Connect with us

Attualità

CINGOLI / NASCE LA START-UP DEI FUTURI PASTICCERI DEL “VARNELLI”

“Balconcini: un panorama di sapori” è il biscotto che unisce tradizione e innovazione

 

CINGOLI, 4 dicembre 2018 – Gli studenti del 5º Pasticceria dell’IPSSART “G. Varnelli” lanciano una start up per la vendita di biscotti innovativi, i “Balconcini: un panorama di sapori”. Venerdì scorso, 30 novembre, infatti, è stata convocata una conferenza di presentazione presso la Sala “Verdi” del Palazzo Municipale, alla quale ha partecipato anche l’on. Tullio Patassini.

L’iniziativa rientra nel progetto “Apprendere per Riprendere” della Vises Onlus (Volontari per Iniziative di Sviluppo Economico e Sociale), associazione di riferimento di Federmanager, nato per lo sviluppo dei territori colpiti dal sisma del 2016. Il Varnelli è stato selezionato nel progetto insieme al Liceo Scientifico “A. Einstein” di Teramo e all’I.I.S “C. Rosatelli” di Rieti, con l’obbiettivo di coniugare le tradizionali conoscenze acquisite a scuola con le abilità manageriali e tecniche, supportando l’intero processo nella realizzazione dell’impresa, contribuendo così a sviluppare qualità personali e competenze trasversali essenziali per la progettazione di un futuro professionale.

Gli studenti della Classe Vª pasticceria dell’istituto cingolano, affiancati dai prof. Marcello Stefano per la realizzazione del prodotto dolciario, dal prof. Michele Zitti per l’ambito del marketing e dalle consulenti di Vises in qualità di mentori, hanno realizzato tre tipologie di “Balconcini”, il cui nome richiama chiaramente il “Balcone delle Marche”, la vista panoramica della città.  “Sono nati – spiegano gli studenti –  per unire la tradizione ed i sapori delle Marche con il futuro. Noi marchigiani non ci siamo mai fermati, nonostante il terremoto. Abbiamo deciso di promuovere, con questi biscotti, il cece quercia in via di estinzione di Appignano, la farina di farro del Mulino Bravi di Cingoli, che abbiamo preso come modello per la tenacia e per la sua storia, e le lenticchie di Castelluccio di Norcia, borgo duramente colpito dal sisma.” Uno dei proprietari del Mulino, Francesco Bravi, era presente alla conferenza. “Ringrazio – ha precisato – l’Istituto Alberghiero per averci coinvolto in questo progetto e per la sensibilità che avuto verso le imprese del territorio”. I tre biscotti (Balconcini con farro, Balconcini con lenticchie, Balconcini con cece quercia) sono già stati presentati alla fiera “Leguminaria” di Appignano.

Alla conferenza stampa hanno partecipato la dirigente scolastica prof.ssa Maria Rosella Bitti, la direttrice dell’Ambito territoriale provinciale dell’Ufficio scolastico regionale, prof.ssa Carla Sagretti, la direttrice dei servizi generali ed amministrativi (DSGA) del Varnelli, dott.ssa Marcella Maccioni, la referente dei progetti di Alternanza Scuola-Lavoro, prof.ssa Francesca Accrescimbeni, l’assessore comunale alla cultura, avv. Martina Coppari, il presidente della Confartigianato di Cingoli, dott. Pacifico Berrè, la presidente di Vises, dott.ssa Rita Santarelli, il vicepresidente di Federmanager, dott. Eros Andromaco, il parroco, Don Patrizio Santinelli, e la dott.ssa Carla Epifani, rappresentante della Distilleria Varnelli. Quindi, a sorpresa, è arrivata la breve visita dell’onorevole Tullio Patassini, il quale era impegnato nell’inaugurazione degli stabilimenti Fileni (mettere link). “Porto i saluti – ha dichiarato – del ministro Centinaio. Le Marche sono creatività, capacità di innovare, capacità di fare impresa. Da una esperienza scolastica è nata un idea nuova. Nasce dal lavoro dei ragazzi e dei docenti. La qualità della scuola italiana si vede dalla capacità di ideare e dall’educazione degli studenti. Il Made in Italy è superato, ormai esiste il collegamento stretto tra prodotto e territorio. Siamo orgogliosi di voi. Siate affamati e siate folli della vita, ma affamati della vita,  non del biscotto”. “Ringrazio – ha dichiarato l’assessore comunale alla cultura Martina Coppari – l’onorevole Patassini per la visita. Porto i saluti del Sindaco. L’amministrazione è vicina a queste iniziative, la contaminazione tra scuola e lavoro non può che essere un’opportunità che valorizza il ciclo scolastico. È onore avervi ospitato nella sala consiliare. Noi marchigiani siamo laboriosi e operiamo a testa bassa. Ringrazio la Preside, i professori e la famiglia Bravi.” “È stata una bellissima giornata, – ha proseguito la dott.ssa Santarelli di Vises – questi ragazzi sono una speranza per il futuro del nostro paese. Dopo il sisma 2016, Federmanager ha deciso di devolvere i contribuiti dei manager alla nostra associazione, onlus di riferimento. Abbiamo così deciso di mettere in piedi questo progetto di alternanza scuola-lavoro. Chiedo al Parlamento di non abrogarlo. Gli studenti hanno imparato a lavorare insieme, a riprovare e riprovare una cosa. È venuto fuori un buon prodotto. Hanno sentito manager che si sono spesi per loro per il marketing e la comunicazione. Speriamo di continuare questo tipo di iniziative. Ringrazio l’Istituto e in particolare i professori coinvolti.””Unendomi alle parole di Rita – ha aggiunto il dott. Andromaco di Federmanager – i ragazzi hanno coniugato in un unicum le iniziative della professionalità e della managerialità: abilità nel fare le cose, passione, conoscenza, impegno, entusiasmo, curiosità, capacità di analisi, capacità di fare squadra… Sono orgoglioso che, all’interno del sistema di Federmanager, ci sia Vises, un organismo che ci permette di fare bella figura. Ci avete permesso di dimostrare la nostra disponibilità. Le Soft Skill sono doti necessarie per lo sviluppo della persona e della società. Vi auguro di continuare a dimostrare queste abilità.”

Non meno privi di significato sono stati gli interventi della Dirigente Scolastica e della Responsabile Provinciale dell’Ufficio Scolastico Regionale. “Ringrazio la mia carissima amica prof.ssa Bitti – ha esordito la prof. Sagretti – per avermi invitato a stare in mezzo a voi ragazzi oggi. Questo progetto è incontro tra scuola e impresa, rinnovando il solco profondo dell’educazione dei giovani. Il Varnelli lo sta tracciando da tempo. L’alternanza scuola lavoro è l’alleanza tra scuola e impresa. La scuola ha bisogno di alleanze forti per insegnare valori etici, in un territorio ferito. Quando la vita ci colpisce è facile abbattersi, ma bisogna rialzarsi.” “Il mio ringraziamento – ha dichiarato la Dirigente Scolastica – va a tutti coloro che si sono spesi in questo progetto: gli studenti, i professori, Vises e le sue collaboratrici, Federmanager, che ci ha donato un nuovo pulmino per le nostre attività. Da un evento negativo come il terremoto può nascere qualcosa di positivo, di creativo e qualificante per tutto l’Istituto.

Sul sito www.balconcinicingoli.com si possono avere ulteriori dettagli sul prodotto realizzato dagli studenti della Vª Pasticceria Chiara Casoni, Melissa Ceccarelli, Jessica Cipolletta, Emily Compagnucci, Alessandro D’Amico, Sara Fuso, Andrea Gasparrini, Alessia Gaudenzi, Martina Meschini, Elisa Mincilli, Solange Montini, Andrea Rossi, Riccardo Spreca, Benedetta Tobaldi, Giorgia Topini, Riccardo Verdecchia e Chiara Zannotti, coordinati dai prof. Marcello Stefano e Michele Zitti. Sarà possibile acquistare il prodotto dolciario presso alcuni esercenti autorizzati. Abbiamo provato i biscotti e assicuriamo che, oltre ad essere belli esteticamente, sono anche buoni!

 

Giacomo Grasselli

giacomo.grasselli@qdmnotizie.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •  
  •   
Continua a leggere
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Meteo Marche

Copyright © 2018 - Tutti i diritti riservati Associazione Culturale Massa Actii - via Roma, 18 - Cupramontana (An) Italy - P.IVA 02573660426 - tel. +39 0731 789023 - Registrazione c/o Tribunale di Ancona n° 1/13 del 14/01/2013 - Direttore Responsabile Oddino Giampaoletti.