Connect with us

Attualità

CINGOLI / Il vanto delle Marche alla BiT di Milano

Borsa internazionale del turismo
Andreoli immobiliare 01-07-20

Alla Borsa Internazionale del Turismo i Borghi più belli e le Bandiere Arancioni della Vallesina 

CINGOLI, 17 febbraio 2020 – Cingoli, Genga, Sassoferrato, Serra San Quirico e Staffolo hanno rappresentato i Borghi più belli d’Italia e le Bandiere Arancioni della Vallesina alla 40° Borsa Internazionale del Turismo a Milano.

Promuovere il turismo

Tra il 9 e l’11 febbraio, infatti, si è svolta la manifestazione promozionale turistica più importante a livello nazionale presso la Fiera milanese. Le Marche sono state rappresentate dai 26 comuni dei Borghi e dalle 23 Bandiere Arancioni.

I tre giorni della BiT hanno visto numerosi incontri e conferenze su temi di attualità, cultura, territorio, Borghi, tipicità, sport, percorsi naturalistici e religiosi. L’evento, dedicato agli operatori del settore, è stato aperto anche al pubblico, con offerte per l’estate, per il viaggio di nozze e proposte per il week-end. Borsa Internazionale del TurismoA completare l’offerta è stato presentato Bit Tecnology e Turismo Enogastronomico, dove il mondo della tecnologia è stato applicato in particolare turismo alimentare.

Per il Comune di Cingoli ha partecipato Cristiana Nardi, assessore al turismo e coordinatrice per le Marche dei Borghi più belli d’Italia, portando allo stand marchigiano pubblicazioni, brochure delle attività ricettive e delle aziende agricole del territorio comunale. «Cingoli e gli altri Borghi – ha spiegato – hanno avuto un ruolo importante nel centralissimo padiglione italiano della Regione Marche, che ha visto i più importanti operatori turistici organizzare la domanda turistica dei prossimi mesi e anni. La qualità dell’offerta degli operatori del Comune di Cingoli, sia per la ristorazione, l’alloggio e il divertimento, è di prima qualità e di primaria importanza per l’occupazione e la complessiva condizione economica del territorio. L’amministrazione comunale non può non sostenere l’offerta turistica, per uno dei Comuni più belli d’Italia».

Bandiere Arancioni

Lo scopo della rete dei Borghi più Belli d’Italia e delle Bandiere Arancioni, inoltre, è quello di fare squadra per promuovere le piccole eccellenze dell’Italia “nascosta”. La Regione Marche ha dedicato una tavola rotonda intitolata “Viaggio nei luoghi più attrattivi della regione”, alla presenza del Consigliere regionale Boris Rapa e dei rappresentanti dei comuni certificati come Borghi più belli d’Italia e Bandiere arancioni.

Erano presenti il sindaco e l’assessore di Gradara, Filippo Gasperi e Mariangela Albertini, il sindaco e il vicesindaco di Mercatello sul Metauro, Fernanda Sacchi e Luca Bernardini, il sindaco di Morro d’Alba, Enrico Ciaramboli, l’assessore di Treia Sabrina Virgili, il sindaco di San Ginesio, Giuliano Ciabocco, il sindaco di Sarnano, Luca Piergili, il sindaco di Grottammare, Enrico Piergallini, oltre alla già citata coordinatrice dei Borghi più Belli d’Italia e assessore al turismo di Cingoli, Cristiana Nardi. Era presente anche il presidente dell’associazione dei Borghi più Belli d’Italia nelle Marche, Amato Mercuri di Moresco.

Fare squadra

«L’importanza dei comuni certificati – ha aggiunto Cristiana Nardi – è evidente, tanto che Borghi e Bandiere hanno fatto squadra nel chiedere un riconoscimento ufficiale alla Regione e l’Assessore Moreno Pieroni ha già proposto di inserire le due associazioni all’interno della modifica del Testo Unico sul Turismo quali interlocutori diretti con il sistema turistico regionale. Anche i consiglieri Boris Rapa e Fabio Urbinati si sono detti favorevoli all’iniziativa».

Giacomo Grasselli

[email protected]

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

Condividi
  
    

news

Cronaca6 ore fa

Jesi / Brucia il computer, ci vogliono i Vigili del Fuoco

Intervento della squadra cittadina nella serata di ieri, nessuna persona coinvolta ma danni di Redazione Jesi, 2 febbraio 2023 –...

Bassa Vallesina6 ore fa

Falconara / Incidente all’Api, tanto fumo ma nessun danno a persone e cose

Una quantità di combustibile era trafilata da una valvola, situazione prontamente risolta dal personale interno della raffineria, addestrato per far...

Attualità8 ore fa

Sanità / Medici di famiglia, i dottori Gagliardini ed Ercolino a Cingoli e Filottrano

Lo ha comunicato l’assessore Filippo Saltamartini dopo il confronto avuto con la Direzione dell’Ast Ancona e con il Distretto competente...

Attualità9 ore fa

Provincia / Open day per il rinnovo dei passaporti

Le date delle aperture straordinarie nei Commissariati di Jesi, Fabriano, Senigallia e Osimo, con accesso libero e senza prenotazione in...

Alta Vallesina11 ore fa

Fabriano / Subaffitto Agricom, l’interpellanza di Fabriano Progressista

Torna d’attualità la questione dell’azienda agraria comunale Fabriano, 2 febbraio 2023 – Premesso che con delibera di giunta del 21/03/2022...

Eventi12 ore fa

Montecarotto / A teatro una rassegna da “perdere la testa”

Dal 17 febbraio i quattro appuntamenti tra “amore e follia”, a chiudere il calendario lo spettacolo di “Malati di niente”...

carabinieri stazione sassoferrato carabinieri stazione sassoferrato
Alta Vallesina13 ore fa

Sassoferrato / Compra un Apple Watch online ma viene truffato

Denunciato un 40enne residente nella provincia di Fermo per truffa di Redazione Sassoferrato, 2 febbraio 2023 – I Carabinieri hanno...

Alta Vallesina14 ore fa

Fabriano / Ambito 10, ecco il registro assistenti familiari

Il Registro Assistenti Familiari: uno strumento in più per favorire le famiglie e aiutare lavoratori e lavoratrici del settore di...

Attualità19 ore fa

Tradizioni / Dopo i Giorni della Merla ecco Candelora: «Dell’inverno semo fora?»

Un’altra ricorrenza della tradizione popolare che cade oggi 2 febbraio e sancisce la fine o il prosieguo dell’inverno di Cristiana...

Primo piano19 ore fa

L’intervista / Roberto Mancini: «Marche regione da podio, Jesi sul gradino più alto»

«Spero davvero che tra qualche tempo sia Ancona che Ascoli possano tornare in serie A, sarebbe un bel traguardo per...

Meteo Marche