Tag Archivi: fabriano

FABRIANO / LA “PIUMA” DI BLU YOSHIMI E LUIGI FEDELE E LA “GIULIA” DI EDOARDO LEO, CONCLUSO IL FESTIVAL DEL CINEMA DI PRECICCHIE

FABRIANO, 16 ottobre 2017 – Il premio cinematografico e televisivo di Precicchie saluta i suoi appassionati dando appuntamento al 2018, non prima di aver celebrato Edoardo Leo, Blu Yoshimi e Luigi Fedele. Bagno di folla sabato l’attore romano, che negli ultimi anni ha saputo incontrare il favore del pubblico e della critica.

Un ritorno dopo tanto tempo quello di sabato 14 ottobre, un ritorno all’interno di un castello senza più un posto a sedere. Una storia partita da un curriculum “fantasioso” (per così dire) ed arrivata a pochi passi dal 2018 con ancora tanti progetti da sviluppare.“È passato davvero tanto tempo, quasi non ricordo più come è andata quella volta. Nel 2003 venni premiato come volto emergente per la mia partecipazione alla fiction Un Medico In Famiglia, e poi dai lì la svolta. I film, e l’assenza dal piccolo schermo da circa 6 anni. Ma mai dire mai, se si dovesse presentare una bella occasione non me la farei di certo scappare”. Un tuffo nel passato per Leo che osserva: “Faccio questo lavoro da 22 anni e per il cinema con maggiore intensità negli ultimi 6 o 7. Se in quello che ho girato in questo periodo c’è qualcosa che valga per una retrospettiva non può che farmi un piacere immenso. Mi riempie di orgoglio”.

Ma il giorno prima, venerdì, una “Piuma” si era poggiata tra i presenti all’interno castello di Precicchie, raccontando la storia di due neo diciottenni in attesa di una bambina, Piuma, appunto. Luigi Fedele e Blu Yoshimi, protagonisti del film di Roan Johnson sono stati gli ospiti “giovani” del venerdì 13 ottobre. Una storia d’amore tra due giovani che diventa matura per l’arrivo di una nuova vita e che vince le “immaturità” delle rispettive famiglie. “Io sono arrivato alla fine del casting e per caso – ha svelato Luigi Fedele, il “Ferro” della pellicola – sono stato scritturato in pochissimo tempo dopo aver convinto il regista al termine di una scena di prova con Blu. È stato subito evidente per tutti che eravamo perfetti per quelle parti”. Parte ottenuta con un pochino più di “attesa” per Blu Yoshimi, che è rimasta sulla corda per alcuni mesi. 7 per la precisione. “Non sapevo più cosa aspettarmi – spiega la giovanissima attrice – avevo tante speranze ma al tempo stesso non ci credo più di tanto. Ma alla fine quando è arrivato Luigi tutto è andato per il verso giusto e siamo diventati ufficialmente Ferro e Cate. E poi sono contentissima che questo film dopo il festival di Venezia sia stato tanto apprezzato nelle scuole e nei tanti festival sparsi per l’Italia”.

Ma il premio del piccolo castello non è certo terminato ieri con il tributo all’attore e regista romano Edoardo Leo, perché domenica è andata in scena una tavola rotonda che ha sviluppato temi della cultura, turismo e cinema. Poco prima anche due percorsi alla scoperta del territorio tra natura e cultura. Spazio anche all’enogastronomia, con punti di ristoro dedicati ai produttori locali.

FABRIANO / VERTENZA TECNOWIND, INCONTRO SLITTA A MERCOLEDÌ. LA FIOM CHIEDE IL CONTRIBUTO DI TUTTI

FABRIANO, 16 ottobre 2017 – Slitta di un giorno il nuovo incontro al Mise. La comunicazione è arrivata nella tarda mattinata di oggi. Resta alto, altissimo l’allarme per una situazione estremamente complessa e prossima al termine degli ammortizzatori sociali per i lavoratori.

 Il funzionario della FIOM Pierpaolo Pullini – responsabile del territorio di Fabriano –  congiuntamente con il Segretario Generale  di Ancona Tiziano Beldomenico, hanno spiegato così in una nota congiunta.  

L’imminente fine degli ammortizzatori sociali costituisce un’ulteriore aggravante che pesa sulla gestione della difficilissima vertenza che riguarda l’azienda Tecnowind. E’ indispensabile che al prossimo incontro, convocato per il giorno 18 ottobre presso il MISE, l’Azienda dica chiaramente quelle che sono le ipotesi di vendita che sono in campo, e indispensabile che vengano verificate dalle Istituzioni che saranno presenti e bisognerà trovare tutti gli strumenti possibili affinché i dipendenti non vengano lasciati soli”.

Così concludono: “La crisi della Tecnowind è attualmente una delle più pesanti del territorio fabrianese già duramente colpito in questi anni: le lavoratrici ed i lavoratori hanno già pagato pesantemente e solo grazie ai loro sacrifici e al loro impegno l’azienda e ancora viva e produttiva. Adesso e necessario che Management ed Istituzioni facciano la propria parte per salvare i posti di lavoro e garantire futuro alla Tecnowind”.

 

FABRIANO / GIANCARLI (PD): “C’È MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER TECNOWIND, NECESSARIA PROROGA AMMORTIZZATORI SOCIALI PER COMPLETARE TRATTATIVA”

FABRIANO, 16 ottobre 2017 –  Proroga degli ammortizzatori sociali per i lavoratori Tecnowind per facilitare la chiusura della trattativa di acquisizione dell’azienda fabrianese. È quanto chiesto in un’interrogazione urgente a risposta immediata che arriverà in aula domani (17 ottobre) su iniziativa del consigliere regionale Enzo Giancarli.

I contratti di solidarietà per la realtà produttiva scadranno il prossimo 17 dicembre, ma nell’ultima riunione del tavolo istituzionale tenutasi al Mise la settimana scorsa è emersa una manifestazione di interesse imprenditoriale ad acquisire lo stabilimento fabrianeseafferma il consigliere –. Per domani, 17 ottobre, è previsto un nuovo incontro. Il che sembra dimostrare la volontà di giungere in tempi brevi ad una soluzione”.

“Per questo continua Giancarliritengo importante che possa essere concessa da parte del competente ministero la proroga degli ammortizzatori sociali: per favorire la conclusione della trattativa, senza interrompere l’operatività dell’industria, che nonostante la gravissima crisi che sta attraversando, è attiva, produce, grazie al concordato in continuità aziendale, dando lavoro a 260 persone più altrettante dell’indotto. Ma Tecnowind ha bisogno di un acquirente per guardare al futuro”.

“Ci sono le premesse perché possa trovarsi una nuova proprietà aggiunge ancora Giancarli –, per questo chiedo al presidente ed alla giunta regionale se siano state intraprese verso il ministero tutte le iniziative utili e necessarie per concedere ai lavoratori dell’azienda di Fabriano la proroga degli ammortizzatori sociali”.

LETTERE&OPINIONI / IL SINDACO SANTARELLI “COMMISSIONE STRAORDINARIA A FABRIANO ED INSERIMENTO IN AREA DI CRISI COMPLESSA. REGIONE DIMOSTRI DI NON VOLER ISOLARE IL TERRITORIO”

FABRIANO, 16 ottobre 2017Come molti ricorderanno nel mese di febbraio il Movimento 5 Stelle protocollò una richiesta per far riunire la commissione lavoro della regione in seduta straordinaria a Fabriano per poter affrontare insieme ai cittadini, alle sigle sindacali, alle associazioni di categoria e agli imprenditori,  la difficile situazione occupazionale del nostro comprensorio. Non avendo mai ricevuto alcuna risposta a tale richiesta approfittammo della presenza dell’Assessore Bora a Fabriano in occasione della presentazione dell’ITI, nel mese di aprile, per consegnargliela a mano. Anche in questo caso però non abbiamo mai ricevuto alcun riscontro.

Sono passati diversi mesi , nel frattempo è scaduta la mobilità per centinaia di ex lavoratori Ardo e la situazione della tenuta del comparto industriale segna il passo con ulteriori segnali preoccupanti, che potrebbero andare a peggiorare una situazione già insostenibile, caratterizzata da una disoccupazione che è stata registrata al 23%. Alla crisi del bianco si sta sommando quella del settore delle cappe, e non solo sul lato della vertenza Tecnowind per la quale si paventa la messa in mobilità per 140 dei 252 lavoratori attualmente sotto contratto, e quello della carta con la diminuzione delle commesse, da poco annunciate, per le locali Cartiere del gruppo Fedrigoni.

A questo si sommano le minacce che incombono sui locali uffici della Camera di Commercio di Ancona che stanno funzionando a singhiozzo e per il futuro dei quali ci sarà un appuntamento importante il 18 ottobre, la sospensione dell’accreditamento per il centro per l’impiego che non potrà più organizzare corsi di formazione a causa di una decisione formalizzata con delibera di giunta regionale a fine agosto e non ultimo il fallimento ormai concretizzato dell’accordo di programma che a fronte di un impegno di diverse decine di milioni non porterà a una ripresa del livello occupazionale sensibile come ci si aspettava.

Per questo motivo durante il prossimo consiglio comunale, in sede di comunicazioni, annuncerò la volontà di presentare un ordine del giorno, che chiederò di sottoscrivere a tutti i consiglieri, per rinnovare la richiesta di indire a Fabriano una seduta straordinaria della seconda commissione regionale. Il documento sarà sottoposto anche alle sigle sindacali e alle associazioni di categoria per un eventuale loro sottoscrizione.  L’obiettivo della commissione sarà quello di analizzare la situazione, capire quali politiche la regione abbia intenzione di mettere in atto per il territorio e valutare la possibilità di chiedere con forza e in maniera unitaria l’inserimento di Fabriano nell’area di crisi complessa. Non c’è più tempo da perdere e la regione deve dimostrare di non voler isolare il nostro territorio come invece alcuni segnali che arrivano da Palazzo Raffaello fanno pensare. Nel caso in cui questo segnale non dovesse arrivare ci riterremmo liberi di intraprendere qualsiasi altro tipo di percorso, senza tralasciare alcuna ipotesi.

 

Gabriele Santarelli – Sindaco di Fabriano

FABRIANO / LO SPORT FA FESTA, VALENTINA VEZZALI AL FITNESS WEEKEND

FABRIANO, 15 ottobre 2017 – Sport protagonista del fine settimana fabrianese: sabato e domenica all’interno del centro commerciale “Il Gentile” è andata in scena la settima edizione del Fitness Weekend.

Tante le discipline presenti: calcio, rugby, taekwondo, kung fu, karate, ginnastica ritmica, scherma, twirling, danza del ventre, tennis, danza afro, calistenichs, tango, pugilato, biodanza, pattinaggio artistico, krav maga, pattinaggio in linea, tennis da tavolo e altre attività che hanno coinvolto il pubblico e un grande numero di bambini che per l’occasione hanno rappresentato il loro sport. Otto le ore totali di spettacolo divise nelle due giornate che hanno registrato il partecipante piu piccolo di 4 anni e quello piu grande di 74 anni più “esperto”. In prima linea tra gli sportivi fabrianesi ancora una volta il campione Primo Zamparini , 78 primavere , alle spalle un argento olimpico del 1960 e innumerevoli competizioni nazionali e internazionali vinte con successo.

Due giorni condotta dalla presentatrice di Tv Centro Marche (“Giromarcando”) Lara Gentilucci e da una madrina di lusso: Valentina Vezzali. La Vezzali è entrata “scortata” dalle giovani atlete della società di scherma fabrianese, ed ha ricordato che l’impegno sia il giusto ingrediente per raggiungere il proprio obbiettivo, ci racconta di quando da piccola a soli 6 anni inizia ad entrare nel mondo della scherma e racconta di come lo sport sia stato fondamentale per affrontare in maniera positiva la prematura scomparsa del padre avvenuta a 15 anni. Si è rivolta ai genitori la Vezzali, per ribadire la necessità di “scelte libere” da parte dei ragazzi, spronando i genitori presenti a far innamorare i bambini degli sport che vogliono davvero praticare.

L’iniziativa è stata voluta dal direttore del centro commerciale Gentile, il Dott. Stefano Latini, perchè lo sport diventi sano stile di vita. Già confermata l’ottava edizione. Notevole la cornice di pubblico presente.

(s.s.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

FABRIANO RUGBY / LUPI DI GUBBIO CORSARI, I FABRIANESI CEDONO 10 A 50

FABRIANO, 16 ottobre 2017 – Terza sconfitta consecutiva per il Fabriano Rugby. Il Rugby Gubbio passa 10 a 50. Una giornata caldissima ed una partita in perfetto equilibrio per il primo quarto d’ora di gioco. Inaspettata la frustata ospite, con due mete messe a referto a breve distanza l’una dall’altra.

Fabriano traballa, ma riesce e ricostruire un solida rete di gioco ed ecco che la pressione viene premiata con 3 punti. A segno una punizione di Lombardi. Pochi minuti dopo nuova occasione per i fabrianesi: calcio di punizione dai 35 metri. Michelangeli di sinistro cerca di centrare i pali, ma la palla sfila a pochi centimetri dalla “H”. Un 3 a 14 che diventa però al 40° 3 a 21 con la terza meta di giornata dei lupi schiacciata in mezzo ai pali.

Secondo tempo subito di sofferenza: dopo 3 minuti dalla ripresa delle ostilità una meta ospite che rende praticamente incolmabile il divario tra i due 15 in campo. 3 a 28 per gli umbri. Cala poi nella ripresa l’intensità della partita, con il caldo a giocare un ruolo determinante nella resistenza dei giocatori. Il Gubbio però resta sempre avanti e più concreto dei padroni di casa che non riescono a costruire gioco con continuità. Qualche sofferenza anche in difesa, prontamente punita dalla pressione ospite. Il solco tra le due compagini cresce quindi, e tocca il limite più ampio a pochi secondi dall’ottantesimo: 3 a 50.

Orgoglio fabrianese premiato all’ottantesimo. Percussione dei centri che riescono a scardinare la difesa eugubina con Michelangeli. Del capitano Lombardi la trasformazione finale che fissa il risultato sul 10 a 50 per gli ospiti.

Ora due settimane per riorganizzare le idee e recuperare le forze. Prossima partita l’ostica trasferta contro il Città di Castello.

 

Fabriano Rugby

Così in campo: Ramadoro, Coniguardi, Coscia, Lombardi, Maccari, Michelangeli, Testa, Capalti, Santini, Mobbili, Tartarelli, Nigro, Smargiassi, Battistoni e Morichelli.

A disposizione: Ciaboco, Cernicchi, Home, Ragni, Pirliteanu, Dina e Papi.

Allenatore: Morichelli.

Rugby Gubbio

Così in campo: Gori, Ghirelli, Rosati, Chindamo, De Prisco, Pascolini, Lorenzi, Rosso, Rossi, Micale, Capannelli, Stefani, Sheshi, Pretotto e Fiorucci.

A disposizione: Pierucci, Tosti, Fumanyi, Bocci, Larrecharte, Fecchi e Bettelli.

Allenatore: Bossi.

(saverio.spadavecchia@qdmnotizie.it)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

FABRIANO / PRIMA GIORNATA DI CAMPIONATO ITALIANO: SECONDO POSTO PER LA GINNASTICA FABRIANO

FABRIANO, 16 ottobre 2017 – Si apre con un fantastico secondo posto la corsa della Fondazione Carifac Ginnastica Fabriano. Nonostante l’infortunio della bielorussa Alina Harnasko, le farfalle fabrianesi hanno affrontato la prima di campionato nazionale di Serie A1 con orgoglio, mettendo in campo una rivoluzione nella programmazione degli esercizi.

Una necessità messa in campo dalle allenatrici Kristina Ghiurova e Julieta Cantaluppi, che hanno distribuito le “difficoltà” sulle spalle delle giovanissime Milena Baldassarri, Alice Aiello, Talisa Torretti, Sofia Raffaeli, Melany Muscella e Serena Ottaviani. Assenti anche Letizia Cicconcelli e Martina Centofanti.

Seconda giornata al Palaguerrieri di Fabriano, ed un invito che parte dalla dirigenza della società: “Il prossimo 28 ottobre, quando a Fabriano al PalaGuerrieri, ci sarà la seconda giornata del Campionato di Serie A1, di venire ad applaudire dalle ore 20,00 la Ginnastica Fabriano ben conosciuta dagli appassionati in tutta Italia, ma poco seguita in casa propria. Sarà uno spettacolo con le migliori ginnaste italiane del mondo che è un vero peccato perdere”.

FABRIANO / ATLETICO NO BORDERS, BUONA LA PRIMA

FABRIANO, 15 ottobre 2017 – Buona la prima. L’esordio del team fabrianesi dell’Atletico No Borders si conclude al fischio finale con una vittoria per 4 a 1.

Si conclude quindi con una vittoria piuttosto netta la prima giornata del campionato ACSI contro l’ Atletico San Donato, che si è disputata ieri al Palafermi di Fabriano.

La squadra è già al suo secondo campionato e può vantare il sostegno ed il supporto del Laboratorio Sociale Fabbri e delle cooperative “VivereVerde”, “Cooss Marche” e “G.U.S. Fabriano” ed è un perfetto mix di fabrianesi e richiedenti asilo.

Sabato prossimo seconda giornata, questa volta alle 17.30 al PalaCesari (palazzetto vecchio).

(s.s.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

 

FABRIANO / OLTRE IL PREMIO “GENTILE”, AL MUSEO DELLA CARTA LE OPERE DI ALFREDO PIRRI

FABRIANO, 15 ottobre 2017 – Dopo la giornata dedicata alle premiazioni, il Premio Gentile inzia a lavorare facendo rotta verso l’orizzonte della ventiduesima edizione.

Ma non c’è da dimenticare l’importante iniziativa collaterale che si sta svolgendo proprio in questi giorni al Museo della Carta e della Filigrana

Quest’anno il Premio si segnala per un evento artistico estremamente interessante, la mostra di Alfredo Pirri, Memoria di un tempo perduto. Opere 1976 – 2014″.

All’interno del museo fabrianese (la mostra resterà aperta fino al 12 novembre), circa novanta opere, tra oli, acquerelli e incisioni. Nell’occasione sarà presentato e distribuito ai presenti il Catalogo della Mostra, curato da Galliano Crinella e Sandro Pazzi, edito dal Premio Gentile e dall’editrice urbinate “Quattroventi”.

(s.s.)

 

LETTERE&OPINIONI / CIMITERO DELLE CORTINE, PROSEGUE LA PROTESTA DEI CITTADINI

FABRIANO, 14 ottobre 2017 – Siamo arrivati a tre mesi. Al cimitero delle Cortine, da tre mesi sono spente le lampade votive della intera V fila, secondo piano ala destra e ben trentacinque loculi sono privi di questo servizio.

Per questo motivo i relativi titolari dell’utenza si rivolgeranno all’Ufficio Servi Cimiteriali per chiedere la riduzione del canone annuo da cui detrarre due mesi di mancata copertura dell’illuminazione.

Questo, nonostante i reiterati reclami e segnalazioni all’Ufficio preposto che in un primo momento ha risposto “Custode in ferie” poi “provvederemo prima possibile” e infine con la classica ciliegia sulla torta “ci sono altre priorità”.

In funzione di questo ultimo responso la decisione di chiedere la riduzione del canone annuo per le lampade votive non funzionanti e per l’arroganza, il disinteresse e la mancanza di rispetto verso i propri defunti, oltre naturalmente a chiedere l’immediato ripristino dell’impianto d’Illuminazione.

Per questione di privacy e deferenza verso le persone scomparse non invieremo le foto di quanto sta accadendo al cimitero della Cortine, ma vedere tutti gli altri padiglioni ben illuminati e serviti a dovere a confronto con questi trentacinque loculi “spenti”, come se i familiari non si recassero mai in visita al Cimitero o peggio ancora non avessero pagato il canone è davvero squallido e ingiustificato.