Connect with us

Alta Vallesina

FABRIANO / Centri estivi, ripartenza con eccezioni

Piccoli imprenditori legati al settore terziario si stanno attrezzando per le attività in sicurezza, quelle parrocchiali sono interdette da un decreto episcopale

 

FABRIANO, 8 giugno 2020 – L’estate che sta per cominciare continua sulla linea della ripartenza e ritorno alla prograssiva normalità. Molte sono le iniziative e le proposte portate avanti dai piccoli imprenditori legati al settore terziario, in vista della bella stagione.

Andreoli immobiliare 01-07-20

Rispetto della sicurezza

A Fabriano, il decreto ministeriale che prevede la riapertura dei campi estivi dedicati a giovani, ragazzi e minorenni, ha fatto sì che già da circa metà maggio l’Amministrazione comunale si sia mossa, in sinergia con i piccoli imprenditori, per rendere possibile lo svolgimento di queste attività nel pieno rispetto della sicurezza e delle norme previste, prima su tutte la sanificazione degli ambienti.

Sono diversi i soggetti sul territorio che già si sono attivati per organizzare campi estivi per i ragazzi e stanno lavorando per garantire un ambiente il più possibile esente da rischi.

Decreto episcopale

Nonostante il via libera del governo, le attività parrocchiali, associative o in qualche maniera legate alla Diocesi di Fabriano-Matelica e Camerino, quali ad esempio oratori, campiscuola, campi estivi e attività tali da prevedere assembramenti, comprese le sagre parrocchiali, sono interdetti da un’ordinanza del Vescovo Franscesco Massara dello scorso 14 aprile. Nella stesso decreto episcopale si precisava che tali attività sarebbero dovute considerarsi annullate anche nel caso in cui sarebbero state allentate le disposizioni civili di salute pubblica, come sta effettivamente accadendo ora.

(immagine di repertorio

Danilo Ciccolessi

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Condividi