LETTERE & OPINIONI / CHIARAVALLE: LETTERA APERTA DI RIFONDAZIONE COMUNISTA

CHIARAVALLE, 12 aprile 2018 – Soffiano cupi venti di guerra, forse solo la “crisi dei missili a Cuba “, negli anni 60 è paragonabile a questo momento e rende la catastrofe così vicina. Allora la evitarono i movimenti impetuosi dell’ opinione pubblica, la presa di coscienza di milioni e milioni di donne e uomini che invasero strade e piazze gridando la loro determinata voglia di Pace. Oggi, purtroppo, sembra prevalere l’ indifferenza e la rassegnazione.

Peggio, nel nostro Paese il Parlamento non sente il dovere di riunirsi, un Governo scaduto balbetta e sembra pronto a conceder l’ uso delle basi per raid aerei sulla Siria. Ci restano , potenti, se usati e agiti, la nostra Carta Costituzionale con l’art 11 che recita perentorio “l’Italia ripudia la guerra” e l’impegno delle donne e degli uomini di buona volontà.

Ecco perché crediamo necessario e giusto mobilitarsi subito, convinti che tanti piccoli gesti possano diventare un grande movimento capace di far prevalere la diplomazia dei popoli che vogliono la pace.

Rifondazione Comunista propone quindi a tutti voi di essere in piazza sabato prossimo alle 17 e 30  con un “microfono aperto”, non solo per ribadire il no alla guerra ma per chiedere fatti concreti per impedirla a cominciare dal divieto dell’ uso del nostro territorio per operazioni  di guerra in medio Oriente, e ad azioni, quali la convocazione di un forum mediterraneo e la sospensione delle sanzioni economiche alla Russia capaci di testimoniare con i fatti il non allineamento alle decisioni degli “Stranamore” che guidano Usa  gli Usa e i principali Paesi Europei.

Rifondazione Comunista Chiaravalle

Annibaldi & Pandolfi Onranze funebri - Casa del Commiato

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*