Tag Archivi: eventi

JESI / AL VIA SOTTO LA PIOGGIA LA FESTA ‘AMICI DEL BORGO’

JESI, 22 giugno 2018 – E’ partita con il piede bagnato la 19/ma edizione de “Il Borgo in Festa”, momento di ricreazione e socializzazione organizzato dall’Associazione sportiva dilettantistica “Amici del Borgo”.

Le condizioni meteorologiche della prima serata hanno notevolmente ridotto la presenza di pubblico; gli organizzatori confidano in un miglioramento del tempo per le due serate successive di sabato e domenica prossimi. In queste due giornate l’ampio spazio prospiciente la chiesa parrocchiale di Sant’Antonio Abate si presenterà con tutte le sue attrazioni, i suoi caratteristici punti ristoro, con le mostre e, nelle serate, con complessi musicali di tutto rispetto come “Le Bollicine”, che con loro tributo a Vasco Rossi erano previste per questa sera (venerdì), o come “Mirko e Simona” che con la loro musica assicureranno ballo e divertimento, o come il “Gruppo italiano” che con Max e Serena animeranno la serata conclusiva di domenica.

Ma “Il Borgo in festa”, non è solo occasione per ballare; l’ampio spazio aperto, infatti, è stato attrezzato con tavoli, panche anche per consumare una cena al riparo a base di specialità del Borgo come le pappardelle al cinghiale, gli gnocchi alla papera, la faraona alla cacciatora o i nodini di pollo alla Minonnara, per chi preferisce un pasto meno impegnativo, un hamburger o della bruschetta e per dolce un maritozzo con panna e Nutella. Infine la frutta, quella di stagione ed il “Cocomero ‘mbriago”.

Tutte le sere apriranno spazi per i giochi dei bambini e dei grandi e, in tutte le ore del giorno e della notte sarà possibile visitare una ricca esposizione di mezzi d’epoca: trattori, automobili ed altro ancora.

Nel corso della manifestazione saranno disputati dei giochi che prevedono vincite (in natura) che saranno consegnate nella serata conclusiva.

sedulio brazzini

JESI / LA CITTA’ RISUONA, CONCERTO DELL’AURORA A SANTA MARIA DEL PIANO

JESI, 19 giugno 2018 – Era il 21 giugno del 1982 quando in Francia prese il via una iniziativa che intendeva salutare con la musica l’arrivo dell’estate; quell’esperienza piacque molto ai francesi che negli anni successivi si avvicinarono in numero sempre maggiore. Quell’esperienza, così apprezzata dai Cugini d’Oltralpe, contagiò anche le nazioni confinanti ed oggi, a distanza di 37 anni, si contano decine e decine di nazioni “contagiate” dalla passione per le sette note, suonate con tutti gli strumenti, in tutte le località e siti, da giovani e adulti, appassionati o professionisti che in quelle manifestazioni del 21 giugno hanno visto un singolare saluto all’ingresso dell’estate.

A Jesi l’usanza di cantare nel giorno del solstizio d’estate fu instaurata dal Coro “Regina della Pace” che invitò la popolazione nella chiesa di Santa Maria del Piano venerdì 21 giugno 2013, alle ore 6 del mattino. Un orario insolito, quello scelto, ma che riscosse consensi sia tra gli abitanti della zona, così come tra gente che abitava anche in quartieri lontano; non solo, la scelta delle ore 6 del mattino permetteva ai coristi ed al maestro di prendere regolare servizio sul posto di lavoro.

Dicevamo che quell’esperienza piacque e la conferma arrivò negli anni successivi quando l’Assessorato alla cultura cittadino decise di coinvolgere tutte le associazioni musicali presenti sul territorio comunale; una scelta che ampliò il numero di appassionati del canto e della musica di ogni genere ed epoca.

Le adesioni all’iniziativa musicale furono talmente tante che non bastò più una giornata da dedicare alla musica; inizialmente fu organizzata la “Settimana della musica”, oggi, invece, sotto il titolo “La Città Risuona” un lungo calendario di appuntamenti. Non solo musicali, però, perché l’iniziativa ha coinvolto scuole di danza, gruppi di majorette, artisti di strada che vanno ad aggiungersi a cori, complessi strumentali e solisti che già a partire da venerdì scorso, 15 giugno, hanno deliziato le orecchie dei cittadini e continueranno a farlo fino al 30 giugno prossimo.

Moltissimi, come detto, i protagonisti della Sonora Festa della Musica che per il loro pubblico hanno scelto o luoghi più disparati per esibirsi.

Venerdì scorso, ad esempio, la Corale Santa Lucia si è esibita nel cortile del Palazzo della Signoria e, sempre nello stesso giorno, ma in orari differenti “Jesi Music Festival” ha scelto i giardini pubblici per presentare “Rap contest e spettacolo Hip-Hop”. Sempre venerdì 15 la chiesa di San Nicolò ha ospitato i concerti Saggi della Scuola musicale G.B. Pergolesi. Domenica scorsa i giardini pubblici di viale Cavallotti hanno ospitato la 2/a Festa della Banda” per il suo concerto.

E veniamo agli appuntamenti che ci attendono. Domani alle ore 21,15, al teatro Pergolesi, secondo Concerto Saggio della scuola musicale Pergolesi.

Giovedì 21 giugno, giorno del Solstizio d’estate e della Festa europea della musica saranno ben 4 gli appuntamenti; si inizierà, come da tradizione, alle ore 6 nella chiesa di S. Maria del Piano con il Coro “Regina della Pace”, diretto dal M° Diego Pucci, che aprirà questa singolare giornata con l’8/va edizione del “Concerto dell’Aurora”, alle ore 19, nella chiesa di San Bernardo, un inconsueto concerto a cura del “Coordinamento Yoga per la Pace” che si articolerà in “Meditazione e canto Mantra della tradizione indiana”. Nuovo concerto della scuola musicale Pergolesi alle ore 21,15 nella chiesa di San Nicolò mentre in Piazza delle Monachette: “Walking in the moon”, un concerto rok della scuola musicale “Opus 1” e della Scuola “Bettino Padovano di Senigallia. Si tratta, questa, di una delle due iniziative musicali organizzate direttamente dal Comune.

Ritorniamo agli altri appuntamenti partendo da quello del 23 giugno alle ore 19 negli Orti Pace dove l’Associazione Musicale Valvolare ha ambientato “Prima che arrivi la Polizia #6”. Domenica di silenzio che però sarà rotto nella serata di lunedì in Piazza delle Monachette dal “Garofoli Coppari Quartet” in concerto con la graditissima ospite Emilia Zamuner. Martedì 26, alle ore 19,30, in Corso Matteotti, si uscirà dal solco classico delle sette note per godersi la sfilata con Majorettes fino a piazza della Repubblica dove, alle ore 21,30, è previsto un concerto a cura de “La Lombarda Anni ‘70”. Sempre nella piazza centrale, mercoledì 27 giugno alle 21.30, “Inside The Box” uno spettacolo di danza sotto la direzione artistica  di Mariella Strappa a cura di “Nuovo spazio studio danza A.S.D.”. La stessa associazione sportiva presenterà ancora danza il giorno successivo, 28 giugno con lo spettacolo “Sur le train du rève” diretto da Cinzia Scuppa.

Doppio appuntamento il 29 giugno; il primo, alle ore 22, è ai giardini pubblici dove lo chalet “lo sBARello” ha preparato “Jesi music festival” con musica Pop e Rok italiano, Electro, Post Punk. Nel centro storico, invece, con inizio alle ore 19,30, spettacolo di artisti di strada “Flumen – Nuovo circo in piena” a cura dell’Associazione “Teatro giovani Teatro Pirata”.

Concluderà la lunga carrellata musicale la Scuola Musicale G. B. Pergolesi che in Piazza della Repubblica eseguirà il “Concerto di fine anno” scolastico”.

sedullio brazzini

INFORMAZIONI COMMERCIALI / SAPORE DI MARE CON “SI FA” PROMOSSO DA AZIENDA AGRICOLA QUARESIMA E HAKUNA MATATA CAFÈ

JESI, 14 giugno 2018 – Al via, il prossimo 21 luglio, il secondo appuntamento  di “SI FA“, evento promosso da Hakuna Matata Cafè e Azienda Agricola Quaresima in collaborazione con i Traghettatori della Riviera.
Stavolta l’appuntamento è squisitamente estivo e di classe.
Incontro alle 18:15 al porto di Numana e aperitivo con bollicine.
Alle 18:50 si salpa per un giro intorno al Conero e bagno alle 2 Sorelle, un momento di relax e poi alle 20:30 cena a bordo con pesce rigorosamente fresco e dell’Adriatico.

I vini serviti poi sono tra i migliori del territorio. Serviti a bordo infatti  ci sarà il Diamante, verdicchio Doc dei Castelli di Jesi Classico Superiore – Selezione 2016, il Ver’DiBolle Spumante BRUT Metodo Martinotti e 3 cocktail il Ver’DiSpritz il Mojito Royal e l’ HugoSpritz.

Buona compagnia e musica dal vivo con Doctor Sax al secolo Stefano Catani.
Il rientro al porto  è previsto per le 22:30.
La prenotazione è obbligatoria esclusivamente scrivendo a  eventi@qdmnotizie.it entro e non oltre il 15 luglio.
Costo a persona 60 euro. Divertimento assicurato!

Lo scorso appuntamento di “SI FA” del 26 maggio presso l’azienda Agricola Quaresima ha visto la presenza di tantissime persone ed un grande successo.
In quell’occasione la musica, rigorosamente dal vivo era dei Chopas e Taborro che per tutta la sera hanno allietato i presenti suonando dalla terrazza al di sopra del porticato.

 

PREMIO VALLESINA / TUTTO PRONTO PER LA SERATA FINALE DEL 23 GIUGNO A SAN MARCELLO

SAN MARCELLO, 9 giugno 2018 – Nell’area dell’ex Convento di Montelatiero fervono i preparativi per ospitare la serata finale del “Premio Vallesina”, la manifestazione promossa per rendere un doveroso omaggio a quanti, originari di questa terra, hanno portato in alto il nome dl territorio.

Al di la dei riconoscimenti che sabato 23 giugno saranno consegnati a: Roberto Cecchini di Mergo, Lorenzo Giacani di Jesi, Mario Marchetti di San Marcello, Luca Cesaretti di Jesi, Suor Eleonora Maiori, anche lei di Jesi e all’Associazione Solidarietà in Vallesina, di Moie, la serata sarà anche occasione per trascorrere qualche ora in allegria, musica e divertimento. Tra quanti si adopereranno per rendere viva la serata segnaliamo: Susanna Amicucci che accompagnata dai musicisti Mimmo Scaricamazza, Roberto Fabietti, Davide Caprari e Marco Lorenzetti proporrà l’ascolto di brani resi famosi dall’inconfondibile voce di Mina. Da non perdere il finale dell’esibizione che proporrà la cantante anconetana in coppia con il giornalista Rai e presentatore, Paolo Notari.

Altro ospite: Piero Massimo Macchini, considerato il comico dei comici con quelle sue battute che gli hanno dato celebrità.

Non dimentichiamo, poi, Padre Gianfranco Priori, in arte “Frate Mago”, già ospite del Premio Vallesina; il religioso presenterà un suo spettacolo di magia in segna di riconoscenza per un contributo elargito per la ricostruzione del Santuario della Madonna dell’Ambro che il terremoto ha seriamente danneggiato.

Riconoscenza, solidarietà e divertimento in una serata di esaltazione per la gente della Vallesina.

s.b.

JESI / VENERDI’ 8 GIUGNO SAGGIO DI GINNASTICA ORGANIZZATO DALLA LIBERTAS

JESI, 29 maggio 2018 – A conclusione di un’altra stagione importante nelle varie discipline della Ginnastica artistica e Tae kwon do, oltre ovviamente alla pallavolo, la Libertas Jesi organizza il 38° saggio di ginnastica, dal tema ‘il re leone’, che si svolgerà venerdì 8 giugno al Palatriccoli di via Tabano.

Una serata oramai tradizionale che premia anche la caparbietà e la capacità del presidente del club jesino Italo Giuliani sempre pronto a nuove sfide e a gestire una realtà complessa che continua a dirigere in un momento particolare, soprattutto per la crisi economica che attanaglia le piccole società, della comunità locale.

CHIARAVALLE / TRA CORNAMUSE DANZE E RITI DRUIDICI LA SECONDA EDIZIONE DEL CELTIC FEAST

CHIARAVALLE, 28 maggio 2018 – Torna al Parco Primo Maggio l’appuntamento con le atmosfere e le sonorità celtiche: un ricco cartellone di concerti, spettacoli, eventi e rievocazioni.

Un pub in stile irish per assaporare i piatti e le birre della tradizione. L’atmosfera celtica, i riti, i suoni e i sapori che ad essa rimandano, saranno gli ingredienti principali del Chiaravalle Celtic Feast, in programma a Chiaravalle venerdì 1, sabato 2 e domenica 3 giugno. L’ambientazione è quella del Parco Primo Maggio, oasi naturalistica estesa su oltre 90mila metri quadrati che funge da cornice ideale per le suggestioni del festival.

L’evento, ideato dalla Pro Loco Chiaravallese, giunge alla seconda edizione. Se il battesimo del 2017 è servito agli organizzatori per rodare i meccanismi e farsi conoscere nell’ambiente, il programma di quest’anno dimostra che si sta cominciando a fare sul serio. A rivelarlo ad esempio è il cartellone musicale: ogni giornata del festival è contrassegnata dai live delle band più rappresentative del panorama tradizionale irlandese e folk rock. Sul palco del Primo Maggio suoneranno i The Clan arrivati direttamente dalla Francia. Gli appassionati di storia e rievocazioni potranno vivere una full immersion nella vita degli antichi popoli celtici, tra manufatti artistici, addestramenti al campo celtico e cene di guerra. Si potrà assistere anche ad una cerimonia druidica ricostruita grazie al supporto di studiosi e ricercatori. Chi vorrà approfondire potrà partecipare ai laboratori di danza folk, giocoleria o all’esclusivo workshop di Uilleann Pipes, antico strumento tradizionale irlandese della famiglia delle cornamuse.

Tra i momenti di approfondimento, da sottolineare anche il convegno storico “I barilotti dalle tombe celtiche delle Marche” a cura della dott. Nicoletta Frapiccini del Museo Archeologico di Ancona.

Grande spazio è ovviamente riservato ai sapori: durante la festa sarà in funzione un vero e proprio pub in perfetto stile irlandese, che dispenserà piatti e birre a tema. Un angolo della festa sarà invece riservato ai mercatini di artigiani e hobbisti. Il divertimento è assicurato per tutta la famiglia, bambini compresi, tra passeggiate a cavallo, esibizione di falconieri, truccabimbi, laboratori per l’infanzia e tanto altro ancora.

Tutte le info sul programma dei tre giorni sul sito www.chiaravallecelticfeast.it, dove si trovano anche le indicazioni per parcheggiare comodamente nelle vicinanze del parco, o per alloggiare in zona durante il festival. Per le informazioni si può contattare la Pro Loco al numero 3401614569. L’ingresso alla festa è gratuito.

Gianluca Fenucci

 

JESI / MAXISCHERMO A TEATRO PER IL DEBUTTO DI ROBERTO MANCINI SULLA PANCHINA AZZURRA

JESI, 26 maggio 2018 – Maxischermo a teatro Pergolesi ed ingresso gratuito per tutti fino ad esaurimento dei posti disponibili per salutare il debutto sulla panchina azzurra di Roberto Mancini.

Lo ha voluto l’Amministrazione comunale che intende così salutare il tecnico jesino all’inizio di una avventura che tutti si augurano ricca di successi, capace di ridare smalto e riaccendere l’entusiasmo attorno alla Nazionale Italiana.

L’appuntamento – simpaticamente denominato “Mancini: atto primo” – è per lunedì prossimo quando, a partire dalle ore 20, si apriranno le porte del teatro Pergolesi per consentire l’accesso del pubblico. Sarà presente alla serata anche Aldo Mancini, il papà di Roberto, che ha accolto con grande piacere questa decisione. La partita, Italia – Arabia Saudita, sarà trasmessa a partire dalle ore 20.45 su un ampio schermo montato sul palcoscenico in collaborazione con la Fondazione Pergolesi Spontini.

“Credo sia una bella iniziativa che Roberto Mancini meriti – ha sottolineato il sindaco Massimo Bacci – e che sono certo incontrerà il consenso dei cittadini. Al di là delle capacità tecniche, mi piace sottolineare di Roberto le belle qualità di una persona sempre legata a Jesi e disponibile ogni qualvolta ne capiti l’occasione. Aprire per lui il teatro è un piccolo omaggio che vogliamo fargli, insieme al più grande in bocca al lupo per il prestigioso incarico alla guida della Nazionale Italiana”.

 

JESI / PALIO DI SAN FLORIANO: UNA MAREA DI GENTE PER LE VIE DEL CENTRO STORICO

Ultime battute per l’appuntamento storico, in serata la consegna del Pallio al Comune vincitore dei giochi

 

 

JESI, 13 maggio 2018 – Minacciato dal maltempo, ma poi graziato della buona stella il Palio di San Floriano continua ad inanellare consensi testimoniati dalla massa di spettatori che anche ieri sera (12 maggio) hanno assistito ai tanti (forse anche troppi) spettacoli previsti dal programma.

Un po’ meno affollata è risultata la Cattedrale dove, poco dopo che la pioggerellina aveva smesso di creare allarme, i Sindaci dei Comuni coinvolti nel palio hanno assistito alla Santa Messa officiata dal Vescovo, Mons. Gerardo Rocconi. E mentre in chiesa si pregava, all’esterno fervevano i preparativi per il prosieguo della serata. Nella ex Chiesa di San Bernardo, nel cuore del centro storico, hanno eseguito il loro concerto la Corale “San Francesco” e la Corale di Santa Lucia. Entrambe si sono presentate al pubblico rigorosamente vestite con costumi storici risalenti al periodo medioevale e dintorni. Non sono mancate le varie sfilare di figuranti, alcuni dei quali provenienti anche da località dove si celebrano eventi di un tempo che fu; scene di vita medievale sono state realizzate in Piazza Baccio Pontelli, la dove, attorno alle ore 19, giovanissimi figuranti hanno consumato la ricca cena seduti in terra. Mentre questi mangiavano all’aperto, altre persone iniziavano a cenare nelle varie locande per poi esprimere un giudizio sulla qualità del cibo loro servito.

I vari punti di ristoro hanno proposto la degustazione di specialità scelte nel menù storico; un primo piatto che ha partecipato ad un concorso vinto dalla Locanda Coda di Gallo, situata in Piazza Federico II e già vincitrice dell’edizione 2017.

Delle varie attrazioni presenti in differenti zone centrali della città hanno suscitato un particolare interesse i gruppi jesini che in Piazza della Repubblica hanno offerto un spettacolo di fuochi affascinante molto gradito dalle migliaia di presenti che alla fine hanno tributato ai “ragazzi” un meritatissimo applauso.

Analogo trattamento anche per i diversi artisti di strada che nelle piazze e nei vicoli del centro cittadino hanno offerto diversi spettacoli sia con la presenza di attori, come pure di trampolieri, mangiafuoco e giocolieri.

“Oggi – ci dicono gli organizzatori – sapremo chi ha vinto tra i quartieri ed il Palio dei Comuni che aspetta ancora la corsa della campana che si svolgerà alle ore 18,30 in piazza Federico II”.

Per questo pomeriggio si attende lo svolgimento del lungo corteo storico al quale parteciperanno, oltre ai figuranti jesini, anche rappresentanti di altre città che già ieri si sono fatti apprezzare.

La chiusura, come ormai è tradizione, vivrà su tre momenti particolarmente coinvolgenti: la consegna del Pallio dei quartieri, che riguarda la collettività jesina, la consegna del Pallio di San Floriano al Comune vincitore della XXIII edizione e lo spettacolo pirotecnico che si preannuncia grandioso e spettacolare.

Sedulio Brazzini

© RIPRODUZIONE RISERVATA

JESI / PALIO: L’ARALDO HA ANNUNCIATO L’INIZIO DELLA XXXIII EDIZIONE, FIGURANTI ANCHE DA WAIBLINGEN

JESI, 11 maggio 2018 – La passione per il Palio di San Floriano contagia anche Waiblingen; dalla città gemellata con Jesi un gruppo di figuranti sfileranno nelle prossime serate.

l’Araldo annuncia l’inizio del Palio

Ieri, giovedì 10 maggio, dopo alcuni giorni durante i quali l’unico evento legato alla manifestazione è stata la mostra fotografica nella galleria del Palazzo dei Convegni, il Palio è ripreso con alcune iniziative quali il convegno storico “Chiese scomparse e luoghi dimenticati nel Medioevo con Maria Cristina Zannotti, Giancarlo Maria Goffi e Gianni Barchi.

Lungo le vie del centro storico, a partire dalle 18,30, sono cominciati ad apparire i figuranti in costume che hanno accompagnato l’Araldo che annunciava l’inizio della XXIII edizione del Palio.

Il programma di oggi è molto più corposo e impegnativo, con tante iniziative disseminate nella vie del centro storico e non solo. In Piazza Indipendenza sarà attivo dalle 16 alle 24 il mercatino medievale; nello stesso orario al Parco del Vallato raduno medievale dei camper a cura del Camper Club Vallesina Plein Air. Alle ore 17,30, con partenza da piazza Baccio Pontelli, un corteo dei Quartieri raggiungerà la Cattedrale dove sarà impartita la benedizione dei Gonfaloni. Nel corso del pomeriggio e fino a mezzanotte sbandieratori, figuranti, giocolieri e musicanti animeranno le strade del centro cittadino dove, nel frattempo, avranno aperto le porte le varie taverne. Alle 18,45, in piazza delle Monachette, si svolgerà la cerimonia di riconsegna del Pallio dei quartieri al Podestà. Dopo la pausa per la cena le attività ludico/spettacolari riprenderanno con la convocazione del folto gruppo di animatori delle sfilate che poi si esibiranno nel giardini Sacco e Vanzetti (ex Carcerette). Le gare per l’aggiudicazione del Palio dei quartieri inizieranno alle 21,15 in Piazza delle Monachette dove si disputerà la gara tra gli arcieri valida per l’assegnazione di punti. In piazza Federico II, con inizio alle 21,45, torneo di spada e lancia a cura degli armati del Palio mentre nelle vicine Carcerette si potrà assistere alla rappresentazione scenica liberamente tratta dai “Racconti di Canterbury” a cura del gruppo figuranti dell’Ente Palio San Floriano in collaborazione con Luigi Ramini.

Come si può vedere c’e n’è per tutti i gusti e questo in una zona della città messa in sicurezza grazie agli accorgimenti imposti dalle autorità.

sedulio brazzini

 

JESI / PALIO: CHIUSURA DELLE TAVERNE ALLE 24, BAR E LOCALI ALLE 3 DEL MATTINO

JESI, 9 maggio 2018 – Arriva l’ordinanza comunale dedicata alle località commerciali per il regolare svolgimento del Palio di San Floriano 11, 12 ,13 e 14 maggio prossimi.
Interessante tutte le attività di via Garibaldi, Costa del Montirozzo, via N.Sauro, via Mura occidentali , via Pastrengo, via S.Martino, via XV settembre , via Mazzini, via Rosselli e via del Torrione.

Sarà vietato introdurre all’interno del perimetro di svolgimento della manifestazione bottiglie o contenitori  di vetro e alluminio da parte di chiunque partecipi.

Divieto assoluto  dopo le 22 di somministrazione e vendita   anche da asporto di bevande di qualsiasi natura ed alimenti in contenitori di vetro e alluminio.

Per i locali sarà possibile la vendita di bevande in bicchieri di plastica e le bottiglie di plastica vendute dovranno essere sprovviste di tappo per evitare atti di vandalismo o lesioni.

Chiusura delle taverne del Palio alle 24 mentre i locali potranno chiudere alle 3. Vietata ogni diffusione sonora da parte dei locali dopo la mezzanotte.

È consentita la collocazione di Erogatori di bevande in rispetto delle leggi, al di fuori dei locali ma le bevande saranno versate in contenitori di plastica o carta.

Ricordiamo i 7 i punti di ingresso presidiati per raggiungere il centro, Porta Bersaglieri, Porta Garibaldi, Via Cavour, via del Fortino, via Mazzini incrocio con via delle Conce e piazza Baccio Pontelli.

Vietato l’uso di bottiglie in vetro quindi, lattine di metallo e bottiglie di plastica servite rigorosamente senza tappo per evitare che, riempite, possano diventare oggetti da lanciare.

“Tutti provvedimenti che aiuteranno a prevenire atti  spiacevoli  e che faranno del palio un ambiente sicuro” così sottolinea il Capitano della Polizia Municipale Filippo Peroni.

c.ade.