Connect with us

Attualità

CGIL / Cig, oltre 128 milioni di ore autorizzate nel 2020

cgil marche, giuseppe santarelli

Giuseppe Santarelli: «Il sistema produttivo regionale già prima del Covid era in crisi profonda ora molte aziende rischiano la cessazione o forti riduzioni di personale»

ANCONA, 31 gennaio 2021 – L’analisi del IV trimestre e quindi il conseguente dato definitivo di tutto il 2020 delle ore di Cig autorizzate nelle Marche dà un esito molto preoccupante che risente dell’emergenza sanitaria e dei conseguenti riflessi negativi sull’economia regionale, con oltre 128 milioni di ore autorizzate nel 2020, con un forte rischio per la coesione sociale e con oltre 60 mila posti di lavoro in ballo.

È quanto emerge dai dati Inps rielaborati dall’Ires Cgil Marche che mettono in risalto, confrontato il dato del 2020 con lo stesso periodo del 2019, un notevole aumento del ricorso agli ammortizzatori sociali. Nello specifico la Cig si attesta a oltre 102 milioni di ore contro i 14 milioni dell’anno precedente  (+710) e il ricorso al Fis arriva a oltre 26 milioni di ore quando nel 2019 erano state autorizzate appena 64 mila ore.  

Il settore metalmeccanico risulta essere quello che ha utilizzato più ore con oltre 35,5 milioni (+469% rispetto al 2019), segue settore del commercio con 18 milioni di ore autorizzate, poi il settore pelli, calzature e cuoio con ben 12,6 milioni di ore ed un aumento sul 2019 pari al 462%. Tra i comparti più toccati in quello del legno le ore arrivano a toccare i 7,6 milioni (+800% rispetto all’anno precedente), mentre nella chimica 6,4 milioni e nell’abbigliamento e tessile oltre 6,2 milioni. 

Dichiara Giuseppe Santarelli (foto in primo piano) segretario regionale Cgil Marche: «Il sistema produttivo regionale già prima del Covid era avviluppato in una crisi profonda e preoccupante, ora sono tante le aziende che rischiano la cessazione o forti riduzioni di personale dopo la data fatidica del 31 marzo, quando scadrà il blocco dei licenziamenti».

«Ad una riduzione di oltre 128 milioni di ore corrisponderebbero in linea teorica circa 63.000 mila lavoratori a tempo pieno che nel 2020 non avrebbero lavorato neanche un’ora. Oltre 49.000 di questi sarebbero del settore manifatturiero industriale. Immaginiamo cosa potrà succedere dopo il 31 marzo del 2021 se verrà superato il blocco dei licenziamenti senza una ripresa delle attività economiche e dei livelli di produzione industriale e senza un sistema di tutele adeguato alla complessità del mondo del lavoro».

«Siamo molto preoccupati perché nel Paese invece di discutere di questi temi delicatissimi l’attenzione si è spostata sulla crisi di Governo aprendo al rischio concreto di non portare a compimento la tanto necessaria riforma degli ammortizzatori sociali. Anche la Regione è chiamata in fretta a discutere urgenti misure di rilancio del sistema industriale sulle tre direttive dettate dall’Europa con NextGenerationUE, aprendo un confronto, finora inesistente, con le organizzazioni di rappresentanza del mondo del lavoro».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  
    

news

Cronaca13 minuti fa

Jesi / La sconfitta secondo Matteo: «Ne usciamo a testa alta»

«Rimane comunque un gruppo unito, patrimonio da non disperdere, pronto a lavorare e a difendere, sempre, la nostra comunità» Jesi,...

Alta Vallesina26 minuti fa

Fabriano / Maxi rissa allo Chalet, denunciati i primi responsabili

Individuati i primi giovani: tutti intorno ai venti anni residenti in città e zone limitrofe Fabriano, 27 giugno 2022 –...

Bassa Vallesina2 ore fa

Falconara / Donna stava annegando: salvata da autista della Conerobus

Riccardo Bargilli: «Non nego di aver avuto paura ma ho cercato di rimanere freddo e equilibrato così da poter intervenire...

Attualità2 ore fa

Cupra Montana / “Ciolla Bike”, successo per la prima pedalata tra i vigneti – VIDEO –

Sole, sorrisi, fatica e allegria, hanno caratterizzato il primo appuntamento che ha visto in sella circa 80 partecipanti Cupra Montana,...

Cronaca9 ore fa

Jesi / Lorenzo il Magnifico riporta il centrosinistra alla guida della città – VIDEO –

Dopo quattro lunghi mesi di campagna elettorale l’avvocato “quasi” 47enne la spunta sull’avversario delle liste civiche al governo da 10...

Cronaca9 ore fa

Jesi / Ballottaggio: affluenza definitiva, alle 23 ha votato il 44,3%

Alle urne si sono recati 14.420 votanti sui 32.550 aventi diritto, recupero di affluenza nel finale Jesi, 26 giugno 2022...

Cronaca11 ore fa

Monsano / Trattore fuori strada via Carbonara chiusa al traffico

L’incidente in serata sul tratto a poche centinaia di metri dal santuario di Santa Maria fuori Monsano Monsano, 26 giugno...

Cronaca13 ore fa

Jesi / Ballottaggio: l’affluenza alle 19 è del 29,5%

Rispetto al primo turno ancora in flessione (era del 36,1%) con 2.143 votanti in più Jesi, 26 giugno 2022 –...

Eventi & Cultura14 ore fa

Jesi / Andrea Braido e “Alba spericolata” infiammano i giardini

Allo sBARello grande successo del chitarrista storico di Vasco Rossi e della cover band capitanata da Andrea Giampa Jesi, 26...

Breaking news17 ore fa

Covid-19 / Nelle Marche 1.226 positivi, l’incidenza sfiora 500

In provincia di Ancona 402 positivi, nessun decesso segnalato Ancona, 26 giugno 2022 – Nelle Marche ancora una giornata sopra...

Meteo Marche