Tag Archivi: manifestazioni

JESI / MANIFESTAZIONI: MODIFICA ALLA CIRCOLAZIONE STRADALE IN VIA CICCOLI E PIAZZALE SAN SAVINO

JESI, 14 dicembre 2017 – L’arrivo di “Supercar tedesche di ieri e di oggi”, promosso dalla presidenza della Pro Loco, comporterà la chiusura al traffico di via Ciccoli, all’altezza dell’ingresso a Piazza dei Divertimenti, nella zona Zipa.

La manifestazione, di breve durata,  si prevede con inizio alle ore 18,30 di sabato 16 dicembre terminerà alle 20,30.

In questo arco di tempo è istituto il divieto di transito e sosta  per tutti i veicoli che non nulla a che fare con la manifestazione; da parte degli organizzatori dovrà essere assicurata tutta la segnaletica del caso, ad evitare incidenti.

Di durata più lunga, invece, la modifica alla circolazione in Piazzale San Savino nella giornata di domenica, 17 dicembre; qui il divieto di transito e di sosta si protrarrà dalle ore 10 alle ore 16,00.

In questo arco di tempo si svolgerà la manifestazione indetta dal Comune di Jesi dal titolo: “JESIRIUSA Dicembre 2017 Soffitte e Cantine in Piazza”, una iniziativa della quale molti approfittano per disfarsi di cose ritenute inutili ed altri per trovare qualche curiosità da portare a casa.

s.b.

MOIE / MERCATINI DI NATALE IN PIAZZA KENNEDY

MOIE, 13 dicembre 2017 – La Pro loco di Maiolati Spontini, in collaborazione con l’Amministrazione comunale, organizza per domenica 17 dicembre, in piazza Kennedy a Moie, i “Mercatini di Natale”. Dalle 10 fino alle 20, nella piazza al centro della cittadina saranno allestiti stand coperti dove associazioni e realtà locali metteranno in vendita prodotti artigianali e articoli vari, da regalarsi o regalare per il tradizionale scambio di doni natalizio.

Ci saranno anche le bancarelle con oggetti-dono realizzati dai bambini della scuola dell’infanzia e di quella primaria. Sarà una festa, insomma, per grandi e piccoli, con animazione per bambini, castagne, vin brulè e ciambelle di mosto col cioccolato.

Ai mercatini partecipa anche la sezione di Moie dell’Anpi, l’associazione nazionale partigiani d’Italia, con l’iniziativa “Candela della solidarietà”. I contributi raccolti saranno devoluti per la causa della lotta al femminicidio e contro la violenza sulle donne.

CUPRA MONTANA / FESTE DI NATALE, SI INIZIA CON GLI AUGURI DELLA MATERNA “CORRADI”

CUPRA MONTANA, 12 dicembre 2017 – Ecco le feste! Dopo una certa gestazione è arrivato il calendario ufficiale degli appuntamenti natalizi fino al nuovo anno.

Oltre quelle già promosse da QdMnotizie, ricordiamo che per i giorni 14 e 15 dicembre, alle ore 10.30, presso la Casa delle Associazioni, in via Fossatelli, la Scuola Materna Statale “Corrado Corradi” ha predisposto un incontro “Auguri con i nonni” al quale ovviamente parteciperanno anche tutti gli scolaretti che frequentano l’attiva scuola.

Il giorno successivo, presso la Scuola Materna Statale “Corrado Corradi” ha predisposto un altro incontro “Auguri con le famiglie”, alle ore 18.00, ma questa volta nella struttura di Via Uncini dove famiglie e scolaretti si ritroveranno appunto per i calorosi auguri.

Gli impegni extrascolastici della Materna Statale non  si esauriranno con i due incontri perché il giorno 19 dicembre, alle ore 10.30, gli scolaretti saranno accompagnati in visita alla locale Casa di Riposo (Fondazione Papa Giovanni Paolo II°) per regalare un sorriso agli anziani ospiti.

Nella stessa struttura il 21 dicembre, alle ore 16.00, sarà celebrata la Messa di Natale alla quale parteciperanno  ospiti ed anche i  familiari, per ricevere tutti un forte messaggio d’amore.

(o. g.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

JESI / RACCOLTA FONDI, AGENDE ROSSE NELLA “CASETTA” DELL’ENTE PALIO

JESI, 11 dicembre 2017 – Grazie all’Associazione Ente Palio San Floriano che gestiscono una “Casetta” in Piazza della Repubblica per tutto il periodo natalizio, le Agende Rosse “ C. Alberto Dalla Chiesa e E. Setti Carraro” gruppo di Ancona avranno la possibilità di distribuire le agende o un pensiero da regalare. Il ricavato della raccolta di fondi sarà destinato a Salvatore Borsellino, fratello del magistrato Paolo Borsellino ucciso dalla mafia a Palermo, il 19 luglio del 1992, assieme a cinque componenti la sua scorta.

Con questi contributi Salvatore Borsellino potrà realizzare quello che da tempo è il suo sogno: far rivivere suo fratello Paolo in via della Vetriera a Palermo, nella “Casa di Paolo”. Questa “casa” si trova nel difficile quartiere della Kalsa dove sono stati ristrutturati i locali di una vecchia farmacia di famiglia; qui troveranno accoglienza i bambini ed i ragazzi del quartiere, consentendo loro di godere di una struttura dove studiare, formarsi e conoscere meglio quel Paolo Borsellino che combatté la malavita in generale e la mafia in particolare.

Ieri il primo appuntamento e non è stata l’unica volta che le Agende Rosse occuperanno la casetta; la loro presenza, infatti, è stata programmata anche per il pomeriggio di venerdì 15 e nella mattinata di domenica 17.

Chi volesse saperne di più dell’associazione “Le Agende Rosse” e del progetto portato avanti da Salvatore Borsellino può visitare il sito www.19luglio1992.com

MOIE / LA FESTA DELLA “VENUTA”, SI RINNOVA LA TRADIZIONE DEI FOCARELLI

MOIE, 9 dicembre 2017 – L’usanza dei focarelli della Venuta è una delle più antiche tradizioni delle Marche, ancora presente soprattutto nelle campagne.  Sabato 9 dicembre i parrocchiani di Moie sono invitati dopo la Santa Messa delle ore 18:30 nel terreno limitrofo All’Abbazia di Santa Maria per continuare questa antica tradizione.

A Moie i fuochi della Venuta che brillavano, purtroppo per lo più nel passato per indicare il cammino degli angeli prendevano il nome solitamente di focarelli. La gente di Moie si preparava alla festa della venuta , i ragazzi un mese prima circa cominciavano a raccogliere le legna necessaria per i focarelli. Inoltre ogni famiglia del circondario portava un “fagottino” di legna legate con il vimini. Negli anni 50’-60’ del 900 vi era una sorta di gara tra le varie zone cittadine per fare il focarello più grande e che potesse durare di più. Registravano un diverso afflusso di persone a seconda dei luoghi dove venivano accesi. A Moie era molto partecipato quello di piazza del Mercato, era di grosse dimensioni  e si era soliti raccogliere le legna molto prima.

Anche nel rione Pontacci si accendeva un focarello all’inizio di via fornace; poi un altro dietro l’Abbazia di santa Maria, in quest’ultimo erano i giovani delle Casette che passavano di famiglia in famiglia a chiedere le legna. Nelle campagne invece l’impegno veniva preso in particolare da famiglie singole o riunite in gruppi che li accendevano nell’aia o in altri spazi adeguati. L’orario dell’accensione era all’incirca alle 18:30, di solito verso la fine del focarello alcuni signori più anziani iniziavano a sparare dei mortaletti come segno dell’esultanza popolare. Il cuore dei focarelli era costituito dal momento di preghiera. Si intonava le preghiere mariane: il rosario e le litanie. La signora Gentili ci ricorda come la nonna tra una preghiera ed un ‘altra davanti al focarello intonava questo verso popolare: “Madonna Lauretana, soccorri a chi ve chiama; Maria, ve chiamo io, soccorri il bisogno mio”.

La tradizione indica come data del sacello nazaretano nel territorio di Recanati, la notte tra il 9 e il 10 dicembre del 1294. Questa data fu fissata per iscritto la prima volta da Girolamo Angelita nel 1531 circa, il quale si basò probabilmente su una precisa tradizione orale del luogo. La storia narra di due cappuccini: Fra Tommaso da Ancona e di Padre Bonifazio d’Ascoli che resero solenne la ricorrenza della venuta agli inizi del 1600.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

CUPRA MONTANA / MERCATINO DI SOLIDARIETÀ AI MAGAZZINI

CUPRA MONTANA, 9 dicembre 2017 – Ancora un giorno dedicato alla solidarietà.

Domani, domenica 10 dicembre, presso i Magazzini dell’Abbondanza, alle ore 17.00 è in programma il Mercatino di Solidarietà a rallegrare l’antico sito e con lavori di Sartoria e artigianato africano (a sostegno dei progetti promossi dalle cooperative GIS  GIS e dalla Associazione Djarama in Senegal) poi l’Artigianato e mercatino di ortaggi freschi (a sostegno delle attività della Comunità Podere Tufi di Cupra Montana) ma anche l’Artigianato del Chiapas (tessuti ed oggetti creati con il riciclaggio) e la vendita di libri.

Il Mercatino di Solidarietà si concluderà con un aperitivo solidale a cura del Gas (Gruppo di Acquisto Solidale) locale.

CASTELBELLINO / FREDDO E VENTO NON FERMANO I MERCATINI DI NATALE, IN TANTI ALLE BANCARELLE

CASTELBELLINO, 8 dicembre 2017 – Nonostante il tempo incerto e il freddo, il borgo antico non ha rinunciato al programma previsto per il giorno dell’Immacolata. Mercatini e Villaggio di Natale hanno atteso residenti e curiosi che hanno affollato le vie del paese dove un centinaio di bancarelle hanno dispensato colori e profumi.

Una giornata all’insegna dei valori della condivisione, della solidarietà e dello spirito di comunità, resa possibile grazie alle forze del volontariato del Comitato Castelbellino Il Paese dell’Albero impegnate a coinvolgere i cittadini nella promozione sociale e nella valorizzazione del territorio. Gli stand gastronomici con tante golosità culinarie della stagione: polentate d’inverno, cresciole, spuntature, castagne, vin brulè e molto altro ancora, hanno deliziato anche i palati più esigenti. E poi musica itinerante con zampogne  e animazioni e intrattenimenti per bambini. Nel pomeriggio le vie del paese si sono trasformate nel borgo di Babbo Natale con il folletto postino; il folletto truccabimbi, Babbo Natale Radio Station, Il trono di Babbo Natale, Babbo Natale gonfiabile e la calza gigante, con neve artificiale.

Il pomeriggio è proseguito con la sfilata della Banda musicale di Castelbellino e della Santa Claus Band di Pianello Vallesina, concerto itinerante con musica natalizia per zampogne. Successivamente in terrazza Belvedere, concertino del Reciclato Blu-Es Friends Band.

JESI / BORGO MINONNA, I PREPARATIVI DEL “FOGARÒ” DELLA TRASLAZIONE

JESI, 8 dicembre 2017 – C’è attesa nella campagne e nelle periferie cittadine per la serata del 9 dicembre, vigilia della ricorrenza religiosa della Beata Vergine di Loreto; com’è tradizione da centinaia di anni il popolo ricorda la traslazione della Santa Casa abitata dalla Madonna e da suo figlio, Gesù, dalla città di Gerusalemme al colle di Loreto. Per questo evento nelle Marche ed in altre regioni del centro Italia c’è l’usanza di accendere quello che nella nostra zona tutti chiamano il “fogarò”, un falò di rami ed altro materiale naturale infiammabile  attorno al quale i fedeli della Vergine spesso recitano il Rosario (un tempo le litanie) o al più qualche preghiera.

Stando ad alcune fonti, l’origine della “Madonna del tettarello” risalirebbe  all’inizio del XVII secolo, esattamente al 1617 un frate cappuccino anconetano, padre Tommaso, stabilì che si dovevano accendere dei fuochi nei campi nella notte tra il 9 ed il 10 dicembre; tutto questo perché, secondo alcune fonti, si immaginava il passaggio della Santa Casa  sorretta dagli angeli. Per moltissimi anni la ricorrenza di questo evento faceva registrare tantissime presenze laddove religiosi o semplici laici accendevano il fuoco della memoria, poi, col passare del tempo e con l’affievolirsi delle convinzioni religiose il “fogarò” è rimasto come momento caratteristico, anche se ancora, in molti posti, rimane lo spirito del ricordo.

Oggi, come detto in apertura, il ricordo della traslazione della Santa Casa lo si può toccare con mano nelle periferie, di fronte alla chiese o in qualche piazza. Nella parrocchia di Sant’Antonio Abate di Jesi, ad esempio, la comunità di Borgo Minonna si ritrova attorno al Parroco ed al falò per recitare una preghiera e per poi condividere un momento di coesione.

(s. b.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

JESI / NATALE NEL CENTRO STORICO, TORNA IL CONCORSO “FINESTRE E PORTONI IN FESTA”

JESI, 8 dicembre 2017 – Dopo la favorevole accoglienza dello scorso anno, il “Comitato Abitanti Centro Storico di Jesi” ha voluto replicare il concorso “Finestre e portoni in festa”; una iniziativa per richiamare l’attenzione di tutti i cittadini su una parte della città a volte dimenticata e offrire alla gente la possibilità di passeggiare in un ambiente più colorato ed accogliente.

Il concorso è aperto a tutti i proprietari o residenti nelle zone del centro storico ai quali è richiesto di addobbare una o più finestre, balconi o portoni.  Il concorso inizierà il prossimo 13 dicembre per concludersi  nel giorno dell’Epifania 2018; trascorso questo periodo una apposita giuria selezionerà gli addobbi ritenuti più suggestivi o innovativi rispetto alla tradizione che saranno successivamente premiati grazie alla disponibilità del supermercato “Si con te Superstore il Torrione” che metterà a disposizione dei ricchi buoni spesa.

Non è prevista nessuna quota di partecipazione, le uniche condizioni richieste sono quelle di iscriversi mandando una mail a: centrostoricodijesi@gmail.com indicando le proprie generalità un numero telefonico di recapito e l’indirizzo esatto della finestra o portone che partecipa al concorso.

La premiazione è prevista per la fine del mese di gennaio.

(s. b.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

JESI / MERCATINI DI NATALE, L’APPUNTAMENTO È A PALAZZO DEI CONVEGNI

JESI, 7 dicembre 2017 – Torna anche quest’ anno a Palazzo dei Convegni il tradizionale appuntamento con i Mercatini di Natale solidali organizzato dalla Consulta per la Pace di Jesi , in collaborazione con le associazioni di volontariato che la compongono e presenti attivamente sul territorio.

Si potranno acquistare, per beneficenza,  articoli vari, oggetti e quant’ altro, prodotti dalle associazioni durante le loro attività di volontariato quotidiano.

L’evento è inserito nella rassegna “Jesi Natale 2017” organizzato dal comune di Jesi, inizieranno la sera di giovedi 7 dicembre, alle ore 17 per proseguire fino a domenica 10 dicembre, dalle ore 9:30 alle ore 20.

Si avrà cosi l’ occasione per fare un regalo originale e solidale in vista delle festività natalizie.

Il tutto si terra a Palazzo dei Convegni. Parteciperanno le associazioni Emercency, Gus, Avis, Anpi, Croce Rossa Italiana, Qua la mano Onlus, Libera, Casa delle Donne, Oikos, Mondo solidale e Pro Loco Jesi.