Tag Archivi: fabriano

LETTERE & OPINIONI / QUADRILATERO: LICENZIAMENTO COLLETTIVO PER 59 LAVORATORI

FABRIANO, 22 giugno 2018Feneal-Uil Filca-Cisl Fillea-Cgil respingono con fermezza la procedura di licenziamento collettivo per 59 lavoratori (su 147 occupati), nei confronti dell’azienda Astaldi presentata nella giornata di lunedì 18 giugno.

L’azienda, esecutrice dei lavori del raddoppio della SS76 e Pedemontana delle Marche, ha dichiarato un esubero strutturale di 14 impiegati e 45 operai operanti nei cantieri di Cancelli e Borgo Tufico.

In particolare l’azienda ha  sostenuto la sostanziale impossibilità di andare avanti nelle lavorazioni nei tempi ipotizzati, dopo che nelle sedute del CIPE del 26 aprile u.s. e successive non sono entrati in discussione i finanziamenti del terzo/quarto lotto della Pedemontana delle Marche e la perizia 6 del lotto 1.1. La commessa, come si ricorderà, ha subito già due stop (per alterne vicende societarie BTP – IMPRESA) e il terzo determinerebbe la semplice constatazione dell’impossibilità della realizzazione dell’opera.

Dopo numerosi incontri con Quadrilatero in qualità di committente, in cui la stessa aveva fornito alle scriventi ampie rassicurazioni sul finanziamento da parte del CIPE delle perizie nella seduta del 26 aprile u.s. e successive, le organizzazioni sindacali ritengono Quadrilatero non esente da responsabilità per la situazione di blocco delle lavorazioni che si determinerà e reputano incredibile ricorrere ad una riduzione del personale quando ci sono ancora oltre 174 milioni di euro di lavorazioni da eseguire, diversi chilometri di strada e svariate gallerie da consegnare.

Così come ritengono incredibile che un’opera strategica per il territorio regionale possa non vedere la luce, con evidenti ricadute economiche anche per le aree colpite dal sisma relativamente alla mancata realizzazione della Pedemontana delle Marche.

Per queste ragioni, le segreterie provinciali di Feneal-Uil Filca-Cisl Fillea-Cgil dopo le assemblee dei lavoratori tenutesi nella giornata di mercoledì hanno proclamato per ieri e oggi due giornate di mobilitazione presso i cantieri della Quadrilatero e contemporaneamente richiesto un incontro ad Astaldi.

L’invito è che ciascuno, Astaldi – Anas – Quadrilatero – Regione – Comune di Fabriano, facciano la propria parte per sbloccare questa situazione, quello che occorrerebbe è una grande assunzione di responsabilità da parte di tutti i soggetti, per evitare che una delle poche opere pubbliche finanziate in Italia diventi l’ennesima incompiuta a danno del territorio e dei cittadini.

 

Feneal-Uil Filca-Cisl Fillea-Cgil   (Andrea Casini – Luca Tassi – Daniele Boccetti)

 

FABRIANO / A FIRENZE LA MIRASOLE CONQUISTA DUE ORI CON DANIEL GERINI

Daniel e la doppietta tricolore per la Mirasole

 

FABRIANO, 22 giugno 2018 –  Alla Oso Cup di Firenze i ragazzi della PO.DI.F. Mirasole portano a casa due ori, un argento e due bronzi con Daniel Gerini, Luca Mancioli e Mattia Napoletano. Anche in questa occasione i ragazzi sono stati sostenuti dagli allenatori Massimiliano Poeta e Pino Gagliardi dell’atletica Fabriano.

Una kermesse sportiva andata in scena a Firenze, dal 24 al 27 maggio per 47 società ed oltre 1.000 tra atleti e tecnici.

Prima giornata subito positiva, con Luca Mancioli sul terzo gradino del podio nei 100 metri piani (T21) preceduto da Andrea Piacentini (Format Ferrara) e Gabriele Rondi (Disabili Valcamonica). Quarto posto invece per Mattia Napolitano nei 100 piani (T20) dopo l’ingresso in finale con l’ottavo tempo.

Oro nel peso per Daniel Gerini (F21 Peso 4 kg), che piazza il lancio vincente ad oltre 9 metri e mezzo.

Seconda giornata positiva con Mattia Napolitano che, nella batteria dei 200 metri piani (T20), trova il terzo posto ed un crono che gli consente di salire sul terzo gradino del podio essendo juniores. A tutto questo si aggiunga anche l’ingresso nella finale assoluta.

Ottima qualificazione in finale anche per Mancioli nei 200 piani (T21), distanza affrontata poi in finale nella terza giornata, con il duello all’ultimo metro con Andrea Piacentini, che ha chiuso con la vittoria battendo latleta della Mirasole che porta a casa un prezioso argento.

Nella terza giornata finale dei 200 piani (T20) per Mattia Napolitano che graffia il sesto posto. A chiudere il campionato italiano è Daniel Gerini nel getto del disco F21. Oro e doppietta peso/disco tricolore con il quinto lancio da oltre 25 metri.

Si conclude così un’altra straordinaria stagione di atletica per la PO.DI.F Mirasole in attesa delle convocazioni azzurre per i World Championships for Athletes with Down Syndrome 2018 che si terranno a Madeira in Portogallo dall’1 all’8 ottobre.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

FABRIANO / PORTA PISANA CONQUISTA IL TORNEO DEGLI ARCIERI

FABRIANO, 22 giugno 2018 – Secondo tassello verso la corsa finale di domenica per Porta Pisana: dopo i giochi popolari conquista la vittoria nel torneo degli arcieri.

I ragazzi in verde hanno preceduto Porta del Borgo, Piano e Cervara.

Accolti da una piazza gremita, i novelli “Robin Hood” si sono confrontati freccia dopo freccia, con l’obbiettivo di centrare il primo posto e quindi la possibilità di scegliere la posizione della forgia. Scelta che sarà fondamentale nella notte di San Giovanni, nella notte di domenica 24 giugno per cercare di succedere a Porta Cervara.

Gli appuntamenti di venerdì

Nel programma di oggi, a partire dalle ore 16, il laboratorio per bambini di Sara Antonini Il mio nome di fiori e di acqua all’interno della Biblioteca multimediale Romualdo Sassi.

Alle 18.30 ecco entrare in scena la Lokendil con “Le figlie di Mastro Marino”: una divertente commedia degli equivoci che vede come protagonisti i problemi amorosi della famiglia di Mastro Marino, il fabbro più famoso della città. Appuntamento in piazza Giovanni Paolo II

Alle 21.30 in scena la Fabriano insolita e segreta: il mistero del fleur de lis, a cura di Giampaolo Ballelli e Fabrizio Moscè. Nuova indagine nella città della carta più misteriosa e dimenticata. L’incontro si svolgerà alla Aera in via Cialdini.

(saverio.spadavecchia@qdmnotizie.it)
© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

FABRIANO CALCIO / SI RIPARTE CON RENZO TASSO IN PANCHINA, GUBINELLI: NO ALL’ANCONA IN ECCELLENZA

FABRIANO, 21 giugno 2018 –  Oramai i giorni della retrocessione dalla serie D nel campionato di Eccellenza sono un lontano ricordo.

renzo tasso

Il club fabrianese si è rimesso subito in moto ed il direttore sportivo Sergio Gubinelli ha immediatamente individuato la persona giusta per ripartire: Renzo Tasso.

Cresciuto calcisticamente nel vivaio del Gubbio il neo allenatore dei cartai come giocatore ha poi vestito la maglia del Gauldo, Perugia, Casarano, Ascoli e Como. Dopo altre diverse esperienze chiude a Bastia nell’Eccellenza umbra. Ha giocato 130 partite in serie B.

A Bastia intraprende anche la carriera di allenatore e nel 2014-2015 affianca, come vice allenatore in Ancona, Giovanni Cornacchini per poi seguirlo a Viterbo.

Secondo di Tasso a Fabriano sarà Massimo Prete mentre il preparatore atletico Gianluca Braglia ed il fisioterapista Alessio Lupini.

Sul fronte squadra conferme per Spitoni e Rossi tra i pali e poi Cusimano, Zepponi, Salsiccia, Piergallini e Baldini.

Il direttore sportivo Gubinelli sta lavorando per cercare due attaccanti di qualità, si parla anche di Kevin Trudo dalla Jesina,  e giocatori esperti a centrocampo ed in difesa.

Le trattative insomma sono tante e di certo il rinnovamento sarà garantito per un campionato da disputare come protagonista.

A proposito di campionato Gubinelli si è soffermato sulla ipotesi dell’Ancona in Eccellenza. “Con tutto il rispetto per i tifosi e la società – ha sostenuto il dirigente – non vedo giusto che l’Ancona venga inserita in Eccellenza. A quel punto anche la Civitanovese avrebbe gli stessi diritti. Solo nel gioco dell’oca si saltano le caselle ed allora anche il Sassoferrato Genga, che ha perso lo spareggio Promozione avrebbe maggior diritto dell’Ancona di essere ripescata in Eccellenza. Se si avvererà una situazione del genere, e cioè se dall’alto l’Ancona sarà ammessa in Eccellenza, tutto perderebbe di credibilità: i passaggi di categoria insomma vanno fatti in maniera regolare e non per ‘conoscenze'”.

evasio santoni

©RIPRODUZIONE RISERVATA

FABRIANO / PALIO DI SAN GIOVANNI BATTISTA: LA NOTTE DEGLI ARCIERI

FABRIANO, 21 giugno 2018 – Incoccate la freccia, tendete l’arco, puntate il bersaglio e rilasciate! Questa sera – ore 21.30 piazza del comune – sarà il turno degli arcieri della 4 porte. Borgo, Pisana, Piano e Cervara di fronte allo stesso bersaglio, mirando allo stesso obbiettivo: una nuova vittoria per avvicinare la sfida del maglio di domenica.

Una gara che sarà decisiva per la scelta della posizione della forgia, punto centrale la battaglia finale tra le porte fatta a colpi di martello e mantice.

Obbiettivo: battere la Porta del Borgo

Lo scorso anno, così come nel 2016, a prevelere i ragazzi in giallo del Borgo. Una vittoria che ha permesso alla porta di staccare di una vittoria in più – nella speciale classifica del torneo – porta Pisana e del Piano appaiate a quota 7 trionfi.

Una gara intena quella dello scorso anno, che ha visto i “novelli Robin Hood” sfidarsi fino l’ultima freccia, fino alla freccia decisiva che ha sancito la vittoria del borgo.

Il Palio corre veloce verso domenica, verso l’ultima giornata di rievocazione storica. Una corsa verso la sfida a Porta Cervara, titolare di un palio riconquistato dopo tanti, tantissimi anni di attesa.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

FABRIANO / PALIO: IL GIOCO DEL MEDIOEVO

FABRIANO, 21 giugno 2018 – Mentre la città si appresta a vivere la grande notte degli arcieri, il Palio è pronto per celebrare domani una delle sua giornate più particolari ed intense. Protagonista la Lokendil, che da anni ormai “presta” la sua fantasia nell’organizzare serate legate al tema della rievocazione storica in funzione dei giochi di ruolo.

Quest’anno doppio appuntamento, perché proprio domani andranno in scena due eventi diversissimi tra loro solo apparentemente.

Si partirà nel pomeriggio con “Le figlie di Mastro Marino”: una divertente commedia degli equivoci che vede come protagonisti i problemi amorosi della famiglia di Mastro Marino, il fabbro più famoso della città.

Mastro Marino è seriamente intenzionato nel voler far maritare una delle sue due figlie con Aldobrandino Chiavelli, ma purtroppo il Chiavelli è uomo senza polso, incapace di muovere un passo senza il consiglio del suo saggio servitore. A spezzare la calma relativa, un nobile bellissimo e decaduto da un città vicina, che stravolgerà e scuoterà la vita placida (ma non troppo) di Fabriano.

Lo spettatore decide

Come finirà? Sarà il pubblico ad avere l’ultima parola sull’esito della storia: i personaggi-attori interpreteranno le vicende, ma solo chi assisterà allo spettacolo potrà inserire imprevisti, creare svolte narrative, votare per decidere chi, alla fine, avrà il diritto di portare in sposa le belle figlie del nostro benemerito fabbro.  Evento gratuito, senza necessità di prenotazione. Appuntamento in piazza Giovanni Paolo II, davanti la cattedrale di San Venanzio alle ore 18.30.

Caerimoniae Subterranee

Con le tenebre un cambio di scena deciso,  perché con la notte entreranno in scena i vampiri che abitavano la città della carta nel 1430. Evento sold out già da stamattina e quindi ormai non più “giocabile”.

Sempre organizzata dalla Lokdendil in collaborazione con l’Ente Palio la sessione live del gioco di ruolo “ Vampiri i Secoli Bui”. Esperienza di gioco particolarissima, perché i giocatori vivranno e ragioneranno come il i loro personaggi di “carta” dando forma ai loro pregi e difetti.

Organizzato dall’associazione Lokendil con grande attenzione al dettaglio storico e alle scenografie, il live è alla sua quarta sessione: tra trame dei signori di Urbino e Camerino, misteri nascosti nei boschi di Gubbio e nelle rive del Giano, lotte intestine e intrighi esoterici, una storia appassionante agli albori del Rinascimento.

(saverio.spadavecchia@qdmnotizie.it)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

FABRIANO / PATTO PER LA SICUREZZA: IN ARRIVO NUOVE TELECAMERE

FABRIANO, 21 giugno 2018 – Firmato nella mattina di ieri il protocollo di intesa che ha messo attorno ad un tavolo molti sindaci della provincia di Ancona ed il Prefetto Antonio D’Acunto.  12 sindaci per quello che ufficialmente è stato definito “Patto per l’attuazione della sicurezza urbana”  e che vuole applicare il decreto legge del 2017 in merito alle disposizioni in materia di sicurezza delle città.

12 città coinvolte

Barbara, Camerano, Castelfidardo, Cupramontana, Fabriano, Jesi, Loreto, Osimo, Ostra, Ostra Vetere, Serra dei Conti, Trecastelli: questi i comuni firmatari. Il documento costituisce l’applicazione a livello territoriale di quanto previsto dall’ art. 5 del D.Legge n. 14/2017 recante “Disposizioni urgenti in materia di sicurezza delle città” convertito nella Legge n. 48/2017.
“Con l’accordo gli Enti Locali si impegnano, in relazione alle specificità dei contesti territoriali – scrive in una nota la Prefettura – ad elevare lo standard di sicurezza attraverso la istallazione o l’ampliamento di impianti di videosorveglianza che potranno beneficiare di finanziamento statale. A tal fine i relativi progetti, che sono stati approvati dal Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, saranno successivamente trasmessi al Ministero dell’Interno”.
Il Patto prevede, inoltre, la costituzione presso la Prefettura di Ancona di una cabina di regia che ha il compito di monitorare lo stato di attuazione del progetto. Il Prefetto D’Acunto, nell’incontro con i Sindaci, ha sottolineato l’importanza della sottoscrizione del Patto quale strumento di raccordo interistituzionale Stato-Ente locale.

Il commento del Sindaco tramite social network

“E’ il primo passo verso la possibilità di installare telecamere agli ingressi della città per segnalare il transito di veicoli rubati o sotto osservazione da parte delle forze dell’ordine – scrive il primo cittadono –  uno strumento importante per garantire maggiore sicurezza. Il Prefetto nel suo intervento ha sottolineato come il nostro sia un territorio sicuro dove però la percezione da parte dei cittadini per svariati motivi non rispecchia questa condizione supportata dai numeri. Questo intervento oltre a garantire alle forze dell’ordine una maggiore operatività speriamo consenta anche di avere una tranquillità percepita maggiore”.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

FABRIANO / ARRESTATO “DOLLARO”, GROSSISTA DELLA DROGA CON OLTRE 1,5 CHILOGRAMMI DI HASHISH

Occultava droga in un brick vuoto di succo di frutta

FABRIANO, 20 giugno 2018 – Arrestato un 28enne del Gambia con oltre un chilo e mezzo di hashish occultato in un brick di succo di frutta. L’arresto pochi giorni fa compiuto dagli uomini della Volante e dall’Anticrimine del Commissariato della città della carta e dagli uomini della Prevenzione Crimine Umbria – Marche. Uomini arrivati su richiesta del Questore di Ancona per potenziare il controllo del territorio.

Arrestato per detenzione ai fini di spaccio e tradotto presso il carcere di Montacuto in attesa dell’interrogatorio di garanzia. L’arresto è avvenuto in flagranza di reato.

Valore dello stupefacente circa 20.000 euro

L’arresto è nato dal controllo del gambiano di 28 anni, K.L. le sue iniziali, avvenuto alle 22 di lunedì. L’uomo è apparso subito molto nervoso, ripetendo in un italiano zoppicante di provenire da Chiaravalle per incontrare un amico residente a Fabriano.  Dal controllo sono emersi – occultati – 500 euro in tagli da 10 e 20 euro ed un biglietto di sola andata per Roma. Con data fissata al giorno successivo, martedì 19 giugno.

Particolari che hanno fatto scattare ulteriori attenzioni ed indagini da parte degli uomini del Commissario Capo Sandro Tommasi. Regolare, ma senza lavoro, era però già noto alle forze dell’ordine: già attenzionato perché sembrava essere uno degli spacciatori più attivi in città. K.L inoltre era stato già due volte denunciato, fuori dal territorio fabrianese per possesso di sostante stupefacenti.

La decisione ed il blitz presso la stazione ferroviaria nella giornata di ieri

Ecco quindi lo studio dell’operazione da parte della Polizia: l’attesa dell’uomo di ritorno da Roma ed il controllo della stazione ferroviaria con agenti travestiti da addetti alle pulizie. Individuato, intercettato e riconosciuto dagli uomini dell’Anticrimine, è stato fatto uscire al di fuori della stazione a garanzia dei viaggiatori che si trovavano sul posto. All’esterno erano già disposte pattuglie della Prevenzione Crimine di Perugia, piuttosto defilate e con personale regolarmente in divisa.

Arrivato all’esterno, l’uomo è stato bloccato ed identificato. Dopo aver ripetuto la stessa frase del giorno prima, il gambiano è stato ritrovato con 1,6 chilogrammi di hashish occultati in un contenitore tetrapak per il succo di frutta. Lo stupefacente era termosaldato e nascosto insieme ad altre confezioni di succo di frutta. Ritrovati anche 30 grammi di marijuana all’interno del contenitore ed altra occultata negli slip. Altri 30 grammi. Per un totale di 60 grammi di marijuana.

Considerato grossista dei pusher locali, il 28enne era soprannominato “Dollaro”, logo ritrovato nei panetti di hashish sequestrati dagli agenti. Un nome che è iniziato a circolare negli ultimi giorni in città tra le forze dell’ordine come possibile spacciatore / grossista sul territorio.

Proseguiranno le indagini per cercare di se il gambiano possa aver “sostituto” qualche concorrente arrestato recentemente dalle forze dell’ordine. Indagini in corso per valutare altri legami e sviluppi si aspettano nei prossimi giorni.

(s.s.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

FABRIANO / UNA NOTTE DI FUOCO PER IL PALIO DI SAN GIOVANNI BATTISTA

FABRIANO, 20 giugno 2018 – Un tuffo nel medioevo tra menù rigorosamente storici, giullari, combattenti e giochi di “fuoco” per una notte fuori dagli schemi.

Una notte dove la passione dei portaioli si è trasformata in rievocazione storica dei “passatempi” di molti secoli fa, percorrendo una strada comune a tutte le osterie. Occhi puntanti verso le evoluzioni di veri e proprio artisti dell’intrattenimento “medievale”.

Prosegue il conto alla rovescia verso la sfida del maglio. Questa sera il palio metterà in scena la scherma storica “Sala D’arme Achille Marozzo”  (ore 20.30) in piazza del Comune. Subito dopo (ore 21.30) ecco lo spettacolo degli sbandieratori di Fabriano sempre in piazza del Comune.

Chiusura degli eventi di mercoledì l’esibizione del Coro Giovani Fabrianesi all’interno de Loggiato San Francesco.

Attesa per gli Arceri

Cresce la tensione in vista della gara di domani degli arceri delle 4 porte. Gara decisiva per la scelta della posizione della forgia, punto centrale di una battaglia fatta che andrà in scena la notte di domenica a colpi di martello e mantice. 

Il tempo scorre rapido verso la sfida del maglio, verso la sfida che metterà al centro della scena di piazza del Comune le 4 porte.

(s.s.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

FABRIANO / FABER E GINNASTICA FABRIANO INSIEME PER IL LANCIO DI UNA NUOVA LINEA DI CAPPE

FABRIANO, 19 giugno 2018 – Il legame tra Faber e Ginnastica Fabriano prosegue oltre le palestre e diventa immagine per il lancio di una nuova linea di prodotti dell’azienda produttrice di cappe aspiranti.

Ecco quindi che la nuova linea F-Light  ( Odette, Cèline e Belle ) viene accompagnata con un video realizzato insieme alle ragazze della Faber Ginnastica Fabriano, squadra di cui Faber è main sponsor (www.faberspa.com).

Tra le atlete anche la campionessa italiana Milena Baldassarri, impegnata insieme alle sue compagne sulle assi del teatro “Gentile”.

Il coinvolgimento di Baldassarri, e delle sue compagne, si inquadra in un più ampio progetto di sponsorizzazione della squadra fabrianese, iniziata proprio all’inizio dell’anno, con l’intento di promuovere i giovani talenti del territorio d’origine dell’azienda.

Ulteriore legame è quello dell’aria, ambito comune in cui sia le ragazze che Faber si trovano a operare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA