Tag Archivi: polizia municipale

JESI / SCONTRO TRA AUTOMEZZO DEL TRASPORTO RIFIUTI E UTILITARIA

JESI, 17 giugno 2017 – Incidente senza conseguenze alle persone ma solo danni ai mezzi coinvolti. Questa mattina in Via Vittorio Veneto all’incrocio con via Piave, pochi metri dopo l’Arco Clementino, si sono scontrati un camion di Jesi Servizi in servizio ed  addetto alla raccolta dei rifiuti ed una utilitaria. Le cause sono in corso di accertamento da parte dei Vigili Urbani di Jesi prontamente intervenuti. Danni notevoli ai veicoli coinvolti.

(e.s.)

CUPRAMONTANA / SINGOLARE INCIDENTE IN PIENO CENTRO

CUPRAMONTANA, 7 giugno 2017  – Un incidente davvero singolare è accaduto ad una automobilista questa mattina verso le ore 10.15 nell’ultimo tratto di Via Giacomo Matteotti, pochi metri più a valle del panificio “La Fornarina”. La signora stava salendo in paese quando, probabilmente, ha deciso di parcheggiare negli appostiti spazi alla sua destra; innestando la retromarcia e sterzando il volante verso destra è probabile che la ruota anteriore sinistra abbia urtato il cordolo del marciapiedi, obbligando lo sterzo ad una repentina inversione mentre l’accelerazione pigiato ha fatto il resto. Ovviamente sono ipotesi raccolte dai ragionamenti di chi è arrivato sul posto non appena sentito il botto della carrozzeria della Fiat Punto sul muro. La via dove è accaduto il sinistro è molto frequentata da coloro che salgono verso il centro con l’auto e a piedi; proprio su quel marciapiedi il sinistro occorso alla spaventatissima signora, avrebbe potuto provocare seri danni a qualche ignaro passante. Dunque, come già detto, danni seri all’automobile, molto spavento per la signora alla guida, ma fortunatamente nulla di più grave.  Sul posto è arrivato con il carro attrezzi perché l’auto non è ripartita; insieme al mezzo si sono avvicinati anche i Vigili Urbani e i Carabinieri della locale stazione in servizio di prevenzione sul territorio.

(oddino.giampaoletti@qdmnotizie.it)

JESI / LAVORI ALLO SCALO FERROVIARIO, “TAGLIATI” DIVERSI SPAZI PER LA SOSTA

JESI, 27 aprile 2017 – Due mesi di difficoltà per chi arriva alla stazione ferroviaria a bordo della propria auto. Dal 2 maggio prossimo e fino al 30 luglio successivo saranno ridotti gli spazi di sosta. Tutto questo a causa di lavori di riqualificazione dei bagni dello scalo ferroviario e di manutenzione della zona della stazione riservata ai viaggiatori.
In particolare il provvedimento adottato dal comando della Polizia Locale prevede che sul lato a valle del Piazzale Giovanni Paolo II, nel tratto compreso tra il bar e l’ingresso della biglietteria della stazione non si potrà sostare. Il lavoro su quel lato del piazzale comporterà un restringimento della carreggiata. I lavori interesseranno anche il lato opposto al Bar della stazione dove saranno “cancellati” tre stalli di sosta posti dopo lo stallo di sosta per carico e scarico delle merci adiacenti l’isola spartitraffico.
La direzione dei lavori ha provveduto ad individuare alcuni spazi per sosta particolari: uno per persone disabili munite di apposito contrassegno, uno per il servizio taxi ed una per le operazioni di carico e scarico.
Il Comune provvederà ad installare l’apposita segnaletica, mentre i cittadini dovranno fin da ora trovare nuovi spazi per parcheggiare la loro autovettura nel corso dei due mesi di lavoro.

(s. b.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

FABRIANO / FONTANA STURINALTO, RIPARATA A TEMPO DI RECORD: LE IMMAGINI DELLE SPYCAM AL VAGLIO DELLA POLIZIA LOCALE

FABRIANO, 14 aprile 2017Riparata a tempo di record la fontana Sturinalto.

Danneggiata presumibilmente nel corso della notte scorsa, uno dei simboli del comune è stato oggetto delle cure degli operai comunali che hanno recuperato e riposizionato la parte lesionata.

Immediata la reazione “social” dei Fabrianesi, che hanno chiesto che si venga fatta luce sui vandali autori del gesto.

Le immagini delle spycam sono al momento analizzate dalla Polizia municipale. Netta la posizione del Sindaco Giancarlo Sagramola: “Un atto vandalico di qualcuno senza testa”.

(s. s.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

JESI / SICUREZZA STRADALE, LA POLIZIA LOCALE AGLI STUDENTI DEL CUPPARI SPIEGA LA PREVENZIONE

JESI, 31 marzo 2017 – Foto di incidenti stradali proiettate sulla parete dell’aula magna, di fronte ad oltre un centinaio di ragazzi delle terze, sei classi suddivise in due gruppi. La lezione di sicurezza stradale all’Istituto superiore “Cuppari” di Jesi, organizzata dall’Adoc Marche e tenuta dal Responsabile della Sezione Comando della Polizia Locale Filippo Peroni inizia dagli esempi concreti, più o meno gravi, per analizzare i comportamenti pericolosi all’origine degli incidenti stradali. Ma anche per approfondire le conseguenze dell’incidente, gli aspetti assicurativi, le responsabilità.

“Aspetti che sarebbe molto interessante affrontare con la presenza degli adulti, dei genitori di questi ragazzi – precisa Marina Marozzi presidente dell’Adoc Marche – per creare anche con loro un momento di riflessione simile a quello che abbiamo voluto offrire questa mattina a questi ragazzi grazie alla disponibilità della Comandante della Polizia Municipale di Jesi Liliana Rovaldi, che ha messo a disposizione il personale del Comando. Crediamo fortemente nella prevenzione, che non può che nascere dall’informazione, creare consapevolezza dei rischi per evitare comportamenti pericolosi. Che può significare anche compiere piccole disattenzioni, ma ugualmente capaci di mettere a repentaglio la vita delle persone. Insomma, non necessariamente il comportamento a rischio significa guidare in stato di ebbrezza o sotto l’effetto delle droghe, per cui, come è stato ricordato, è stato introdotto un anno fa il reato di omicidio stradale.”  A tal proposito, nel corso della mattinata due agenti della Polizia Locale hanno anche mostrato l’utilizzo del precursore, uno strumento necessario a testare la presenza di alcol nel sangue, utilizzato dalla Forze dell’Ordine durante i controlli su strada.

JESI / TAMPONAMENTO ALLE PORTE DELLA CITTÀ, COINVOLTE QUATTRO AUTO: TRAFFICO IN TILT E UN FERITO

JESI, 27 marzo 2017 – Traffico in tilt intorno alle 18 di oggi pomeriggio (27 marzo) lungo la provinciale 76 poco distante dal ristorante Rusticanella in direzione Chiaravalle. Quattro auto hanno dato vita a un maxi tamponamento la cui conseguenza è stato il blocco della viabilità e un uomo ferito, trasportato in ospedale. L’incidente ha coinvolto una Bmw, una utilitaria Fiat, una Opel e una Toyota: il ferito è il conducente della Fiat. Sul posto sono giunti i soccorsi e la Polizia Locale di Jesi per regolare il traffico bloccato. L’automobilista è stato portato al nosocomio Carlo Urbani.

FABRIANO / ANZIANA URTA CON L’AUTO UN CICLISTA, QUALCHE GRAFFIO E TANTA PAURA PER L’UOMO

FABRIANO, 22 marzo 2017 – Paura ieri mattina (21 marzo) per un ciclista di mezz’età fabrianese. È stato centrato da un auto in viale Moccia. Nessuna grave conseguenza fisica. Più danni per la bicicletta.
Ieri mattina, intorno alle 11, all’interno della mini rotatoria di viale Moccia, vicino all’ingresso per il “parcheggione”, un’anziana ha urtato un ciclista, facendolo cadere a terra.
Sul posto sono intervenuti i vigili della Polizia municipale che hanno effettuato tutti i rilievi per stabilire l’esatta dinamica dell’incidente.
Molti i danni, soprattutto nella parte posteriore, per la bicicletta. Qualche graffio, invece, per il ciclista. Non si è reso necessario l’intervento dell’ambulanza del 118 dell’ospedale Engles Profili di Fabriano.
Considerando l’alto flusso di traffico della via in questione, si sono registrati alcuni rallentamenti alla circolazione.

FABRIANO / IL REPORT DELLA POLIZIA MUNICIPALE, PIÙ DI 3 MILA CONTRAVVENZIONI: SOTTRATTI 568 PUNTI ALLE PATENTI

FABRIANO, 2 marzo 2017 – Il comandante della Polizia municipale di Fabriano, Aldo Strippoli, presenta il report sulle attività svolte nel 2016. Sono stati 724 i servizi di pattuglia giornalieri e 80 serali, 756 controlli a piedi nel centro storico, 20 controlli con telelaser e/o etilometro nell’ambito di 152 controlli su strada.

Elevati 3.173 verbali di contravvenzioni per omessa precedenza, velocità eccessiva, cinture, telefono, uso sostanze alcoliche /stupefacenti alla guida, per guida senza assicurazione, per infrazioni per sosta su posti invalidi.

Sono stati 105 i sinistri stradali rilevati. Tante le automobili rimosse per colpa degli automobilisti indisciplinati, 118, con in aggiunta 15 sequestri e fermi e 5 patenti ritirate, a cui vanno aggiunte le 173 patenti segnalate per sottrazione punti, complessivamente 568 punti sottratti.

FABRIANO / EVITA IL POSTO DI BLOCCO, INSEGUITO DALLA POLIZIA: TRA GLI INDUMENTI INTIMI AVEVA LA DROGA

Sandro Tommasi è il nuovo Commissario Capo di Fabriano

FABRIANO, 9 febbraio 2017 – Incessanti e capillari i servizi controllo del territorio in tutto il comune di Fabriano predisposti dal dirigente del Commissariato di Polizia, Sandro Tommasi. Le pattuglie delle Volanti vigilano su tutto il comprensorio fabrianese impegnate, non solo in una attività di repressione, ma anche di prevenzione, costituendo un deterrente contro la commissione di reati, soprattutto quelli di natura predatoria, si legga furti.

Ieri mattina, 8 febbraio, durante l’attività di controllo del territorio, gli agenti hanno intercettato un’utilitaria di colore nero, il cui conducente alla vista della “pantera”, ha tentato di accelerare per sfuggire al controllo di polizia effettuando una manovra azzardata. Accortisi della pericolosa manovra e dello strano comportamento del conducente, i poliziotti hanno inseguito il veicolo riuscendo a bloccarlo intimandogli l’alt. Fermato in sicurezza, insieme al personale della locale Polizia municipale, sono stati identificati i due giovani a bordo dell’auto: alla guida un giovane di 21 anni e al lato passeggero un coetaneo, pluripregiudicato, conosciuto alle forze dell’ordine per reati in materia di sostanze stupefacenti e truffe online.

Alla richiesta dell’esibizione della patente il 21enne alla guida ha cercato di prendere tempo fornendo fantasiose spiegazioni sulla mancanza del documento. Dagli accurati controlli eseguiti dai poliziotti è emersa la verità: al giovane era stata sospesa la patente di guida e il veicolo che stava guidando in realtà doveva essere fermo nel garage di casa in quanto sottoposto a un fermo amministrativo fino al 17 aprile prossimo. Nello scendere dall’auto, il passeggero ha tentato di nascondere, furtivamente, qualcosa all’interno dei pantaloni. I poliziotti gli hanno trovato, all’interno degli indumenti intimi, un involucro trasparente di cellophane termosaldato all’estremità al cui interno vi era della sostanza stupefacente. Inoltre, perquisendo anche l’auto, lato passeggero, sotto il tappetino appoggiapiedi è stata rinvenuta e sequestrata anche una siringa verosimilmente usata per l’assunzione della droga.

Accompagnati negli uffici del Commissariato di Fabriano, dopo le formalità di rito, il 21enne è stato denunciato alla competente Autorità Giudiziaria e il veicolo sottoposto a sequestro finalizzato alla confisca del mezzo. L’amico, che viaggiava insieme al denunciato, è stato segnalato alla locale Prefettura quale assuntore di sostanza stupefacente.

JESI / AUTOMOBILISTI INDISCIPLINATI, SONO STATI 250 GLI INCIDENTI STRADALI IN CITTÀ: 13 PATENTI RITIRATE E 283 VEICOLI RIMOSSI

JESI, 31 gennaio 2017 – Aumenta l’attività di video sorveglianza nelle zone sensibili della città. Il forte ampliamento dell’attività di videosorveglianza è passato dai 26.533 fotogrammi visualizzati nel 2015 a 170mila dello scorso anno; un boom di controlli che però ha fatto crescere di poco le contestazioni, passate da 30 a 44. Un dato che emerge dalla relazione della Polizia Locale riguardo le varie attività del settore.

Iniziamo allora dal settore “controlli edilizi e ambientali”. Su 353 pratiche assegnate i controlli eseguiti sono stati 186 (nell’anno precedente 215 sopralluoghi si 334 pratiche); 15 i verbali amministrativi e 18 quelli di natura penale (l’anno precedente furono rispettivamente 19 e 13). In flessione anche  il numero dei controlli commerciali; furono 784, sono stati 649. Pressoché identici gli accertamenti anagrafici, cresciuti in un anno di appena 9 (furono 3.136, sono stati 3.147). Notevolmente ridotta rispetto al 2015 l’attività della sezione comando che ha avute assegnate 1.103 pratiche  contro le 2.189 dell’anno prima.

Passiamo al servizio di controllo stradale; sono aumentati di circa il 10% le infrazione al Codice della strada, ma a questo incremento, però,  si contrappone una riduzione  del valore delle multe passate da circa 800mila del 2015 alle 755mila euro dello scorso anno. Sono calati – e anche di molto – i punti detratti alle patenti; furono 3.629 nel 2015 per 861 automobilisti indisciplinati, sono diventati 3.095 decurtati a 738 conducenti. Calate nel 2016 anche le violazioni accertate per assicurazione scaduta (33 contro 45) 241 per revisione scaduta (erano 256. 13 i veicoli sequestrati perché trovati in sosta con assicurazione scaduta, l’anno precedente furono  19. Pressoché immutato il numero delle lettere di preruolo inviate (4.474 lo scorso anno, 4.323 l’anno precedente).

Sul fronte della viabilità le pratiche assegnate agli agenti della Polizia locale jesina sono state complessivamente 315 quasi 200 in meno dell’anno prima quando il personale si trovò a trattare 514 pratiche. Sono stati rilevati 250 incidenti stradali, 16 in meno del 2015. Durante i controlli sono stati rimossi 283 veicoli dei quali 5 abbandonati (l’anno precedente le quantità furono rispettivamente 98 e 19); calate le patenti ritirate, passate da 16 a 13. Controlli mirati alla regolarità dei passi carrai e numeri civici hanno consentito l’individuazione di 630 irregolarità; l’anno precedente furono 400.

In questo quadro di costante riduzione dell’operato spicca un dato positivo che, si spera,  possa dare risultanti confortanti nel futuro. Ci riferiamo all’opera di educazione stradale portata avanti dalla Polizia Locale nelle scuole primarie e negli Istituti scolastici superiori. Furono 140 le ore di lezione impartite nel 2015, sono arrivate a 152 nel corso dell’anno da poco concluso.

E infine parliamo della “Dotazione organica”; in essa si legge che “al 31 dicembre 2016 il Corpo della Polizia Locale contava n. 30 unità di cui n. 1 Comandante, n. 5 Capitani, n. 1 Tenente, n. 3 Vigili Scelti, n. 20 Agenti, n. 2 Impiegati amministrativi, n. 2 Esecutori amministrativi. Facciamo i conti: 1 + 5 + 1 + 3 + 20 + 2 + 2 = 34 unità, solo 30 delle quali in divisa. Ammesso che quel 30 iniziale sia la somma del solo personale preposto al controllo del territorio, della viabilità ed altro,tutto sembrerebbe a posto. Così non ci pare perché se prendiamo la relazione presentata lo scorso anno e riferita al 2015 leggiamo che “il Corpo della Polizia Locale contava n. 32 unità di cui n. 1 Comandante, n. 3 Capitani, n. 1 tenente, n. 3 Vigili scelti, n. 20 Agenti, n. 2 impiegati amministrativi, n. 2 Esecutori amministrativi”. Anche in questo caso passiamo a fare le somme: 1 + 3 + 1 + 3 + 20 + 2 + 2 = 32 unità. In questo caso, a differenza della relazione sull’attività 2016, i 2 impiegati ed i 2 esecutori sono considerati nel totale del personale della P.L. Un po’ di chiarezza non farebbe male.

(sedulio.brazzini@qdmnotizie.it)

© RIPRODUZIONE RISERVATA