Connect with us

Breaking news

ANCONA / In corpo alcool e droga, incendia lettino al pronto soccorso e fugge

È successo stamattina all’ospedale regionale di Torrette, immediato l’intervento di infermieri e squadra antincendio per spegnere le fiamme

ANCONA, 31 dicembre 2021 – Nelle prime ore di oggi si è verificato presso il pronto soccorso dell’ospedale di Torrette un ennesimo episodio di violenza

Il protagonista è un uomo di 37 anni, già noto alle Forze dell’Ordine e allo stesso reparto ospedaliero, che condotto in evidente stato di agitazione e alterazione alcolica nel medesimo reparto, durante il periodo di osservazione ha appiccato il fuoco agli arredi prima di allontanarsi eludendo la sorveglianza. 

Era stato intercettato nella notte dagli agenti delle Volanti della Questura in Piazza Pertini mentre era intento a urlare in evidente stato di alterazione psicofisica. Brandiva una bottiglia di vino vuota e quando i poliziotti hanno provato a procedere all’identificazione ha iniziato a minacciarli di morte gridando frasi sconnesse. Chiamato il personale sanitario è stato successivamente condotto, verso le 3, non senza difficoltà e sotto scorta degli agenti, al pronto soccorso di Torrette.

L’uomo al suo ingresso è stato sottoposto agli esami di rito che hanno evidenziato oltre ad un elevato tasso etilico anche un’alta presenza di sostanze stupefacenti

Intorno alle ore 6 il giovane è stato visto dal personale infermieristico allontanarsi in maniera inspiegabile dalla stanza e lo stesso personale si è precipitato immediatamente all’interno della stanza di osservazione dalla quale usciva un’acre odore di fumo.

Trovatosi di fronte alle fiamme e al fumo sprigionatesi da un lettino, il personale coinvolto ha prontamente attivato le procedure previste e ha avvertito la squadra antincendio che si è recata immediatamente sul posto. 

Grazie alla professionalità degli infermieri del reparto e della squadra antincendio, sono stati evitati danni maggiori e in particolare non si è arrecato alcun disagio ai pazienti ricoverati.

Attualmente il ripristino del locale è quasi ultimato e la stima dei danni è ancora da completare

E’ davvero inquietante constatare come in un periodo in cui i Dipartimenti di emergenza e il personale dedicato alle urgenze, impegnati allo stremo per contrastare la pandemia, debbano preoccuparsi di contrastare fenomeni che nulla hanno a che fare con il senso civico che tutti dovrebbero possedere

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi