Connect with us
TESTATA -

Attualità

CHIARAVALLE / Proteste per la scarsa visibilità in via Gramsci

Il pericolo deriva da una pensilina, il “caso” del pescatore imbarcato che si è visto portar via l’auto: ostacolava lavori di potatura

CHIARAVALLE, 3 marzo 2021 – Giungono telefonate di protesta di alcuni cittadini chiaravallesi. In diversi sottolineano l’inadeguatezza e la pericolosità della situazione in via Gramsci, lato fiume, dove è stata installata una pensilina per la fermata degli autobus che impedisce totalmente la visuale a chi esce da una via circostante.

«C’era uno spigolo pericoloso – dicono – dove alcune automobilisti, in condizioni di poca visibilità, hanno urtato rovinando le gomme dei loro veicoli. Dopo ripetute segnalazioni il Comune è corso ai ripari istallando la segnaletica ma rimane il problema più volte evidenziato della visibilità compromessa dalla presenza della pensilina per chi si immette da via Gramsci lato fiume. Nell’incrocio vicino lo specchio è stato istallato sul lato sbagliato».

Un’altra segnalazione viene da un pescatore tunisino che è imbarcato da diversi giorni a cui è stata portata via l’automobile da via Jesi per lavori di potatura degli alberi.

«I cartelli di avvertimento – dice – erano stati messi mercoledì scorso ma io ero partito lunedì, due giorni prima: come potevo sapere dei lavori e del fatto che avrei dovuto spostare la macchina?».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  


Meteo Marche