Tag Archivi: eventi

JESI / SPETTACOLO SHOW E BENEFICENZA: 10000 EURO AD ARQUATA DEL TRONTO

JESI, 18 dicembre 2017 – Migliaia di persone hanno partecipato all’evento “Risate e Comicità” tenutosi sabato 16 dicembre al Palatriccoli di Jesi, una serata in compagnia dei comici di Zelig, Colorado , Made in sud e con la musica della band “The Marciavant’s”.

Coltorti, Bacci, Russo, Gentilucci

Lara Gentilucci

Tre ore ininterrotte di spettacolo e show condotto dalla presentatrice marchigiana Lara Gentilucci che per l’occasione ha anche recitato uno schetch con il cabarettista Leonardo Manera regalando risate a tutto il pubblico.

L’evento organizzato da Eventi Live con la direzione artistica di Nevio Russo e con il patrocinio del Comune di Jesi ha raggiunto lo scopo prefissato, quello di donare 10.000,00 euro al comune di Arquata colpita recentemente dal sisma.

L’assegno ufficiale è stato consegnato dal direttore artistico Nevio Russo al sindaco di Jesi Massimo Bacci, sono intervenuti al momento istituzionale l’assessore dello sport Ugo Coltorti, i rappresentanti del Rotary club Jesi, il presidente Egiziano Iencinella, i titolari del main sponsor New Edil Costruzioni di Monteroberto.

Una serata di risate e solidarietà che ha visto alternarsi sul palco Alberto Farina, Leonardo Manera, Enzo Salvi, Baz, I Panpers, i Senso D’Oppio e Carmine Faraco , tanti gli applausi e in tanti si sono trattenuti per foto e autografi con i loro beniamini.

L’evento destinato a ripetersi nel 2018, come annunciato dal direttore artistico al termine della serata ha coinvolto il pubblico con successo e con l’entusiasmo per il suo scopo solidale raggiunto.

CHIARAVALLE / COMMERCIANTI UNITI PER ILLUMINARE LA CITTA’: L’OPERA DELL’ARTISTA ANIMALI

CHIARAVALLE, 16 dicembre 2017 –  Dai primi giorni di dicembre sono state accese le luminarie nelle principali vie cittadine grazie alla collaborazione ed all’unione della gran parte dei commercianti di Chiaravalle.

Circa centotrenta negozianti e professionisti hanno partecipato all’illuminazione della cittadina ed alcuni di  loro si sono adoperati per riunire tutti e per far sì che nel periodo festivo Chiaravalle fosse piacevole da percorrere per chi vuol fare una passeggiata e appetibile anche ai visitatori che sono potenziali clienti. “La città è illuminata già da una quindicina di giorni – dicono Andrea Anselmi, Lorenzo Sartini e Roberta Mengarelli, i tre esercenti che si sono preoccupati di ritirare le quote e di riunire il resto dei negozianti – in anticipo rispetto al passato. Siamo soddisfatti di aver reso un servizio alla città ed ai chiaravallesi illuminando le strade del centro storico in modo che anche a Chiaravalle sia piacevole per clienti e cittadini passeggiare le vie”.

Per l’occasione il noto artista locale Maurizio Animali dell’associazione Arte X Arte ha realizzato un’opera che sintetizza le caratteristiche principali della città.

Animali, artista sempre sensibile ed attento, ha illustrato in un quadro le peculiarità della città: la splendida abbazia cistercense di Santa Maria in Castagnola del XII° secolo, l’attigua “casa rosa” che ospita i locali parrocchiali e la Torre Rosa, formata da 10 cubi di legno di dimensioni diverse, adatti perché vengano impilati l’uno sull’altro dal più grande al più piccolo, caratteristica del metodo ideato dalla pedagogista Maria Montessori, nota in tutto il mondo, nata a Chiaravalle nel 1870.

Le due realtà più significative di Chiaravalle, l’abbazia di S.Maria in Castagnola e Maria Montessori, nell’opera di Maurizio Animali, sono accolte delicatamente da una foglia di tabacco, simbolo della Manifattura Tabacchi, fabbrica storica che ha ben 260 anni e che ha donato sviluppo e prosperità alla città ed al territorio, anche a livello culturale e sociale, non solo economico.

Un’azienda che non sta vivendo periodi di serenità ma che è profondamente incastonata nella storia locale e nel cuore dei chiaravallesi. Sperando che il Natale sia felice anche per i lavoratori della Manifattura.

MAIOLATI / SI APRE LA STAGIONE DI PROSA CON “IL SECONDO FIGLIO DI DIO”

MAIOLATI, 15 dicembre 2017 – Si apre la Stagione Teatrale al Teatro “Gaspare Spontini”, promossa dalla Fondazione Pergolesi Spontini con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Maiolati Spontini.

Ad inaugurare il cartellone sarà, questa sera (15 dicembre) alle ore 21, Simone Cristicchi in Il secondo figlio di Dio scritto da Manfredi Rutelli e Simone Cristicchi, per la regia di Antonio Calenda; la produzione è di CTB Centro Teatrale Bresciano e Promo Music.

In cima a una montagna, davanti a una folla adorante di 4 mila persone, un uomo si proclama reincarnazione di Gesù Cristo. È il luglio del 1878. L’inizio di una rivoluzione possibile, che avrebbe potuto cambiare il corso della Storia.

Dopo il grande successo di Magazzino 18 (200 repliche e decine di migliaia di spettatori), Simone Cristicchi torna a stupire il pubblico con una storia poco frequentata, ma di grande fascino. Il nuovo spettacolo teatrale è ispirato alla vicenda incredibile, ma realmente accaduta, di David Lazzaretti, detto il “Cristo dell’Amiata”. Ne Il secondo figlio di Dio, si racconta la grande avventura di un mistico, l’utopia di un visionario di fine ottocento, capace di unire fede e comunità, religione e giustizia sociale. Tra canzoni inedite e recitazione, il narratore protagonista ricostruisce la parabola di Lazzaretti, da barrocciaio a profeta, personaggio discusso, citato e studiato da Gramsci, Tolstoj, Pascoli, Lombroso e Padre Balducci; il suo sogno rivoluzionario per i tempi, culminato nella realizzazione della “Società delle Famiglie Cristiane”: una società più giusta, fondata sull’istruzione, la solidarietà e l’uguaglianza, in un proto-socialismo ispirato alle primitive comunità cristiane.

Il cant’attore Cristicchi racconta l’ ultimo ereticoLazzaretti, e quel piccolo lembo di Toscana (Arcidosso e il Monte Amiata) che diventa lo scenario di una storia che mai uguale fu agitata sulla faccia della terra, ponendoci una domanda più grande, universale, che riguarda ognuno di noi: la “divinità” è un’umanità all’ennesima potenza? Con l’ausilio di video-proiezioni e di una scenografia in continua mutazione, quella terra così aspra e bella, quella “terra matrigna e madre” diventa la co-protagonista, nel racconto della straordinaria vicenda di David Lazzaretti, il secondo figlio di Dio. Una storia che se non te la raccontano, non la sai. La storia di un’idea. La storia di un sogno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

JESI / MANIFESTAZIONI: MODIFICA ALLA CIRCOLAZIONE STRADALE IN VIA CICCOLI E PIAZZALE SAN SAVINO

JESI, 14 dicembre 2017 – L’arrivo di “Supercar tedesche di ieri e di oggi”, promosso dalla presidenza della Pro Loco, comporterà la chiusura al traffico di via Ciccoli, all’altezza dell’ingresso a Piazza dei Divertimenti, nella zona Zipa.

La manifestazione, di breve durata,  si prevede con inizio alle ore 18,30 di sabato 16 dicembre terminerà alle 20,30.

In questo arco di tempo è istituto il divieto di transito e sosta  per tutti i veicoli che non nulla a che fare con la manifestazione; da parte degli organizzatori dovrà essere assicurata tutta la segnaletica del caso, ad evitare incidenti.

Di durata più lunga, invece, la modifica alla circolazione in Piazzale San Savino nella giornata di domenica, 17 dicembre; qui il divieto di transito e di sosta si protrarrà dalle ore 10 alle ore 16,00.

In questo arco di tempo si svolgerà la manifestazione indetta dal Comune di Jesi dal titolo: “JESIRIUSA Dicembre 2017 Soffitte e Cantine in Piazza”, una iniziativa della quale molti approfittano per disfarsi di cose ritenute inutili ed altri per trovare qualche curiosità da portare a casa.

s.b.

JESI / “RISATE &COMICITA'”, OCCASIONE PER RIDERE A FAVORE DELLA SOLIDARIETA’

JESI, 14 dicembre 2017 –  Il direttore artistico Nevio  Russo, la sua collaboratrice, Maddalena Penna e colei che presenterà la manifestazione, Lara Gentilucci, hanno illustrato lo spettacolo programmato per la sera (inizio ore 21,30) al Palatriccoli.

Si tratta, come si intuisce dal titolo, di uno spettacolo divertente che vedrà protagonisti personaggi resi famosi per la loro comicità nei numerosi spettacolo diffusi dalle televisioni.

Ci saranno protagonisti di “Colorado”, “Made in Sud”, Zelig. Dai manifesti e dalle locandine si possono vedere quelli che per tutta la serata ce la metteranno tutta per strappare un sorriso ed un applauso; l’apertura della serata è stata affidata al gruppo “The Marciavant’s”, una formazione sui generis composta da alcuni titolari e dipendenti della tante aziende che sponsorizzano la serata. Sono, queste, le imprese sub-appaltatrici che lavorano nella zona di Fabriano, impegnati nel maxi lotto che sta realizzando Astaldi SpA, oltre alla New Edil costruzioni di Monteroberto ed alla collaborazione di Valvolare. La manifestazione, così come al suo debutto a Fabriano, offrirà agli organizzatori l’occasione per raccogliere fondi a favore dei bambini delle zone terremotate.

La serata  è stata presentata alla stampa. L’incontro con gli organi d’informazione  voluto dal responsabile di “Eventi Live srl” per presentare l’iniziativa di solidarietà “Risate & Comicità” non era proprio cominciato bene , il Direttore artistico dell’evento ed ex cantautore, Russo, non ha risparmiato critiche per quella che ha giudicato assenza del Sindaco; c’è voluta la forza persuasiva dell’assessore Ugo Coltorti per far comprendere le ragioni di tale assenza.

Ma ritorniamo ai protagonisti, a coloro, cioè, chiamati per “distribuire” momenti di sana allegria; cominciamo con Leonardo Manera, proveniente dal programma “Paperissima, oltre a “Quelli che il calcio” e storico protagonista comico di Zelig. C’è poi Alberto Farina, comico romano vincitore, nel 2012, di “Bravo e Grazie”. Proseguendo abbiamo “I Pampers”, un duo comico composto da Andrea Pisani e Luca Peracino, cabarettisti e cantanti impegnati in tante trasmissioni televisive. Altro protagonista della serata sarà Baz, dal 2007 al 2014 impegnato nel cast di Colorado con i personaggi di “superBAZ” e “Gianni Cyano”. Quinto personaggio alla ribalta l’attore comico Enzo Salvi, protagonista, tra gli altri eventi, dei cinepanettoni con Massimo Boldi, Christian De Sica, Megane Gale e Micaela Ramazzotti. La locandina in distribuzione reca anche il volto di Gialuca Impastato, ma l’interprete di “Chicco d’Oliva” e “Mariello Pappalardo” nella serie Colorado è stato sostituito all’ultimo momento dal duo “I Senso Doppio”, al secolo Franco (il lungo) e Pietro (il basso) anche loro protagonisti di Zelig. L’ultimo protagonista di “Risate & Comicità”, ma solo nell’elenco, sarà Carmine Faraco, cabarettista, cantante e attore che dal 2007, dopo altre valide esperienze, entra a far parte del cast di comici di “Colorado Café”.

Insomma, occasioni per ridere non mancano e, al tempo stesso, lo spettacolo fornisce l’occasione per stare vicini a quanti, da molti mesi, stanno vivendo un’esistenza diversa da quella che avrebbero voluto vivere; parte del ricavato, come detto, sarà destinato alla solidarietà. Il biglietto d’ingresso costerà €. 15,00 per coloro che sceglieranno il parterre del Palatriccoli, 10 euro per la gradinata mentre i bambini sotto i 12 anni entreranno gratis.

JESI / STIMA E GRATITUDINE PER LA DOTTORESSA MANCIA, E’ STATA PUNTO DI RIFERIMENTO PER FAMIGLIE CON FIGLI DISABILI

JESI, 14 dicembre 2017 – Dopo tanti anni di servizio competente ed appassionato da qualche giorno la dottoressa Maria Gisella Mancia  è andata in pensione lasciando dopo tanti anni il suo posto di dirigente pedagogista presso l’Unità Multidisciplinare per l’Età Evolutiva (UMEE) – Asl di Jesi.

È stata per tanti anni riferimento di tante famiglie con figli disabili e di tanti insegnanti di sostegno ed educatori.

Con passione e competenza ha sempre dispensato consigli ed individuato percorsi educativi-didattici appropriati per l’inclusione di questi piccoli e giovani soggetti per alcuni definiti disabili, ma per la dott. Mancia e per tanti: soggetti speciali.

“Io e la mia famiglia – ci dice un genitore – ne portiamo un bel ricordo, in tante situazioni entrava tra di noi come una di casa, con tatto e discrezione ma con tanta sensibilità e con tanto amore”.

La gratitudine di tutti verso una professionista è palese, come la stima e la gratitudine.

e.s.

JESI / PARTITO DEMOCRATICO: LA NON POLITICA NEL SETTORE CULTURALE DELLA NOSTRA CITTA’

JESI, 14 dicembre 2017 – Il partito democratico di Jesi critica la programmazione degli eventi da parte del Comune per le prossime festività natalizie.

Stefano Bornigia

Lo fa con una lettere del segretario cittadino Stefano Bornigia il quale sostiene che “A Natale “minor sfavillio”, asserisce l’assessore Butini. E subito chiara appare la “non politica” nel settore culturale della nostra città.

Investire in Cultura – continua Bornigia – fà bene non solo alle menti, ma è altrettanto evidente che essa può rappresentare il volano per far crescere l’economia di una comunità.

Molto scarno quindi, il programma “civico” di Jesi per le festività di Natale. Viene riproposta la consueta formula di questi ultimi anni, priva di eventi nuovi che facciano da traino ad un calendario che una città come Jesi meriterebbe di avere e apprezzato sia dai cittadini che dai commercianti. Un natale “senza sfavillìo”, diciamo noi, soprattutto se paragonato a quanto altre città hanno saputo organizzare attorno a questa ricorrenza.

Che se organizzata per tempo, ben può prestarsi a conciliare la sobrietà con lo spirito di iniziativa economica. Il comune dà il patrocinio ad eventi di iniziativa privata. Tutti elementi che compongono una visione d’insieme in ambito culturale di cui, anche in occasione delle festività natalizie, questa amministrazione non pare dotata. “Minor sfavillio “…..se non lo concediamo neanche a Natale, che festa è.. Jesi merita di più”.

FABRIANO / L’ALBERO ACCENDE LA FESTA, DA DOMANI IL VILLAGGIO DI BABBO NATALE

FABRIANO, 7 dicembre 2017 – Con l’accensione ufficiale del grande albero in piazza del Comune, il mese di eventi organizzati per festeggiare il Natale scatta ufficialmente.

Albero artifciale, con anima metallica e delle grandi sfere luminose ad illuminare una piazza poi abbracciata anche dalle proiezioni sulle facciata palazzo del Podestà.

Ad accompagnare l’accensione anche la banda di Fabriano, arrivata in piazza sulle note di “Pelago” (“inno” non ufficiale della città), guidata da un Maestro d’eccezione: un Babbo Natale “armato” di trombone.

Da domani (ore 10) taglio del nastro anche per il villaggio di Babbo Natale, che occuperà piazza Garibaldi con 30 casette di legno. Due aree ben distinte: una dedicata al food (10 casette con produttori a km 0) ed una più grande con 20 strutture pensate per ospitare l’artigianato artistico, ed in mezzo la pista di pattinaggio sul ghiaccio ecologica. Pista che proprio nelle scorse ore è stata posizionata al centro del villaggio.

 

 

JESI / AL MUSEO DIOCESANO “SEMI DI LUCE! ALLA SCOPERTA DI SANTA LUCIA”

JESI, 6 dicembre 2017 – Avvicinandosi il Natale, il Museo Diocesano di Piazza Federico II rimarrà aperto nel pomeriggio di domenica, 10 dicembre (orario 17,00 – 20,00), per ospitare i bambini e i loro genitori, invitandoli a partecipare all’iniziativa “Semi di Luce! Alla scoperta di Santa Lucia” che, secondo un detto popolare sarebbe “il giorno più corto che ci sia.

I bambini, di età compresa tra i 6 e gli 11 anni, parteciperanno ad una divertente caccia al tesoro all’interno del Museo alla ricerca di quei “Semi di Luce” che danno il titolo al gioco.

Una volta che i concorrenti avranno raccolto questi Semi, aiutati dal personale del Museo potranno costruire uno speciale calendario dell’avvento.

Gli appuntamenti al Museo Diocesano, però, non si fermano al momento dedicato ai bambini, ma proseguono con iniziative rivolte agli adulti. Questi sono invitati il 13 dicembre, nel giorno in cui la Chiesa ricorda Santa Lucia, per effettuare una visita guidata a tema, alla scoperta della Santa della Luce.

Entrambe le iniziative si svolgeranno in collaborazione con la Confraternita di Santa Lucia di Jesi.

Con riferimento al detto popolare informiamo quei pochissimi lettori che non lo sanno che il giorno più corto dell’anno, in questo 2017, sarà il 21 dicembre, quando, alle ore 16,28 entrerà ufficialmente l’inverno.

s.b.

JESI / CNA: ARTIGIANATO ARTISTICO REGIONALE A PALAZZO BISACCIONI CON IL ‘RUMORE DELL’ARTE’

JESI, 6 dicembre 2017 – Avete mai pensato di ascoltare il rumore dell’arte? L’arte non è silenziosa, quella prodotta dall’artigiano nel suo ambiente è una colonna sonora composta da movimenti delle mani, strumenti utilizzati, tecnologie sperimentali, suono della voce, del vivere un mestiere.

Da giovedì 7 dicembre Cna Artigianato Artistico porta “Il Rumore dell’Arte” – così si chiama l’evento – a Jesi, Palazzo Bisaccioni  dove alle ore 17 si inaugura una esposizione/mercato.

Si tratta di un progetto di promozione e commercializzazione delle eccellenze dell’artigianato artistico regionale a cui Cna Ancona ha dato vita con il supporto logistico della Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi.

L’esposizione/mercato è aperta tutti i giorni, dalle ore 15:30 alle ore 19:30, dal 7 fino al 22 dicembre, con ingresso gratuito.

Per l’occasione, 20 artigiani, coordinati dalla Cna, hanno dato vita ad una rete di imprese, costituita da: orafi, argentieri (ed altri materiali preziosi), liutai e fisarmonicisti, ceramisti, vetrai artistici, battitori del ferro, cartai (a mano), stampatori a ruggine, cappellai, sarti (su misura), restauratori tessili.

Sono queste le figure protagoniste dell’esposizione e del video che viene proiettato ad ogni apertura dell’evento, in una sala apposita.

“L’artigianato artistico – spiega Elisabetta Grilli, responsabile Cna Artistico e Tradizionale Ancona – insieme all’enogastronomia, al paesaggio e all’architettura monumentale del nostro territorio, sono l’emblema della ricca pluralità dell’eccellenza della nostra regione, fattore economico e culturale su cui pensare un’economia che va oltre le produzioni più classiche espresse dai nostri distretti. Per tale motivo gli abbiamo dedicato questa grande iniziativa, che si rivolge a tutti i cittadini ma che è centrata in particolare sul flusso degli acquisti natalizi, al fine di promuoverci e farci conoscere”.

“Il rumore dell’arte”, insomma, mette al centro la figura dell’artigiano contemporaneo, non come specie in via d’estinzione, ma come spinta propulsiva di ogni società.