Arcevia

ARCEVIA / TENTA IL SUICIDIO GETTANDOSI NEL VUOTO, BLOCCATO DA VIGILI E CARABINIERI

ARCEVIA, 12 Agosto 2017 – Giovedì ad Arcevia un giovane di 30 anni, operaio senza lavoro, minacciava di lasciarsi cadere nel vuoto a causa della sua condizione di disoccupato dopo essersi messo a cavalcioni su di un ponte (nei pressi di un acquedotto), in bilico sul vuoto.

L’allarme è scattata dopo che alcuni passanti hanno visto il giovane seduto sul ponte. Immediato l’intervento della Polizia Locale del luogo che ha cercato di far desistere il ragazzo dal gesto estremo.

Quasi contemporaneo l’arrivo dei Carabinieri che hanno tranquillizzato ulteriormente il giovane e poi successivamente trasportato in ospedale per accertamenti.

(s.s.)

LETTERE&OPINIONI / “GRAVE SITUAZIONE IGIENICO SANITARIA PRESSO IL DISTACCAMENTO VIGILI DEL FUOCO DI ARCEVIA: INABILITÀ ALL’USO DEI LOCALI”

ARCEVIA, 25 gennaio 2017 – Questa organizzazione sindacale Conapo, sindacato autonomo vigili del fuoco, denuncia e rende pubblico che nella giornata di martedì 24 gennaio 2017 ha rappresentato al Comando di Ancona, in qualità di rappresentante dei lavoratori, che non potevamo più accettare la situazione aggravatasi recentemente, relativa al mancato rispetto delle norme afferenti alla sicurezza igienico sanitaria dei locali che ospitano i vigili del fuoco di Arcevia, derivata da una vetusta condizione del manufatto dettato da ammalloramento generale delle parti murarie del sistema fognario, che vedevano la presenza di ratti oltre al perdurare da tempo maleodoranti esalazioni di fognatura e problematiche legate alla logistica.
Purtroppo pur apprezzando gli sforzi immediati del comando vigili del fuoco Ancona che prontamente si è attivato e avvisato il medico competente che nel primo pomeriggio ha effettuato un sopralluogo, esprimendo al momento un diniego formale all’uso e la permanenza nella struttura, di cui attendiamo eventuali verbali ufficiali.
Tutto questo, dichiara il segretario provinciale e reggente regionale vigile del fuoco Luconi Mirco, è una gravosa situazione che denunciamo da anni, con molte azioni messe in campo a tal riguardo, come scioperi e stati di agitazioni per arrivare ad incontri con i precedenti prefetti. non ultima, l’informativa lasciata in Prefettura durante l’ultimo sciopero del 25 giugno 2016.
Tale condizione è degenerata a causa della mancanza di lavori da eseguire ma il Comune di Arcevia, attuale responsabile come locatario della sede, ha dato adempimento in maniera inadeguata. Siamo delusi, perché ancora una volta saranno i cittadini a subire dei disagi, soprattutto di notte perché, se di giorno in qualche modo, non è ancora chiaro come e con quali autorizzazioni visto il parere del medico competente, permarremo in tale sede, di notte saremo allocati presso il distaccamento di Senigallia, con più di 30km da percorre verso Arcevia, per eventuali soccorsi. Duole altresì vedere come il Comune, non si sia mai attivato, se non producendo un progetto e “assegnare” un’area, sapendo benissimo di non poter sostenere tale progetto. Alla richiesta di trovare soluzioni “tampone” il Comune inviava un proprio tecnico, lo stesso conduceva il nostro medico alla visione di locali nel comprensorio del comune ritenuti inadeguati, segno di scarsa considerazione per il prezioso ruolo svolto dai vigili del fuoco. Palesata anche la possibilità di occupare i locali della sede ex forestale, struttura costruita tra il 64 e l’anno 1967, che non rispecchia per, vetustà e tecniche costruttive, alle benché minime proprietà antisismiche.
Giova ricordare che nel 2012, dopo una copiosa nevicata che paralizzò l’intero territorio, i vigili del fuoco di Arcevia, vennero definiti “risorsa essenziale per un territorio montano” come quello di Arcevia, poi centinaia di interventi di verifiche e messa in sicurezza di strutture durante il sisma. Da ricordare che tale distaccamento fu istituito perché le normative ancora vigenti, prevedono interventi in qualsiasi parte del territorio, entro i 20 minuti, da oggi purtroppo, per i comuni interessati, Serra de’ Conti, Barbara, Castelleone di Suasa, parte di Sassoferrato e ovviamente Arcevia, non sarà più cosi.
Chiediamo fortemente un interesse di tutti gli interlocutori sul territorio, sindaci dei comuni serviti e amministratori regionali, al fine di scongiurare la soppressione di tale sede, da noi richiesta a tutela del proprio personale vigilfuoco, fornendo una valida e idonea risposta.

Segretario provinciale di Ancona
SINDACATO AUTONOMO VVF
V.F.E Mirco Luconi

ARCEVIA / ON LINE, ACQUISTA UN TELEFONINO MA SI RIVELA UNA TRUFFA: DENUNCIATE DUE PERSONE

ARCEVIA, 14 novembre 2016 – Due persone denunciate per truffa. Si tratta di un uomo di Palermo del 1968 e uno di Napoli del 1969 che hanno truffato una ragazza di 19 anni di Arcevia. Quest’ultima è andata su un sito di vendita online ed ha visto un telefonino che le piaceva e che voleva acquistare. Dopo alcuni scambi di mail, venditore ed acquirente hanno concordato il prezzo: 360 euro. La giovane arceviese ha quindi ricaricato la Postepay indicatale per l’importo pattuito. Ma, ovviamente, il telefono cellulare non è mai arrivato. La ragazza ha provato a mettersi in contatto con il venditore, ma non ha ricevuto alcuna risposta.

Ha, quindi, deciso di recarsi alla stazione dei carabinieri per denunciare l’accaduto. I militari hanno fatto partire immediatamente le indagini. Sono riusciti a sapere il nome intestatario della Postepay, quindi dell’intestatario del numero di cellulare che il venditore le aveva dato per contrattare l’acquisto. Infine, hanno effettuato controlli mirati per risalire all’indirizzo IP del computer. Al termine di tutta questa perfetta operazione di indagine, i carabinieri hanno individuato i due uomini – che peraltro non sono nuovi ad episodi del genere – e li hanno denunciati per truffa.

(cla. cur.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARCEVIA / TERREMOTO: RIMOSSA CROCE SUL CAMPANILE DELLA CHIESA

camp1ARCEVIA, 29 ottobre 2016 – Nella mattinata di oggi, 29 ottobre, i vigili del fuoco sono intervenuti ad Arcevia, località Santa Croce per mettere in sicurezza il campanile della chiesa omonima, ennesima operazione nel quadro degli interventi a seguito del recente terremoto.

 

I vigili del fuoco, con l’ausilio dell’autoscala, hanno rimosso la croce sopra il campanile e verificato le facciate, rimuovendo al contempo anche tutte le parti pericolanti.

 

(p.n.)

CASTIGLIONI DI ARCEVIA / LA FESTA DEL PANE NEL BORGO MEDIEVALE: RITI E PROFUMI CHE SANNO D’ANTICO

CASTIGLIONI DI ARCEVIA, 29 settembre 2016 – Castiglioni borgo medievale si riappropria del suo vero e antico volto durante la festa del pane.

Due giorni in cui il vecchio forno all’interno del centro storico ritorna a svolgere la sua funzione, a  cuocere il pane come una volta. Un’atmosfera d’altri tempi, allegra, gioiosa, carica di emozioni; le piccole vie si riempiono di gente; il silenzio che di solito regna, viene rotto da chi si ritrova a scoprire per la prima volta il borgo in quest’occasione così unica e speciale, ma anche da chi ama contemplare il vecchio forno che mentre cuoce sa regalare momenti intensi e riportarci con nostalgia indietro nel tempo.pane2

Un profumo speciale quello del nostro pane, che invade tutto il borgo e invita a cogliere questo momento e a viverlo nel migliore dei modi. Nel vecchio mulino viene rispettato l’antico rito della panificazione; mulino e forno i due nostri beni comuni coinvolti, ma dai ruoli diversi che si compensano e si completano a vicenda. Lo spettacolo che offrono le donne nel portare a cuocere il pane dal vecchio mulino al vecchio forno con le tavole sulla testa è attualmente la nostra identità che abbiamo voluto rievocare e trasmettere ai più giovani. La scartocciatura del sabato sera anima la piazzetta di grandi e piccoli, accompagnata da musiche e canti folkloristici. Nei due giorni verranno dedicati momenti anche ai bambini che si potranno divertire, giocare e pasticciare insieme.

Programma

Sabato 1 ottobre ore 16,30 visita guidata sui resti del mulino ad acqua; ore 18.00 spettacolo di giocoleria per bambini con Yassin Kordoni; ore 19.00 degustazioni di piatti tipici anche con pane di granoturco (al vecchio mulino e al centro storico); ore 22.00 rievocazione della “Scartocciatura” nella piazzetta centrale.

Domenica 2 ottobre ore 9,30 presentazione dei prodotti locali (Piazza della Chiesa); ore 10.00 conferenza sul tema “Macinazione delle farine nel pane” con Giuliano Pediconi (al vecchio mulino); ore 13.00 e ore 19.00 degustazione di piatti tipici (al vecchio mulino e al centro storico); ore 15.00 laboratorio didattico per bambini “Creazioni Fantasiose”, rievocazione storica “Le tavole del pane” e sfilata dal vecchio mulino al forno del borgo. Gruppi folkloristici allieteranno le due giornate. Ingresso libero. Il borgo di Castiglioni attende molti visitatori offrendo la sua ospitalità e amicizia.

(Nadia Mariotti)

ARCEVIA / “VAMPIRO” DELL’ENERGIA, ALLACCIA LA LUCE AL CONTATORE ENEL: DENUNCIATO 40ENNE DISOCCUPATO

ARCEVIA, 28 luglio 2016 – Aveva ideato un modo per avere la luce in casa, ma senza pagarla. Denunciato un 40enne disoccupato di Arcevia per furto di energia elettrica.
Alcuni mesi fa, un 40enne disoccupato ha preso in affitto un’abitazione in periferia ad Arcevia. Invece di chiedere l’allaccio dell’energia elettrica al contatore elettrico, ha pensato bene di bypassarlo. Come? Attraverso dei fili, in modo artigianale, si è collegato al contatore principale dell’Enel. In questo modo è riuscito ad avere la luce in casa, ma nessuna bolletta a fine mese. Un suo vicino, pochi giorni fa, ha notato la porta di uno sgabuzzino aperta, è entrato ed ha visto tutti questi fili e si è insospettito. Ha chiamato i carabinieri della locale stazione, coordinati dai colleghi della Compagnia dei carabinieri di Fabriano, diretti dal capitano Mirko Boccolini. I militari hanno osservato tutto e contattato i tecnici dell’Enel che si sono recati sul posto. L’inganno è stato quindi scoperto ed il 40enne denunciato.

(cla. cur.)

ARCEVIA / FESTIVAL ARTE CONTEMPORANEA, PER L’ARTISTA JURI LORENZETTI UNA NUOVA ESPERIENZA PITTORICA

juriARCEVIA, 26 luglio 2016 – In questa bella città e in occasione di ARTCEVIA festival internazionale d’arte contemporanea che ogni anno accoglie artisti da tutto il mondo, Juri Lorenzetti giovane talento di Cupra Montana, riconosciuto da una pittura prevalentemente irrazionale, pur sempre coltivando negli anni le diverse tecniche pittoriche, incanalate dentro a significativi percorsi di vita, a volte anche provocatori, in questa mostra omaggio a Gino De Dominicis, che sarà inaugurata  sabato 6 agosto, alle ore 18.00, con il titolo di “Androgino”, in una serie di lavori presenterà le varie tappe della nascita e crescita della vita.  Sarà questa un’esperienza nuova per il nostro artista, che prendendo spunto da lastre ecografiche attraverserà un cammino quasi irreale, sospeso nel muto silenzio, dove la vita e la morte possono confondersi, in uno stato di apparente immortalità.  E proprio verso quest’ultimo concetto di extra vita, seguendo le espressioni di Gino De Dominici: “Tutte le guerre e tutti i rancori dell’uomo derivano da una inconscia paura e coscienza della morte”, sarà necessario trovare la via per superare tali angosce, accostando il pensiero più vicino all’astratto concetto di eternità.  Certamente l’arte che si avvicina a tali nebulari espressioni, gode di una dualità che si differenzia e si accosta al rapporto esistente tra nascita e la morte, in tutti quegli aspetti esteriori, sembianze e comportamenti, che distinguono l’individuo davanti alla paradossale realtà cosmica che ci vede nascere per morire. Un titolo che si presta a sostanziali considerazioni che in questo caso spingono un messaggio filtrato attraverso l’arte, la sua arte, e i diversi materiali sui quali il nostro artista ha lavorato: una combinazione di elementi e caratteristiche differenti dosati tra acrilico, inchiostro e matita che convivono per sostanziare la ricerca di questo valente pittore. La mostra si aprirà negli spazi espositivi del complesso San Francesco adiacente al Museo archeologico Statale di Arcevia in occasione dell’apertura di Artcevia International Art Festival. Sarà un altro traguardo per questo giovane emergente, che si mescola da anni nel panorama artistico nazionale e internazionale con un preciso ed equilibrato astrattismo , quanto basta per rendere accessibili le opere che espone nelle quotate mostre ma capace di ritornare con facilità all’origine del segno figurativo; in questo caso i suoi lavori rappresentano una personale riflessione sul concetto di “immortalità”, un fantasioso e lungimirante obbiettivo che forse potrebbe portare a riflessioni oggettive proprio grazie all’arte. E come lui stesso ci racconta: ”Il progetto consiste nel tentativo di porre il pubblico a contatto con la mia personale idea di immortalità attraverso un percorso espositivo composto da una serie di opere grafiche su carta, legno e scultoree,  eseguite negli anni 2015/ 2016. Il titolo della mostra è appunto Androgino e parla da solo di ciò che proporrò al pubblico. In questo frangente sento di ringraziare il Comune di Arcevia per l’ospitalità e la concessione degli spazi espositivi per il festival, il Direttore artistico e curatore di Artcevia International Art Festival, la Dott.ssa Laura Coppa, Viviana Quattrini per il testo e il supporto della galleria 2G di Jesi. La mostra  rimarrà aperta al pubblico da sabato 6 agosto a domenica 2 ottobre 2016”.

(oddino.giampaoletti@qdmnotizie.it)

ARCEVIA / PRENDE FUOCO LA METITREBBIA, BRUCIATI 5 ETTARI DI GRANO: FERITO L’AUTISTA

Arcevia0Arcevia5ARCEVIA, 27 giugno 2016 – I vigili del fuoco del distaccamento di Arcevia, oggi pomeriggio alle ore 16,40 circa, sono intervenuti in frazione Montale di Arcevia (AN) per incendio che ha interessato un automezzo agricolo e un campo di grano. A causa di un guasto meccanico, andava a fuoco la parte idraulica di una mietitrebbia che stava lavorando su di un campo di grano, l’autista del mezzo agricolo, usando l’estintore di bordo, interveniva immediatamente portandolo in zona sicura. I vigili del fuoco di Arcevia, Jesi e Senigallia, hanno spento il grano che stava bruciando. Nell’incendio, andavano perduti circa cinque ettari di grano. L’autista della mietitrebbia mentre scendeva dal mezzo scivolava e si feriva alla schiena, prestate le prime cure sul posto, veniva trasportato dai sanitari del 118 al pronto soccorso di Senigallia per accertamenti, sul posto anche eliambulanza di Torrette con il medico a bordo.

ARCEVIA / SACCHI DI GRANO GLI FRANANO ADDOSSO, OPERAIO AGRICOLO SOCCORSO DALL’ELIAMBULANZA

eliambulanzaARCEVIA, 13 giugno 2016 – I vigili del fuoco del distaccamento di Arcevia, stamattina 13 giugno, alle ore 10.30 circa, sono intervenuti a Piticchio di Arcevia per prestare soccorso ad una persona infortunata all’interno di una azienda cooperativa che trasforma prodotti agricoli.

Per cause in fase di accertamento, una serie di sacchi contenenti grano si sono rovesciati cadendo su un operaio addetto alla lavorazione.

I vigili del fuoco hanno prestato soccorso all’infortunato che ricevute le prime cure sul posto da parte dei sanitari del 118, veniva trasportato in eliambulanza al pronto soccorso di Torrette.

L’attività lavorativa per la durata dell’intervento è stata bloccata.

 

 

ARCEVIA / L’AUTO FINISCE NELLA SCARPATA, ILLESI GLI OCCUPANTI: STRADA CHIUSA DURANTE I SOCCORSI

Arcevia0ARCEVIA, 30 maggio 2016 – I vigili del fuoco del distaccamento di Arcevia, oggi (30 maggio ) alle ore 12.50 circa, sono intervenuti a San Ginesio in SP 360 “arceviese” per un incidente stradale. Per cause in fase di accertamento, una vettura finiva nella scarpata al lato della strada. I vigili del fuoco utilizzando anche una motosega hanno dovuto rimuovere la vegetazione dove si era infilata la vettura, successivamente è stata riportata in carreggiata e recuperata dal soccorso stradale. Molto spavento per gli occupanti della vettura che ne sono usciti illesi dall’incidente. La SP360 è rimasta chiusa per circa quindici minuti.