Connect with us

Alta Vallesina

CERRETO D’ESI / Da mercoledì prossimo debutta il punto vaccinale

Le prenotazioni possibili da oggi, chiamando i medici di famiglia, previste tra le 36 e le 40 inoculazioni settimanali

CERRETO D’ESI, 22 aprile 2021 – Da mercoledì prossimo, 28 aprile, verrà inaugurato il punto vaccinale di Cerreto D’Esi. il punto di somministrazione non sarà dedicato alla vaccinazione di massa ma sarà una vaccinazione di supporto ed in numero limitato rispetto all’attività di vaccinazione principale che resta sempre quella prenotabile on line e che si svolge al PalaFermi di Fabriano.

Non sarà possibile scegliere il tipo di vaccino, i pazienti estremamente vulnerabili saranno vaccinati esclusivamente con vaccino Pfizer o Moderna come da indicazione ministeriale. Per le altre categorie il vaccino sarà in base alle forniture settimanali regionali. Dal 28 aprile si inizierà con circa 36-40 inoculazioni settimanali, con l’obiettivo di aumentare, se possibile, il numero di vaccinazioni.

Andreoli immobiliare 01-07-20

I cittadini cerretesi potranno ricevere il vaccino all’interno della tenda della protezione civile montata presso gli ambulatori dei medici di medicina generale della dottoressa Giovanna Pavoni e del dottor Saverio Carlucci.

I medici saranno coadiuvati da un’infermiera professionale. Anche i volontari del gruppo comunale di protezione civile cittadina daranno il loro contributo al regolare svolgimento delle operazioni, in particolare nella gestione delle entrate ed uscite dei cittadini dal punto vaccinale.

Le prenotazioni possibili da oggi, telefonando ai seguenti numeri di telefono

Giovanna Pavoni tel. 0732 – 677015: Lunedì e mercoledì pomeriggio dalle ore 16 alle ore 19 – martedì, giovedì e venerdì mattina dalle ore 9 alle ore 12.

Saverio Carlucci tel. 371 – 4188981: lunedì, mercoledì, venerdì mattina dalle ore 9 alle ore 12 – giovedì e martedì pomeriggio dalle ore 16 alle ore 19.

A seguito delle prenotazioni ricevute, i medici di famiglia predisporranno una lista che sarà gestita secondo una scrupolosa valutazione medica e attenendosi alle fasce di popolazione indicate dall’Asur: pazienti di età maggiore di 80 anni; pazienti con età compresa tra i 70 e 79 anni; pazienti estremamente vulnerabili e caregiver o familiari conviventi di pazienti estremamente vulnerabili.

Soddisfazione espressa dal sindaco David Grillini e dal vicesindaco ed assessore ai servizi sociali Michela Bellomaria.

«Ringraziamo i medici di famiglia per la grande attenzione alle esigenze dei nostri cittadini, in particolare per le fasce più fragili e in difficoltà, e per la straordinaria collaborazione messa in campo affinché la comunità cerretese, così fortemente colpita, esca velocemente dalla pandemia. Un grande traguardo centrato – spiegano –  con il quale il nostro piccolo comune, al pari di centri molto più popolosi, si dota dello strumento più importante in questa battaglia contro il covid,  la somministrazione del vaccino, in maniera capillare e senza muoversi dalla nostra cittadina».

(Redazione)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  


Meteo Marche