Tag Archivi: furti

CINGOLI / FURTO A MUMMUIOLA, INDIVIDUATA E DENUNCIATA L’AUTRICE

CINGOLI, 20 giugno 2018 –  – I Carabinieri della stazione di Cingoli, aiutati dalle telecamere di sorveglianza, sono riusciti ad individuare l’autrice di un furto di un braccialetto.

Alcuni giorni fa, infatti, un’anziana della località Mummuiola era stata sottratta di un braccialetto.

Una 27enne del Milanese si era avvicinata alla signora mentre stava curando il suo orto.

La ragazza ha chiesto se la donna avesse del prezzemolo e contemporaneamente ha sfilato un braccialetto.

La 27enne è così salita in macchina e fuggita.

I Carabinieri, dopo aver constatato il furto, hanno esaminato le telecamere di sorveglianza di un locale adiacente e hanno individuato la ladra, che è stata denunciata.

Giacomo Grasselli

 

JESI / ALMENO DUE COLPI AL GIORNO, PIÙ PATTUGLIE PER CONTRASTARE LA CRIMINALITÀ

Nell’ultima settimana si sono registrati ben dieci tentativi di furti in abitazioni

 

 

JESI, 13 giugno 2018 – Come già ampiamente noto, dallo scorso 7 giugno il comando Compagnia Carabinieri di Jesi ha un nuovo responsabile; il Capitano Simone Vergari è subentrato al Mag. Benedetto Iurlaro destinato ad altro incarico a Macerata. Originario di Gubbio, il nuovo comandate di Compagnia ha alle spalle un passato ricco di successi, certificati dai numerosi riconoscimenti che l’Arma gli ha tributato. Questa mattina il Capitano ha voluto incontrare la stampa locale alla quale ha illustrato quelli che saranno i comportamenti futuri. Grande esperto in investigazioni, qualità che anche recentemente lo ha portato a compiere arresti di personaggio della malavita campana, ammette la notevole differenza tra la criminalità delle regioni del sud (i suoi impegni del recente passato hanno interessato le zone di Nola, Napoli ed il napoletano come Castello di Cisterna e, precedentemente Bari, Palermo, ecc.). Questo, però, non significa che nella nostra zona il crimine non ci sia; è un crimine diverso che tuttavia incide sulla sicurezza del cittadino. Che la zona non sia un’oasi di legalità lo dimostra il fatto che nell’ultima settimana, a Jesi, si sono registrati ben dieci tentativi di furti in abitazioni, un paio dei quali portati a termine. Non ci troviamo di furti di grande valore, dice il Capitano, il più importante ha raggiunto un valore di 100 euro.

Colloquiando con la stampa il nuovo comandante ha evidenziato la necessità di incrementare in città e sul territorio di competenza della Compagnia Carabinieri gli impianti di videosorveglianza, visto che la media dei furti in Vallesina si sta attestando tra 1 e 2 colpi al giorno. A partire dal prossimo 1° luglio il neo comandante disporrà di un incremento della pattuglie che presidieranno il territorio, sia a scopo di prevenire eventuali reati ai danni di aziende o cittadini, così come deterrente nei confronti dei malintenzionati.  Una attenzione speciale sarà rivolta agli anziani, vittime, spesso, di truffe portate a termine da gente che si finge di tutto, da amico di un parente lontano della vittima, a funzionario pubblico (Carabinieri, Poliziotti, agente del fisco, ecc.).

Il Cap. Vergari ha poi lanciato, tramite i rappresentanti della stampa, un particolare allarme in questo periodo in cui gran parte della popolazione va o sta per andare in vacanza. Proprio in estate e nei periodi di ricorrenze particolari (Natale, Pasqua, feste o manifestazioni locali, ecc.) la malavita è capace di mettere a segno colpi all’interno delle abitazioni lasciate vuote dagli occupanti, i quali si stanno godendo il riposo al mare o in montagna. In questi casi, per esperienza, i malviventi entrano in azione tra le 10 e le 15.

Passando all’attualità il Capitano ha anticipato che proprio ieri ha dato esecuzione ad una richiesta da parte dei suoi superiori che disponevano una misura cautelare in carcere.

Un incontro molto utile per confermare quel clima di collaborazione tra stampa e Arma, nel rispetto dei rispettivi ruoli.

Sedulio Brazzini

sedulio.brazzini@qdmnotizie.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

JESI / RIENTRA IN CASA E SCOPRE LA LADRA MA IL COMPLICE GLI MOSTRA UN COLTELLO

JESI, 28 maggio 2018 – Attimi di tensione e di paura venerdì scorso in zona Tabano.

Il proprietario rientrando in casa sorprende una donna a rubare all’interno del proprio appartamento la quale si da alla fuga dopo comunque aver prelevato circa 300 euro in oro.

Mentre tenta l’inseguimento ecco apparire un uomo che gli mostra un coltello.

Successivamente i due riescono a salire su un auto e fuggire.

Indagini carabinieri

FABRIANO / VIA MASTRO MARINO: ANCORA DUE FURTI

Doppio colpo nel weekend

 

FABRIANO, 28 maggio 2018 – Ancora una volta via Mastro Marino teatro di 2 nuovi furti. Una villetta ed un appartamento sono state “visitate” durante lo scorso fine settimana.

I due colpi sabato intorno alle ore 22

Le famiglie non erano in casa ed al loro ritorno la bruttissima sorpresa: tutto a soqquadro e preziosi e denaro rubati per un valore di diverse migliaia di euro.

Allarme staccato

Per entrare all’interno delle abitazioni i ladri avrebbero tolto energia elettrica, e poi sono riusciti a penetrare. Immediata la chiamata alle forze dell’ordine che hanno poi iniziato ad indagare sul fatto.

Sicurezza

Ancora una volta preoccupazione e malcontento tra i cittadini, che attraverso i social network hanno lanciato l’allarme ed hanno ricordato di come la sicurezza sia fondamentale per i cittadini.

JESI / FURTO IN CASA DI MASSIMILIANO LUCABONI, RUBATI 4000 EURO IN CONTANTI ED UNA CATENINA D’ORO

JESI, 28 maggio 2018 – Ladri in casa di Massimiliano Lucaboni l’esponente locale, coordinatore,  di Forza Italia candidato a Sindaco nell’ultima campagna elettorale amministrativa.

Lucaboni era in vacanza ed aveva lasciato una finestra del balcone semi aperta per favorire il movimento del cane rimasto solo nell’appartamento in viale della Vittoria.

I ladri hanno approfittato della situazione ed una volta entrati, dopo aver divento la recinzione, sono quasi andati a colpo sicuro nella stanza da letto, frugando nei cassetti, prelevando 4000 euro in contanti nascosti all’interno di un maglione, che hanno portato via, per poi prendere anche una catenina d’oro in evidenza sopra il comò.

Se ne sono andati, dopo aver rinchiuso il cane in bagno,  lasciando altro contante nascosto in sala e che è rimasto al suo posto.

Dell’accaduto si sono accorti i vicini i quali hanno immediatamente avvisato Lucaboni subito rientrato in città e dopo aver constatato di persona l’accaduto si è presentato presso i carabinieri per sporgere denuncia.

‘Visitato’ anche lo studio dell’avv. Mocchegiani confinante con l’appartamento di Lucaboni senza peraltro, stando alla testimonianza del professionista, prelevare nulla.

I militari hanno avviato le indagini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

MOIE / FUGGE IN AUTO DOPO AVER RUBATO 100 EURO, I CARABINIERI STANNO VISIONANDO LE IMMAGINI

MOIE, 18 maggio 2018 – Verso le 17,20 a Moie, all’interno del parcheggio di un supermercato, uno sconosciuto, approfittando che una donna del luogo di anni 57 stava riponendo a posto il carrello della spesa, le asportava la borsa dalla autovettura contenente circa 100 euro.
La vittima, accortasi del ladro, lo inseguiva sino a quando questi non saliva a bordo di un’auto non meglio indicata per dileguarsi.
Nel tentativo di recuperare la refurtiva la vittima si aggrappava al finestrino dell’auto in fuga, cadendo però per terra, fortunatamente senza riportare lesioni.
Indagini a cura della Stazione di Moie, che si sta avvalendo delle telecamere che hanno immortalato tutta la scena.

JESI / I LADRI PRESENTANO IL CONTO, RUBATI 500 EURO AL RISTORANTE CINESE

Una volta all’interno del locale hanno vuotato il registratore di cassa

 

JESI, 13 maggio 2018 – Questa volta il conto lo hanno presentato i ladri. Se ne sono andati con l’incasso della serata i malviventi che una settimana fa (la notizia però è trapelata soltanto ieri), nella notte tra domenica e lunedì scorsi, sono entrati nel ristorante “Oriente” nel centro commerciale “Arcobaleno”.

Dopo aver forzato una finestra sulla parte posteriore del locale e poco in vista, i soliti ignoti una volta all’interno e del tutto indisturbati hanno vuotato il registratore di cassa.

Soltanto il mattino seguente i proprietari del ristorante cinese si sono accorti del furto di circa 500 euro ed hanno denunciato ai carabinieri l’accaduto che hanno avviato subito le indagini del caso, visionando anche i filmati delle telecamere presenti al centro commerciale.

 

Nei giorni scorsi i ladri avevano colpito per ben due volte in due distinti appartamenti in via Fausto Coppi. In entrambi i casi i proprietari erano assenti. Bottino complessivo circa 4000 euro tra oro e contanti.

CINGOLI / TRE FURTI IN DUE ORE, I SOSPETTI A BORDO DI UNA MERCEDES STATION WAGON

Circa 10 mila euro il valore del bottino tra tutti e tre i colpi messi a segno

 

 

CINGOLI, 5 maggio 2018 – È stata una notte da dimenticare quella appena passata per gli abitanti del Balcone delle Marche, che di fatto fa continuare l’escalation di furti. Dalle ore 22 dei ladri hanno agito in tre differenti zone di Cingoli, ovvero Via Cerquatti, Via Cappuccini e Località Fonte Del Piano. Circa 10 mila euro il valore del bottino tra tutti e tre i colpi messi a segno.

Alle ore 21.30 circa un’abitazione alla fine di Via Cerquatti ha ricevuto l’inaspettata e poco gradita “visita”. I proprietari stavano cenando al piano terra quando i ladri, passando da una grondaia, sono entrati nel piano superiore e hanno rubato gli oggetti preziosi in oro che hanno trovato, racimolando qualche centinaio di euro e mettendo a soqquadro i locali. I cani dell’abitazione vicina hanno cercato di avvertire della presenza degli indesiderati ospiti, attirando l’attenzione dei commensali, i quali però si sono accorti solo a fatto compiuto, avvertendo immediatamente i carabinieri. In zona sono stati visti quattro soggetti misteriosi a bordo di una Mercedes Station Wagon di colore scuro, che sono stati sentiti parlare con un accento dell’Est Europa.

I malviventi sono entrati in una casa di Via Cappuccini verso le 22.15, ed hanno cercato di rovistare i cassetti nelle stanze. Hanno portato via solamente qualche oggetto in oro. I proprietari, tornati a casa alle 24, hanno trovato la porta d’ingresso aperta, forzata dai ladri, e hanno subito avvertito le forze dell’ordine.

È andata peggio in località Fonte del Piano, quando, verso le ore 22.30, i ladri sono riusciti ad entrare in una abitazione, arrivando ad aprire la cassaforte con un frullino. Il bottino parla di circa 7000 euro tra oggetti in oro e denaro. Mentre i proprietari stavano rientrando, i malviventi stavano uscendo con la refurtiva; uno dei 4 ladri è stato bloccato, ma gli altri sono tornati indietro minacciando i proprietari di liberare il complice. I criminali sono poi scappati a bordo proprio di una Mercedes di colore scuro, proprio come quella avvistata in Via Cerquatti. Alle vittime del furto non è restato nient’altro da fare se non avvertire i Carabinieri.

La settimana scorsa, c’erano stati altri furti o tentativi di introduzione ad abitazioni, uno sempre in zona Cerquatti ed un altro in località Mummuiola (confinante con Fonte del Piano); nel primo caso, I ladri si erano introdotti in due abitazioni racimolando un discreto bottino, nel secondo i malviventi hanno tentato di entrare in un’abitazione adiacente al Bar Pizzeria “Il Sogno”, ma hanno dovuto mettersi in fuga perché gli abitanti si erano accorti di due individui che “controllavano” la strada da possibili pericoli.

 

Giacomo Grasselli

© RIPRODUZIONE RISERVATA

JESI / LADRI IN UN APPARTAMENTO A SAN FRANCESCO, RUBATI OGGETTI IN ORO PER 10MILA EURO

JESI, 29 aprile 2018 – Ancora un colpo in abitazione di sabato sera.

Infatti ieri sera tra le ore 22 e le 01,00 ignoti, in assenza dei proprietari che erano usciti, dopo aver scardinato una porta-finestra, si sono introdotti in una abitazione al pian terreno sita nel rione San Francesco, rubando oggetti in oro per un valore di circa € 10.000.

Indagini in corso a cura dei carabinieri della stazione di Jesi

JESI / GITA SCOLASTICA AMARA, RUBATO LO ZAINO AD UNA BAMBINA: SCATTA LA SOLIDARIETÀ DELLA CLASSE

Sono state svaligiate due auto di famiglie jesine

 

JESI, 22 aprile 2018 – Gita di gruppo, per una classe di quarta elementare  jesina, oggi, domenica 22 aprile. Meta tanto agognata, il Museo del Balì, in località San Martino, colli del Metauro.

Il museo il cui motto è Vietato non toccare, in pratica la scienza, è  un’occasione unica per avvicinare i ragazzi a temi scientifici legati ai nostri sensi una gita entusiasmante a parte il ritorno alle auto dopo la visita guidata.

Nel parcheggio adiacente al museo, non custodito, né munito di telecamere, due auto sono state svaligiate ai danni di due famiglie jesine che hanno accompagnato il proprio figlio in gita.

Ad una hanno mandato in frantumi il vetro del passeggero rubando una borsa contenente farmaci cortisonici importanti, all’altra hanno forzato la portiera per rubare un borsello in pelle, materiale vario e cosa più odiosa, lo zaino di scuola di una bambina contenente libri, quaderni, diario, astuccio, grembiule; insomma tutto l’occorrente per entrare regolarmente a lezione lunedì mattina.

La bambina appena scoperto l’accaduto è scoppiata in lacrime ma da qui la gara di solidarietà di tutta la sua classe che donerà alla bimba tutto ciò che le servirà per terminare l’anno scolastico.

Un gesto importante e che colpisce, di fronte alla disumanità di chi le ha strappato un pezzo di quotidiano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA