Volley

VOLLEY FEMMINILE B2 / LA PIERALISI JESI BATTE IMOLA ED APPRODA IN SEMIFINALE PLAY OFF

Pieralisi Jesi – Imola 3-1

JESI, 19 maggio 2018 – La Pieralisi batte in gara3 Imola ed approda in semifinale promozione contro il San Donà di Piave. Gara1 mercoledì 23 maggio in Veneto.

Partita affatto semplice per le jesine dopo la trasferta di mercoledì scorso, quando Imola si è imposta 3-1. Le padrone di casa l’hanno approcciata ed interpretata nel migliore dei modi, sin dal primo set. Attacco subito sugli scudi (38% contro il 23% delle ospiti) nonostante qualche errore ed una ricezione non precisissima. La Pieralisi Pan mantiene sempre l’iniziativa (8-7 e 16-13), gestendo anche un tentativo di rimonta delle emiliane comunque lontane (21-16).

Nel secondo, Imola spinge al servizio (3 gli ace) e tiene testa alle jesine nelle percentuali di attacco, restando quasi sempre in vantaggio (5-8 e 12-16). La Pieralisi Pan pareggia sul 20-20 e poi sul 22-22 ma non trova il guizzo vincente sul finale.

La musica cambia decisamente nel terzo set, con le jesine che schizzano subito via (12-1), dimostrandosi superiori in tutti i fondamentali. L’attacco ha una marcia in più (54% contro il 25% delle ospiti) e crescono servizio (4 ace) e muro (3). Non c’è storia (21-11).

C’è più equilibrio nella prima parte del quarto set (8-7) poi la Pieralisi Pan spinge sull’acceleratore (17-10). Imola tiene nonostante tutto in ricezione (pur rimediando 3 ace) ma stenta in attacco, subendo i muri avversari (3) ed è meno incisiva in battuta (21-13). Sabbatini chiama time-out sul 22-17 con Imola che tenta il recupero ma la solita Pirro lancia la volata vincente, concretizzata da una super Lombardi che conclude la gara con il 73% di positività in attacco.

La Pieralisi Pan sfodera un’altra grande prova di squadra (vedi anche il rientro di Da Col) e si qualifica per la semifinale Play-off che inizierà mercoledì prossimo a San Donà.

Al termine coach Sabbatini ha sostenuto che “siamo stati bravi a resettare mentalmente gara2, alla vigilia ero sicuro che ci saremmo riusciti perché è stata una costante di tutta la stagione. La partita ci ha visti presenti in ogni reparto, con la squadra molto attenta e concentrata, così da superare ogni difficoltà che abbiamo incontrato. Un plauso a tutte e tredici le ragazze perché solo con un gruppo che spinge tutto insieme verso l’obiettivo sono possibili prestazioni di questo tipo”.

 

PIERALISI VOLLEY PAN JESI: Diaz, Tallevi 25, Cecconi (L), Lombardi 14, Tozzo 6, Paparelli, Quintabà 2, Perelli (L), Pirro 19, Da Col 5, Carbonari n.e., Duru n.e., Marcelloni n.e. All. Sabbatini

CSI CLAI IMOLA: Rapisarda n.e., Devetag 12, Bombardi, Cavalli 2, Ferracci 6, Folli n.e., Ricci, Melandri 8, Tamburini, Collet 14, Tesanovic 7, Magaraggia (L). All. Turrini

ARBITRI: Mazzocchetti e Candeloro

PARZIALI: 25-18, 23-25, 25-13, 25-17.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

VOLLEY FEMMINILE B2 / PLAY OFF, LA PIERALISI PERDE GARA2 A IMOLA: SABATO LA BELLA

Imola   –   Pieralisi Jesi  3-1 
JESI, 17 maggio 2018 –  Imola fa valere il fattore campo e pareggia la serie dei quarti di finale, battendo una Pieralisi Pan lontana dagli standard di rendimento di Gara 1. Sabato prossimo, a Jesi, palestra Carbonari ore 18,30, si giocherà la “bella” per stabilire quale squadra andrà in semifinale.Nel primo set, Diaz e compagne sono restate sempre in testa (5-8 e 13-16) e, approfittando del maggiore numero di errori delle padrone di casa in attacco, hanno preso il largo (16-21), aggiudicandosi il parziale senza rischiare.

Nel secondo, il livello della battuta jesina è calato; quello di Imola è invece salito, mettendo in difficoltà la costruzione del gioco delle avversarie e, di conseguenza, l’attacco che non ha superato il 20% di positività. Imola, che nella stagione regolare ha perso solo una gara in casa, ha mantenuto sempre le distanze (16-11 e 21-13), rimettendo in equilibrio la sfida.

Il terzo set è stato poi decisivo nelle sorti del match: grande lotta (16-15) e testa a testa fino alla fine (21-20). La Pieralisi Pan ha avuto anche il set-ball (23-24) ma si è dimostrata troppo timida in battuta e nel muro difesa.

Nel quarto set, Imola è cresciuta ancora (16-8), apparendo più sicura e motivata (21-10), sia al servizio che in attacco.

Alla fine coach Sabbatini l’ha vista così: “Dopo un set dominato sulla falsariga di gara1, l’attenzione e la concentrazione è calata vistosamente dando spazio al rientro in gara dell’avversario. Terzo set chiave dell’incontro dove la battuta ha fatto la differenza, poco incisiva la nostra rispetto a quella dell’Imola. Dopo una palla set sul 24-23 per noi, calato il buio sull’incontro. Quarto set inesistente da parte nostra.”

IMOLA: Rapisarda n.e., Devetag 9, Bombardi, Cavalli, Ferracci 9, Folli n.e., Ricci n.e., Melandri 13, Tamburini n.e., Collet 16, Tesanovic 19, Magaraggia (L). All. Turrini

PIERALISI  JESI: Diaz 8, Tallevi 8, Cecconi (L), Lombardi 5, Tozzo 11, Paparelli 1, Quintabà, Perelli (L), Pirro 13, Da Col n.e., Carbonari, Duru n.e., Marcelloni n.e. All. Sabbatini

ARBITRI: Salaris e De Santi

PARZIALI: 18-25, 25-13, 26-24, 25-13.

VOLLEY FEMMINILE PLAY OFF / GARA1: CINGOLI AL TIE BREAK SULLA SANGIUSTESE

Del Mastro Cingoli  –   Sangiustese    3-2

 CINGOLI, 13 maggio 2018 – La Del Mastro Auto vince 3-2 contro la Sangiustese e vola a gara 2 con il match point promozione tra le mani. Al PalaQuaresima, le ragazze di Castaldi e Aquili hanno dovuto lottare per oltre 2 ore contro le avversarie, rimaste in partita fino all’inizio del tie-break.

Nel primo set, le ospiti riescono ad avere nettamente la meglio, mentre le locali devono registrare ancora I colpi. La Del Mastro va subito sul 3-2 grazie al doppio punto di Giada Zannini. Le ospiti si portano in vantaggio con Alice Mancinelli (3-4). Il botta e risposta continua fino al 7-7, quando Ruani porta la Sangiustese sul 7-9. E’ ancora Zannini a trascinare le compagne verso il pareggio (10-10). Il team di Monte San Giusto si porta quindi sul +3 con un break di quattro reti, di cui 2 di Cestola, 10-14. Pittura, Campana e Zannini fanno riavvicinare le padrone di casa (13-14), ma una serie di errori e di punti vincenti valgono il break da 5 per il 13-19 ospite. La Del Mastro prova a rialzarsi con Serena Giannobi, ma la Sangiustese riesce a gestire il vantaggio con i colpi di Lattanzi, Polinesi e Ruani, vincendo il primo set 19-25.

Le ospiti nel secondo gioco sembrano sulle ali dell’entusiasmo, ma la squadra della Polisportiva riesce a rialzarsi e a stabilire la parità. Ruani trascina le compagne verso il 2-5. Bartoloni accorcia, ma Alice Mancinelli mette in cascina il punto del 4-6. Sul 5-7, la Del Mastro piazza un break di 4 reti per il vantaggio 9-7, con Pittura e Giannobi sugli scudi. Mancinelli e Cestola pareggiano il parziale (9-9). Le locali tornano a +2, ma la Sangiustese riesce a trovare l’11-11. Campana trascina le compagne verso il 14-11. Ruani accorcia, Bartoloni ribadisce il +3 (15-12). Lattanzi dà il via alla rimonta calzaturiera, 15-15. Giada Zannini conferma il vantaggio cingolano, ma la Sangiustese si porta avanti grazie ad Alice Mancinelli (16-17). Serena Giannobi pareggia i conti, poi le ragazze della Del Mastro si portano nuovamente avanti (18-17). Un ace di Pittura chiude la serie di 3 punti di fila per il 21-18. La Sangiustese riesce a riportarsi sul 22-21, ma due punti di Chiara Bartoloni e un diagonale di Eleonora Campana consentono alla squadra di casa di chiudere sul 25-21 e pareggiare la sfida.

Nel terzo set parte meglio la squadra ospite, ma la Del Mastro riesce a portarsi in avanti. Polinesi e Mancinelli sono determinanti nel 2-7 dei primi minuti. Le locali non si scoraggiano e trovano il pareggio con tre punti consecutivi di Elisa Pittura (9-8). Sul 9-9, Pittura e Giannobi firmano il +2 (11-9). Un ace di Alice Mancinelli vale l’11-11. Lattanzi risponde a Campana, si resta in parità (12-12). Sempre Lattanzi trascina le compagne verso il 12-14. Chiara Bartoloni ristabilisce la parità, ma ancora Lattanzi fa il 14-15. Pittura ribalta il parziale e consente di mantenere il punto di vantaggio sul 17-16. La Sangiustese torna avanti con Mancinelli (17-18). Pittura e Giannobi rimontano il parziale sul 19-18. Nel momento caldo del set, è la Del Mastro ad avere la freddezza per chiuderlo: 3 punti di fila con Campana e Giannobi valgono il 22-19. Giada Zannini dà il via ad un altro mini break per il 24-20. Al terzo set point, Chiara Bartoloni sancisce il 25-22 che porta in vantaggio per 2-1 le cingolane.

Il quarto gioco vede il furioso ritorno della Sangiustese, che ha la forza di portare la partita al tie-break. I botta e risposta continuano fino al 4-4, poi le ospiti si portano in vantaggio con Cestola, 4-6. Pittura prova ad accorciare, ma le calzaturiere volano a +5 con due muri di Cestola, risultato sul 7-11. La Del Mastro torna a -2 con Chiara Bartoloni, ma Lattanzi ribadisce il 9-12. Eleonora Campana prova a dare il via alla rimonta, che si ferma sul 12-13. La Sangiustese gestisce i due punti di vantaggio, poi vola a +5 trascinata da Alice Mancinelli, è 14-19. Giannobi fa il 15-19, ma è ormai troppo tardi. Le ospiti si portano a casa il set sul 18-25, portando la sfida al quinto gioco.

Nel tie-break, la Del Mastro concede solo i primi 4 punti, poi si aggiudica di forza Gara 1. Ruani e Moreschini piazzano lo 0-2. Zannini fa l’1-2, ma la Sangiustese si porta sull’1-4. Le cingolane ribaltano il parziale con Lombardi, Zannini e Giannobi, parziale sul 6-4. Lattanzi riporta il -1, però la Del Mastro si guadagna il cambio campo sull’8-5, con un muro strepitoso di Serena Giannobi. Quest’ultima fa anche il 9-5, dando di fatto il via alla cavalcata trionfale finale. Le ospiti riescono soltanto a tornare a -3 (10-7), poi Lombardi, Campana e ancora Giannobi portano la squadra cingolana al primo match point. Eleonora Campana chiude la pratica alle 20.38, realizzando il decisivo 15-9.

La Del Mastro Auto Cingoli vince Gara 1 della Finale Play-off di Prima Divisione Femminile di pallavolo, con un 3-2 contro la Sangiustese al termine di una bellissima partita al PalaQuaresima. La squadra di Castaldi e Aquili, seppur non al meglio della condizione, è riuscita a vincere una gara che si poteva mettere male già nei primi due set. Tra le migliori Beatrice Lombardi, Giada Zannini, Serena Giannobi ed Elisa Pittura per la Del Mastro, mentre meritano una citazione Polinesi, Lattanzi e Montecchia della Sangiustese. Sabato prossimo, 19 maggio, sarà Monte San Giusto il palcoscenico di Gara 2.

L’eventuale Gara 3, in caso di vittoria della squadra dell’allenatrice Montecchia, si disputerà al PalaQuaresima di Cingoli nella serata di Mercoledì 23 maggio.

 

 

Del Mastro: Barbetti (L), Bartoloni 11, Campana 9, Castaldi, Gambini, Giannobi 14, Liberati, Lombardi 2, Lucchesi, Marchegiani Maila, Pittura 16, Zannini 9. All. Castaldi-Aquili

Sangiustese: Bellesi, Cestola 7, Donati, Fiorani, Lattanzi 8, Mancinelli A. 10, Mancinelli B., Montecchia (L), Moreschini 1, Polinesi 3, Quadrini, Ruani 6. All. Montecchia

Arbitri: Pannelli – Buldrini

Parziali: 19-25 (23’), 25-21 (24’), 25-22 (27’), 18-25 (26’), 15-9 (16’)

 

 

Giacomo Grasselli

 

 

VOLLEY FEMMINILE PLAY OFF / PIERALISI, BUONA LA PRIMA, MERCOLEDI’ GARA2 A IMOLA

Pieralisi Jesi  Imola   3-0

JESI, 13 maggio 2018 –  Buona la prima nei play off 2018 per la Pieralisi Volley, che di fronte ad una bella cornice di pubblico, decide di indossare il vestito da cerimonia e piega la resistenza di Imola con un rotondo 3 a 0.

Dentro il risultato c’è una prova corale di sostanza e concentrazione, che ha nascosto l’importante assenza di Da Col, e ha scacciato le tensioni emotive che partite come queste portano in grembo.

Parte forte Jesi che arriva subito in scioltezza sull’ 8-3. La ricezione tiene, Diaz ha energie da vendere, mentre Imola risulta contratta e fallosa. Arrivati sul 21-13 il set sembra pronto per finire in archivio, ma le Romagnole non mollano e piazzano un parziale di 8 a 1 da far tremare i polsi. Emozioni fino al 24 pari, ma la Pieralisi ha un guizzo in più e chiude 26-24.

Imola sembra però aver trovato il ritmo giusto, e apre il secondo parziale arrivando sul 7-11. Le rossoblu non perdono la testa, ma anzi iniziano a sfoderare il volley migliore. Quintaba’ varia il gioco con lucidità e trova risorse d’oro da una super Sara Lombardi, mentre la difesa recupera l’impossibile in stile “Toscano”. L’aggancio è a quota 13, e sul 16-15 viene inserita definitivamente la freccia. Sarà Martina Pirro a mettere il sigillo sul 25-21 finale. Una nota di merito per la giovanissima schiacciatrice è doverosa: Coach Sabbatini ha sempre creduto nelle sue qualità, che in allenamento risultavano spiccate. Oggi Martina raccoglie i frutti di un duro lavoro, mostrando una crescita tecnica esponenziale e vincendo la palma di mvp di giornata.

Jesi mantiene percentuali offensive altissime e il terzo set è una dolce formalità fino al 23 -14, quando subentra il famigerato “braccino del tennista”. Sul 24 -21 qualche apprensione sale, ma dopo 5 match ball sciupati è Lombardi a trovare la manata vincente, com’era giusto che fosse.

Poco tempo per la festeggiare, perché mercoledì si sale ad Imola per provare a chiudere la serie, con la consapevolezza che il tabellone ripartirà da 0 a 0 e ci sarà tutta un’altra storia da scrivere. Ce n’est qu’un debut.

 

A fine gara le parole di Coach Sabbatini: “Bene per spirito e concentrazione. La squadra è stata sempre dentro la partita, anche nei momenti difficili, riuscendo a tenere molto bassa la percentuale di errori. Ora un giorno di riposo, poi al lavoro per preparare al meglio gara 2”.

 

 

PIERALISI VOLLEY PAN JESI: Diaz 9, Tallevi 13, Cecconi (L), Lombardi 12, Tozzo 5, Paparelli, Quintabà 2, Perelli (L), Pirro 14, Da Col n.e., Carbonari, Duru n.e., Marcelloni 1. All. Sabbatini

CSI CLAI IMOLA: Rapisarda, Devetag 15, Bombardi 4, Cavalli, Ferracci 7, Follki n.e., Ricci, Melandri, Tamburini 1, Collet 11, Tesanovic 12, Magaraggia (L). All. Turrini

ARBITRI: Frattone e Binaglia

PARZIALI: 26-24, 25-21, 25-21.

Marco Pigliapoco

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

CINGOLI / VOLLEY FEMMINILE, PRIMA PLAY OFF CONTRO LA SANGIUSTESE

CINGOLI, 11 maggio 2018 – La pallavolo cingolana si prepara all’appuntamento con la storia. La Del Mastro Auto Cingoli, sezione del volley della Polisportiva Cingoli, sfida la Sangiustese nella finale play-off di Prima Divisione Femminile. Al meglio delle 3 partite, la gara 1 è prevista domani sabato 12 maggio al PalaQuaresima di Cingoli alle ore 18.30.

La squadra, allenata da Raffaele Castaldi e Simone Aquili, ha concluso la Regular Season al primo posto con 58 punti, frutto di 19 vittorie e 3 sconfitte. In semifinale, le cingolane hanno battuto 2-3 il Caldarola in trasferta al termine di una partita equilibrata: dopo il primo set vinto dalla Del Mastro, le locali hanno pareggiato i conti; la Polisportiva è poi tornata avanti, per subire successivamente il 2-2; al tie-break Campana e compagne sono riuscite ad imporsi. Per via del miglior piazzamento, il team del Balcone delle Marche ha strappato in Gara 1 la finale play-off. La Sangiustese non è riuscita a chiudere la serie al primo colpo contro l’Esavolley: quest’ultima compagine ha fatto valere il fattore campo con un secco 3-0. In gara 2 la squadra di Monte San Giusto ha compiuto una clamorosa rimonta dallo 0-2, ribaltando il parziale al tie-break (3-2) e staccando il pass per la finale. Tra la Del Mastro e la Sangiustese il bilancio delle sfide stagionali è in pareggio. Nella prima giornata del campionato, le cingolane sono prevalse con un netto 3-0 (25-17, 25-9, 25-19). La sfida di ritorno ha visto la vendetta calzaturiera, con un 3-1 interno (25-16, 30-28, 18-25, 25-23). La vincente della sfida di domani avrà poi il match point a Monte San Giusto sabato prossimo 19 maggio. L’eventuale gara 3 si disputerebbe il 22 maggio a Cingoli.

La Del Mastro Cingoli, in oltre 30 anni di attività, non ha mai centrato la Serie D Femminile di pallavolo. Questa finale rappresenta dunque un traguardo voluto e inseguito da diversi anni da dirigenti, allenatori ed atlete. Per la Polisportiva, poi, un’eventuale promozione coronerebbe una stagione trionfale dopo le promozioni in Serie A1 della squadre di pallamano per la prossima stagione. La squadra, allenata dal duo Raffaele Castaldi-Simone Aquili, è composta da Eleonora Campana (capitano), Serena Giannobi, Chiara Bartoloni, Ilaria Barbetti, Federica Castaldi, Beatrice Lombardi, Monia Marchegiani, Maila Marchegiani, Alessia Liberati, Elisa Pittura, Giada Zannini, Greta Gambini, Alessia Centanni, Valentina Marasca e Veronica Lucchesi.

 

Giacomo Grasselli

VOLLEY FEMMINILE PLAY OFF / GARA1: LA PIERALISI JESI CONTRO IMOLA ALLA CARBONARI

JESI, 9 maggio 2018 – Vigilia di play off per la Pieralisi Volley, che Sabato, con inizio alle 18,30 alla Palestra Carbonari, attende Imola per il primo match dei quarti di finale, in quella che speriamo potrà tramutarsi in una splendida cavalcata trionfale.

Ricordiamo che si gioca al meglio delle tre partite, e che la vincente in semifinale troverà il San Donà di Piave, già qualificata.

Una B1 da conquistare in questo terribile mini torneo, dopo il secondo posto in campionato, in cui sarà fondamentale raccogliere tutte le energie fisiche e mentali per far emergere il talento diffuso nel sestetto rossoblu. Le sensazioni sono positive, e le parole di coach Luciano Sabbatini, oramai veterano di questi appuntamenti, ne sono buona conferma: “Arriviamo a questo incontro con la consapevolezza che la squadra, se escludiamo i derby con Ancona, ha sempre lottato, nonostante alcune difficoltà dovute ad una rosa con tanti elementi da assemblare e qualche infortunio. Anche l’ultima partita, per quanto abbordabile sulla carta, è stata affrontata con la giusta concentrazione”. Qualche dubbio sulla schieramento che affronterà il fischio d’inizio: “Jessica Perelli è completamente recuperata, mentre per Valentina Da Col decideremo all’ultimo insieme allo Staff medico”. Ovviamente il lavoro al video per studiare pregi e difetti delle Romagnole è già iniziato: “Imola è una squadra giovane, che ha l’attacco nei suoi punti di forza, a partire dall’opposto. Ma nei play off ogni partita farà storia a se, e dovremo esser capaci di sfruttare il fattore campo”. Parlando della prospettiva di giocare fino agli inizi di Giugno, il Coach Anconetano fa emergere la sue esperienza, mescolata al bagaglio di conoscenze tecniche: “Sperando che saremo impegnati per un mese, bisogna considerare che si gioca ogni tre giorni, con trasferte anche lunghe, di conseguenza gli allenamenti devono essere più brevi ma molto intensi.  Bisognerà mantenere alta l’intensità pur diminuendo i volumi di lavoro”. Infine, non può mancare un invito al pubblico Jesino: “Sarebbe bello far risalire Jesi, tutti insieme. L’invito quindi è per tutti gli appassionati di Volley, ad essere numerosi e rumorosi. Sappiamo che Imola in casa può contare su un tifo importante, Jesi vuole essere da meno ?”.

Messaggio ricevuto Coach !

Marco Pigliapoco

VOLLEY FEMMINILE B1 / MOIE FA 13…VITTORIE E CHIUDE LA STAGIONE ALLA GRANDE

  Blu Volley Quarrata (PT) – Ecoenergy04  MoiE        1 – 3

MOIE, 8 maggio 2018 –  Clima di festa tra le due società per l’ultima di campionato. Gli obiettivi di entrambe sono stati ampiamente raggiunti e la partita si annuncia come una passerella finale di tutte le atlete. Al seguito della squadra moiarola  anche il tifo organizzato degli “ultras biancorossi” del Club Volley Cuore moiarolo che hanno voluto accompagnare le proprie beniamine in questa ultima e lontana fatica.
Roani & c. hanno dedicato proprio a loro la 13° vittoria, festeggiando insieme a fine partita.

Nel primo set le moiarole partono fortissimo e dopo le schermaglie iniziali (3-3), sfruttano al massimo l’insidioso servizio di capitan Roani e con una impenetrabile difesa e un micidiale contrattacco impongono una striscia di 0-12 alle esterrefatte avversarie: 3-15. Dopo l’impasse iniziale le toscane iniziano a giocare alla pari di Moie che, però, riesce facilmente a mantenere il proprio cambio-palla: 9-20. Il gioco delle biancorosse è fluido ed efficace e conduce presto alla chiusura del set con tre punti consecutivi di Sofia Cerini: 11-24. C’è spazio per la palleggiatrice Stronati, che fa così il suo debutto in B1, prima che un errore al servizio delle pistoiesi decreti la fine del parziale: 17-25 e 0-1.

L’Ecoenergy04 spinge forte anche all’inizio del secondo set e si porta subito a condurre: 0-4, poi 5-9. Quattro punti consecutivi di una Roani incontenibile fissano il punteggio sull’11-15 esterno e tutto sembra semplice per il sestetto di Pippi Lombardi. Ma quando l’efficacia al servizio cala drasticamente (5 errori) Moie si disunisce. C’è frenesia, imprecisione negli appoggi, fretta di concludere e conseguentemente facilità di commettere errori. Il Blu Quarrata non aspettava altro e ne approfitta immediatamente con buone giocate di Cheli e Degli Innocenti che prima pareggiano, poi mettono la freccia lasciando le moiarole al palo: 25-18 e 1-1.

Moie continua a trovare difficoltà e a commettere molti errori, permettendo alle toscane la fuga iniziale del terzo set: 8-3, poi 11-6. Pippi Lombardi alterna Alessia Principi a Giulia Pistocchi e la lenta ma inesorabile rincorsa delle biancorosse ha inizio fino a culminare col pareggio a quota 19. Nella bagarre finale, finita ai vantaggi, è Martina Spicocchi a dominare sotto rete e condurre le biancorosse alla vittoria del parziale: 24-26 1-2.

Le ragazze di Moie, con Principi in campo, trovano un assetto più efficace, soprattutto in difesa e diminuiscono drasticamente la percentuale di errori: tanto basta per il 3-7 iniziale del quarto set. Quarrata tenta l’aggancio con due muri (6-7) ma le moiarole riprendono a macinare punti e costringono Torracchi al secondo time-out: 11-15. Martina Spicocchi, con tre punti consecutivi in fast, determina in pratica l’allungo decisivo per le ospiti (13-19) che le toscane non riescono più a recuperare. Chiude definitivamente il set, la partita e la stagione 2017/18 capitan Roani con un fendente da posto quattro: 19-25 e 1-3.

E cosi si chiude anche questa stagione agonistica per il gruppo del presidente Mazzarini. E come sempre, alla gioia di chi raggiunge un traguardo, di chi ha centrato gli obiettivi e di chi ha concluso una fatica, si mescola la sottile tristezza che accompagna un percorso comune giunto al termine.

Un grande abbraccio va a tutte le ragazze che hanno indossato con orgoglio la maglia della Pallavolo Moie, all’eccellente staff tecnico che le ha guidate, al presidente e a tutti i dirigenti che le hanno seguite, ma soprattutto agli straordinari tifosi biancorossi che hanno sempre riempito le gradinate del palasport e urlato il loro tifo e il loro amore per la “Lorella” Moie.

BLU VOLLEY QUARRATA PT: Bartolini 2, Becucci 10, Cheli 14, Degli Innocenti 14, Di Gregorio 8,  Pazzaglia 8, Niccolai 1, Bagni, Capocasale, Savella, Bevilacqua, Chiti (L1), Gradi (L2). All. Torracchi
ECOENERGY 04 MOIE: Cerini 10, Spicocchi 12, Roani 20, Falotico 12, Cecato 2, Pistocchi 5, Principi 4, Stronatti, Mercanti (L1), Zannini (L2). All. Lombardi, 2°All. Giardinieri.

VOLLEY FEMMINILE B2 / SI CHIUDE IN BELLEZZA LA STAGIONE DEL CASTELBELLINO

Termoforgia Castelbellino – Fucecchio 3-1

CASTELBELLINO, 5 maggio 2018 – Ultima gara della stagione 2017/18, quella odierna fra la Termoforgia Moviter Castelbellino e Fucecchio. Si giocava in casa, e per entrambe le squadre non c’erano obiettivi particolari di classifica, solo quello di terminare l’anno con una vittoria, a suggellare un percorso che per entrambe è stato tutto sommato soddisfacente.

Vince, dopo 4 set, la Termoforgia, che ha voglia di scrollarsi di dosso lo shock del derby con Jesi e quella brutta performance che poco ha a che vedere con le capacità che le ragazze hanno dimostrato di avere nel corso del campionato.

Castelbellino parte subito bene, impone i ritmi e gioca su livelli alti, senza regalare nulla alle avversarie. I primi 2 parziali scorrono via veloci, con le padrone di casa che sembrano intenzionate a chiudere in bellezza la stagione davanti al pubblico di casa.

Fucecchio, però, non ha fatto tutti questi chilometri per stare a guardare, ed approfitta di un calo di concentrazione delle nostre per fare la voce grossa e riaprire, di fatto, la partita. Niente da fare, però, per le ospiti che oggi hanno trovato una Termoforgia determinata e carica, che ha lottato con grande concentrazione fino all’ultimo pallone, meritando una vittoria che fa onore alla bella stagione che la Termoforgia ha disputato quest’anno.

Castelbellino chiude dunque l’anno in settima posizione, con 48 punti, 4 i meno della quota playoff, 11 in più di quella della salvezza, 26 partite disputate, 16 vinte e 10 perse.

Nel girone Vince Montesport Firenze, che accede direttamente in B1.
Disputano i playoff promozione: Jesi e Valdarno
Restano in B2: Monte S.GiustoSan Michele Fi, CorridoniaCastelbellinoFucecchioRinascitaFi, C.Fiorentino
Retrocedono: AnconaPagliarePontemediceo e TeamVolley Firenze.

Cala dunque il sipario su questa appassionante B2, che ha visto Castelbellino partecipare al girone in assoluto più equilibrato, incerto e per certi versi difficile fra tutti e 13 presenti in categoria. Lo ha fatto con coraggio la Termoforgia, provando ad inventarsi una squadra tutta nuova da neopromossa. Lo ha fatto superando infortuni importanti e momenti difficili, cadendo clamorosamente e poi rialzandosi con grande orgoglio e capacità. La Termoforgia ha saputo affrontare un avvio difficile, ha saputo vincere 10 partite di seguito, arrivare in vetta alla classifica, ha provato a lottare per entrare nei playoff, ha saputo ammettere la superiorità delle altre squadre, ha tentato di superare trasferte proibitive…ha anche perso partite che non avrebbe dovuto perdere, ma questo fa parte del gioco e va accettato. Di sicuro, quello che ci hanno regalato le ragazze è stato un anno di emozioni continue e intense, frutto di un lavoro duro e serio in palestra e di una voglia di vincere che si è respirata dalla prima all’ultima giornata.

Un grazie per tutto questo va agli sponsor, senza i quali ovviamente non si sarebbe potuto disputare il campionato. Grazie anche all’amministrazione comunale, sempre vicina alla squadra e presente alle partite. Al pubblico, che se pur non particolarmente numeroso, ha saputo regalare alla squadra calore ed incitamento. E grazie chiaramente alla squadra: lo staff tecnico e tutte le ragazze, che non hanno smesso mai di credere al raggiungimento sia del primo obiettivo salvezza sia del sogno playoff, lavorando con serietà e dedizione.

VOLLEY FEMMINILE B2 / LA PIERALISI DOMINA A PELAGO ED ACCEDE AI PLAY OFF PROMOZIONE

Tecnofire Pontassieve – Pieralisi Jesi 0-3

JESI, 5 maggio 2018 –   La Pieralisi Pan espugna il campo fiorentino e si guadagna l’accesso ai play-off promozione per il secondo anno consecutivo.  Diaz e compagne dominano la sfida di Pelago dove non concedono mai spazio alle padrone di casa.

Le jesine spingono da subito al servizio mettendo in affanno la ricezione avversaria (2-8). L’attacco fa la differenza: le giocatrici di Sabbatini volano al 46% di positività mentre Pontassieve si ferma al 21%. Il vantaggio resta sempre schiacciante: 16-7 e 21-9.

Cambia poco nel secondo set (4-8 e 7-16), l’attacco della Pieralisi ha sempre un’efficienza doppia rispetto alle padrone di casa (come si vede nel punteggio, 11-21) che pure provano con il servizio a restare a galla.

Nel terzo, le jesine sbagliano qualche pallone in più in battuta ed attacco ma la musica non cambia (4-8 e 9-16) ed il divario in campo resta incolmabile (11-21).

Dopo il 3-0 su Castelbellino, sabato scorso, arriva quindi un altro netto successo che spalanca le porte ai play-off promozione.

Coach Luciano Sabbatini: “Partita a senso unico! Consci della posta in gioco abbiamo fatto una prestazione senza sbavature molto attenti e concentrati in ogni fondamentale sempre con la Pirro al posto della Da Col. Ora pronti per sabato prossimo per il via ai play off”.

 

TECNOFIRE PONTASSIEVE: Bottaro 10, Amoja n.e., Burroni n.e., Mandò n.e., Cassetti 2, Mazzoni (L), Covino n.e., Picchi n.e., Papini 3, Para, Calamai 5, Ceccarini (L), Labardi. All. Panicucci

PIERALISI VOLLEY PAN JESI: Diaz 11, Tallevi 13, Cecconi (L), Lombardi 6, Tozzo 8, Paparelli 1, Quintabà 2, Perelli (L), Pirro 11, Da Col n.e., Carbonari n.e., Duru n.e., Marcelloni 1. All. Sabbatini

ARBITRI: Fucina e Arcangeli Carosi

PARZIALI: 11-25, 15-25, 17-25

VOLLEY FEMMINILE B2 / DERBY A SENSO UNICO, LA PIERALISI JESI DI SCHIANTO SUL CASTELBELLINO (FOTOGALLERY)

Pieralisi Jesi –  Termoforgia Castelbellino    3-0

JESI, 29 aprile 2018 – La battaglia sportiva della gara di andata resta soltanto un ricordo, perché questa volta il derby è a senso unico.

Vince in scioltezza la Pieralisi, che alla luce dei risultati altrui, alimenta il focolaio di speranza per una promozione diretta che avrebbe dell’incredibile.

Castelbellino, la cui stagione resta ampiamente positiva, incappa nella beffarda giornata storta e dice definitivamente addio ai sogni play off.

Su sponda Jesi, oltre a Perelli, Coach Sabbatini deve rinunciare anche a Da Col, e spazio in sestetto per la giovane Pirro, mentre nella Termoforgia Moira Cerioni è recuperata e regolarmente in cabina di regia.

Le squadre partono contratte e si fanno notare per tensione ed errori fino all’ 8 – 6. Le rossoblu migliorano gradualmente la ricezione e Quintaba’ può chiamare in causa le centrali, con un mini break che porta al primo time out sul 14 – 9. Castelbellino rimane fallosa in battuta e nelle azioni di “cambio palla”. Il set si chiude senza sussulti sul 25 – 17.

Nel secondo parziale la Pieralisi resta al comando delle operazioni, la Termoforgia resta in scia fino al 13 – 12, ma poi subisce un 9 a 4 micidiale, con il tabellone che segnerà ancora 25 – 17. La mossa tattica di Jesi che si schiera a 4 in ricezione per esorcizzare lo spauracchio chiamato Verdacchi risulta essere azzeccata e persino decisiva. La schiacciatrice Umbra al contrario del solito, non riesce mai ad esser incisiva nel suo turno di servizio, e a fine gara rinuncia addirittura alla battuta in salto. Le urla di Coach Fusco non servono a spronare le sue ragazze, e Il 25 – 12 con cui finisce il terzo set, è emblematico e non richiede ulteriori commenti del cronista.

Tra i sorrisi e gli abbracci delle Jesine, il dolce viene anche da un turno di campionato che definire pazzo è riduttivo.

Montesport crolla a Corridonia e Figline vince soltanto al quinto ad Ancona.

Si arriva all’ultima giornata con la classifica che recita cosi: Montespertoli 52, Figline e Jesi 50, e un gruppone a 49.

La visita in casa della già retrocessa Pontassieve dovrà avere solo il colore rossoblu della vittoria, per blindare i play off, e magari chissà cos’altro.

A fine partita le parole di Coach Sabbatini: “Tatticamente abbiamo gestito la partita in modo perfetto. La vittoria così netta è figlia di attenzione e volontà. Una nota di merito per Martina Pirro che oggi è stata davvero grande”.

Felice e soddisfatta anche Capitan Lorena Diaz: “Sono contenta. Anche se il risultato finale non lo direbbe, abbiamo dovuto lottare, ma siamo sempre state presenti come squadra, senza farci distrarre da arbitri o altro, come purtroppo ci era capitato in precedenza. Non mi era mai capitato di vedere un campionato così strano. Incrociamo le dita, ma di certo se sarà play off, vogliamo giocarli e vincerli”.

Musi lunghi tra le fila di Castelbellino, con il Presidente Amburgo che, pur facendo i complimenti alle giocatrici, denuncia un comportamento poco sportivo e scorretto da parte del Patron Jesino.

 

Marco Pigliapoco

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

PIERALISI VOLLEY PAN JESI: Diaz 9, Tallevi 14, Cecconi (L), Lombardi 9, Tozzo 9, Paparelli n.e., Quintabà, Perelli, Pirro 10, Da Col 13, Carbonari n.e., Duru n.e., Marcelloni n.e. All. Sabbatini

TERMOFORGIA MOVITER CASTELBELLINO:Bassotti n.e., Dellagiovampaola 6, Romagnoli n.e., Vescovi 1, Ciancio (L), Cerioni 3, Crescini, Carbonaro n.e., Verdacchi 12, Pagliaroli 6, Casareale 6. All. Fusco

ARBITRI:Perotti e Morganti

PARZIALI: 25-17, 25-17, 25-12.