Connect with us
TESTATA -

Attualità

CINGOLI / MANIFESTAZIONE PRO OSPEDALE, «NO ALL’AREA VASTA 3»

Manifestazione Ancona Cingoli

Il sindaco di Cingoli, Michele Vittori, ha espresso soddisfazione e ringraziamento per la riuscita della manifestazione di sabato scorso ad Ancona

Manifestazione Ancona CingoliCINGOLI, 23 dicembre 2019Non si spegne l’eco della manifestazione ad Ancona di sabato scorso, 21 dicembre, organizzata dall’amministrazione comunale di Cingoli in difesa dell’ospedale. Il sindaco, Michele Vittori, con un comunicato sui propri social ha espresso la sua soddisfazione per la riuscita dell’iniziativa.

La piazza e il popolo

Erano presenti circa 300 persone, compresi l’intera amministrazione comunale ed il gruppo consiliare di maggioranza. Hanno partecipato, inoltre, alcuni rappresentanti di Apiro, Poggio San Vicino ed di altri comuni colpiti dai tagli regionali. «Sono molto orgoglioso – ha scritto Vittori –  di essere il Sindaco di una città che sa sempre dare alle battaglie vere della nostra comunità il massimo appoggio. Nessuna persona al mondo organizza una manifestazione di piazza il 21 dicembre, alla vigilia di Natale e con una condizione da allerta meteo, se non è consapevole che il popolo è dalla sua parte così come ha decretato il 26 maggio di quest’anno. Noi avevamo l’urgenza di parlare chiaro al Presidente della Regione, quella lingua che solo il popolo e la piazza sanno esprimere.»

Il primo cittadino ribadisce la sua contrarietà al passaggio dall’Area Vasta 2 all’Area Vasta 3, chiedendo la riapertura immediata dei 20 posti letto chiusi a luglio e il reintegro del personale sanitario. «Cingoli – continua Vittori – non accetta il trattamento che sta subendo. Una zona montana, secondo la Costituzione, già devastata dal Sisma del 2016, non può essere travolta dai disservizi sanitari per mancanza di programmazione e di governo.»

Giornata memorabile

Vittori ribadisce la sua soddisfazione e ringrazia tutti i partecipanti. «Giornate come questa – ha continuato – sono memorabili, i cittadini e le sue Istituzioni democratiche si sono unite per difendere i diritti fondamentali. Grazie ai cittadini, a tutte le famiglie e sopratutto ai Comitati che ci hanno sostenuto: quello di San Severino, Recanati, della Provincia di Macerata e non per ultimo il Comitato “Ancora non è notte a Cingoli”. Se non riconosceranno i nostri diritti, a gennaio ci ritroveremo insieme a lottare.»Manifestazione Ancona Cingoli

Giacomo Grasselli

giacomo.grasselli@qdmnotizie.it

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi