JESI / PRIMA IL DANNO E POI LA BEFFA, DENUNCIA UN FURTO E INTANTO GLI FANNO LA MULTA

JESI, 14 novembre 2017 – Quando si dice “oltre al danno pure la beffa”. Il fatto è accaduto alcuni giorni fa. Un uomo di San Marcello scende in zona Coppetella in un appezzamento di sua proprietà per iniziare la raccolta delle olive. È mattina , l’uomo arriva sui campi, lascia la macchina sul ciglio della strada e va a lavorare.

Al suo ritorno un’amara sorpresa, trova il finestrino della macchina spaccato e il borsello con portafoglio, telefono, carte di credito e macchina fotografica, scomparsi. Subito, in tutta fretta, l’anziano si dirige presso la caserma dei carabinieri di Jesi per sporgere denuncia.

Non avendo più il portafoglio e con i vetri del finestrino rotto ancora sul sedile, lascia l’auto negli spazi blu (a pagamento) senza tagliandino in piazza Oberdan e si dirige in caserma.

Al ritorno vede sul parabrezza la multa dei vigili urbani per mancata esposizione del tagliando per il parcheggio.

Insomma, dopo il danno del furto appena subìto, e i vetri del finestrino ancora sul sedile della macchina, anche la multa da dover pagare.

Non solo, nel quarto d’ora che è passato dalla denuncia in caserma  i ladri per ben due volte hanno tentato di prelevare, stavolta senza successo, denaro dalla carta di credito che poi è stata immediatamente bloccata.

(Cristina Amici degli Elci)

cristina.ade@qdmnotzie.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Annibaldi & Pandolfi Onranze funebri - Casa del Commiato

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*