Connect with us

Attualità

CASTELPLANIO / In tanti al camper vaccinale

Circa 80 somministrazioni nel pomeriggio, la soddisfazione dell’infermiera poetessa Maria Teresa Chechile, del sindaco Badiali e di Lorenzo Mazzieri della Protezione Civile, la mattina ad Angeli di Rosora

CASTELPLANIO, 16 settembre 2021 – Pieno di disegni e fiori colorati, arriva a Castelplanio, il camper vaccinale dell’Asur: dalle 15.30 alle 18.30 presso la piazza della Protezione Civile in via Copparoni.

Cosa sono i camper vaccinali? Sono dei veri e propri camper, ma con la specialità di essere stati allestiti per l‘attività di vaccinazione.

Gli operatori, un autista e un equipe sanitaria (un medico, un infermiere vaccinatore e un secondo infermiere o operatore sanitario) offrono il servizio di vaccinazione con le stesse modalità di un centro vaccinale, ma senza prenotazione. I minorenni dovranno essere accompagnati da un genitore.

Uno dei cinque camper, divisi per Area Vasta, si trovata ad Angeli di Rosora questa mattina, presso il piazzale del campo sportivo di via Fiume, dove l’equipe sanitaria ha potuto effettuare circa 20 vaccinazioni.

Via Fiume

Il pomeriggio, si è poi trasferito a Castelplanio, dove i vaccinati sono stati circa 80.

«E’ stato bello perchè oggi pomeriggio c’è stata una grande partecipazione, abbiamo visto molti giovani e questo è un buon segnale – racconta l’infermiera poetessa di Jesi, Maria Teresa Chechile -, è stata una grande soddisfazione».

«È qualcosa che ci permette di viaggiare, di andare incontro alla popolazione: in questo modo il cittadino non ha più bisogno di spostarsi, ma è affiancato al servizio».

Basta presentarsi, muniti di tessera sanitaria, compilare i moduli e aspettare il proprio turno: un medico si accerta dell’idoneità del paziente e autorizza l’infermiere a proseguire con la vaccinazione. É possibile effettuare sia la prima che la seconda dose, in quest’ultimo caso, il messaggio con l’authcode per scaricare la certificazione verde (green pass), arriverà il giorno successivo. 

Presente sul posto, oltre alla Croce Rossa e la Protezione Civile, anche il sindaco di Castelplanio, Fabio Badiali, che ha ribadito l’importanza del vaccinarsi per la battaglia contro il Covid, e ha ringraziato i volontari delle due associazioni per il loro contributo.

Lorenzo Mazzieri, referente provinciale della Protezione Civile, ci tiene a ringraziare i suoi colleghi per il lavoro di sanificazione della sede e degli strumenti, messi a disposizione del camper vaccinale e dei suoi operatori, nei giorni scorsi, e per il loro lavoro sul territorio affinché il maggior numero di cittadini approfittasse della vaccinazione itinerante.

«L’impegno è stato importante, ma è stato fatto con il cuore perchè capiamo che è fondamentale vaccinarsi: sono molto contento della risposta dei volontari, ci siamo ancora e ci saremo sino alla fine della campagna vaccinale», ha dichiarato Mazzieri.

La Protezione Civile di Castelplanio, tra l’altro, comunica che la campagna di reclutamento dei volontari è aperta per tutti i ragazzi che hanno compiuto i 18 anni, «in questo momento di pandemia ogni piccolo aiuto diventa un grande aiuto – aggiunge Lorenzo Mazzieri -, il nostro motto è aiutaci ad aiutare».

Nicoletta Paciarotti

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Leggi anche:

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  


Meteo Marche