Connect with us

Apiro

APIRO / L’impegno della “nuova” Protezione Civile tra Covid-19 e progetti futuri

Il gruppo di volontari nato nel 2019 in prima linea durante la pandemia, a breve l’inaugurazione della nuova sede

APIRO, 5 giugno 2020Una nuova realtà di volontariato si sta affermando alle pendici del San Vicino e sulle sponde apirane del Lago di Castreccioni.

La Protezione Civile di Apiro, infatti, è venuta alla luce nel 2019 ed è stata impegnata duramente nell’emergenza Covid-19 nel Comune al confine tra Cupra Montana e Cingoli.

Le prime uscite

Dal 15 novembre scorso il gruppo comunale apirese è iscritto all’albo territoriale di Protezione Civile ed è formato da 12 volontari, fra i quali una donna, sotto la guida del coordinatore Loris Bartocci.

Ad agosto il collettivo aveva già collaborato per l’ordine pubblico e la sicurezza di vari eventi estivi, tra cui il Festival del Folklore “Terranostra”, che ogni anno richiama tanti appassionati dall’Italia e dall’estero.

L’impegno durante la pandemia

La sanificazione della Protezione Civile apirese al parco giochi

L’emergenza Covid-19 ha impegnato duramente la Protezione Civile di Apiro.

«Siamo stati attivi – spiega il volontario Simone Compagnucci, vice-coordinatore del gruppo – nel ritiro e la consegna dei farmaci, nella sanificazione delle strade del nostro Comune e nella consegna delle mascherine alla popolazione. Alcuni nostri volontari fanno anche parte della Piros, abbiamo un buon rapporto di collaborazione con loro».

In questi giorni, inoltre, il gruppo sta controllando il comportamento della popolazione sulle spettacolari pendici del Monte San Vicino.

Il mezzo della Protezione Civile di Apiro

Nuovi mezzi e nuovi progetti

Nonostante la giovane” età del gruppo, la Protezione Civile apirese si sta già dotando dei primi mezzi.

«Abbiamo – continua Compagnucci – un veicolo con modulo antincendio, mentre a breve ne arriverà un altro con autopompa. Parteciperemo, tra l’altro, alla campagna Aib 2020 per l’avvistamento degli incendi nelle nostre campagne. Stiamo ultimando, infine, i lavori di restauro della nuova sede in via Armando Diaz 11, che inaugureremo presto».

Giacomo Grasselli
giacomo.grasselli@qdmnotizie.it
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •   

Granpanda 03-04-20


Meteo Marche