Tag Archivi: sport

JESI / PORSCHE CARRERA CUP: A MISANO IN PISTA VINCE FULGENZI, A TAVOLINO VIENE RETROCESSO AL SETTIMO POSTO

JESI, 22 giugno 2018 – L’appuntamento sul circuito Marco Simoncelli di Misano Adriatico, teatro della quarta tappa della Porsche Carrera Cup Italia, è stato agrodolce per il forte pilota jesino del Enrico Fulgenzi che, dopo il terzo posto guadagnato in Gara 1, si vedeva togliere in modo molto discutibile una meritatissima vittoria in Gara 2 a cause di una penalità di 5 secondi.

Andando con ordine il week end iniziava in modo perfetto per il driver del Team Ghinzani ARCO Motorsport-Centri Porsche Latina che sfiorava la pole in qualifica concludendo terzo a poco più di un decimo dal rivale Rovera. Grazie a questo ottimo risultato e confermando le ottime performance fatte segnare nei test ufficiali pre-stagione, Fulgenzi affrontava Gara 1 da vero Dobermann andando a confermare la posizione dello start ed evitando gli animi molto accessi (due safety car durante la gara) nella lotta per il podio.

In virtù di questo importante risultato Fulgenzi scattava ancora una volta terzo in Gara 2 e dopo un ottimo start ingaggiava una lotta molto spettacolare con Quaresmini che culminava con uno sorpasso ai danni del pilota del Dinamic Motorsport all’ingresso del Carro.

Malgrado altre due safety car e la pressione di Mosca e Rovera alle sue spalle, Fulgenzi manteneva la testa della gara sin sotto la bandiera a scacchi venendo però amaramente a scoprire successivamente che gli era stata inflitta una penalità di 5 secondi per non rispetto dei track limit in occasione del sorpasso su Quaresmini.

Evidente dunque a fine gara il dispiacere e il disappunto del pilota del tea bergamasco che si vedeva così togliere dalle mani una vittoria strameritata, dovendosi solo accontentare di un mesto settimo posto finale.

Enrico Fulgenzi: “E’ una fase molto delicata della stagione. Tutto il lavoro fatto nel pre stagione sta venendo vanificato da decisioni discutibili o comportamenti scorretti degli avversari. A Misano eravamo molto a posto e per tutto il week end siamo stati tra i primi, vincendo meritatamente Gara 2. La penalizzazione riapre una questione annosa e mai risolta dei track limit su questo circuito. Sono molto deluso ma la stagione è ancora lunga e non ho nessuna intenzione di mollare.”

L’ora della riscossa per The Dobermann Fulgenzi è ora fissata per il week end del 13-15 Luglio sul tecnico e veloce tracciato del Mugello.

MOIE / SAMUELE RAMAZZOTTI SI AGGIUDICA L’OPEN DEL RIVIERA TENNIS A SIROLO

MOIE, 22 giugno 2018 – Samuele Ramazzotti, cresciuto nel Circolo Tennis Moie Sporting Club, ex enfant prodige del tennis italiano che cerca di risalire la china dopo un periodo non certo brillante, si è aggiudicato il bel torneo open della Riviera Tennis Club Sirolo disputata nella rinnovata cornice di 3 campi in terra battuta.

Oltre 80 gli iscritti nel tabellone, che assegnava il 1° Trofeo Città di Sirolo sponsorizzato Mediolanum e Tre Valli, magistralmente diretto dal giudice arbitro Gaetano Morico.

Ramazzotti, classificato 2-4, ha superato  in finale  Riccardo Ghedin, ex numero 222 del ranking mondiale, e primo favorito.

Una finale, peraltro, condizionata nella seconda parte dall’infortunio patito alla schiena da Ghedin, costretto ad abbandonare quando Ramazzotti era in vantaggio per 7-5 e 3-0.

Oltre a Ramazzotti, campione del mondo under 14, ora 19 anni e quindi con ampie possibilità di ritornare alle posizioni che merita, in semifinale sono arrivati 3 giocatori marchigiani classe 1999.

Una menzione particolare per l’anconetano Federico Mazzarini, 2-5, che nei quarti aveva battuto al tie break del terzo set il civitanovese Fabio Mercuri, numero uno del tabellone, battuto poi per 6-2 6-3 dall’esperto Ghedin.

Nell’altra semifinale Ramazzotti aveva superato il maceratese  Tommaso Compagnucci per 6-3 6-1. Nei quarti anche Federico Campana, Daniele Giuliani e Alberto Maria Lombardi.

Premiazioni con il presidente del comitato regionale Fit Emiliano Guzzo.

FABRIANO CALCIO / SI RIPARTE CON RENZO TASSO IN PANCHINA, GUBINELLI: NO ALL’ANCONA IN ECCELLENZA

FABRIANO, 21 giugno 2018 –  Oramai i giorni della retrocessione dalla serie D nel campionato di Eccellenza sono un lontano ricordo.

renzo tasso

Il club fabrianese si è rimesso subito in moto ed il direttore sportivo Sergio Gubinelli ha immediatamente individuato la persona giusta per ripartire: Renzo Tasso.

Cresciuto calcisticamente nel vivaio del Gubbio il neo allenatore dei cartai come giocatore ha poi vestito la maglia del Gauldo, Perugia, Casarano, Ascoli e Como. Dopo altre diverse esperienze chiude a Bastia nell’Eccellenza umbra. Ha giocato 130 partite in serie B.

A Bastia intraprende anche la carriera di allenatore e nel 2014-2015 affianca, come vice allenatore in Ancona, Giovanni Cornacchini per poi seguirlo a Viterbo.

Secondo di Tasso a Fabriano sarà Massimo Prete mentre il preparatore atletico Gianluca Braglia ed il fisioterapista Alessio Lupini.

Sul fronte squadra conferme per Spitoni e Rossi tra i pali e poi Cusimano, Zepponi, Salsiccia, Piergallini e Baldini.

Il direttore sportivo Gubinelli sta lavorando per cercare due attaccanti di qualità, si parla anche di Kevin Trudo dalla Jesina,  e giocatori esperti a centrocampo ed in difesa.

Le trattative insomma sono tante e di certo il rinnovamento sarà garantito per un campionato da disputare come protagonista.

A proposito di campionato Gubinelli si è soffermato sulla ipotesi dell’Ancona in Eccellenza. “Con tutto il rispetto per i tifosi e la società – ha sostenuto il dirigente – non vedo giusto che l’Ancona venga inserita in Eccellenza. A quel punto anche la Civitanovese avrebbe gli stessi diritti. Solo nel gioco dell’oca si saltano le caselle ed allora anche il Sassoferrato Genga, che ha perso lo spareggio Promozione avrebbe maggior diritto dell’Ancona di essere ripescata in Eccellenza. Se si avvererà una situazione del genere, e cioè se dall’alto l’Ancona sarà ammessa in Eccellenza, tutto perderebbe di credibilità: i passaggi di categoria insomma vanno fatti in maniera regolare e non per ‘conoscenze'”.

evasio santoni

©RIPRODUZIONE RISERVATA

AURORA BASKET / PRIMA FIRMA UFFICIALE ALLA TERMOFORGIA: MATTEO SANTUCCI

JESI, 21 giugno 2018 –  Come anticipato nei giorni scorsi da questa testa, QDM, Matteo Santucci è un volto nuovo della Termoforgia per il prossimo campionato.

L’Aurora Basket infatti ha comunicato di aver sottoscritto un contratto di durata biennale con l’atleta Matteo Santucci.

Nato a Roma il 10 aprile 1998, Matteo è una guardia/ala di 193 cm cresciuto nel vivaio della Tiber Roma, uno dei settori giovanili più importanti della Capitale, debuttando in un campionato senior già all’età di 16 anni. Proprio con la maglia arancioblu romana, gli stessi colori che indosserà per i prossimi due anni, lo scorso anno si è messo in luce come uno dei giovani più promettenti del panorama cestistico italiano, segnando 14.3 punti in soli 23.3 minuti di impiego, tirando con un ottimo 36.4% da 3 punti e conquistando 4.2 rimbalzi a partita. Un agonista che fa del tiro da 3 la specialità della casa, ma anche un abile difensore in grado di portare tanta energia dalla panchina, Santucci è il primo volto nuovo del roster 2018/2019, che si unisce alla conferma di Rinaldi e dà il via alla composizione del nuovo gruppo che verrà affidato a coach Damiano Cagnazzo e al suo staff.

Queste le prime dichiarazioni di Matteo Santucci come nuovo giocatore della Termoforgia Jesi: “Per prima cosa ringrazio la mia famiglia che mi ma sempre supportato in questo cammino. Già ho avuto modo di conoscere l’ambiente con un paio di allenamenti e l’aria che si respira è di una piazza calorosa che crede molto nel basket, non vedo l’ora di iniziare questa nuova avventura e di lottare con questa società. Infine ringrazio la famiglia Tiber che mi ha fatto crescere sia come giocatore che come uomo”.

Santucci vestirà la maglia numero 14.

AURORA BASKET / LORENZO BALDASSO NEL MIRINO DELLA TERMOFORGIA

JESI, 20 giugno 2018 – Potrebbe essere Lorenzo Baldasso il giocatore chiamato a sostituire Pierpaolo Marini in casa Aurora.

Radio mercato racconta di come i radar del D.S. Federico Ligi si stiano concentrando proprio sull’atleta nativo di Venaria Reale, ed il profilo sembra essere quello giusto. Classe 1995, 192 cm per 89 kg, Baldasso è una guardia tiratrice, e nell’ultima stagione ha contribuito alla cavalcata vincente di Trieste, chiudendo la stagione regolare con 7,4 punti di media, in quasi 18 minuti di utilizzo. La specialità della casa è rappresentata dal tiro dalla lunga, e proprio il 45% da tre con cui ha salutato il campionato, è un più che decorato biglietto da visita. La giovane età mescolata però a belle esperienze già maturate, e la voglia di ritagliarsi uno spazio da vero protagonista, fanno pensare che quello di Baldasso potrebbe essere un acquisto ottimale per la Termoforgia che verrà. La concorrenza non manca, a partire da Mantova, e dall’ambiziosa neopromossa Cento (che starebbe sondando anche l’ex Kenny Hasbrouk), ma Jesi sembra aver effettuato il sorpasso.

Se l’arrivo di Baldasso verrà concretizzato, a quel punto gli stranieri verranno sistemati nei ruoli di Playmaker e Ala piccola.

Da completare anche il reparto lunghi, con due giocatori italiani che dovranno andare integrarsi con Capitan Rinaldi. Su questo fronte, resta vivo l’interesse per Michele Serpilli, anche se in primis vanno capite le intenzioni della VL Pesaro, che del ragazzo detiene il cartellino. Data per molto probabile la riedizione della rotazione a 8, l’ex Tiber Roma Matteo Santucci resta in lizza per occupare uno dei posti disponibili.

Marco Pigliapoco

CUPRA MONTANA / MINI BASEBALL, NUMERI DA RECORD PER IL TORNEO “ALL INCLUSIVE”

CUPRA MONTANA, 20 giugno 2018 Tutto esaurito al Torneo di Minibaseball Città di Cupra Montana e tutti premiati gli atleti della categoria. Sabato e Domenica scorsi sul Diamante di Via Fonte Ripa si è svolta la prima edizione del Torneo Minibaseball riservato alla categoria dei più giovani, i nati tra il 2009 ed il 2011. Sessantacinque i giocatori complessivamente schierati in campo dalle cinque società partecipanti alla manifestazione: Fermo, Macerata, Montegranaro, Porto Sant’Elpidio oltre ai locali guidati dal coach Manuel Cuevas.

Un evento unico nel suo genere quello appena disputato a Cupra Montana anche per la formula scelta dagli organizzatori, un ‘all inclusive‘ che mai era stato sperimentato prima per categorie cosi giovani seguite da un nutrito stuolo di familiari. Numeri da record per la organizzazione logistica: ottantacinque posti letto predisposti dai volontari della Associazione Cuprabaseball presso la Casa delle Associazioni (struttura polivalente comunale) per ospitare le squadre giunte già il sabato e oltre quattrocento pasti caldi preparati nelle cucine dell’impianto sportivo, sempre con lo staff di Volontari impegnato senza sosta nonostante le alte temperature registrate lo scorso fine settimana in via Fonte Ripa.

Sicuramente vincente è stata l’alternanza nei due campi da gioco tra i più piccoli e la prima squadra,  impegnata proprio sabato nel doppio match (pomeridiano e notturno) di Serie B con il Yankees San Giovanni in Persiceto. Un’offerta sportiva che ha attirato al campo Diamante tanti appassionati, in linea con la crescita dei tesseramenti registrata dal Cuprabaseball nelle ultime stagioni.

E guarda già avanti il presidente del Cuprabaseball Paolo Pierangeli che nonostante i numerosi impegni estivi delle varie categorie pensa già alla prossima edizione del Minibaseball convinto che il buon esito di quella appena conclusa attirerà altre squadre, tra quelle con cui la società vanta storici rapporti di collaborazione, soprattutto da fuori regione.  Lo Staff è avvisato..

(S. S.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

MOIE / TRIANGOLARE DI CALCIO, MEMORIAL “ALESSANDRO CRISTOFORI” ALLA GUARDIA DI FINANZA

MOIE, 20 giugno 2018 – Giovedì scorso (14 giugno) si è disputata allo stadio “Pierucci” la partita di calcio che ha visto contrapporsi in un triangolare amichevole i Carabinieri, la Guardia di Finanza e la Polizia di Stato, in occasione della settima edizione del Memorial  Alessandro Cristofori (il figlio del Generale Alfredo Cristofori della Guardia Di Finanza di Ancona, scomparso nel 2012).

L’evento è stato organizzato dalla società sportiva Moie Vallesina . “L’appuntamento è diventato una ricorrenza tra gli atleti delle Forze Armate provinciali – spiegano gli organizzatori – all’insegna della sportività, della competizione e dell’amicizia”.

L’edizione 2018 ha visto prevalere la formazione della Guardia di Finanza (guidata dal coach Calogero Vicari), a seguire la squadra dei Carabinieri e della Polizia di Stato.

A premiare le squadre: Antonio Mastrovincenzo Presidente del Consiglio Regionale, il Generale Gianfranco Carrozza Comandante Regionale della Guardia di Finanza, il Dott. Oreste Capocasa  Questore di Ancona, Stefano Caporossi Colonnello Comandante Provinciale dei Carabinieri e il Generale Vincenzo Amendola Comandante Provinciale della Guardia di Finanza.

JESINA CALCIO / TUTTO DA RIFARE PER L’ALLENATORE, ORA SPUNTA L’IPOTESI BEDETTI

JESI, 18 giugno 2018 – Poteva essere il week end decisivo per l’ ufficializzazione del nuovo allenatore in casa Jesina Calcio, ed invece il nero su bianco non è arrivato, ma non sono mancate di certo le sorprese.

Marco Strappini

I maggiori indiziati, Gianluca Fenucci e Francesco Bacci, non siederanno sulla panchina leoncella.

Motivi diversi per il mancato accordo con i due tecnici, e giochi completamente riaperti.

Con Fenucci c’era stato un incontro interlocutorio nella scorsa settimana, a cui però non è stato dato seguito. Il suo nome aveva acceso l’entusiasmo della piazza, ma evidentemente non ha scaldato il cuore del nuovo Direttore Generale Gianfranco Amici. Il Mister Chiaravallese, dopo aver atteso invano la telefonata per un nuovo incontro, è in procinto di firmare il contratto proposto dall’Urbania.

A questo punto sembravano spalancate le porte per il ritorno di Francesco Bacci, ma le diversità di vedute da un punto di vista economico e di costruzione della squadra, al momento hanno fatto saltare la trattativa.

Tutto da rifare quindi, con diverse ipotesi in campo.

Proprio in queste ore sta prendendo quota il nome di Daniele Bedetti,  già due volte in panchina lo scorso anno in sostituzione dello squalificato Di Donato, ed ex allenatore della Juniores.

Una scelta questa, che rappresenterebbe un premio per il lavoro svolto con i giovani da Bedetti, e che garantirebbe quella “Jesinità” enunciata dai nuovi dirigenti.

Un timido approccio c’è stato anche con Marco Strappini, ma con ogni probabilità l’ex Capitano non accetterà il ruolo di vice che la società sembra disposta a proporgli.

Chissà, magari anche il suo profilo verrà valutato per il ruolo di allenatore capo.

In ogni caso, una decisione andrà presa in tempi brevi, per iniziare a lavorare sulla composizione della rosa, con la Società che intanto ha iniziato un giro di consultazioni con alcuni giocatori della passata stagione.

Marco Pigliapoco

CINGOLI / PALLAMANO NAZIONALE: “LOCATION PERFETTA, SPERIAMO DI TORNARE IN FUTURO”

CINGOLI, 18 giungo 2018 – Cingoli accoglie le Nazionali di pallamano per la preparazione in vista dei Giochi del Mediterraneo e si candida a diventare la “Casa Italia” della Federazione Italiana Giuoco Handball. Ieri si è svolta una conferenza stampa presso il Convitto dell’IPSEOA Varnelli, alla presenza della dirigente scolastica, prof.ssa Maria Rosella Bitti, del presidente federale FIGH, dott. Pasquale Loria, e del sindaco Filippo Saltamartini. Era presente anche il direttore tecnico delle Nazionali, Riccardo Trillini, accompagnato da una delegazione di atleti delle Nazionali senior maschile e femminile.

A introdurre le istituzioni, il direttore sportivo della Polisportiva Cingoli, arch. Gastone Corti, ha ribadito la soddisfazione societaria per l’organizzazione dei raduni. “È un grande orgoglio ospitare le Nazionali maschile, femminile e Under 20 maschile nella nostra città – ha dichiarato – soprattutto perché ben tre nostri atleti sono stati convocati. Qui c’è il clima ideale per preparare una competizione importante come I Giochi del Mediterraneo.”

L’organizzazione è stata resa possibile da un protocollo d’intesa tra la FIGH e L’IPSEOA di Cingoli. “È un progetto che ha partecipato a un Concorso Nazionale – ha spiegato la dirigente scolastica Prof.ssa Maria Rosella Bitti – ottenendo il primo posto: utilizzare il Convitto non solo per ospitare i ragazzi durante l’anno scolastico, ma metterlo a disposizione per ospitare le associazioni che lo richiedono. Il progetto “Balcone dei Sogni”, inoltre, mira ad inserire gli studenti in percorsi di Alternanza Scuola-Lavoro all’interno della struttura. Questo perché a Settembre lanceremo un nuovo percorso di studi dedicato al Turismo dello Sport.”

Dunque, inizia con una grande vetrina l’esperienza. “Ringrazio – ha continuato la dirigente – la Federazione che ci ha concesso questa opportunità. Ringrazio anche il personale non docente, i nostri collaboratori, le nostre cuoche e gli studenti che si sono resi disponibili, i quali stanno cercando di dare un’ospitalità di buon livello e una buona immagine di Cingoli, con l’amministrazione comunale a noi sempre vicina. Infine, ringrazio Mirco Mazzieri della Polisportiva e Silvano Seca della FIGH per aver mediato ed organizzato questo raduno. Posso dirmi orgogliosa della realtà cingolana della pallamano.”

Visibilmente soddisfatto anche il presidente della Federazione Italiana Giuoco Handball, dott. Pasquale Loria, che nel suo intervento ha lasciato intendere di voler dare un seguito a queste giornate. “Abbiamo scelto Cingoli – ha dichiarato – perché, oltre ad avere un campo di gioco, ha condizioni ambientali ottimali. Il Convitto è stato per noi una sorpresa, soprattuto per l’alto livello di rifinitura degli ambienti. E’ il classico luogo dove si può trovare il massimo della concentrazione. Torneremo qui anche in futuro, mi auguro per prepararci per altre manifestazioni come il Campionato Europeo o il Campionato del Mondo. I nostri ragazzi ce la stanno mettendo tutta per darci queste soddisfazioni. Ringrazio l’Istituto e la Città.”

Il presidente ha voluto sottolineare anche i meriti della Polisportiva Cingoli. “E’ una società storica del nostro movimento, che lavora bene sia nel settore maschile che in quello femminile, oltre ad essere la culla del nostro direttore tecnico Riccardo Trillini. Con le due promozioni di quest’anno, Cingoli è entrata a pieno titolo nell’elitè dei nostri campionati.”

E’ intervenuto anche proprio Riccardo Trillini, direttore tecnico delle squadre nazionali di pallamano, non nascondendo l’emozione. “Ringrazio Cingoli – ha esordito – perché ci ha consentito di preparare due squadre con un unico staff, cosa di regola difficile. Sono contento, stiamo lavorando bene qui; i ragazzi, per quello che mi hanno detto, sono tutti soddisfatti per la location e nessuno si è lamentato della mancanza di Internet, specie per i più giovani. Inoltre, non nascondo l’emozione davanti ai miei luoghi d’infanzia: questa era la mia scuola (la struttura ha ospitato la Scuola Media prima della costruzione dei plessi di Via Sant’Esuperanzio, ndr), sono rimasto impressionato per come è stata ristrutturata.  Grazie anche all’Ipseoa e al Comune, ci hanno messo a disposizione una struttura da altre parti non si trova, oltre alla collaborazione con la Polisportiva Cingol. Sono orgoglioso perché Cingoli ha saputo dimostrare di avere la grande qualità dell’ospitalità.”

Il sindaco di Cingoli, Filippo Saltamartini, ha voluto ribadire la natura del progetto. “E’ un percorso di Alternanza Scuola-Lavoro – ha puntualizzato Saltamartini – pensato per poter aprire il Convitto ad altri eventi. E’ il frutto di ingenti risorse pubbliche a servizio dello sport e della pallamano in particolare. Questo sport nel nostro comune è arrivato ai vertici, lo dimostra l’organizzazione di questo raduno ed il direttore tecnico è cingolano. Inoltre, tanti nostri ragazzi potrebbero, in futuro, arrivare alla Nazionale. Spero che tutti possano apprezzare gli sforzi della società e dell’Istituto Alberghiero. Mi rammarico solamente del fatto che Cingoli, comune che ha il più alto rapporto cittadini-impianti sportivi, non abbia mai ricevuto contributi dal CONI: i paesi piccoli che investono in sport minori non possono essere dimenticati.”

La conferenza stampa si è conclusa con un appello delle istituzioni presenti a finanziare la realtà sportiva della Polisportiva Cingoli per la prossima stagione, per far sì che “il sogno della pallamano nel Balcone delle Marche continui”.

I risultati sono sotto gli occhi di tutti, gli sforzi della società meritano di essere premiati anche dalle aziende del territorio.

Giacomo Grasselli

CASTELBELLINO / IL BIS DI ROSSANO, CAMPIONE ITALIANO DI RUZZOLA A SQUADRE E INDIVIDUALE

CASTELBELLINO, 17 giugno 2018 – È di Castelbellino il neo campione italiano individuale di Ruzzola. L’appuntamento sportivo per due giorni ( sabato 16 e domenica 17 giugno) si è svolto nella città di Federico II dove i vari atleti lungo le strade di campagna si sono dati “battaglia” per le fasi eliminatorie.

La graduatoria finale ha visto al primo posto Rossano Radicioni. Il portacolori della Ruzzola Vallesina con questo risultato bissa il successo già ottenuto una settimana fa proprio con la sua società che si è aggiudicata il titolo di campione nazionale a squadre.

Ovviamente grande festa a Castelbellino, anche perché a consegnare il prestigioso trofeo è stato proprio il vice sindaco Massimo Costarelli. Ma va detto che questo sport molto particolare ha un suo nutrito seguito in Vallesina a differenza di quanto si potrebbe pensare; infatti sono diverse le società che tengono ancora viva la tradizione della Ruzzola, uno sport che affonda le sue radici nell’antichità, esattamente alla fine dell’Ottocento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA