Connect with us

Castelplanio

CASTELPLANIO / INAUGURAZIONE DELLA ‘DOCTOR CAR’, OSPITE SPECIALE IL COMICO PAOLO MIGONE

CASTELPLANIO, 16 febbraio 2018Domenica 18 febbraio dalle ore 16,30 si accendono i riflettori sulla nuova autoconcessionaria Doctor Car di Castelplanio. In tempi di crisi economica, a credere in questo progetto sono Giuseppe ed Emanuele Rodigliano, ad oggi titolari dell’autocarrozzeria Doctor Car che hanno realizzato il loro sogno, quello di offrire un servizio più ampio con la vendita di auto nuove e usate.

Incontriamo Giuseppe, uno dei due titolari che ci ospita nel nuovo autosalone completamente rinnovato e ricco di elementi di design.

COSA SUCCEDERA’ DOMENICA?

Domenica realizziamo uno dei nostri sogni, inizieremo alle 16.30 con il taglio del nastro, e poi musica, aperitivo e lo show del grande comico Paolo Migone, a presentare questo evento ci sarà Lara Gentilucci la conduttrice televisiva di Tv Centro Marche.

Sarà un pomeriggio ricco di risate e divertimento ed è questo che vogliamo per i nostri amici e clienti.

Poi ci saranno chiaramente le auto, e per l’occasione potete vedere da vicino e salire su alcuni modelli interessanti come l’Alfa Romeo Stelvio Q4, la BMW 525 Xdrive , l’Audi A3 SportBack , l’Audi A4 Avant ,l’Opel Mokka e molti altri modelli.

UN LOCALE COMPLETAMENTE RINNOVATO, COME NASCE QUESTA NUOVA IMMAGINE?

Per questa nuova immagine ci siamo affidati agli architetti Valentina Cortucci e Alice Vagnini che hanno centrato il nostro obbiettivo, lo stile è moderno e ricercato ma allo stesso tempo accogliente e confortevole, ci piace far star bene i nostri amici e clienti, è questo il motivo per cui abbiamo predisposto un area relax dove possiamo vedere l’auto che sogniamo in un maxi schermo Da sempre mettiamo al primo posto la persona, successivamente le auto. Le pareti di questo salone sono state dipinte perseguendo la progettazione dei nostri architetti a mantenendo alcuni elementi come quello del colore blu che sentiamo nostro e che è legato al marchio Doctor Car. Abbiamo poi inciso alcune frasi sulle pareti per ricordare personaggi che stimiamo come Enzo Ferrari, Valentino Rossi e Ayrton Senna. E poi abbiamo predisposto un area centrale dedicata ad un auto speciale posizionata su una pedana molto luminosa ma non voglio svelare tutto, perché domenica vi voglio tutti con me alla nostra festa.

DELLE FRASI DIPINTE SULLE PARETI QUALE LA RAPPRESENTA DI PIU?

Sicuramente la frase di Enzo Ferrari “Se lo puoi sognare, lo puoi fare”, e la dedico a tutti i miei amici, le auto dobbiamo sognarle e poi guidarle.

QUALE OBBIETTIVO VUOLE RAGGIUNGERE ?

Vogliamo essere un punto di riferimento per i nostri clienti, essere carrozzieri dalla nascita significa poter realmente offrire vantaggi interessanti ai nostri clienti. Abbiamo una squadra di professionisti che ogni giorno con dedizione “curano” le nostre auto, ecco perché ci chiamiamo Doctor Car. Noi ci prendiamo cura delle auto, quindi nel parco delle auto usate ci saranno auto completamente rigenerate con una carrozzeria nuova ed impeccabile e con garanzie certificate Codaconf. Inoltre grazie alla duplicità del nostro lavoro siamo in grado di supervalutare l’usato. Il nostro responsabile vendite è Marco Spaccia, un ragazzo molto conosciuto nella nostra zona e molto genuino, ci piacciono le persone semplici, oneste e sorridenti e lui rispecchia tutte queste qualità.

OLTRE ALLE AUTO DEI SOGNI CHE VEDREMO NEL SALONE DOMENICA, QUALI ALTRE AUTO PROPONETE?

Abbiamo una vasta scelta di auto e spaziamo su vari segmenti, dalle super car di Bmw e Alfa Romeo alle utilitarie come Fiat Punto, Multipla, auto con impianti a metano, ma anche mezzi aziendali come l’Opel Kombo, il Ducato e tanti altri modelli per poter soddisfare le esigenze di tutti, non solo privati ma anche aziende. Inoltre ci occupiamo anche di noleggio a medio e lungo termine.

CI SARANNO DELLE NOVITA’ PER L’ESTATE 2018?

Si, ci saranno diverse novità, alcune per scaramanzia non le sveliamo altre possiamo anticiparle, come ad esempio il noleggio di moto e scooter a partire dal 1 giugno, e per chi ama andare in vacanza continua il noleggio del maxi furgone 9 posti davvero confortevole per una gita fuori porta.

TRE MOTIVI PER VENIRE DOMENICA ALLA FESTA?

Le auto, un buon aperitivo, e le risate che ci faremo con Paolo Migone. Vi aspettiamo.

(la redazione)

Continua a leggere
Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Castelplanio

SPECCHIO CORTESE / A TU PER TU CON…IL “MACISTE” DEL FUMÈ

A Tu per Tu per raccontare il proprio mestiere, le passioni, i sogni davanti al taccuino che per l’occasione diventa uno Specchio Cortese

 

 

 Intervista a cura di Agnese Testadiferro

 

 

 

 

A TU PER TU CON…IL “MACISTE” DEL FUMÈ

 

Un personaggio che in Vallesina è come un’istituzione. Lui è Maciste, il re dei maccheroncini al fumé. Nome d’arte di Stefano Marzi. Il 2018 è il suo anno: decine di candeline da spegnere. 70 per le sue primavere, 50 per il body building che con costanza non ha mai abbandonato, e 40 per il suo locale a Castelplanio. E a questo proposito, il sindaco Barbara Romualdi, nel corso di una cerimonia svoltasi in Comune, gli ha consegnato una pergamena di benemerenza per aver fatto conoscere nei vari concorsi nazionali, oltre ai suoi maccheroncini, anche il paese di Castelplanio.

Perché questo suo nome d’arte?

A vent’anni iniziarono a chiamarmi così e alla fine ho ceduto al fascino di questo nome. Cinquanta anni fa ho iniziato a fare body building e gli amici mi chiamarono Maciste come il personaggio cinematografico: un muscoloso uomo mitologico.

Il suo fisico è molto richiesto per le esibizioni, ne va fiero?

 Tantissimo! Avere settanta anni (è nato il 7 aprile 1948 ndr) e poter contare ancora sui miei 50 kg di muscoli, mi fa stare bene perché vuol dire che ho sempre avuto cura del mio fisico e della mia ambizione estetica. Curo personalmente alimentazione e allenamenti, nella mia palestra privata. La mia non è presunzione, ma sono convinto che solo io posso sapere come reagisce il mio corpo ad un allenamento piuttosto che ad un altro: chi meglio di sé conosce se stesso? Oltre che per le esibizioni mi piace anche mettermi in gioco nelle gare di esibizioni muscoli (dove tanti sono i trofei portati a casa ndr). Quest’anno gareggerò nella categoria over 60 e over 70. Il mio fisico è il mio orgoglio. Quando mi chiedono l’età, nessuno crede alla mia risposta.

La passione per la cucina quando è arrivata?

Probabilmente l’ho ereditata da mio nonno materno, Stefano Mancini di Montecarotto. Credo che lui sia stato il pioniere del catering in Vallesina: girava tra le campagne con cavallo e carretto insieme alla sua attrezzatura e andava a cucinare dove lo chiamavano di volta in volta; erano gli anni ’30. A 14 anni ho iniziato come lavapiatti a Roma durante le stagioni estive. Poi, piano piano, sono passato ai fornelli fino a quando sono approdato alle cucine del Bernini Bristol di Roma, a Piazza Barberini. Poi, sono ritornato nel mio paese, Apiro: ho sposato Anna Maria, gestito il bar dei miei genitori, poi il Circolo Cittadino di Jesi e a trenta anni ho accettato una sfida.

Quale?

Mi informarono che c’era una licenza vacante a Castelplanio. Ed io, non ci pensai due volte: la presi e diedi il via al pub pizzeria Maciste. Lì dentro sono nati i miei maccheroncini al fumé. Vado orgoglioso della mia ricetta e del modo con cui ancora oggi mi prendo cura della ricetta. Reputo importante dare un prodotto di qualità ai miei clienti a partire dalla scelta della materia prima. Tra le padelle mi piace stare molto e sono sorpreso quando la gente si meraviglia, sbirciando in cucina, nel vedermi preparare i maccheroncini. Questo piatto mi ha dato, e continua a darmi tantissime soddisfazioni.

Due su tutte?

La prima vedere il cambio generazionale: chi era bambino a fine anni ’70, quando inaugurai a Castelplanio il 10 giugno 1978, ritorna ancora oggi …ma insieme ai propri figli. È bellissimo vedere che sono stato un punto di riferimento per tanti ragazzi che hanno deciso di continuare la tradizione di trascorrere e far trascorrere ai figli, un po’ di tempo in mia compagnia. E poi, una grande emozione l’ho vissuta quando l’ex sindaco Luciano Pittori mi dedicò una pergamena nel 2013.

Come fa ad esser sempre rimasto sulla cresta dell’onda?

Grazie alla cordialità, al sorriso, all’affetto. Mi piace stare tra i tavoli, raccontare barzellette ai clienti, fare battute simpatiche. Sono sicuro che un gestore con il sorriso, senza il muso lungo, sia ciò che serva in un luogo pubblico: la gente ha già i suoi problemi e quando esce vuole trascorrere il tempo in modo piacevole.

Un suo consiglio ai giovani?

Di essere più svegli! (ride, ndr) Di sapersi godere la vita e di star meno tempo con i social. La solitudine è sempre dietro l’angolo ed è una brutta bestia: bisogna avere il coraggio di vivere anche senza il web e senza la paura di lasciare la mamma per fare esperienze fuori casa.

Agnese Testadiferro

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

Castelplanio

CASTELPLANIO / PREMIO LETTERARIO LUCIANO PITTORI: PREMIATA SARA ORTENSI CON ‘VA TUTTO BENE’

CASTELPLANIO, 17 luglio 2018 – Proclamati lo scorso sabato, i vincitori della terza edizione del Premio Letterario Luciano Pittori nell’incantevole Chiostro dell’Abbazia di San Benedetto de’ Frondigliosi.

In giuria, presieduta dallo scrittore Vittorio Graziosi, docente di scrittura creativa anche  Luca Pantanetti, editor e agente letterario, i giornalisti Simona Marini e Francesco Cherubini, Alessia Sebastiano in rappresentanza del Consiglio comunale di Castelplanio.

Il tema di quest’anno “Riflessi e trasparenze” ha attirato tantissime iscrizioni e il lavoro della giuria è stato lungo, duro e complicato.

Primo premio a Sara Ortensi, jesina,  con “Va tutto bene”, un testo intimo, asciutto, doloroso, che racconta la storia di un uomo anziano, i suoi ricordi, la sua vita, arrivando a toccare  il tema dell’Alzheimer. Un omaggio che la Ortensi ha voluto dedicare al padre scomparso 3 anni fa.

Il secondo premio è andato alla giornalista Gioia Morici con “Colibrì“, un racconto molto bello il suo, che narra la storia di un uomo, un ultimo tra gli ultimi, condannato a morte per omicidio e che ripercorre a ritroso la sua vita con flashback  che lo riportano indietro nel tempo.

Il terzo premio se lo è aggiudicato Deborah Lorenzi di Borgo Tessignano, in provincia di Bologna, che con il suo “Robby per te” ha raccontato la storia d’amore tra due ragazze adolescenti, un racconto puro dove prevalgono i sentimenti, a tratti anche ironico.

Al primo classificato è andato un premio in denaro del valore di 500 euro, al secondo di 300 e al terzo di 200 e un trofeo artistico, opera dello scultore Massimo Ippoliti.
Al termine della serata è stato poi annunciato che a settembre il comune di Castelplanio si metterà al  lavoro per creare un’antologia di tutti i migliori testi delle tre edizioni: “Racconti di marca”, “Bellezza e Mistero” e “Riflessi e trasparenze”.

(c. ade.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

Attualità

CASTELPLANIO / I PRIMI 40 ANNI DEL MAGO DEI MACCHERONCINI AL FUMÉ

Stefano Marzi ha ricevuto un riconoscimento dal sindaco Barbara Romualdi

 

 

CASTELPLANIO, 4 luglio 2018Stefano Marzi, meglio conosciuto come il “Mago dei maccheroncini al fumé”, ha raggiunto il traguardo di 40 anni di un’attività imprenditoriale molto nota in Vallesina e nella provincia di Ancona, e il Sindaco di Castelplanio Barbara Romualdi ha inteso premiarlo, sabato 30 giugno, con una cerimonia in Municipio alla presenza di familiari, amici e dell’assessore Dino Sabbatini.

Questa la motivazione riportata sulla pergamena consegnata al popolare Stefanì, apparso emozionato, anche per le belle parole espresse nei suoi confronti dal primo cittadino, mentre riceveva il graditissimo attestato: “A Stefano Marzi, Re del fumé, in occasione dei 40 anni di attività del suo locale Pub-pizzeria Mac Iste’s di Castelplanio Stazione, svolta con competenza e impegno. L’Amministrazione comunale lo premia per l’invenzione dei superlativi maccheroncini al fumé, piatto divenuto leggendario per la sua peculiarità e unicità, ricetta utilizzata anche nella farcitura della pizza, per la quale Stefano si è classificato di recente al 1° posto in una competizione nazionale. Grata per aver fatto conoscere con il suo prodotto la città di Castelplanio, l’Amministrazione comunale augura a Stefano di continuare la sua attività con la stessa passione e la stessa professionalità dimostrate in questi 40 anni”.

I maccheroncini al fumé si basano su comuni sedanini più pomodoro, formaggi, panna e spezie non meglio specificate e variamente mescolate; il tutto costituisce una sorta di marchio di qualità della Casa che Stefano non vuole rivelare per evidenti ragioni di esclusività. Al suo fianco, nell’accogliente locale di Via Fratelli Cervi, operano la moglie Anna, il figlio Mirko con la consorte Suleimy, mentre i piccoli Denny e Dylan aspettano il loro turno per inserirsi nella tradizione di famiglia.

La stessa insegna del locale – Mac Iste’s, scritta in un improbabile inglese che, in italiano, si legge Maciste – la dice lunga sul senso della leggerezza che ispira il popolare Stefano, il quale ama presentarsi in pubblico con attillatissime magliette che mettono in mostra i suoi muscoli possenti nonostante abbia festeggiato in aprile i 70 anni d’età, portati con disinvoltura ed esuberanza fisica.

Oltre alla ristorazione, di cui diremo ancora in seguito, Stefano ha il pallino del body- building che esercita pressoché quotidianamente con partecipazione a concorsi/esibizioni di culturismo su e giù per l’Italia, ottenendo non di rado importanti riconoscimenti nella sua categoria d’età. Anche in questo campo Stefano si impegna a fondo, e i risultati positivi arrivano non a caso a ricompensare le fatiche dei suoi allenamenti, svolti nella palestra che ha allestito presso la sua abitazione. Così, sono arrivati i successi di San Severino Marche, Castelraimondo, Jesi, Ancona, Arcevia e in numerose altre località italiane.

Per quanto riguarda le sue affermazioni gastronomiche, spiccano la prestigiosa vittoria conseguita nel campionato nazionale di Sinagra, in provincia di Messina, dello scorso 29 maggio con il suo fumé e il secondo posto con la pizza pure al fumé di Augusta (Siracusa) del 12 e 13 marzo 2018, presenti pizzaioli provenienti da Spagna, Belgio, Malta, Romania e altri paesi europei.

Adriano Santelli

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

Ti possono interessare

Copyright © 2018 - Tutti i diritti riservati Associazione Culturale Massa Actii - via Roma, 18 - Cupramontana (An) Italy - P.IVA 02573660426 - tel. +39 0731 789023 - per la pubblicità: commerciale@qdmnotizie.it - tatufoli.commerciale@qdmnotizie.it - tel. +39 349 1334145