Staffolo

FABRIANO / INTESA-SANPAOLO: UNA NUOVA IDEA DI BANCA

FABRIANO, 16 maggio 2018 – Da lunedì scorso la “banca di vetro” come unica filiale di Banca Intesa – Sanpaolo operativa in città. Da lunedì infatti attiva solo la sede di via don Riganelli, che ha “inglobato” quelle di piazzale Matteotti, corso della Repubblica, via martiri della libertà. A queste si aggiunga la banda dell’Adriatico (via Dante), parte del gruppo Intesa. Nessun taglio al personale.

Intesa Sanpaolo apre a Fabriano il suo nuovo modello di filiale, tra le maggiori realizzate in Italia, a testimonianza della centralità della città nelle strategie del Gruppo. Con il nuovo layout degli spazi a disposizione della clientela ed il restyling di parte dell’esterno dello stabile di via don Riganelli cambia il modo di vivere la banca, per fare della filiale una piazza dell’economia reale coniugando accoglienza, relazione e digitalizzazione.

“Vogliamo essere la cassaforte delle famiglie italiane e motore per le imprese. Discorso che vale anche per l’acceso al credito delle aziende. Noi non abbiamo mai fatto mancare il supporto e cercheremo di non farlo mai mancare”. Così ha spiegato Tito Nocentini illustrando le nuove funzionalità della sede di intesa-San Paolo di via Don Riganelli.

Quello che è noto ai fabrianesi con l’appellativo di ‘palazzo di vetro’ torna così ad essere un hub per l’economia locale, concentrando le attività di Intesa Sanpaolo presenti nel comune. Una struttura cui afferiscono oltre 14mila clienti, circa mille dei quali costituiti da imprese, e nel quale lavorano circa 120 persone, la maggior parte dedicate ai servizi a persone e imprese, cui si aggiungono uffici afferenti a funzioni centrali del Gruppo.

Presso la struttura di via don Riganelli, da lunedì scorso, operano infatti una filiale Retail, una filiale Personal, un distaccamento Imprese, oltre a diversi strutture che fanno capo agli uffici centrali del gruppo bancario. Il tutto con un nuovo layout nel quale il cambiamento del luogo fisico va di pari passo con quello dell’approccio al cliente.

“Il nuovo modello di filiale realizzato a Fabriano segna un rinnovamento completo e profondo. Intesa Sanpaolo è la banca dell’economia reale e le nuove filiali ne sono le piazze – spiega Tito Nocentini, direttore regionale di Intesa Sanpaolo –. L’originale layout degli ambienti rispecchia l’atteggiamento di accoglienza che vogliamo esprimere con le nostre persone. La nuova filiale favorirà ulteriormente le connessioni con gli attori del territorio, con i clienti e tra i clienti, che qui potranno trovare un punto d’incontro e avere uno scambio di idee e di business. La sfida è rispondere in modo nuovo anche ai bisogni più tradizionali, sviluppando per esempio le enormi opportunità rese possibili dalla rivoluzione digitale.”

Accoglienza e relazione sono gli obiettivi principali del cambiamento e per realizzarli la banca ha realizzato una “rivoluzione” degli spazi abbattendo barriere e confini. Particolare cura è stata posta nella realizzazione dell’ingresso della filiale con una grande area di primo contatto e di orientamento, dove gli operatori, supportati anche dalle nuove tecnologie, aiutano il cliente a indirizzarsi verso i servizi desiderati, dalla consulenza specialistica fino all’uso delle casse self e gestiscono anche l’organizzazione degli appuntamenti.

Il fulcro della filiale è la “piazza”, luogo – non solo metaforico – per lo scambio di idee ed esperienze. Al centro di quest’area condivisa si trova un grande tavolo di legno grezzo, tutto intorno ci sono librerie, divani e poltrone. Sulla piazza affacciano i salottini per gli incontri informali e gli spazi dedicati a quelli riservati e le casse self service assistite. Nella realizzazione sono stati utilizzati materiali semplici, con un’attenzione particolare al loro valore ecologico. Interamente riservato alla clientela il parcheggio (circa 40 posti) di pertinenza dello stabile di via don Riganelli.

La tecnologia è una presenza costante. L’area esterna delle casse self – accessibile 24 ore su 24 – ospita due sportelli automatici ATM e due sportelli automatici evoluti MTA che oltre a prelevamenti e pagamenti consentono anche operazioni di versamento contanti e assegni ed altre operazioni. Mentre all’interno della filiale – dove è presente una connessione wi-fi a disposizione della clientela – vi sono tre casse self assistite (operative dalle 8 alle ore 19) dove i clienti possono effettuare una varia gamma di operazioni in autonomia o con l’assistenza del personale.

Filiale aperta (per consulenza e casse senza operatore) anche il sabato dalle 9 alle 13.

Resteranno inoltre attivi sia lo sportello ATM lungo il centralissimo Corso della Repubblica che quello presso il Centro Commerciale “Il Gentile” e verrà installato a breve, verosimilmente entro il mese di giugno, un nuovo ATM all’interno dell’ospedale cittadino “Engles Profili”.

STAFFOLO / PRESENTAZIONE DEL LIBRO ‘DIZIONARIO BIOGRAFICO DELLE DONNE MARCHIGIANE’

STAFFOLO, 14 maggio 2018 – Sabato 19 maggio 2018, alle ore 18:00, presso la Sala Consiliare del Comune di Staffolo, si terrà la presentazione del Dizionario biografico delle donne marchigiane (1815-2018).

Il libro, che esce dopo il successo della prima edizione (esauritasi nell’arco di un mese), è aggiornato con una cinquantina di nuove schede, frutto del dialogo con il territorio marchigiano avvenuto nel corso delle 25 presentazioni pubbliche.

Un dizionario che racchiude tante vite e racconta tante storie, tutte rigorosamente al femminile, custodite nella splendida cornice della regione Marche.

Due sono le grandi novità del progetto: il fatto di essere la prima biografia al femminile delle Marche e le sue protagoniste.

Quest’ultime infatti non sono solo “ricche e famose”, ma anche contadine e vergare, camiciaie e sigaraie, donne del mare e delle altre realtà della regione, tutte accomunate da una cosa: hanno lasciato un’impronta di sé nella storia.

Il Dizionario si propone l’obiettivo di non far sbiadire quelle impronte e di mantenere vivo il ricordo di queste donne.

L’incontro è stato promosso e curato dall’Associazione di Storia Contemporanea, in collaborazione con l’Associazione giovanile Speiro e con il sostegno del Comune di Staffolo.

Dopo i saluti del Sindaco, Prof.ssa Patrizia Rosini, interverranno i curatori dell’opera, il Prof. Marco Severini, docente di Storia dell’Italia contemporanea presso l’Università di Macerata e la Prof.ssa Lidia Pupilli, e le due co-autrici Benedetta Dui e Giorgia Paparelli.

s.b.

VALLESINA / ‘LA STAFFA’ SUL PODIO, L’AZIENDA DI STAFFOLO PREMIATA AL VINITALY

VALLESINA, 16 aprile 2018 – Dal Vinitaly ulteriore conferma della qualità dei vini marchigiani; alla Società “La Staffa” di Staffolo il “Premio Angelo Betti per i benemeriti della Viticoltura – Gran Medaglia Cangrande”.

Ne da notizia l’ufficio stampa dell’Istituto marchigiano di tutela vini (IMT) che in un comunicato racconta la storia di questa casa vinicola guidata dal giovane Riccardo Baldi (27 anni) che su un terreno di circa 10 ettari produce Verdicchio dei Castelli di Jesi sul 90% dell’area e sul restante 10% il Montepulciano. La produzione annua si aggira sulle 50.000 bottiglie il 70% delle quali sono vendute in Paesi stranieri; dagli Stati Uniti alla Russia, dal Canada  alla Svezia, dal Regno Unito ad Hong Kong e Giappone, dalla Francia al Belgio ed alla Svezia. “Il percorso di crescita non è ancora terminato – scrive l’IMT – e nel prossimo futuro ci sono nuovi terreni in proprietà, un’espansione della superficie vitata e moderne attrezzature per l’attività vitivinicola”.

Le varie fasi della produzione sono seguite dall’enologo Umberto Trombetti che ha fatto intraprendere all’azienda il percorso verso il biologico, strada caldeggiata dall’agricoltura marchigiana e particolarmente apprezzata dai consumatori.

Il Premio conseguito, oltre ad inorgoglire Riccardo Baldi ed il suo staff, ha soddisfatto l’Assessore all’agricoltura e vice presidente della Regione Marche, Anna Casini, che assieme al Direttore generale di Veronafiere, Giovanni Mantovani, ha materialmente consegnato il premio al titolare de “La Staffa”. La Casini ha sottolineato il ruolo delle istituzioni nell’operazione di sviluppo del settore enologico marchigiano e, in generale, nel rilancio dell’agricoltura, settore interessato dal programma di sviluppo rurale che ha in dotazione 100 milioni di euro. “Le politiche del Piano di sviluppo rurale – ha detto la Casini – hanno incentivato il ricambio generazionale, soprattutto riguardo all’innovazione, producendo risultati importanti. E’ interessante notare anche che oggi viene premiato un ragazzo che ha ancora 27 anni e che produce un vino, il Verdicchio dei Castelli di Jesi, che quest’anno compie 50” anni dal conseguimento della Denominazione d’origine controllata (DOC).

s.b.

STAFFOLO / LADRI IN AZIONE, ESPLODE BANCOMAT IN PIENA NOTTE

STAFFOLO, 6 febbraio 2018 – Questa notte intorno alle 3.30 ignoti, mediante l’utilizzo di polvere da sparo, hanno fatto esplodere il bancomat della filiale Intesa San Paolo di Staffolo in via XX settembre.

il bancomat saltato

In corso da parte del personale della banca la verifica della somma asportata.

Ingenti i danni anche ad alcune abitazioni, vetri delle finestre e portoni, e vetrine dei negozi vicini alla banca.

Stanno indagando i carabinieri della locale stazione che stanno cercando di capire se l’impianto di video sorveglianza possa essere utile ad individuare i ladri.

La rapina ha fruttato 30.000,00 euro.

 

 

 

 

STAFFOLO / CONVEGNO DELLA CISL PENSIONATI, INDICAZIONI A TUTELA DELLA CATEGORIA

STAFFOLO, 19 dicembre 2017 –  – E’ stato convocato per domani (Mercoledì 20 Dicembre), alle ore 9, presso il ristorante di Coste di Staffolo, il Consiglio Direttivo Fnp-RIs Jesi allargato agli agenti sociali per discutere il seguente l’ordine del giorno: intervento Adiconsum Marche su Educazione Finanziaria; situazione politico-sindacale; varie ed eventuali.

Dall’incontro ogni anno scaturiscono indicazioni e richieste precise di tutela verso le categorie dei pensionati e immancabilmente queste toccano questioni economiche, il gravoso costo dei servizi (luce- gas- acqua- telefono- Tari- Imu- Irpef-Tasi- ecc), l’assistenza sanitaria, le testimonianze sulle liste di attesa per patologie tipiche, visite specialistiche e di routine; insomma, quando si riuniscono i pensionati di sicuro vengono sottolineati i problemi di questa moderna società, che velocemente accusa la quotidianità come fosse già il passato, dimenticando molto altro e i pensionati, quelli che resistono ancora all’incombente povertà.

In questi convegni periodici chi raccoglie il nutrito carnet di lamentele, suggerimenti, rivendicazioni e proteste sono i responsabili della CISL pensionati, il Segretario Generale Fnp RIs di Jesi, Giovanni Focanti, il Segretario Generale Fnp RIs Marche Mario Canale, che dal diretto rapporto con pensionati, delegati e agenti sociali, traggono le linee di intervento a favore della categoria.

o.g.

VALLESINA / RAID NELLA NOTTE, LADRI IN AZIONE IN DIVERSE ABITAZIONI

MOIE DI MAIOLATI, 16 dicembre 2017 – Furti nella notte a Moie di Maiolati e Staffolo.

Ad essere prese alcune agitazioni della Vallesina tra le 4 e le 5 della notte scorsa. Si presume che le incursioni siano opera della stessa banda.

Indagini da parte dei Carabinieri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

CALCIO PRIMA CATEGORIA / DOMENICA PROSSIMA L’ANCONITANA A JESI

JESI, 4 dicembre 2017 – Domenica prossima 10 dicembre per la dodicesima gara del girone d’andata della prima categoria girone B la partita tra lo Staffolo e l’Anconitana sarà disputata al Carotti di Jesi con inizio alle ore 14,30.

Diego Massaccesi

Tutto ciò per motivi di ordine pubblico e perché, come logico e reale, il campo dello Staffolo non sarebbe riuscito a contenere tifosi, sportivi, curiosi e appassionati che vorranno assistere al match.

Le vicende estive dell’Anconitana sono ben note. Dopo il fallimento la squadra è stata inserita in prima categoria.

Fino ad oggi, dopo undici gare, i dorici in classifica sono al primo posto con 30 punti frutto di 10 vittorie. Hanno dubito solo una sconfitta in casa contro Le Torri Castelplanio.

Lo Staffolo, allenato dallo jesino Diego Massaccesi, in classifica ha 14 punti.

E’ prevista un ampia affluenza e la presenza di polizia e carabinieri per garantire l’ordine pubblico ed il regolare svolgimento della manifestazione sportiva dentro e fuori lo stadio.

Dopo lo Staffolo, certamente, anche la gara Borgo Minonna- Anconitana del 28 gennaio 2018 sarà ugualmente disputata al Carotti di Jesi.

Per ciò che riguarda l’organizzazione saranno aperte le gradinate, dove su disposizione della Questura andranno solo i tifosi dell’Ancona, e la tribuna per gli altri. La curva resterà chiusa.

Lo Staffolo ha già inviato in prevendita in Ancona circa 700 biglietti.

 

e.s.

STAFFOLO / LESIONI E MALTRATTAMENTI ALLA MOGLIE, ARRESTATO DAI CARABINIERI

STAFFOLO, 1 dicembre 2017 – Questa notte i carabinieri di Staffolo hanno arrestato C. G. 58enne originario di San Paolo di Jesi, con l’accusa di lesioni gravi, maltrattamenti in famiglia e porto abusivo di un coltello a serramanico. L’arresto è avvenuto in collaborazione con i colleghi di Montecarotto e del Nucleo radiomobile.

Erano circa le 21,00, quando alla Centrale operativa arrivava la richiesta di aiuto da parte di una donna di San Paolo di Jesi, che affermava di essere stata picchiata dal marito con un attizzatoio. Pronta la riposta dei Carabinieri, con i militari della stazione di Montecarotto e del nucleo radiomobile in circuito a convergere  sul posto sostenuti anche dall’arrivo di una ambulanza.

Per la donna trasporto al pronto soccorso del “Carlo Urbani” di Jesi e 25 giorni di prognosi (ferite lacero contuse). Il marito, invece, consapevole delle conseguenze era nel frattempo scappato di casa, ma la sua fuga è durata ben poco perché è stato immediatamente rintracciato dagli stessi militari della Stazione di Staffolo a Monte Roberto in una zona boschiva, dopo che erano state dispiegate massicce ricerche con l’intervento di decine di militari.

Il 59enne, condotto in caserma a Jesi, è stato dichiarato in arresto e trattenuto nelle camere di sicurezza del comando Compagnia, in attesa della celebrazione del rito direttissimo.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

STAFFOLO / UN CAVO ELETTRICO FINITO IN MEZZO ALLA STRADA, TRAFFICO IN TILT

STAFFOLO, 24 novembre 2017 – Traffico bloccato da circa un ora sulla strada provinciale 35 che da San Paolo di Jesi va verso Staffolo.

Sembra che un camion che traportava un ulivo abbia tranciato un cavo della energia elettrica che è finito sulla strada.

Sul posto i vigili del fuoco e personale specializzato dell’Enel oltre ai carabinieri che si stanno adoperando per eliminare il problema e regolare il traffico.

La circolazione stradale sta via via interessando anche l’uscita della superstrada.

 

STAFFOLO / CERCA DI RUBARE GASOLIO DA UN DISTRIBUTORE, ARRESTATO 54ENNE

STAFFOLO, 9 novembre 2017 – Cerca di rubare gasolio da un distributore in contrada Coste, ma viene “pizzicato” da un Carabiniere fuori servizio e viene arrestato in flagranza di reato.

Erano le 22 circa di ieri, quando il Maresciallo Fabio Funghi della Stazione dei Carabinieri di Staffolo notava nei pressi di un distributore un uomo armeggiare nei pressi dei serbatoi dell’impianto.

Fatti convergere sul posto gli uomini della Stazione di Staffolo agli ordini del Luogotenente Pasquale Cerfolio, questi si accertavano che l’uomo stava prelevando del gasolio dal serbatoio con una pompa ad immersione comandata elettricamente immettendolo in fusti di plastica da 200 litri cadauno, che a aveva a bordo del suo furgone. L’uomo aveva inoltre approfittato di una porta finestra lasciata socchiusa nei locali adibiti ad ufficio del distributore, attaccando una  prolunga  ad una presa elettrica per alimentare la pompa.

Stante la flagranza di reato A.D. , 54enne italiano del luogo ma originario dell’est, , veniva dichiarato in arresto e, come disposto dal PM di turno, accompagnato presso la propria abitazione al regime degli arresti domiciliari, in attesa del rito direttissimo.

Il gasolio asportato veniva restituito al legittimo proprietario, mentre il furgone sottoposto a sequestro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA