Connect with us

Ancona

ANCONA / AL CINEMA DORICO ANTEPRIMA DI “TANGOSCURO” IL FILM TUTTO ANCONETANO

ANCONA, 13 aprile 2018 – Domani (14 aprile) alle 21,30 e domenica (15 aprile) alle 17 sarà proiettato in anteprima al cinema Dorico “TangOscuro”, un film girato interamente ad Ancona con attori tutti anconetani e del territorio, scelti dalla casa di produzione Cinemino dopo un accurato casting. La sceneggiatura e la regia sono di Massimiliano Belvederesi, il soggetto è stato scritto da Roberto Ricci e Claudio Latini. Il cast tecnico è formato da Sergio Fucchi (fonico), Rolando Zoppi (montaggio), Vanessa Bravi e Gustavo Capitò (musiche originali). Particolarmente intrigante è la trama del film.

Un misterioso assassino uccide vari iscritti a una scuola di tango. Il commissario Verna, interpretato da Roberto Maccaroni, nonostante detesti quel tipo di ballo che per lui è stato causa di una crisi coniugale, si iscrive in incognito alla scuola per condurre le indagini. L’identità dell’assassino si scoprirà soltanto alla fine.

“Il film è un giallo con venature di commedia – dicono Belvederesi e Ricci – privo di scene violente, dove la tensione è prevalentemente psicologica. Tra gli attori, oltre a Maccaroni, ci sono Paola Giorgi, Massimo Russo, Alessia Maurizi, Luigia Bisceglia, Claudia Chiappetti, Massimo Duranti, Eva Mordenti e Roberto Siepi. Una grande parte nel film è dedicata alla citta di Ancona, valorizzata al massimo della sua bellezza, e alla Riviera del Conero, con riprese effettuate anche a Portonovo. Belvederesi e Ricci avevano collaborato anche nel cortometraggio del 2015 intitolato “Nel Silenzio Della Notte”, visibile su Youtube.

Dopo la prima di sabato 14, che vedrà presente in sala l’intero cast e domenica 15, TangOscuro sarà proiettato in altre sale marchigiane e non solo.

Gianluca Fenucci

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere
Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Alta Vallesina

FABRIANO / ANNUAL MEETING UNESCO 2019: VERSO LA CITTÀ IDEALE

In città previsto l’arrivo delle delegazioni di 180 città creative

 

FABRIANO , 11 luglio 2018 – “La città ideale” si mostra al mondo, e lancia il conto alla rovescia verso l’annual meeting UNESCO del prossimo anno. Fabriano, la città creativa, ha presentato ieri un nuovo tassello del percorso verso l’incontro mondiale che coinvolgerà la città della carta. Ancora non ben definiti i giorni che vedranno arrivare in città tutti i delegati delle città creative, ma il periodo sarà compreso tra la fine di maggio e le prime due settimane del prossimo giugno.

Un progetto che vedrà la città della carta protagonista prima e dopo il meeting, con una serie di eventi che la animeranno. “Obbiettivo coinvolgere un pubblico nazionale ed internaziole per un lungo periodo”, in maniera tale da legare il tema del prossimo anno a scultura, musica, teatro e digitale in riflesioni sulle prospettive globali future. Con occhio di riguardo alle nuove ed ultime frontiere dello sviluppo urbano sostenibile.

“Annual meeting come sogno del cambiamento di e per Fabriano. Una nuova pagina per la città come progetto di cultura, l’industria come progetto culturale per liberare tutte le energie presenti in città”. Ha spiegato Francesca Merloni. 

La città ideale

“Celebriamo l’amore e l’amicizia” ha spiegato l’Ambasciatore di buona volontà UNESCO e motore di Fabriano Creativa Francesca Merloni lanciando l’iniziativa del prossimo anno. Quindi una città sostenibile, resiliente, che partecipa, innova e che fa cultura. Un tema principale che sarà poi declinato seguendo due grandi sottotemi: quello della “città antifragile” e “l’innovazione del saper fare”.

Le “Città dell’Orsa Maggiore” che saranno protagoniste il prossimo anno del Meeting UNESCO 2019

Le “Città dell’orsa maggiore”

Le Marche, Città Arcipelago, Città Regione. Questo il cuore di un meeting condiviso con la Regione, con le cinque province e con Senigallia e Recanati. Un percorso vero e proprio che vedrà le altra città protagoniste di incontri, eventi e iniziative tematiche legate al cluster affidato ad ognuna di loro. “Un sogno che si lega ai primi sette stabilimenti di Aristide Merloni appunto il Miracolo dell’Orsa Maggiore, un sogno che lego e dedico alla memoria di mio nonno e dei miei zii”.

Ecco quindi la condivisione del Meeting con Ascoli Piceno, Fermo, Ancona, Senigallia, Pesaro, Macerata, Recanati ed Urbino. Ogni città ospiterà i delegati dei 7 cluster per incontri ed appuntamenti, per poi convergere a Fabriano per la concretizzazione dell’Annual Meeting vero e proprio. Al termine dei lavori protagonista sarà Urbino, città patrimonio Unesco. “Oggi vi affido questo sogno” ha commento l’Ambasciatrice di buona volontà Unesco.

Un progetto accolto con entusiasmo dalle città marchigiane, pronte a fare la loro parte e collaborare attivamente. “Noi siamo pronti a condividere questa grande occasione, questa grande ricchezza insieme a tutta la nostra regione. Che l’annual meeting sia per le Fabriano e per le Marche come l’Expo di Milano: un modo per riprogrammarsi in una chiave integrata e contemporanea”, ha concluso Francesca Merloni.

I sette padiglioni della creatività

Uscire dai luoghi “chiusi”, vivere la città e comprendere le sue dinamiche. Ecco perché i vari cluster delle città creative si riuniranno in altrettanti padiglioni dislocati all’interno del centro storico di Fabriano. Convegni, scambi di idee, esposizioni: un modo per interagire con le città creative di tutto il mondo.

Il Museo della Carta ospiterà il cluster dell’artigianato e arte popolare, all’interno del cinema Montini e del Circolo Gentile il cluster del cinema, il mercato coperto di piazza Garibaldi ospiterà il cluster della gastronomia, la biblioteca multimediale “Sassi” quello delle media arts, il complesso del San Benedetto sarà dedicato al cluster della musica, all’interno del complesso delle conce sarà ospitato il cluster del design, all’interno dei ristrutturati Giardini del Poio (i lavori dovrebbero terminare entro breve tempo) il cluster della letteratura.

Infine le sezioni plenarie: le riunioni tra tutti i 180 delegati delle città creative si svolgeranno all’interno del Teatro Gentile ed all’interno del complesso del San Benedetto. Questi luoghi saranno il cuore dell’annual meeting, dove verranno prese decisioni e firmati protocolli d’intesa.

“Padiglione Rinasco”

All’interno del Palazzo del Podestà il padiglione dedicato al progetto “Rinasco”, lanciato e voluto fortemente da Francesca Merloni per trovare una strada “creativa” per la rinascita delle terre martoriate dai terremoti del centro Italia del 2016/7. “Una città che supera i confini della resilienza e diventa antifragile, cioè una città che migliora le proprie prestazione in tempo di crisi”. Un tema quindi per tutte le città del mondo colpite da cataclismi e da conflitti. Un progetto ed un padiglione fattivo, dove si confrenteranno idee e nuove frontiere del “fare”.

Conto all rovescia

Il contro alla rovescia in vista dell’annual meeting è iniziato, Fabriano inizia la corsa verso il mondo.

 

-foto di copertina Photo Studio Cico-

(s.s.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

 

 

 

Continua a leggere

Ancona

CHIARAVALLE / DOMANI MEMORIAL DEDICATO A DANIEL MARINELLI CON VECCHIE GLORIE DELL’ANCONA E DEL PIANO SAN LAZZARO

CHIARAVALLE, 15 giugno 2018 – All’alba del 20 dicembre 2015, in un terribile incidente stradale a Marotta, morì Daniel Marinelli, diciottenne figlio di Andrea, ex presidente dell’Ancona Calcio.

Domani pomeriggio dalle ore 17 alle Terre di Maluk, l’agriturismo di proprietà di Marinelli, si giocherà il I° Memorial intitolato a Daniel, un evento che si fonde con le celebrazioni per i 70 anni del mitico Piano San Lazzaro, società storica del panorama calcistico dorico.

Sarà un pomeriggio pieno di significati e di intensa partecipazione con tutte le vecchie glorie del Piano San Lazzaro e con tanti protagonisti della storia dell’Ancona che si stringeranno ad Andrea Marinelli e celebreranno come si conviene la memoria di un giovane pieno di entusiasmo e di voglia di vivere.

Ci saranno, tra gli altri, mister Cornacchini, Tasso, Lelli, Pesaresi, molti calciatori del Piano San Lazzaro di cui Andrea Marinelli fu presidente e poi anche tante vecchie glorie della gloriosa società anconetana che è stata rifondata nel 2016 ed è ripartita dalla Terza Categoria. Alle Terre di Maluk, nella periferia di Chiaravalle e sulla strada che conduce a Monte San Vito, si vivrà un pomeriggio denso di emozioni e di passione.

Gianluca Fenucci 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

Ancona

MARCHE / LUCONI (CONAPO): VIGILI DEL FUOCO AL COLLASSO, MANCANO UOMINI E MEZZI

Ancona, 8 giugno 2018 – “Siamo al collasso, una situazione gravissima e paradossale perché mal gestita da mesi e che nonostante le promesse del Capo del Corpo in occasione della recente visita nel capoluogo marchigiano, non si avvia a soluzione”.

La denuncia arriva dal Conapo, il sindacato autonomo dei vigili del fuoco, che per bocca del segretario regionale delle Marche Mirco Luconi denuncia la grave carenza di personale operativo che fanno registrare i Comandi Provinciali di Ancona Ascoli Piceno Macerata e Pesaro.

“Anzi – incalza Luconi – ci sentiamo doppiamente presi in giro, perché per attendere l’arrivo del Capo del Corpo il personale si è trattenuto oltre l’orario di lavoro o è appositamente intervenuto seppur libero dal servizio. Altrimenti avrebbe trovato non più di una decina di persone ad attenderlo tra funzionari e colleghi servizio. Una vergogna. La festività del 2 giugno, con la spettacolare discesa dalla torre della prefettura con conseguente dispiego del tricolore, ha visto una parte di colleghi partecipare in turno libero, altri reperiti al momento sottraendoli dal servizio di soccorso urgente, riducendo la sede di Arcevia a solo due unità, quindi non pienamente operativa ma adibita solo ad un eventuale supporto ad altre squadre, e l’organico dell’aeroporto ridotto al minimo con conseguenti rischi di ritardi”.

“Non ultimo – anticipa il dirigente sindacale – domenica prossima questa assurda, umiliante e pericolosa situazione si ripresenterà in quanto parte del personale in servizio ed altri colleghi sempre in turno libero, quindi senza neanche essere pagati, saranno impegnati alla festa della marina militare. Con il profondo rispetto che nutriamo nei confronti delle altre istituzioni, riteniamo che queste situazioni non devono mettere a repentaglio la sicurezza dei cittadini. Si trovino dunque le risorse necessarie per richiamare in servizio personale aggiuntivo al fine di garantire un adeguato servizio di soccorso e, al contempo, assicurare la partecipazione dei vigili del fuoco all’evento già programmato”.

“I vigili del fuoco – prosegue la nota al vetriolo di Luconi – non possono continuare a subire una simile umiliante situazione. I vigili del fuoco sono deputati al soccorso tecnico urgente e i nostri dirigenti, a qualsiasi livello, devono metterci nella condizione di svolgere al meglio e in sicurezza il nostro lavoro. Ma, evidentemente, per la nostra dirigenza, a cominciare proprio dal capo del corpo, questa non è una priorità. Il comando di Ancona soffre una carenza cronica di una quarantina di vigili del fuoco; abbiamo chiesto al capo del corpo di anticipare al massimo a fine giugno i movimenti del personale, già programmati per settembre, per non collassare completamente e continuare a garantire un servizio di soccorso ottimale ai cittadini”.

“Denunciamo quindi – rincara la dose il segretario Luconi – scelte scellerate da parte del capo del corpo che, nonostante le richieste avanzate anche dal comandante provinciale, non intende autorizzare un congruo monte ore di lavoro straordinario né anticipare il rientro dei colleghi già in attesa degli spostamenti previsti per settembre, per far fronte, seppur temporaneamente e parzialmente, alla grave carenza di personale al comando di Ancona. Ci appelliamo anche ai politici marchigiani. Chiediamo loro che si facciano carico del problema e lo sottopongano con estrema urgenza al neo ministro degli interni, essendo questo un problema grave e diffuso che, infatti, attanaglia anche i comandi di Pesaro, Macerata ed Ascoli, due di questi, peraltro, già in sofferenza perché gravemente colpiti dal sisma”.

“Va affrontato – termina il segretario regionale del Conapo – il problema della carenza degli automezzi di soccorso, molti dei quali sono fermi in officina per mancanza di fondi senza i quali, comprensibilmente, stante anche il credito che vantano nei confronti della nostra amministrazione, le officine non hanno alcuna intenzione di continuare a riparare gratuitamente. Mezzi, tra l’altro, sempre più vetusti, risalenti anche alla fine degli anni ’80. Queste problematiche le abbiamo recentemente segnalate anche rispetto ai comandi di Macerata e Ascoli ma che ad Ancona, oggi, si sono raggiunti livelli insostenibili di dignità”.

Continua a leggere

Ti possono interessare

Copyright © 2018 - Tutti i diritti riservati Associazione Culturale Massa Actii - via Roma, 18 - Cupramontana (An) Italy - P.IVA 02573660426 - tel. +39 0731 789023 - per la pubblicità: commerciale@qdmnotizie.it - tatufoli.commerciale@qdmnotizie.it - tel. +39 349 1334145