Valle del Misa

SERRA DE CONTI / MINORENNE CADE CON LO SCOOTER, TRASPORTATO A TORRETTE DALL’ELIAMBULANZA

SERRA DE CONTI, 24 maggio 2018 – Questo pomeriggio attorno alle 15,30 un giovane di 16 anni è caduto dal proprio scooter.

Immediatamente soccorso è stato trasportato al pronto soccorso regionale di Torrette dall’eliambulanza.

Le sue condizioni non sembrano fortunatamente gravi.

Sul posto i carabinieri di Castelplanio per i rilievi di legge.

JESI / IL PALLIO DI SAN FLORIANO NELLA SALA CONSILIARE DI SERRA DE’ CONTI

JESI, 15 maggio 2018 – La vittoria di una squadra è diventata il successo di una città; la conquista del Pallio di San Floriano inorgoglisce gli amministratori di Serra de’ Conti che hanno voluto esporre il simbolo della vittoria (il Pallio appunto) nel bel mezzo della Sala Consiliare.

Già nella tarda serata di domenica, nel momento della consegna del Pallio da parte del Sindaco di Jesi, Massimo Bacci, all’assessore serrano Marco Silvi, quest’ultimo aveva sottolineato il fatto che la squadra di Serra de’ Conti si è imposta per la prima volta in questa gara dei comuni della Vallesina.

Lo stesso assessore ha anche dato merito agli organizzatori affermando che “a vincere è però Jesi e tutti coloro che hanno preso parte a questa manifestazione capace di unire i territori. Siamo paesi che galleggiano sulle colline – ha proseguito Silvi e qui al Palio celebriamo la nostra cultura, la storia, la bellezza”.

Sempre nel corso della cerimonia di premiazione Silvi ha dato appuntamento per il prossimo anno “nel paese della cicerchia e del buon cibo per la riconsegna del vessillo”.

s.b.

 

SENIGALLIA / L’ASSOCIAZIONE ‘LE ALI DELLA TERRA’ COMPIE UN ANNO

SENIGALLIA, 27 aprile 2018 –  L’associazione culturale di Falconeria “Le Ali della Terra” con sede operativa a Senigallia compie un anno di attività.

Nata per volontà di un gruppo di ragazzi con la passione per la falconeria e per il mondo dei rapaci, l’associazione ha come obiettivi la divulgazione di quest’antica arte riconosciuta dall’UNESCO Patrimonio Immateriale dell’Umanità e quello di sensibilizzare le persone nei confronti di questo mondo poco conosciuto.

L’associazione “Le Ali della Terra” attualmente dispone di una squadra composta da circa 22 animali, suddivisi in rapaci diurni e notturni, appartenenti a diverse specie.

Con i propri rapaci l’associazione partecipa a manifestazioni, attività di didattica, eventi pubblici e privati, eseguendo esibizioni di volo libero e dando l’opportunità alle persone di conoscere da vicino la falconeria e i meravigliosi rapaci. Tra le varie attività svolte dall’associazione, quella di maggiore importanza è sicuramente la didattica riguardante il mondo dei rapaci, sia da un punto di vista biologico che morfologico, soffermandosi sulla loro corretta gestione che non può essere paragonata ad un semplice animale da compagnia, sia dal punto di vista storico-culturale in quanto l’arte della falconeria nel territorio italiano vanta un ruolo importante nella storia. Grazie ai corsi di falconeria che “Le Ali della Terra” organizza viene data la possibilità di un primo approccio nei confronti del mondo dei rapaci a tutti coloro che sono interessati a condividere con questi splendidi animali la loro vita.

Gli eventi ai quali l’associazione partecipa, come le rievocazioni storiche, rappresentano un’opportunità per chi fosse interessato, di conoscere i rapaci e di osservare da vicino questa pratica compiendo un vero e proprio tuffo nel passato.

Anche quest’estate non mancheranno le occasioni per incontrare lo staff ed i rapaci dell’associazione che prenderà parte a diversi eventi nella nostra regione e non solo, tra i quali, la rievocazione storica “Il Solenne Ingresso” a Senigallia, “La Festa del Contado” a Sassocorvaro, “L’Armata di Pentecoste” a Monterubbiano, la “Festa degli Statuti” a Fossato di Vico, “La Sagra della Badessa” ad Ozzano Emilia e molti altri appuntamenti che potrete trovare sulla pagina facebook dell’Associazione “Le Ali della Terra” e sul sito www.lealidellaterra.it

 

Gianluca Fenucci

 

BELVEDERE OSTRENSE / AL TEATRO PERGOLESI DI JESI LA COMMEDIA ‘IO ALFREDO E VALENTINA’

BELVEDERE OSTRENSE, 19 marzo 2018 – Domenica 25 Marzo alle ore 17, al teatro Pergolesi di Jesi, la compagnia teatrale AGORA’ di Belvedere Ostrense presenta la commedia brillante (in italiano) dal titolo “IO, ALFREDO E VALENTINA”.

Divertimento assicurato con l’esilarante giornata in casa di Federico, 40enne single che vorrebbe partire per il fine settimana. La sua sarebbe una vita tranquilla se non fosse per quella impicciona di sua sorella Maria, che, di stampo tradizionale, vuole a tutti costi farlo sposare. Federico, pur non avendo nulla contro il matrimonio non ha ancora trovato la donna del suo destino. Maria, si è però ormai convinta che suo fratello scappi dal matrimonio e dalle donne. Così Federico si trova a dover fare i conti con equivoci, malintesi e continue intrusioni da parte dello strampalato cognato Pablito, poeta argentino, dell’Amministratore del condominio, che non perde occasione per rimproverare Federico del troppo baccano,  della pretendente Bettina, del suo amico Alfredo con la gelosissima moglie Fiammetta e infine di Valentina, che come un uragano si abbatte sulla vita di Federico.

Assolutamente da non perdere!

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

SENIGALLIA / VINCENZO SALEMME AL TEATRO LA FENICE CON ‘UNA FESTA ESAGERATA!’

SENIGALLIA, 5 febbraio 2018 –  Dopo lo straordinario successo di Father and Son con Claudio Bisio, il Teatro La Fenice di Senigallia è pronto ad accogliere un nuovo grande spettacolo e già si preannuncia un nuovo sold

teatro la fenice senigallia

out, confermando quanto sia cresciuto, negli ultimi anni, il ruolo del Teatro di via Cesare Battisti, con una programmazione di grande pregio e qualità al pari dei grandi teatri nazionali.

Questa sera arriva a Senigallia una commedia divertentissima e originale che racconta in chiave realistica il lato oscuro e grottesco dell’animo umano, “Una festa esagerata!”, scritto e diretto e interpretato da Vincenzo Salemme.

L’attore partenopeo, che ha iniziato la sua carriera sotto la guida di Eduardo De Filippo, ritiene che si stia vivendo in una società in cui non si sa essere felici e lo racconta mettendo in scena la grande girandola delle bugie ricorrendo con mano felice a tutti i segreti del suo sapere, quello della grande commedia napoletana d’autore e della tradizione d’attore comico, capace dei tempi precisi della risata e dello stupore, messi insieme in sussulti e percorsi tutti da scoprire.

 

Salemme si può dire che “Una festa esagerata!” è una commedia ironica e divertente ma anche un po’ crudele e spietata?

“Credo sia la definizione giusta. La storia narra di una famiglia borghese di oggi, con un padre dai forti valori morali, un po’ presuntuoso e amante del teatro, una madre affamata di popolarità e desiderosa di una facile scalata sociale e una figlia quasi diciottenne, che confonde l’amore con i soldi, alle prese con l’organizzazione di una festa di compleanno…esagerata!. La festa, però, potrebbe andare in malora per un lutto improvviso, più fastidioso che doloroso”.

Come definirebbe “Una festa esagerata!”?

“Una commedia ricca di verve, di battute intelligenti e profonde con una serie di sorprese e di colpi di scena, che mette a nudo tutta una serie di criticità umane e si trasforma in uno strumento di satira sociale, di costume, di politica e si adatta perfettamente alla realtà dei nostri tempi, inducendo lo spettatore a riflettere su alcune problematiche attuali”.

Salemme è stato anche impegnato politicamente, era un comunista convinto. Ora chi le piace nel mondo della politica

“Alla Festa dell’Unità di Napoli che era davvero molto importante, nel 1976 alla mostra d’Oltremare, ho conosciuto mia moglie Valeria e quindi ho ricordi dolci. Io non ho cambiato idea ma è l’idea che ha cambiato me. Avevamo una classe dirigente eccellente nel Partito Comunista ma non avevamo idea di cosa accadesse nel mondo. Poi una copertina dell’Espresso con una foto di un soldato cinese che sparava a un ragazzo inginocchiato mi fece davvero riflettere. Ora ci sono persone che mi sembrano perbene, tra queste mi piace il presidente del consiglio Paolo Gentiloni”.

Cosa ne pensa delle accuse di molestie che molte donne nel mondo dello spettacolo stanno denunciando?  

“Il problema esiste e la solidarietà verso chi è stato molestato è massima ma bisogna stare molto attenti a non fare di tutta l’erba un fascio: spero che non ci vadano di mezzo anche persone che non c’entrano nulla con un problema che in questi ultimi mesi è venuto violentemente alla ribalta”.

Caccia agli ultimi biglietti per lo show di Vincenzo Salemme, organizzato dalla Compagnia della Rancia in collaborazione con il Comune di Senigallia e l’Amat. Lo spettacolo è in programma questa sera alle 21 sul palcoscenico del Teatro La Fenice di Senigallia. “Una festa esagerata…!” è scritto e diretto dallo stesso sessantenne attore, commediografo e sceneggiatore napoletano che si formò alla scuola del grande Eduardo De Filippo e con lui in scena ci saranno Nicola Acunzo, Vincenzo Borrino, Antonella Cioli, Sergio D’Auria, Teresa Del Vecchio, Antonio Guerriero, Giovanni Ribò, Mirea Flavia Stellato. Per le informazioni e gli ultimi biglietti ci si può rivolgere al Teatro La Fenice, tel. 071 7930842 e 335 1776042 o all’Amat, tel. 071 2072439. Il costo dei biglietti va dai 20 ai 35 euro.

 

Gianluca Fenucci

©RIPRODUZIONE RISERVATA

MONTEMARCIANO / ‘IL BACIO’, A TEATRO CON BARBARA DE ROSSI E FRANCESCO BRANCHETTI

MONTEMARCIANO, 19 gennaio 2018 –  Una storia d’amore dei nostri tempi: un uomo, una donna, due vite segnate dall’infelicità, due persone ferite dall’indifferenza e dalla noia.

E’ l’incipit de “Il bacio” dell’olandese Ger Thijs che Francesco Branchetti, nel doppio ruolo di regista ed attore, e Barbara De Rossi hanno portato magistralmente in scena al teatro Alfieri di Montemarciano conquistando gli applausi convinti di un pubblico emozionato e perfino commosso.

E un anonima serata di un anonimo giovedì di gennaio diventa parabola di sentimenti, gioco di seduzione, una perfetta e tenue storia d’amore, intrisa anche da un’ironia che rende più leggero un percorso drammatico e aspro.

Francesco Branchetti e Barbara De Rossi sono splendidi e poetici: le due ore di dialogo anche serrato, sempre coinvolgente, passano velocemente fino a giungere ad un finale che apre orizzonti e arcobaleni.

Un uomo e una donna si incontrano in una panchina, in un bosco dove si snodano dei sentieri. Entrambi sono infelici, delusi, annoiati, impauriti. In mezzo agli alberi e tra i sentieri, che rappresentano una sorta di magica “terra di mezzo”, arrivano a sfiorarsi, a toccarsi. Una donna che va alla ricerca del suo destino, un uomo che fa i conti con i suoi fallimenti e con la sua storia. La magia e i misteri dei sentieri e del bosco fa da sfondo all’incontro tra i due, la magia del mondo che li circonda ed una strana quiete che talvolta guadagna il suo “spazio” accompagnano l’avvicinarsi di queste due anime; dalla diffidenza iniziale, alle prime confidenze ad una complicità a tratti quasi struggente e intrisa di emozione, il tutto raccontato con una leggerezza di tocco, con una grazia che accompagna l’indagine psicologica dei personaggi e della nascita di un sentimento forse d’amore e ogni sfumatura, ogni battuta, diventa emozione condivisa, “batticuore” per lo spettatore. I sentieri sembrano una Via Crucis e invece nascondono l’approdo alla gioia, alla felicità forse, alla vita vera. Una storia di purezza e di candore raccontata con dolcezza e umanità; una storia che in definitiva è la storia di tutti noi, anime fragili e sensibili.

 

Gianluca Fenucci

 

JESI / IL FESTIVAL “FALSI D’AUTORE” A SERRA DE’ CONTI E MONSANO

JESI, 9 settembre 2017Domani, 10 settembre, prosegue a Serra De’ Conti e Monsano il XVII Festival Pergolesi Spontini dedicato quest’anno al tema del “Falso d’autore” con oltre 30 appuntamenti musicali alla scoperta di false attribuzioni, travestimenti, parodie, biografie immaginarie di grandi artisti. Ne cura la realizzazione la Fondazione Pergolesi Spontini.

Alle ore 18 il Chiostro di San Francesco, a Serra De’ Conti, ospita “Falsi da leggere. Constitutum Constantini” con musiche dei secoli XIII-XVI, con l’ensemble Odhecaton diretto da Paolo Da Col: al centro della narrazione, il documento apocrifo della donazione di Costantino, sulla quale i Papi fondavano il loro potere temporale. La mise en espace è firmata da Giovanni Sinopoli, voce recitante Edoardo Coen.

Segue poi, alla Chiesa degli Aroli di Monsano (ore 21), il concerto “Vivaldi e lo stile italiano” che l’Accademia Hermans dedica alle false attribuzioni, trascrizioni, riscritture vivaldiane e degli altri autori coevi ad Antonio Vivaldi. In programma, musiche di Vivaldi, Tomaso Albinoni, Johann Sebastian Bach, Arcangelo Corelli e Benedetto Marcello. Flauto traversiere Fabio Ceccarelli, violoncello barocco Alessandra Montani, clavicembalo Fabio Ciofini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARCEVIA / TENTA IL SUICIDIO GETTANDOSI NEL VUOTO, BLOCCATO DA VIGILI E CARABINIERI

ARCEVIA, 12 Agosto 2017 – Giovedì ad Arcevia un giovane di 30 anni, operaio senza lavoro, minacciava di lasciarsi cadere nel vuoto a causa della sua condizione di disoccupato dopo essersi messo a cavalcioni su di un ponte (nei pressi di un acquedotto), in bilico sul vuoto.

L’allarme è scattata dopo che alcuni passanti hanno visto il giovane seduto sul ponte. Immediato l’intervento della Polizia Locale del luogo che ha cercato di far desistere il ragazzo dal gesto estremo.

Quasi contemporaneo l’arrivo dei Carabinieri che hanno tranquillizzato ulteriormente il giovane e poi successivamente trasportato in ospedale per accertamenti.

(s.s.)

BELVEDERE OSTRENSE / AUTO FUORI STRADA, ILLESA LA CONDUCENTE

BELVEDERE OSTRENSE 29 maggio 2017 – I vigili del fuoco sono intervenuti a Belvedere Ostrense (Jesi AN)nella Sp 17 in via San Sommeo all’incrocio, tra la strada che porta alla frazione Fornace e Montecarotto, per incidente stradale.

Per cause in fase di accertamento una vettura condotta da una trentacinquenne perdeva il controllo uscendo fuori strada e dopo diversi ribaltamenti terminava la corsa in un campo con le ruote all’aria.

La conducente uscita dall’abitacolo da sola rimaneva illesa ma con tanto spavento. E’ riuscita comunque ad avvertire sia i familiari che i soccorsi. E’ stata accompagnata successivamente al Pronto Soccorso del ‘Carlo Urbani’ di Jesi.

I vigili del fuoco hanno messo in sicurezza la vettura e prestato assistenza durante le fasi di recupero dell’automezzo.

 

(e.s.)

 

BELVEDERE OSTRENSE / INCIDENTE STRADALE: AUTO ESCE DI STRADA, RIENTRA IN CARREGGIATA E PRENDE FUOCO

BELVEDERE OSTRENSE, 28 maggio 2017 – Auto in fiamme con a bordo il solo conducente questa notte a Belvedere Ostrense. L’intervento dei vigili del fuoco sulla Sp 18, erano circa le 23,30,  ha evitato il peggio. Infatti una Fiat Panda, per cause in fase di accertamento, è uscita di strada e, dopo aver urtato un ostacolo, è rientrata nella sede stradale.
La squadra accorsa sul posto ha messo in sicurezza la vettura. Sul posto anche una ambulanza del 118 che ha trasportato il conducente al ‘Carlo Urbani’.
(e.s.)