Connect with us

Bassa Vallesina

CHIARAVALLE / ANZIANI NEL MIRINO, ARRESTATE QUATTRO DONNE DI ETNIA ROM

Operazione “Romanì” dei Carabinieri  al termine di complesse indagini durate sei mesi

 

CHIARAVALLE, 7 maggio 2019 – Custodia cautelare in carcere per quattro donne di etnia rom, ritenute responsabili di “associazione per delinquere finalizzata alla commissione di furti pluriaggravati, in concorso e indebito utilizzo di carte di credito e di pagamento”.

Sono 24 gli  episodi accertati, tra le province di Ancona, Rimini, Teramo, Ascoli Piceno, Viterbo, Rieti, Roma, Pesaro, Fermo, Forlì-Cesena e Firenze, scegliendo strategicamente di colpire persone anziane per la loro vulnerabilità e per l’abitudine conservare preziosi, denaro e ricordi all’interno delle abitazioni.

Bottino stimato dei colpi, 85 mila euro circa

Provvedimento eseguito tra Martinsicuro ed Alba Adriatica (Provincia di Teramo) dai Carabinieri della Compagnia di Osimo al termine di complesse indagini durate 6 mesi – l’operazione “Romanì” – e condotte dal Nucleo Radiomobile. Le indagini hanno permesso di individuare gli appartenenti a un sodalizio criminale radicato nella provincia di Teramo e dedito principalmente ai furti all’interno di appartamenti nelle regioni del centro – nord Italia.

Una vera e propria associazione a delinquere, con un programma criminoso ben strutturato secondo gli investigatori (ecco perché l’associazione a delinquere), che attraverso precise azioni criminose metteva nel mirino ultrasettantenni.

Ruoli della banda ben precisi: una o due donne intrattenevano le vittime, spacciandosi, di volta in volta, per incaricate di pubblico servizio, fisioterapiste, medici, estetiste, interessate alla locazione di appartamenti in zona, mentre gli altri appartenenti al gruppo penetravano di soppiatto all’interno delle abitazioni a caccia di denaro o preziosi. Presenti anche persone che fungevano da “palo”, allertando telefonicamente i complici in caso di “interferenze” indesiderate.

Banda attiva anche a Chiaravalle, con due colpi accertati

Primo settembre 2018, un furto aggravato all’interno di una abitazione commesso ai danni di un uomo 85enne e bottino di 700 euro. Una manciata di giorni dopo (9 settembre), ancora un colpo ed ancora un anziano 82enne. Dalla sua abitazioni rubati 1.400 euro circa: 600 euro in contanti ed 800 circa in preziosi.

(redazione)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •   
  •  
  •  
Continua a leggere
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.