguimento del suo impegno  in questi 5 anni da parlamentare che lo ha visto seguire e stare vicino alla comunità,  girando continuamente e in maniera capillare per tutti i Comuni della Provincia, dal Comune più grande al Comune più piccolo per essere presente ovunque, portando all’attenzione del Governo e del Parlamento le problematiche del territorio attraverso emendamenti e interrogazioni parlamentari.

Nel suo pomeriggio cerretese,  Lodolini ha visitato l’azienda “Fratelli Cola”, un’eccellenza della lavorazione del ferro, spostandosi poi presso il ristorante “Pezzi & Bocconi” per incontrare i cittadini con un aperitivo.

Il Segretario del circolo PD di Cerreto d’Esi Angelo Cola ha salutato i presenti e il candidato Lodolini sottolineando la presenza  di quest’ultimo a Cerreto negli ultimi anni, anche quando il partito cittadino non navigava in buone acque, per affrontare i reali problemi del paese: Cola ha ricordato come esempio che Lodolini venne a Cerreto subito dopo il recente terremoto, mentre sul fronte economico ed occupazionale, il suo emendamento sulla J&P a tutela dei 700 lavoratori, senza dimenticare l’interrogazione parlamentare sullo spostamento delle scuole di Cerreto a Fabriano.

Nel salutare i cittadini presenti, Lodolini ha esordito spiegando che, a pochi giorni dal voto del 4 marzo,  per un voto si vince o si perde, senza nessun tipo di paracadute, non si esce dalla porta per rientrare dalla finestra, rispecchiando il suo stile. Il candidato ha proseguito illustrando la sua campagna elettorale,  fatta di temi reali, quotidiani. Non di annunci. Non di promesse irrealizzabili, continuando  a vivere  questi giorni come ha vissuto i suoi 5 anni da Parlamentare: in mezzo alle persone, sul territorio, visitando aziende.

L’Italia sta provando a ripartire, piaccia o meno  ai critici di professione. Affermare ciò non significa certo dire che va tutto bene e che sopra a noi il cielo è stellato. Tante persone hanno problemi di lavoro. Ancora troppe le famiglie che vivono la nascita di un figlio come un dramma, o che soffrono per la mancanza di occupazione di uno dei componenti. A tutte queste persone Lodolini vuole  dedicare il suo impegno.

Rivendicando ciò che di buono è stato fatto finora in questi anni per raddrizzare il Paese, Lodolini ha sottolineato come il programma del PD sia molto concreto e con un costo sostenibile: non più delle leggi di Bilancio degli esecutivi di questa legislatura, dunque non più di due punti percentuali di PIL.

Il rischio ora è che con le follie dei paladini del No a tutto, alla scienza, all’Europa, alla democrazia, all’integrazione sociale, si torni indietro, e sarebbe un peccato e un grande errore. Perché vorrebbe dire sciupare tutto ciò che è stato realizzato.

Niente salti nel buio dunque. Con il voto ad Emanuele Lodolini i cittadini sceglieranno un amico del territorio, una collaudata garanzia che va aldilà del colore politico, un rappresentante attento alle istanze dei cittadini di Cerreto e di tutta la Provincia.

CIRCOLO PD DI CERRETO D’ESI

CERRETO D’ESI / DUE RUMENI DENUNCIATI PER FURTO AGGRAVATO

La denuncia da parte dei Carabinieri

 

CERRETO D’ESI, 13 febbraio 2018 – Un uomo ed una donna rumeni (rispettivamente di 27 e 25 anni) residenti a Roma sono stati denunciati per furto aggravato.

Il furto avvenuto a Gennaio

Secondo i Carabinieri i due si sarebbero resi protagonisti di un furto al Maxi Coal di piazza Matteotti. Dopo essere entrati all’interno del supermercato, i due hanno iniziato a riempire una borsa schermata con materiale da bagno (deodoranti) per un valore di circa 500 euro.

Passati per la cassa senza spesa, i due sono usciti indenni dal supermercato fino a quando i titolari non hanno notato l’ammanco ed hanno immediatamente informato i carabinieri che hanno iniziato le indagini.

Fondamentale un testimone

A rendere possibile il ritrovamento dei due, un testimone che aveva segnato il numero di targa dell’autovettura dei due rumeni. Auto a giudizio del testimone “sospetta”. Ecco poi l’acquisizione delle immagini delle telecamere che hanno portato al riconoscimento dei due e la conseguente denuncia per furto aggravato.

CERRETO D’ESI / FURTO AL FAMILA, ARRESTATE DUE SORELLE NOMADI

CERRETO D’ESI , 8 febbraio 2018 – Due sorelle rumene nomadi, N.V. di 36 anni e C.V. di 31 anni, sono state arrestate dai Carabinieri con l’accusa di furto.

L’arresto all’ora di pranzo.

Una delle due aveva comprato alcune bottiglie d’acqua, spendendo pochi euro, mentre l’altra riempiva una borsa “schermata” con 15 deodoranti per ambienti e 40 confezioni di attack. Valore complessivo 500 euro della merce sottratta.

Nonostante l’allarme rimasto silenzioso, le due erano già state individuate dai vigilantes del supermercato, che hanno avvertito i Carabinieri della locale stazione che hanno intercettato le sorelle poco distanti dal luogo del furto.

Fermate nel parcheggio del supermercato.

Dopo averle fermate ed identificate, i Carabinieri hanno perquisito la Volkswagen Golf di loro proprietà, ed hanno trovato all’interno 40 confezioni di formaggio tipo Parmigiano a spicchi, lamette da barba e numerose bottiglie di alcolici. Valore approssimativo della merce trovata in macchina 2.000 euro.

Macchina sequestrata ed indagini in corso per capire dove le due abbiano rubato la merce ritrovata dai Carabinieri.

Entrambe erano già note alle forze dell’ordine per reati specifici, ed ora si sta cercando di capire il “destino” della merca rubata. Arrestate per furto aggravato.

(s.s.)
©RIPRODUZIONE RISERVATA

CERRETO D’ESI / CAMION INTRAVERSATO: TRAVASATI I 36.000 LITRI DI ACETONE

Completate nel pomeriggio le operazioni

CERRETO D’ESI, 8 febbraio 2018 – Si sono concluse poco le operazioni di recupero dell’autoarticolato intraversato tra i comuni di Fabriano e Cerreto lungo via Serre. Intervento scattato ieri pomeriggio, con squadre dei Vigili del Fuoco impegnate per mettere in sicurezza un’autocisterna carica di 36.000 lt di acetone.

L’intervento si è svolto in due fasi: la prima dedicata al travaso del carico e la seconda al recupero dell’autoarticolato.

In un primo momento immediato l’arrivo dei vigili del fuoco del distaccamento fabrianese per i primi soccorsi e valutazioni. Sul posto anche Polizia Locale e Carabinieri.

Il travaso è stato effettuato, dalla ditta proprietaria dell’automezzo, sotto il controllo dei Vigili del Fuoco, che tramite termocamera e rilevatore di gas hanno monitorato costantemente le fasi del travaso. Ultimato quest’ultimo, con l’ausilio di una autogru, si è provveduto alla rimessa in carreggiata del mezzo pesante ed alla sua riparazione coincisa con la fine dell’intervento.

 

 

FABRIANO / CAMION SI INTRAVERSA, INTERVENGONO I VIGILI DEL FUOCO

Perde il controllo del camion e finisce fuori strada.

FABRIANO, 7 febbraio 2018 –  Il fatto è avvenuto intorno le ore 14 lungo via le serre, in un un punto in cui la viabilità risultava già ridotta. Per cause ancora in corso di chiarimento, il conducente di una autocisterna perdeva il controllo del mezzo bloccando la strada. Entrambe i sensi di marcia coinvolti.

All’interno della cisterna, secondo le prime informazioni,  acetone che non sarebbe però fuoriuscito dalla stessa. Immediato l’intervento dei Vigili del fuoco del distaccamento di Fabriano.

Strada bloccata in entrambe i sensi. Sul posto anche polizia locale e carabinieri.

Notizia in aggiornamento

CERRETO D’ESI / RISSA DOPO LA PARTITA DI CALCETTO GIOVANILE: 9 DENUNCIATI

Terminate le indagini a seguito della rissa post partita di calcetto: 9 denuciati per rissa. Per un 16enne anche una denuncia per lesioni ed una per istigazione a delinquere nei confronti di un tifoso 19enne.

 

CERRETO D’ESI, 22 gennaio 2018 – Le indagini sulla rissa post partita del PalaCarifac di Cerreto D’Esi dello scorso dello scorso 2 dicembre (giocata tra gli allievi del Cerreto D’Esi APD e della Virtus Fabriano) hanno portato alla denuncia di 9 persone per rissa.

Al termine della partita (vinta per la cronaca in casa dal Cerreto per 8 a 6 ) si è scatenato un parapiglia tra tifosi e giocatori, con la conseguente “sfilata” di tutti i presenti al fatto in caserma per chiarire posizioni e raccontare ricordi di quella giornata. Acquisiti dai Carabinieri anche alcuni video fatti dai presenti al fatto.

Terminate le indagini ecco arrivare 9 denunce coinvolti 5 tifosi e 4 giocatori. 7 i minorenni tra i 15 ed i 17 anni coinvolti. Gli unici due maggiorenni coinvolti hanno 19 anni. Per due un capo d’accusa in più: lesioni e istigazione a delinquere. Il minorenne (di Cerreto) è stato denunciato anche per lesioni. Suo il pugno sferrato ad un giocatore minorenne del Fabriano costato alcuni giorni di prognosi. Il maggiorenne (tifoso) è stato denunciato per istigazione a delinquere dopo aver pubblicato un post su Instagram con un video accompagnato da frasi minacciose.

Per tutti e 9 proposto il DASPO. Per i giocatori la limitazione non andrebbe a bloccare l’attività sportiva.

(s.s.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

CERRETO D’ESI / AL TEATRO CASANOVA ARRIVA “ALICE NELLA SCATOLA DELLE MERAVIGLIE”

CERRETO D’ESI, 21 gennaio 2018 – Così come al “Gentile” di Fabriano, anche a pochissimi chilometri nella vicina Cerreto in scena uno spettacolo dedicato ai bambini:Alice nella scatola delle meraviglie“.

Una festa di teatro tra la città della carta e Cerreto per tutta la famiglia promossa dall’AMAT,  nell’ambito del progetto AbitiAMO le Marche nei comuni inseriti nel cratere sismico promosso dal Consorzio Marche Spettacolo con il Comune di Fabriano e l’AMAT), mentre al Teatro Casanova di Cerreto d’Esi va in scena “Alice nella scatola delle meraviglie” della Compagnia delle Meccaniche semplici (nell’ambito del progetto Double Fa.ce, promosso da MiBACT, Regione Marche, Comune di Cerreto d’Esi in collaborazione con AMAT). Grazie ai progetti che finanziano i due appuntamenti, l’ingresso agli spettacoli è gratuito sia per i giovani spettatori sia per i loro genitori, offrendo l’opportunità di avvicinarsi al magico mondo del teatro e scoprire anche due dei più suggestivi comuni delle Marche insieme a tutta la famiglia.

Fra Immaginazione e realtà lo spettacolo ruota attorno alle trasformazioni di una “scatola”, la scenografia, che rivela spazi e atmosfere multiformi davanti agli occhi dei giovani spettatori: un gioco, che, nell’atto stesso di mostrare ironicamente le “finzioni” del teatro, crea le cornici tra sogno e coscienza delle avventure di Alice, la quale si ritrova catapultata da una situazione all’atra, in un mondo che non è mai fermo, e che lo Stregatto pare gestire come vuole.

Nella suggestiva cornice del comune medievale di Cerreto d’Esi, viene offerto al pubblico (ingresso libero) lo spettacolo “Alice nella scatola delle meraviglie” della Compagnia delle Meccaniche Semplici che propone ai bambini una rivisitazione del classico della letteratura di Lewis Carroll, sempre capace di stregare con la fantasia di personaggi e ambientazioni. “È sera, Alice deve andare a dormire ma non ne ha voglia. È troppo grande per avere sonno a quell’ora, ma piccola per uscire da sola. E così nella sua stanza, giocando, la nostra giovane protagonista – scrive la compagnia nelle note allo spettacolo – entra nel mondo della sua fantasia, e ci svela l’inevitabile confusione che crea il passaggio in atto tra le percezioni di bimba e quelle di ragazza. Nel suo sonno il Cappellaio Matto e lo Stregatto l’attendono impazienti per iniziare il loro “lavoro”. Fra immaginazione e realtà lo spettacolo scorre veloce tra comici litigi attorno alle trasformazioni di una “scatola”. Interpretazione, regia, drammaturgia e coreografie dello spettacolo sono di Clio Gaudenzi e Valeria Muccioli che firma anche le scenografie. Le musiche e le luci sono di Vincenzo Pedata.

Inizio spettacolo ore 17.