Tag Archivi: droga

JESI / ARRESTATO DAI CARABINIERI, IN CASA AVEVA 28 OVULI DI HASHISH

JESI, 17 dicembre 2017 – Nei giorni scorsi i carabinieri di Jesi, nell’ambito di attività di prevenzione e repressione del traffico delle sostanze stupefacenti, acquisivano informazioni secondo le quali un 55enne abitante in una zona periferica di Jesi avrebbe detenuto sostanze stupefacenti.

Dopo approfonditi accertamenti i militari facevano irruzione nella sua abitazione con lo scopo di ricercare la droga.

Non appena i carabinieri entravano in casa e spiegato all’uomo il motivo della loro presenza, questo ammetteva di essere in possesso della sostanza, consegnandola spontaneamente dopo averla prelevata dalla camera da letto.

Una volta sequestrata la droga (28 ovuli di hashish per un peso complessivo di 280 grammi), l’uomo veniva condotto in caserma dove, stante la non certa modica quantità, veniva dichiarato in  arresto per detenzione ai fini di spaccio e, dopo le formalità di legge, accompagnato presso la propria abitazione al regime degli arresti domiciliari, in attesa del rito direttissimo celebratosi sabato 16 dicembre.

Il giudice, dopo aver convalidato l’arresto, rimetteva l’uomo in libertà in attesa del processo, già fissato per l’8 di febbraio 2018.

FABRIANO / 50 DOSI DI MARIJUANA NASCOSTE IN CASA, 22ENNE NIGERIANO ARRESTATO

FABRIANO, 16 dicembre 2017 – Un nigeriano di 22 anni, G.E., è stato arrestato ieri dal Commissariato di Fabriano. L’uomo, non residente in città ma ospitato in una casa in zona borgo da alcuni amici, è stato sorpreso con 300 grammi di marijuana.

La droga era suddivisi in 50 dosi di diversa pezzatura, le più grandi paragonabili ad una palla da biliardo. Il blitz dei poliziotti agli ordini del commissario capo Sandro Tommasi è scattato ieri pomeriggio. Gli agenti sono entrati in casa dove l’arrestato risiedeva con degli amici (connazionali) insieme ai cani ai cani antidroga della Questura di Ancona. Sono state rinvenute 44 dosi occultate nella tasca di un giacchetto poi nascosto in uno zaino sotto alla lavatrice che si trova nel bagno; 5 dosi sono state trovate in un contenitore porta spazzatura e una nel comodino della camera da letto.

Gli involucri, alcuni grandi come palle da biliardo, erano stati sigillati con del nastro adesivo. Indagini in corso. L’arresto è stato convalidato oggi: disposta la misura cautelare in carcere.

(s.s.)

RIPRODUZIONE RISERVATA

FABRIANO / 4 ETTI DI MARIJUANA IN CASA, LA POLIZIA ARRESTA UN NIGERIANO

FABRIANO, 27 novembre 2017 – 4 etti di marijuana in casa e 1350 euro in denaro contante: questo il frutto del blitz messo a segno questa mattina dagli agenti del commissariato di Polizia di Fabriano in una casa del popoloso quartire borgo.

La Polizia già da qualche giorno stava monitorando con attenzione le attività dell’uomo (un ventisettenne nigeriano), visto il via vai sospetto di persone a tutte le ore della giornata. Sospetti che sono diventati certezze dopo l’irruzione di questa mattina che ha permesso di scoprire una notevole quantità di sostanza stupefacente e contanti. A far scattare l’azione della polizia l’ingresso di un altro africano di cui verrà vagliata la posizione in seguito.

Oltre 60 minuti di perquisizione – nonostante le ripetute rassicurazioni dell’uomo e della compagna – e droga trovata divisa in 7 parti di forma sferica e confezionata con del nastro adesivo da pacchi marrone (di sui sono state trovate altre confezioni in cucina, cosa lascerebbe presumere un giro di droga di notevoli dimensioni). Confezioni grandi anche come una palla  da biliardo. La droga è stata trovata all’interno di una tasca di una giacca occultata tra scarpe e panni sporchi. Anche il denaro è stato trovato occultato e diviso in più punti dell’abitazione.

L’uomo era già noto alle forze dell’ordine, in quanto nel 2015 i poliziotti del Commissariato di Fabriano lo avevano sorpreso con altre sostanze stupefacenti. Sempre nella stessa occasione l’uomo si era reso responsabile di resistenza a  pubblico ufficiale.

Il Pubblico Ministero ha disposto per l’uomo l’arresto ed il trattenimento presso le camere di sicurezza del Commissariato di Fabriano visto il fondato pericolo di fuga. Domani il processo per direttissima.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

FABRIANO / MARIJUANA NELLA VALIGIA, ARRESTATO NIGERIANO

FABRIANO, 16 novembre 2017 – Arrestato da Carabinieri, nel pomeriggio di ieri, un richiedente asilo nigeriano (in città da marzo insieme ad altri 3 stranieri) di 21 anni, trovato in possesso di 30 grammi di marijuana divise in 15 dosi.

Lo stupefacente è stato trovato occultato all’interno di alcuni asciugamani, che erano contenuti all’interno di una valigia. Il ritrovamento è stato fatto all’interno dell’abitazione dell’uomo, condiviso con altri richiedenti asilo non coinvolti.  Il giovane era da diverso tempo “osservato” dai Carabinieri, ed in altre occasionI era stato trovato in possesso di piccole quantità di stupefacente.

Sequestrati dai Carabinieri anche 50 euro in tagli da 5 e 10, presumibilmente frutto della vendita dello stupefacente.

Arresto convalidato nella mattinata di oggi e rimesso in libertà in attesa del processo.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

JESI / SEQUESTRATA HASHISH E MARIJUANA, LA POLIZIA ARRESTA UN RAGAZZO DEL GAMBIA

JESI, 15 novembre 2017 – Operazione degli uomini del commissariato di Jesi.

Il vicequestore Michele Morra

Nella serata di ieri gli agenti agli ordini del dott. Michele Morra, su disposizione del Questore Oreste Capocasa, hanno effettuato un servizio straordinario di controllo alla stazione ferroviaria e nelle zone limitrofe.

L’azione di contrasto aveva come obiettivo quello di controllare tutti i soggetti in partenza ed in arrivo da Jesi sottoponendo le persone sospette a perquisizione o identificazione presso gli uffici del commissariato locale.

Circa le 22, proveniente da Roma, è sceso un ragazzo del Gambia, J.E., classe 1998.

Il ragazzo è stato sottoposto a controllo come da direttive date dal dirigente del commissariato. Il diciannovenne si è dimostrato subito nervoso e, a seguito di perquisizione, nascosto sotto l’abbigliamento celava agganciati con una cintura al torace cinque panetti di hashish per un peso di oltre 700 grammi e una sacchetto con 100 grammi di marijuana.

L’uomo in possesso di regolare permesso di soggiorno per richiesta asilo, e dimorante in una struttura di Agrigento,  è stato dichiarato in arresto.

Nella mattinata odierna si è tenuto il rito direttissima. Il processo si terrà il 22 novembre prossimo e nel frattempo il giovane è stata applica la misura cautelare del divieto di dimora nella provincia di Ancona.

JESI / CARABINIERI: CONTROLLO DEL TERRITORIO, 7 DENUNCE E 6 GIOVANI SEGNALATI

JESI, 13 novembre 2017 – Il fine settimana ha visto impegnati numerosi carabinieri della Compagnia di Jesi per la prevenzione alle cosiddette “stragi del sabato sera”.

Il Nucleo Radiomobile con le Stazioni di Chiaravalle, Moie di Maiolati Spontini e Monte San Vito, nell’ambito di un servizio straordinario del controllo del territorio organizzato da questo comando, hanno attuato continuativi servizi tra la sera di venerdì e la mattinata di ieri.

Numerose sono state le perquisizioni per la ricerca di stupefacenti, soprattutto nei luoghi maggiormente frequentati da giovani.

Sono stati 6 i giovani, tra 16 e 21 anni, ad essere segnalati quali assuntori di stupefacenti. Nei loro confronti sono state eseguite anche perquisizioni domiciliari, sequestrando in un caso anche cocaina ad un 19enne. Due di loro, minorenni, sono stati trovati, oltre che con spinelli già confezionati, anche con alcuni grammi di hashish.

Sul versante della guida in stato di ebbrezza, invece, sono state ben 7 le denunce nei confronti di utenti, la cui alcolemia, tranne uno, è sempre risultata superiore all’1,50 g/l litro. Ovviamente a tutti è stata ritirata la patente, mentre le autovetture sequestrate ai fini della confisca sono state 3.

JESI / LA CITTA’ AL SETACCIO, CARABINIERI CON I CANI ANTIDROGA: DENUNCIATO UN MINORENNE

JESI, 18 ottobre 2017 – Controllo antidroga da parte dei carabinieri di Jesi capitanati dal maggiore Benedetto Iurlaro.

Sin dalle prime ore di questa mattina 15 carabinieri della Compagnia di Jesi hanno effettuato un controllo straordinario antidroga nei luoghi a forte concentrazione di giovani.

Con l’ausilio di 2 unità cinofile antidroga del comando Legione Carabinieri Marche sono stati setacciati i giardini pubblici di Viale Cavallotti, il parco del vallato, del ventaglio e del cannocchiale, nonché controllati decine di autobus a porta valle trasportanti gli studenti.

Nel corso di detto servizio è stato denunciato un minore, poiché trovato con hashish e marijuana.

Mentre nei giardini/parchi sono stati trovati abbandonati 3 spinelli, 3 involucri contenenti marijuana, 1 contenente hashish ed una busta contenente marijuana, il tutto per un peso complessivo di grammi 15 di droga, non sfuggita al fiuto di Anita e Artur, condotti rispettivamente dall’App. Andrea Domeniconi e Brig. Capo Moreno Fastelli.

(e.s.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

MORRO D’ALBA / RICERCATO PER TRAFFICO DI STUPEFACENTI ARRESTATO: DOVRA’ SCONTARE DUE ANNI DI GALERA

MORRO D’ALBA, 14 ottobre 2017 – Nella tarda serata di ieri i carabinieri della stazione di Morro D’Alba agli ordini del maresciallo Cosimo Gagliani hanno arrestato un ricercato, nei confronti del quale pendeva un ordine di cattura per una pena definita di anni 2 di reclusione per fatti inerenti al traffico degli stupefacenti.

L’arrestato, G. S. di 58 anni, residente nel pesarese, è stato identificato nell’ambito degli accentuati controlli del territorio ad opera della locale stazione Carabinieri.

L’arrestato, dopo il foto segnalamento, è stato condotto presso il carcere di Montacuto per espiare la condanna.

JESI / OPERAZIONE ANTIDROGA, CARABINIERI ARRESTANO 29ENNE NIGERIANO CON OLTRE 1 KG DI MARIJUANA

JESI, 6 ottobre 2017 – Continua senza sosta l’operazione antidroga dei carabinieri di Jesi guidati dal maggiore Iurlaro. La quinta, 2 a Fabriano e 3 a Jesi, nel giro di poco tempo.

Nella giornata di ieri è stato arrestato un nigeriano di 29 anni con kg 1,2 di marijuana per un valore di circa 12-13 mila euro.

Il giovane è stato fermato alla stazione di Jesi sceso da un treno proveniente da Ancona attorno alle 15,50 ed è stato individuato perchè indossava pantaloncini rossi. Aveva con se uno zaino subito ispezionato dai militari ed è stato scoperto che nascondeva marijuana molto apprezzata sul mercato praticamente di altissima qualità.

Il nigeriano, condotto in caserma, veniva sottoposto a più approfonditi accertamenti e si è scoperto che la sua dimora è nella provincia di Roma ed è titolare di un permesso di soggiorno per richiedenti asilo con precedenti di vario genere non di natura specifica.

Foto segnalato è stato arrestato per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti e trasferito a Montacuto.

e.s. 

JESI / CARABINIERI ARRESTANO NIGERIANO PER TRAFFICO DI MARIJUANA, DROGA DESTINATA ALLA PIAZZA DI JESI

JESI, 21 settembre 2017 – Il contrasto al traffico di stupefacenti da parte dei carabinieri di Jesi capitanati dal maggiore Benedetto Iurlaro continua senza sosta e ha fatto registrare un altro importante successo.

refurtiva recuperata

Nella giornata di ieri il nucleo operativo diretto dal tenente Maurizio Dino Guida appresa la notizia che all’interno del treno regionale veloce proveniente da Roma e diretto a Falconara viaggiava un giovane di colore che trasportava sostane stupefacenti è immediatamente intervenuto presidiando la stazione di Fabriano.

Alle 16,45, appena il treno si è fermato alla stazione, i militari ispezionavano il convoglio notando subito un giovane di colore appisolato con tra le gambe uno zaino di pelle color verde.

Chiesto il contenuto il giovane dichiarava contenere effetti personali ma subito veniva preso da uno stato di agitazione. I carabinieri ispezionavano lo zaino e all’interno trovavano sostanza stupefacente confezionata con cellophane e carta profumata.

Fatto scendere da treno il giovane veniva condotto alla caserma di Jesi ed identificato come N.B. nigeriano di 27 anni residente a Roma con precedenti specifici tutti commessi nel Lazio e sempre per traffico di stupefacenti. Il nigeriano ha un permesso di soggiorno per protezione sussidiaria che equivale a dire di non essere in grado di dimostrare di essere perseguitato nel suo paese di origine.

Analizzato lo stupefacente questo è risultato marijuana pari al peso di 1200 grammi che commercialmente equivale a circa 12 mila euro.

La droga era quasi sicuramente destinata alla piazza di Jesi.

Il giovane dopo essere stato foto segnalato veniva dichiarato in arresto e su disposizione del Pubblico Ministero di turno condotto a Monteacuto.

 

e.s.