Connect with us

Chiaravalle

CHIARAVALLE / ESEMPI SPECIALI, LA PLURICAMPIONESSA PARALIMPICA ASSUNTA LEGNANTE AI GIOVANI: “NON MOLLATE MAI”

fenucci

di Gianluca Fenucci

Andreoli immobiliare 01-07-20

CHIARAVALLE, 15 ottobre 2016 – Un pomeriggio da ricordare quello al teatro Valle. Ospite dell’Osservatorio Bernardo di Chiaravalle, accompagnata dal suo preparatore atletico, il chiaravallese Massimo Pistoni, a parlare del suo viaggio nella vita e nello sport c’era la pluricampionessa paralimpica e mondiale Assunta Legnante.

 

assuntalegnanteUna donna speciale, forte non tanto nel fisico pur possente quanto nel cuore e nella testa, che ha raccontato con dovizia di particolari e senza pietismi e ipocrisie la sua esistenza resa ardua dalla perdita della vista avvenuta nel 2009 a causa di un glaucoma congenito che l’aveva colpita fin dalla nascita. “A 33 anni ho visto solo il buio – ha detto la Legnante alle tante persone e ai molti ragazzi intervenuti – ma non mi sono mai persa d’animo.

Massimo Pistoni e Assunta Legnante

Massimo Pistoni e Assunta Legnante

Paradossalmente la cecità mi ha donato tante cose (due splendidi figli ed un compagno che la segue sempre n.d.r.) e riesco perfino a pensare che ci sia il sole quando per voi è un giorno grigio e piovoso – dice sorridendo – tanto che non mi pongo limiti: voglio proseguire nell’atletica leggera che mi ha permesso di vincere due paralimpiadi, a Londra e a Rio de Janeiro e due titoli mondiali a Lione e a Doha”.

La pluricampionessa paralimpica Assunta Legnante accolta con entusiasmo a Chiaravalle

Ma dall’incontro con Assunta Legnante ed il suo preparatore Massimo Pistoni il pubblico ed in particolare i tanti ragazzi presenti sono usciti con alcuni messaggi che valgono nella vita oltre che nello sport. “Non servono parole e ipocrisia perché un disabile sa quali sono i suoi limiti e le sue peculiarità; i giovani devono mettercela tutta e non mollare mai e la scuola può far molto anche per lo sport che però deve essere aiutato maggiormente a livello istituzionale”.

Queste alcune pillole del pensiero di Assunta. A stringerle la mano, tra gli altri, Giovanni Larici, presidente dell’Osservatorio Bernardo di Chiaravalle, Andrea Mosconi capogruppo consiliare di maggioranza che ha donato alla Legnante un pensiero in braille e una scultura dell’associazione Arte x Arte, Tarcisio Pacetti e Fabio Luna del Coni, Silvia Campanella del comune di Chiaravalle.

La serata si è conclusa alla Pizzeria Rodry di corso Matteotti che ha gentilmente ospitato la pluricampionessa paralimpica e gli organizzatori dell’interessante incontro pubblico.

(gianluca.fenucci@qdmnotizie.it)

Condividi