Connect with us

Attualità

CINGOLI / “Pollo dalle Marche” Fileni: le colline cingolane e l’Arco Clementino di Jesi

Il nuovo prodotto, nato in collaborazione con la Regione, raffigura nelle etichette scorci della città di Federico II, Macerata, Senigallia, Cingoli e Ancona

CINGOLI, 27 maggio 2020Fileni e la regione Marche uniscono le forze e rilanciano il territorio con il “Pollo dalle Marche” bio.

Nei giorni scorsi, infatti, la nota azienda agroalimentare con sede a Cerrete Collicelli di Cingoli ha presentato un nuovo pollo biologico, finalizzato alla valorizzazione delle eccellenze culinarie marchigiane.

Nelle etichette, inoltre, ci saranno vari monumenti e paesaggi della nostra regione, tra cui le colline cingolane e l’Arco Clementino di Jesi (foto in primo piano).

Caratteristiche

Il nuovo prodotto è caratterizzato dal valore aggiunto della “marchigianità”.

«L’azienda – fanno sapere dalla Fileni in un comunicato – ha voluto sottolineare ancora una volta il suo stretto legame con il territorio del quale è particolarmente orgogliosa e nel quale intende investire sempre più con attività che supportino lo sviluppo economico, occupazionale e turistico della regione».

Il Pollo dalle Marche con l’etichetta sullo Sferisterio di Macerata

Il Pollo dalle Marche bio è nato, allevato e trasformato in ambito marchigiano. È rustico, biologico e completamente naturale. Nell’etichetta, per promuovere la regione, sono proposte fotografie di alcuni dei paesaggi suggestivi e degli straordinari monumenti delle marche, in particolare le colline di Cingoli, il Monte Conero, la Rotonda di Senigallia, lo Sferisterio di Macerata e l’Arco Clementino di Jesi.

L’iniziativa è stata ideata per avvicinare i consumatori al territorio di provenienza del prodotto che stanno acquistando, invitandoli a scoprire tutte le bellezze delle Marche. L’etichetta, infatti, in quest’ottica, riporta il sito www.turismo.marche.it, a conferma della volontà del Gruppo Fileni di dare risalto al territorio in cui opera da sempre, rinsaldando lo storico legame tra enogastronomia e turismo.

Il commento di Roberta Fileni e Luca Ceriscioli

Roberta Fileni

«Siamo particolarmente orgogliosi – spiega Roberta Fileni, figlia del patron Giovanni e componente del Cda – di questo nuovo progetto. Crediamo molto nelle potenzialità della nostra bellissima regione e, per quanto ci è possibile, ci attiviamo per sostenerla soprattutto in questo difficile momento. Confidiamo che, una volta attenuata la situazione di emergenza, le Marche possano tornare a essere una delle regioni trainanti dell’economia e del turismo del nostro Paese e ci onora poter dare il nostro contributo»,

Anche il presidente della Regione, Luca Ceriscioli, commenta soddisfatto il progetto. «Le Marche – spiega il governatore – si confermano terra di eccellenze, di qualità, del buon cibo e del bel vivere. Questa iniziativa racchiude e valorizza tutti questi concetti, con un unico progetto in grado di sintetizzare al meglio valori, tradizione, cultura, ambiente ed enogastronomia. È un biglietto da visita per i consumatori: chi sceglie le Marche non acquista solo un prodotto, assapora e scopre un territorio ricco di suggestioni e di gusti per tutti i palati, pieno di opportunità e occasioni per essere visitato e vissuto».

Il Pollo dalle Marche con la Rotonda di Senigallia

Fileni, infine, è attenta all’ambiente, attraverso una confezione straordinariamente sostenibile: il pollo è confezionato in una rete naturale compostabile che si può smaltire nella raccolta dell’umido. Si tratta di una piccola rivoluzione nel mondo dei prodotti agro-alimentari.

Giacomo Grasselli

giacomo.grasselli@qdmnotizie.it

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi