Tag Archivi: biblioteca

MOIE / BIBLIOTECA LA FORNACE, LA STORIA DELL’AZIONE CATTOLICA E LE POESIE DI FOSCO GIANNINI

MOIE, 7 dicembre 2017 – Domenica 10 dicembre, alle ore 17, la biblioteca La Fornace ospita un evento dal titolo “Futuro Presente: 150 anni di Azione Cattolica”. Al centro del pomeriggio, la presentazione del libro “Testimoni di amore e di Fede. Storia dell’Azione Cattolica della Diocesi di Jesi” di Vittorio Massaccesi. Interverranno, tra gli altri, suor Gloria Conti e don Luigi Carrescia in collegamento dal Brasile.

Mercoledì 13 dicembre, alle ore 21, il centro culturale di via Fornace, a Moie, propone una serata con Fosco Giannini, che presenterà le sue “Poesie in forma di popolo”. L’ex senatore della Repubblica racconta il proletariato e il sottoproletariato attraverso il dialetto, sulla scorta della grande lezione dei poeti dialettali italiani del ‘900.

Oltre all’autore saranno presenti il politico Raffaele Bucciarelli e il giornalista Mariano Guzzini. Letture a cura di Licia Fiordarancio del “Leggio” di Ancona.

MOIE / “MALATI DI NIENTE”, PROIEZIONE DEL FILM CAPITAIN FANTASTIC

MOIE, 6 dicembre 2017 – Secondo appuntamento, mercoledì 6 dicembre, della rassegna “Malati di niente”, in programma alla biblioteca La Fornace di Moie. Eliminare il pregiudizio verso la malattia mentale: nasce con questo scopo la manifestazione che sin dal 2000 propone di valorizzare le diversità per combattere lo stigma. A “La Fornace” si parlerà di incomunicabilità attraverso la rassegna cinematografica, con salotto/aperitivo, dal titolo “Relazioni liquide”, a cura del Gruppo cinema del Centro sollievo di Moie e Jesi.

Alle ore 18,30 è in programma il salotto: un dibattito con Chiara Bartolucci, insegnante dell’Istituto Galilei di Jesi, e Daniele Capomagi, psicanalista. Alle ore 20 ci sarà l’aperitivo e alle 21 la proiezione del film “Captain Fantastic” scritto e diretto da Matt Ross nel 2016. È la storia di una famiglia che vive al di fuori della società in modo autarchico. L’incontro è gratuito e aperto a tutti.

LETTERE&OPINIONI / MOIE, TRE GIORNI DI EVENTI PER IL DECIMO COMPLEANNO DELLA BIBLIOTECA

MOIE, 30 novembre 2017 – Tre giorni di eventi, spettacoli, presentazioni e incontri, e la partenza dell’Art bonus destinato ad un progetto per favorire la lettura fra i più piccoli. Sarà un fine settimana tutto da festeggiare per il centro culturale “eFFeMMe23” biblioteca la Fornace di Moie quello da venerdì 1° a domenica 3 dicembre. L’occasione sono i dieci anni di attività della struttura inaugurata il 1° dicembre del 2007. E con il compleanno arriva anche un regalo: la partenza del primo intervento finanziato con l’Art bonus. L’Amministrazione comunale ha individuato proprio la biblioteca come destinataria dello strumento, previsto dal Governo, per finanziare la cultura attraverso un credito di imposta a chi fa donazioni liberali a favore del patrimonio culturale. Fra i progetti da finanziare con l’Art bonus, tutti rivolti alle iniziative de “La Fornace”, anche dieci laboratori di promozione della lettura per giovani under 18 dell’importo di 500 euro. Ad aderire e finanziare questo primo progetto sono stati due artigiani di Moie, Virgilio Contadini e Patrizia Martizzi: i corniciai che hanno creato anche la bella intelaiatura in legno sistemata in biblioteca e utilizzata per lanciare la campagna ILoveBLF, che ha visto come testimonial decine di utenti ma anche volti noti, come l’attrice Stefania Sandrelli.

Per illustrare la rassegna dedicata al compleanno del centro culturale “eFFeMMe23” e festeggiare anche la partenza dell’Art bonus il Comune ha organizzato questa mattina (mercoledì 29 novembre), nella struttura di via Fornace 23 a Moie, una conferenza stampa. All’incontro sono intervenuti il sindaco Umberto Domizioli, il consigliere delegato alla Cultura Sandro Grizi, gli artigiani Virgilio Contadini e Patrizia Martizzi, i primi appunto ad avere aderito all’Art Bonus, Maria Letizia Cerioni, di Ubi Banca, sostenitore della biblioteca sin dalla sua nascita. la dirigente comunale Tiziana Barchiesi, la bibliotecaria Stefania Romagnoli.

La rassegna per il compleanno della biblioteca

Il cartellone predisposto dall’Amministrazione comunale per festeggiare le dieci candeline della biblioteca vanta nomi importanti e di grande attrattiva come l’autrice televisiva e conduttrice della trasmissione di Rai 3 Agorà, Serena Bortone, che parlerà dei nuovi scenari della comunicazione, e il calligrafo Enrico Ragni, alias il maestro Malleus, che offrirà gratuitamente al pubblico della biblioteca la sua “Opera totale”, con cui sta avendo grande successo in tutta Italia e non solo. E poi tante iniziative per i bambini, mostre, giochi, il concerto del duo rurale blues “SuperDownHome”, fino all’immancabile torta da gustare insieme ai cittadini e ai tanti amici della biblioteca.

Ecco nel dettaglio il programma. Venerdì 1 dicembre, alle ore 18.30, ci sarà la presentazione del libro “Scriptorum” di Malleus. Dopo aver raccontato l’arte della calligrafia e della nascita, a Recanati, del più grande Scriptorium del mondo, il maestro personalizzerà i libri acquistati, come eventuale dono per le festività natalizie, con una dedica scritta a mano con pennino e inchiostro. A seguire aperitivo offerto dalla Moncaro. Alle ore 21.30 va in scena, sempre nell’auditorium della biblioteca, “Opera totale”: un rivoluzionario viaggio multisensoriale attraverso la musica e i profumi.

Sabato 2 dicembre si inizia alle 10.30 con i “Sabati…da favola”, le letture per bambini a cura del GruppoVolontari lettoriXcaso Alle 16.30 ci sarà “Disegna con noi”, un workshop di chiaroscuro a matita e a pastello con tema il ritratto a cura di Silvia Bacci e Irene Vittori e alle 17 “L’officina di Babbo Natale”, un laboratorio per bambini dai 6 agli 11 anni a cura del Gruppo Volontari della Biblioteca (per entrambi info e prenotazioni allo 0731702206). Si prosegue alle 18.30 con l’inaugurazione di una mostra di arte figurativa e ritratto sempre di Silvia Bacci e Irene Vittori, visitabile negli orari di apertura della biblioteca fino a venerdì 22 dicembre.

Il sabato sera, dalle ore 21, sarà firmato dal “SuperDownHome”, il duo che unisce la tradizione del country blues al più moderno folk europeo. Un evento in collaborazione con la XII edizione Winter di San Severino Blues. Dalle 16 alle 19 i servizi della biblioteca saranno aperti.

Domenica 3 dicembre, alle ore 17, si parlerà de “La politica in 140 caratteri. Come cambiano gli scenari della comunicazione” con Serena Bortone. Modera il giornalista Paolo Notari. Alle 18.30 sarà il momento di “Tanti auguri Biblioteca! Chiacchiere, sorrisi e una fetta di torta per tutti per festeggiare il 10° compleanno della Biblioteca La Fornace”. Ultimo atto della rassegna, alle ore 21, “Sherlock Holmes alla Fornace”: una serata dedicata agli enigmi da svelare e a libri da individuare, a cura sempre del Gruppo Volontari della Biblioteca (Info e prenotazioni 0731702206).

 

La biblioteca e l’Art bonus

Il sindaco Umberto Domizioli ha ricordato come “la biblioteca sia frutto di un investimento di 3 milioni di euro, ripagato dai risultati, in termini di riconoscimenti e apprezzamenti a livello anche nazionale, ma anche dalla soddisfazione e dall’orgoglio di fronte alla risposta dei cittadini, di tutte le età, fra cui molti giovani, che hanno fatto della biblioteca un luogo di frequentazione e di incontro. Cercheremo di tenere aperta questa struttura, con l’auspicio che anche qualche Comune limitrofo si associ nella parte gestionale”. Il primo cittadino ha anche sottolineato come “l’anno che si chiude sarà ricordato per l’esplosione del fenomeno Art Bonus che riaccende il dibattito sulle donazioni in ambito culturale, sulle giuste leve da usare, ma anche sul ruolo delle organizzazioni culturali che sempre più dovranno muoversi verso nuovi sostenitori anche con figure professionali dedicate e nuovi strumenti di fundraising. Anche il comune di Maiolati Spontini, quindi, grazie alla generosità di Virgilio Contadini e Patrizia Martizzi, utilizzerà lo strumento dell’Art Bonus come opportunità per finanziare la cultura”.

“La gran parte degli utenti della biblioteca – ha ricordato il consigliere delegato alla Cultura Sandro Grizi – proviene da fuori Comune. Anche per questo abbiamo deciso di utilizzare l’Art Bonus a favore della biblioteca: per sostenere un servizio che ha dimostrato di sapersi conquistare un alto gradimento fra un pubblico vasto e variegato, anche dal punto di vista della provenienza”. Grizi ha ringraziato, oltre ai partner Ubi Banca e Moncaro, i primi due testimonial dell’Art bonus augurandosi che siano gli “apripista di questa opportunità di finanziamento della cultura”.

Gli artigiani Virgilio e Patrizia hanno sottolineato la vicinanza e l’affetto nei confronti della struttura di Moie, spiegando come “abbiamo aderito con convinzione al progetto Art bonus legato alla lettura e ai bambini perché crediamo molto nel ruolo della biblioteca di diffusione della cultura fra i più giovani e non solo. Siamo davvero orgogliosi di essere i primi ad avere aderito all’Art bonus, un regalo alla biblioteca e quindi a tutto il nostro territorio”.

La rappresentante di Ubi Banca Cerioni ha ricordato come la banca sia un partner storico de La Fornace: “siamo felici di condividere i successi della biblioteca e riteniamo fondamentale il suo ruolo sociale – ha detto – anche per i Comuni limitrofi. Ci auguriamo di continuare questo rapporto ancora per molto”.

La dirigente Tiziana Barchiesi ha evidenziato come “la scuola di Roma di fundraising ci ha selezionato, insieme ad altre 11 biblioteche in tutta Italia, per realizzare il progetto Biblioraising, dedicato alla formazione, consulenza e accompagnamento nella realizzazione di progetti di fundraising, con particolare riferimento allo strumento dell’Art bonus”. La bibliotecaria Stefania Romagnoli ha auspicato che “la partenza del primo intervento, rivolto ai laboratori per bambini, ci auguriamo dia una spinta anche ad altre iniziative di privati, per finanziare gli altri progetti individuati dalla giunta comunale”. D’altronde il legame della comunità della Vallesina con La Fornace si è sempre più rafforzato e consolidato in questi dieci anni.

L’Amministrazione comunale

 

FABRIANO / IN 70 A GIOCARE IN BIBLIOTECA CON LA LOKENDIL

FABRIANO, 20 novembre 2017 – Colpisce nel segno l’International Games Day@Your Library di Fabriano, organizzato dall’associazione culturale Lokendil e dalla Biblioteca multimediale Romualdo Sassi, in collaborazione con il Maker Space.

Per tutto il pomeriggio di Sabato 18 Novembre, la giornata internazionale dedicata al gioco in biblioteca ha richiamato 70 tra operatori e utenti di tutte le età, in tre ambienti: la sala Studio, dedicata al gioco di ruolo e da tavolo per ragazzi e adulti; la Biblioteca per Ragazzi, con le letture animate di libri-game per i più piccoli; il laboratorio del Maker Space, animato dalle sperimentazioni su coding e robotica.

Un pomeriggio all’insegna del gioco e del divertimento, in cui si sono mescolati nerd più scafati, genitori, adolescenti, bambini e bambine, tra partite di Dungeons and Dragons che strizzavano l’occhio a Tolkien, boardgames e cacce al tesoro via Telegram. Raggiante Manfredi Mangano, presidente dell’associazione Lokendil:

Era una scommessa anche per noi: dopo l’ottimo successo della FABCON di quest’anno, aperta alle famiglie e ai bambini, agli insegnanti e agli appassionati lettori, non volevamo disperdere questo legame con la città – racconta – Quando la Biblioteca ci ha proposto di costruire questo evento abbiamo accettato con entusiasmo, ma con un po’ di paura: ci verrà qualcuno?”.

 Ma alla fine i dubbi sono stati spazzati via da una presenta convinta e di “nerd” di tutte le età. “Con un evento a costo zero – prosegue Mangano – abbiamo invaso la Biblioteca con un pomeriggio in cui abbiamo fatto giocare insieme quattro generazioni di persone diverse, aiutandole anche a scoprire tutte le opportunità che offre la Biblioteca multimediale. Per noi della Lokendil, che operiamo da quasi 30 anni per promuovere i giochi di ruolo e da tavolo, è la conferma che, a prescindere dal successo del fantasy o della fantascienza nella cultura pop , il vero valore aggiunto del gioco è lo stare insieme, stimolando il rapporto tra le persone e la loro creatività. Non ci fermeremo qui”.

In calendario, nuove iniziative per Natale, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale, con un occhio al nuovo anno: l’associazione è già al lavoro per nuove proposte di eventi da costruire con i poli culturali della città e magari anche con gli istituti scolastici.

MOIE / BIBLIOTECA LA FORNACE: INCONTRO CON LO SCRITTORE DANIEL LUMERA

MOIE, 17 novembre 2017 – Alla biblioteca “La Fornace” incontro con Daniel Lumera su “Il perdono come atto di cura”.

Sabato 18 novembre, alle ore 10,30, la biblioteca La Fornace di Moie ospiterà l’incontro dal titolo “Il perdono come atto di cura”, tenuto da Daniel Lumera, considerato nel panorama internazionale uno scrittore di successo nonché un formatore internazionale.

È l’ideatore del metodo My Life Design, un disegno consapevole della propria vita professionale, sociale e personale.

Nell’incontro alla biblioteca di Moie saranno affrontati argomenti di carattere sociale e antropologico in relazione al tema del distacco e del cambiamento.

All’appuntamento parteciperanno i ragazzi del servizio civile nazionale.

L’iniziativa è organizzata dall’Arci servizio civile nazionale. La conferenza formativa è rivolta, infatti, ai ragazzi del progetto di Servizio Civile Nazionale “Storie alla finestra”.

La conferenza è organizzata con il contributo dell’ASPIC Marche.

MOIE / “NATI PER LEGGERE”, CONSEGNATI I PRIMI KIT AI NATI DEL 2016

MOIE, 17 novembre 2017 – Letture ad alta voce, anche in lingua inglese, con i “Sabati … da favola” e distribuzione del kit di lettura ai nuovi nati, che già in fasce diventano iscritti alla biblitoeca. Sono alcune delle iniziative ideate dalla biblitoeca “La Fornace” di Moie per celebrare la settimana nazionale dedicata alla promozione della lettura in età prescolare. L’Amministrazione comunale ha aderito, infatti, anche quest’anno a “Nati per leggere”, il progetto nato per affermare “il diritto alle storie delle bambine e dei bambini”, che prevede iniziative ed eventi in concomitanza con la Giornata Internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza del 20 novembre.

Per celebrare la ricorrenza, la biblioteca “La Fornace” ha organizzato i “Sabati … da favola”, letture ad alta voce per i bambini da zero a 6 anni a cura del gruppo “Lettorixcaso”, che opera volontariamente nella struttura di Moie. Gli appuntamenti, gratuiti e senza necessità di prenotazione, sono per sabato 18 e sabato 25 novembre dalle ore 10,30 alle 11,30. La novità di quest’anno, inoltre, è che si potranno ascoltare le storie (sempre il 18 e il 25 novembre) anche in lingua inglese, con l’iniziativa “Once upon a time…”. I sabati di letture per bambini del gruppo “Lettorixcaso” proseguiranno anche a dicembre (il 2 e il 16), gennaio (13 e 27), febbraio (3 e 17) e marzo (il 3, il 17 e il 31).

“Tanti studi – ricorda la bibliotecaria Stefania Romagnoli – incoraggiano la lettura ad alta voce: è un’attività non solo piacevole ma dalla grandissima valenza educativa, contribuisce ad arricchire il lessico dei bambini e, soprattutto, a trasmetter loro l’amore per i libri, una conquista di cui beneficeranno tutta la vita”.

Sempre in occasione della settimana nazionale “Nati per Leggere” è iniziata, come negli anni passati, la distribuzione di un kit di lettura ai 43 bimbi nati nel 2016 nel comune di Maiolati Spontini. Si tratta di un libro cartonato, della brochure di Nati per leggere e della bibliocard, valida fino al 30 novembre 2018, che permette di avere in prestito libri, dvd e riviste. I genitori dei bambini che hanno ricevuto la lettera devono solo recarsi in biblioteca e saranno consegnati loro i doni. Il primo ad avere ricevuto il kit è stato il piccolo Daniele.

“L’iniziativa si ricollega all’attenzione da sempre dedicata dalla nostra biblioteca ai più piccoli – spiega il sindaco Umberto Domizioli – dove ci sono spazi per bambini secondo le varie fasce d’età, un fasciatoio e la sedia a dondolo per l’allattamento. I testi per i più piccoli sono libri selezionati a livello nazionale proprio da Nati per leggere. L’idea del kit è un modo per sostenere concretamente l’importanza dell’abitudine a leggere fra i bambini. Ed è sempre per questo che abbiamo aderito al progetto nazionale ‘Nati per Leggere’ che intende diffondere tra i genitori l’abitudine di leggere ad alta voce ai propri figli, fin dai primi mesi di vita”.

FABRIANO / LA VICE PRESIDENTE DI LIBERA VENERDÌ IN BIBLIOTECA

FABRIANO, 15 novembre 2017 – La vicepresidente di Libera, associazione che dal 1995 si occupa di sensibilizzazione e contrasto al fenomeno delle mafie, Daniela Marcone venerdì a Fabriano. Incontro che si svolgerà alle ore 18 presso la sala “Dalmazio Pilati” della Biblioteca Multimediale “R. Sassi”.

La Marcone figlia di Francesco, direttore dell’ufficio del Registro di Foggia assassinato nel marzo del 1995, porterà la sua testimonianza diretta di impegno con la presentazione del libro “Non a caso” edito da “la Meridiana”. Una pubblicazione che raccoglie storie di vittime pugliesi delle mafie, raccontate da noti scrittori della letteratura italiana contemporanea. A dialogare con lei Marco Giovagnoli sociologo e docente di UNICAM.

Nella prefazione Don Luigi Ciotti, fondatore di Libera, spiega che la memoria deve diventare impegno affinché si possa costruire una società diversa: “Formata da persone che si oppongono, non solo a parole, ma con le scelte e i comportamenti, alle ingiustizie, alle violenze, alla corruzione. Le vittime delle mafie non sono morte per una targa, una lapide, un discorso commemorativo, ma per un ideale di giustizia che sta a tutti noi realizzare. Questo libro è una piccola ma preziosa risposta alla domanda d’impegno che esse non cessano di rivolgerci”.

Memoria ed impegno, indispensabile per proseguire nella lotta contro ogni forma di ingiustizia e violenza.

Evento organizzato dal presidio cittadino dell’associazione Libera con il patrocinio del Comune di Fabriano in occasione del weekend regionale di tesseramento per l’anno.

MOIE / ALLA FORNACE, LABORATORIO DI SCRITTURA: LE PAROLE CHE NON TI HO DETTO

MOIE, 4 novembre 2017 – La biblioteca La Fornace di Moie presenta il laboratorio di scrittura “Le parole che non ti ho letto” a cura di Alessandro Morbidelli.

Si tratta di un’officina di scrittura e lettura dedicata al racconto breve, per “incontri e confronti – spiegano gli organizzatori – tra modi di scrivere e parole da leggere”. Il laboratorio si strutturerà in una serie di incontri, a partire da lunedì 6 novembre, dalle 21,15 alle 23,15: “due ore per vivere insieme la scrittura”. I racconti prodotti dagli iscritti al laboratorio verranno pubblicati in un’antologia e a dicembre, a chiusura del corso, sono previsti un reading letterario e un gioco di ruolo con ricchi premi in palio.

L’iscrizione al corso è gratuita ma riservata ai possessori della Bibliocard della biblioteca La Fornace. “Il materiale da portare sono carta e penna, oppure un notebook, a seconda di come ognuno preferisce”.

Per informazioni e iscrizioni si deve chiamare la biblioteca al numero 0731702206. L’insegnante del corso, Morbidelli, ha pubblicato il noir di ambientazione marchigiana “Ogni cosa al posto giusto”, ha curato antologie dedicate al mare ed è apparso su varie raccolte accanto a nomi quali Carlo Lucarelli, Valerio Evangelisti, Alan D. Altieri. Scrive per il sito www.sdiario.com di Barbara Garlaschelli ed è membro della Carboneria Letteraria.

 

MOIE / REPORTAGE FOTOGRAFICO SUL LAVORO DI MEDICI SENZA FRONTIERE

MOIE, 25 ottobre 2017 – Doppio evento, oggi, mercoledì 25 ottobre, alle ore 21, alla biblioteca La Fornace di Moie, organizzato dal gruppo di Ancona dell’associazione Medici Senza Frontiere in collaborazione con l’Amministrazione comunale.

Nell’auditorium della biblioteca avverrà il taglio del nastro della mostra “Con gli occhi di Medici Senza Frontiere” e, seguire, si terrà la presentazione del libro “Gli intoccabili” da parte dello stesso autore, Valerio La Martire, volontario per Greenpeace e collaboratore per varie ONG e organizzazioni umanitarie. Interverrà anche Roberto Scaini, medico e operatore umanitario di Medici Senza Frontiere durante l’emergenza Ebola e protagonista del libro. Modera l’assessore ai Servizi sociali, Politiche giovanili e Associazionismo Fabiana Piergigli. La serata sarà arricchita dalle letture di Martina Sulpizi.

La mostra ha come filo conduttore le principali aree di intervento di Medici Senza Frontiere –  conflitti armati, risposta alle emergenze, lotta alle epidemie e all’esclusione dall’assistenza sanitaria – e vuole offrire uno spaccato sull’azione ma anche sulle sfide e i dilemmi affrontati dalla più grande organizzazione medico-umanitaria indipendente al mondo, che nel 1999 è stata insignita del Premio Nobel per la pace, fra l’altro ritirato dallo scomparso medico di Castelplanio Carlo Urbani, allora presidente per MSF Italia.

Medici Senza Frontiere nasce il 20 dicembre 1971, creata da un gruppo di medici reduci dalla grande carestia che aveva colpito il Biafra e da alcuni giornalisti che avevano lanciato un appello per portare soccorso alle vittime delle inondazioni nel Pakistan orientale. Il loro sogno era di fare un passo in più rispetto ai principi tradizionali dell’intervento umanitario. Neutralità e imparzialità sì, come diritto di ricevere aiuto da parte di chiunque, a prescindere dalle differenze di fede, razza, convinzione politica. Ma anche testimonianza. MSF continua a denunciare le crisi dimenticate, le violenze contro i civili e le inadeguatezze del sistema degli aiuti umanitari e a battersi per avere accesso alle popolazioni più vulnerabili.

Dopo il taglio del nastro della mostra si parlerà del libro “Intoccabili”, romanzo-testimonianza sulla più grande epidemia di Ebola della storia (ed. Marsilio 2017 in collaborazione con Medici Senza Frontiere).

Il racconto parte dal 26 dicembre 2013, quando un bambino di due anni si ammala a Meliandou, un remoto villaggio della Guinea. Inizia così la più grave epidemia di Ebola mai affrontata dall’umanità. Roberto, un medico italiano, decide di partire per una missione umanitaria che lo metterà di fronte a orrori che non avrebbe mai immaginato possibili, a scontrarsi con difficoltà e scelte di cui porterà il peso per tutta la vita. Salvare vite è la missione di Medici Senza Frontiere, che lavora per raggiungere chi ha bisogno anche nei luoghi più remoti del pianeta, anche nelle situazioni più estreme. Intoccabili è l’emozionante testimonianza di un operatore umanitario che, insieme a tanti colleghi, ha deciso di mettersi tra l’Ebola e le sue vittime. Una storia vera, inaspettata e unica, un viaggio in un inferno dal quale nessuno ne è uscito indenne. Nemmeno quelli che ce l’hanno fatta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

MOIE / FOTOGRAFIE E RACCONTI: ALLA FORNACE CONCORSO ‘STORIE DA BIBLIOTECA’

MOIE 19 ottobre 2017 –  Torna il concorso “Storie da biblioteca” a “La Fornace” di Moie.

Venerdì 27 ottobre, dalle 14 e 30 fino alle 23 e 30, la struttura comunale, inserita all’interno del centro culturale “eFFeMMe23”, diventerà lo scenario e il luogo di ispirazione per fotografie e racconti.

Nove ore di tempo per dare sfogo alla propria fantasia e partecipare alla sesta edizione del concorso itinerante organizzato dal Mab Marche, coordinamento marchigiano tra Musei, Archivi e Biblioteche, promosso da Icom, Anai e Aib in collaborazione con l’assessorato alla Cultura e Politiche sociale della Regione Marche, l’Ombudsman delle Marche e l’Associazione culturale RaccondidiCittà e con StreetLib.

L’iniziativa, dedicata agli appassionati di lettura, scrittura e fotografia, premierà i migliori elaborati con un eReader e la pubblicazione in ebook.

Lo scopo dei racconti sarà quello di comunicare le peculiarità della struttura ospitante, in questo caso la biblioteca La Fornace, e l’importanza che essa riveste per la comunità di riferimento, oltre che ispirarsi al tema scelto per questa sesta edizione, cioè il riuso.