Valmusone

CAMERANO / I VIGILI DEL FUOCO SALVANO UN CAVALLO SCIVOLATO IN FOSSO PROFONDO 2 METRI

CAMERANO, 26 dicembre 2016 – I vigili del fuoco nella tarda mattinata di oggi, 26 dicembre, sono intervenuti in via Lauretana, a Camerano, per soccorrere un cavallo che era scivolato all’interno di un fosso.

In sella all’animale c’era una ragazza che stava effettuando un percorso guidato all’interno del parco del Conero.

Durante il tragitto l‘incidente: il cavallo scivolava finendo in un fossato profondo circa 2 metri con la conseguenza che, a differenza della ragazza, non riusciva più a muoversi e a togliersi dalla situazione nella quale si era venuto a trovare.

Scattato l’allarme, i vigili del fuoco sono prontamente intervenuti e, utilizzando tecniche S.A.F. (speleo, alpino, fluviali) hanno recuperato il quadrupede che, si è poi appurato, non aveva fortunatamente riportato danni fisici così come la sua cavallerizza.

(p.n.)

 

 

LORETO / AUTO PARCHEGGIATA INGHIOTTITA DA UN’IMPROVVISA VORAGINE

voragine1LORETO, 21 luglio 2016 – Certo non l’avrà presa bene l’ignaro automobilista che oggi, verso le 13, a Loreto, dopo aver parcheggiato la propria auto in via Donato Bramante non l’ha più ritrovata così come l’aveva lasciata.

Infatti, per un improvviso cedimento del terreno la vettura è finita all’interno di una voragine che praticamente l’ha inghiottita.

E’ stato necessario, perciò, l’intervento dei vigili del fuoco del distaccamento di Osimo per recuperare il mezzo e mettere in sicurezza la zona.

Chissà se, in futuro, il proprietario parcheggerà più da quelle parti…

 

 

 

LORETO / BIMBA INFILA IL BRACCIO IN UN MACCHINARIO PER LA PANIFICAZIONE, RICOVERATA AL SALESI

LORETO, 4 aprile 2016 – Nella mattinata di oggi, verso lo ore 10.30, il personale del distaccamento dei vigili del fuoco di Osimo, è intervenuto a Loreto per un pronto intervento di soccorso a una bambina.

La piccola, che frequenta la locale scuola materna, durante una visita presso un panificio artigianale, per cause in fase di accertamento. nonostante le protezioni inserite inseriva un braccio all’interno di un macchinario in movimento.

Nonostante il blocco immediato, il braccio della bambina rimaneva incastrato.

Il personale dei vigili del fuoco, prontamente allertato e intervenuto immediatamente, ha smontato in successione diversi accessori riuscendo, alla fine, a liberare l’arto che era rimasto incastrato.

Successivamente la bambina è stata trasportata al pronto soccorso dell’ospedale dei bambini “Salesi” di Ancona per accertamenti.

 

LORETO / APPOGGIA IL FAZZOLETTO ALLA TECA DEL SANTO, MIRACOLOSA GUARIGIONE

L’arcivescovo Giovanni Tonucci

L’arcivescovo Giovanni Tonucci

San Leopoldo Mandic

San Leopoldo Mandic

LORETO, 17 febbraio 2016 –  Probabile miracolo a Loreto. A darne l’annuncio  è l’arcivescovo Giovanni Tonucci, delegato pontificio  per la basilica di sant’Antonio a Padova  e prelato di Loreto, durante una funzione religiosa.

La notizia viene riportata dal quotidiano “Il Mattino” di Padova, che riferisce di una donna che sarebbe misteriosamente guarita da una grave infezione al volto dopo essere stata in visita alle spoglie di  san Leopoldo Mandic a Loreto.

Il miracolo sarebbe avvenuto lunedì mattina, quando la donna, in pellegrinaggio al santuario che ospita i resti di san Leopoldo, avrebbe appoggiato alla guancia  un fazzoletto che in precedenza era stato strofinato sulla teca del santo.

La guarigione sarebbe avvenuta prima che la pellegrina dovesse affrontare un difficile intervento chirurgico.

I medici – secondo quanto riportato da monsignor Tonucci – non saprebbero ancora spiegare le cause dell’improvvisa guarigione in modo scientificamente esaustivo.

CALCIO 1° CAT. GIRONE B / VIGOR CASTELFIDARDO – VALLESINA MOIE : 1 – 1

MOIE – Il Vallesina esce dal campo ostico di Castelfidardo con un punto che rimane stretto alla formazione di Mister Latini, riscatta l’opaca prestazione della scorsa settimana contro l’Arcevia tra le mura amiche. Con un attacco giovane i rossoblù di Moie partono subito forte e mettono in difficoltà la formazione castellana. Al 10′ Cerioni miracoleggia sul pallonetto di Piccini. Al 23′ il Vallesina conquista il meritato vantaggio: azione in velocità sulla sinistra con Priori che serve Campanelli in area, un rinvio involontario giunge a Wu che trova il guizzo giusto per segnare all’incolpevole Martino. Nel secondo tempo il Castelfidardo cerca di ribaltare il risultato, ma non crea grossi pericoli per Spinelli e compagni. All’ 87′ dopo un calcio d’angolo a favore del Castelfidardo l’arbitro non vede una clamorosa trattenuta su Vecchi, la palla esce fuori dall’area e Piccini tira al volo trovando la schiena di un difensore rossoblù e l’arbitro fischia un clamoroso rigore. Così Piccini porta al pareggio il Castelfidardo. Neanche il tempo di mettere la palla a centrocampo e i moiaroli riescono a creare una grossa occasione con Topa che nell’area piccola a tu per tu con il portiere avversario tira in modo debole. Al 91′ azione personale di Santoni che durante un cross, il pallone viene colpito con un colpo di mano vistoso, altro rigore. Questa volta per i rossoblù: nell’indecisione per chi sarebbe stato il tiratore, il Mister sceglie il “faro” Birarelli che tira in malo modo e Martino para. Dopo la modesta prestazione contro l’Arcevia, i moiaroli disputano, nonostante alcune assenze , una buona gara. Mister Giorgio Latini è soddisfatto della prestazione, purtroppo non sono arrivati i 3 punti.